Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Consiglio Mondiale 28 Giugno 2013


Recommended Posts

A Goodwood si è tenuto il consiglio mondiale, queste le decisioni più importanti riguardanti la Formula 1:

-Sarà  possibile fornire i motori fino a quattro team (richiesta della Mercedes);

-Patente a punti per i piloti. Si potranno dare da 1 a 3 punti di penalità . Se un pilota accumula più di 12 punti di penalità  salterà  il GP successivo;

-Sarà  possibile introdurre procedure affinchè un pilota possa restituire un vantaggio illecitamente acquisito dal fatto di essere uscito fuori pista;

-Riduzione del lavoro di CFD e in galleria del vento;

-Quattro sessioni da due giorni ciascuna di test saranno eseguite durante la stagione dopo i weekend di gara come nel Motomondiale;

-Test permessi anche a Gennaio del prossimo anno per testare da subito i nuovi motori;

-Tutto il personale impegnato a lavorare sulle vetture dovrà  essere munito di casco;

-Ad ogni pilota sarà  concesso l'uso di un set di gomme extra da utilizzare nei primi 30 minuti delle prove libere 1;

-Ogni pilota avrà  a disposizione cinque motori durante la stagione. Ogni cambio di motore comporterà  una partenza dalla pit lane. Ogni cambiamento di singoli elementi del motore comporterà  una penalità  di 10 posizioni in griglia;

-I costruttori potranno omologare un solo tipo di motore nel periodo 2014-2020;

-La scatola del cambio dovrà  durare per sei gare consecutive e non più cinque;

-Non si potranno usare più di 100kg di benzina durante la gara;

-La velocità  di percorrenza della pit lane viene ridotta, si torna agli 80 km/h come già  era stato in passato (tranne che a Melbourne, Monaco e Singapore dove il limite è a 60 km/h);

-Peso minimo delle vetture aumentato di 5kg.

Link to post
Share on other sites

-Patente a punti per i piloti. Si potranno dare da 1 a 3 punti di penalità . Se un pilota accumula più di 12 punti di penalità  salterà  il GP successivo;

-Ogni pilota avrà  a disposizione cinque motori durante la stagione. Ogni cambio di motore comporterà  una partenza dalla pit lane. Ogni cambiamento di singoli elementi del motore comporterà  una penalità  di 10 posizioni in griglia;

-I costruttori potranno omologare un solo tipo di motore nel periodo 2014-2020;

-La scatola del cambio dovrà  durare per sei gare consecutive e non più cinque;

-Peso minimo delle vetture aumentato di 5kg.

:sbocco: :sbocco: :sbocco: :sbocco: :sbocco:

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Ma allora è un taglio mostruoso. Com'è possibile?

 

Hanno paura che si raggiungano delle potenze mostruose , calcolando che già  i motori elettrici che avranno sprigionano una bella cavalleria.

Con le tecnologie di oggi si potrebbero creare turbine dalla pressione notevole (già  quelle degli anni 80 non scherzavano) allora invece che limitare la pressione limitano la quantità  di benzina. Cosa che penso non condizioni la qualifica.

Link to post
Share on other sites

con la partenza dalla pit-lane si penalizza molto di piu il cambio motore .

non c'è il rischio per questo che durante le giornate di prove si giri anocra meno?

 

e poi ora sono 8 i motori a stagione o sbaglio?

Link to post
Share on other sites

Ma solo io spero nel fallimento a breve della baracca? Solo così si potrà  rifondare una serie nuova su regole meno idiote.

 

Io sono sorpreso che la baracca stia ancora in piedi, è talmente anacronistica che sicuramente non durera' un secondo oltre la dipartita dello Zio

Link to post
Share on other sites

Ma solo io spero nel fallimento a breve della baracca? Solo così si potrà  rifondare una serie nuova su regole meno idiote.

 

Personalmente dopo la sentenza politica pro Mercedes, per la prima volta non mi sono guardato le qualifiche in diretta.

Cerco di tenere vive le emozioni della 24h di Le Mans il più a lungo possibile :D

Link to post
Share on other sites

QUOTED

 

-Sarà  possibile fornire i motori fino a quattro team (richiesta della Mercedes);

Perchè proprio su richiesta della Mercedes?!

 

-Patente a punti per i piloti. Si potranno dare da 1 a 3 punti di penalità . Se un pilota accumula più di 12 punti di penalità  salterà  il GP successivo;

Potevano anche darla solo a Grosjean. A meno che non abbiano intenzione di dare 3 punti a chi calpesta la riga d'uscita dei box. Ho tremendi sospetti..

-Sarà  possibile introdurre procedure affinchè un pilota possa restituire un vantaggio illecitamente acquisito dal fatto di essere uscito fuori pista;

Anche a Montecarlo? Tuffo in mare?

 

-Riduzione del lavoro di CFD e in galleria del vento;

L'hanno incentivato loro e adesso lo tolgono.

 

-Quattro sessioni da due giorni ciascuna di test saranno eseguite durante la stagione dopo i weekend di gara come nel Motomondiale;

Ma come, prima dicevano che comunque sarebbe costato troppo...si sono ricreduti..

-Test permessi anche a Gennaio del prossimo anno per testare da subito i nuovi motori;

La Pirelli porterà  la mercola P Zero Winter, contraddistinta da chiodi a tre punte sul battistrada

 

-Tutto il personale impegnato a lavorare sulle vetture dovrà  essere munito di casco;

Anche chi pulisce con lo straccetto?

-Ad ogni pilota sarà  concesso l'uso di un set di gomme extra da utilizzare nei primi 30 minuti delle prove libere 1;

Mi ricorda la storia del passaggio dalla Qualifica di 12 Giri a Q1, Q2, Q3

 

-Ogni pilota avrà  a disposizione cinque motori durante la stagione. Ogni cambio di motore comporterà  una partenza dalla pit lane. Ogni cambiamento di singoli elementi del motore comporterà  una penalità  di 10 posizioni in griglia;

Aggiungerei 10 fustigate e la crocifissione in sala mensa. Prossimo step detrarre il costo del motore dallo stipendio del pilota

 

-I costruttori potranno omologare un solo tipo di motore nel periodo 2014-2020;

Nel 2020 magari ci saranno le macchine volanti, e loro omologano un motore per 7 stagioni. Lungimiranti, all'avanguardia.

 

-La scatola del cambio dovrà  durare per sei gare consecutive e non più cinque;

...e dovrà  essere un compensato.

-Non si potranno usare più di 100kg di benzina durante la gara;

Con 50 litri io faccio 900km...

-La velocità  di percorrenza della pit lane viene ridotta, si torna agli 80 km/h come già  era stato in passato (tranne che a Melbourne, Monaco e Singapore dove il limite è a 60 km/h);

Forse l'unica cosa sensata in ambito sicurezza, anche se non cambia molto.

 

-Peso minimo delle vetture aumentato di 5kg.

Dettaglio essenziale.

 

 

Chi le ha scritte, 'ste stronzate di regole?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
-Patente a punti per i piloti. Si potranno dare da 1 a 3 punti di penalità . Se un pilota accumula più di 12 punti di penalità  salterà  il GP successivo;

Potevano anche darla solo a Grosjean. A meno che non abbiano intenzione di dare 3 punti a chi calpesta la riga d'uscita dei box. Ho tremendi sospetti..

Io spero che non tolgano punti ad ogni infrazione, perchè mi sembra a dir poco assurdo togliere un punto per aver oltrepassato la linea bianca, per eccesso di velocità  o per partenza anticipata

Link to post
Share on other sites

Quando un paio di mesi fa si cominciava a parlarne avevvo trovato queste proposte:

 

 

 

Superare la velocità  massima ai box di 20 km/h: 3 punti
Causare uno scontro pericoloso: 3
Ignorare la bandiera nera: 3
Superare la velocità  massima ai box tra i 10 ed i 20 km/h: 2 punti
Causare uno scontro: 2
Ostacolare pericolosamente un pilota: 2
Costringere pericolosamente un pilota fuori pista: 2
Guidare troppo velocemente in regime di bandiera gialla o rossa: 2
Ignorare la bandiera blu: 2
Partenza anticipata: 2
Superare la macchina di sicurezza (SC): 2
Rimanere distanti dalla macchina di sicurezza oltre il massimo consentito: 2
Uscita pericolosa dai box: 2
Non fermarsi alla verifica del peso (peso macchina) durante le qualifiche: 2
Arrivare tardi o mancare alla riunione dei piloti della Domenica mattina: 1
Ostacolare un altro pilota: 1
Costringere un pilota fuori pista: 2
Superare la velocità  massima ai box di 10 km/h: 1
Ottenere un guadagno uscendo dalla pista: 1
Oltrepassare la linea bianca in uscita dai box: 1
Ignorare la luce rossa all'uscita box: 1
Superare in regime di macchina di sicurezza: 1
Non mantenere la corretta distanza dalla macchina di sicurezza: 1

Link to post
Share on other sites

Quando un paio di mesi fa si cominciava a parlarne avevvo trovato queste proposte:

 

 

 

Superare la velocità  massima ai box di 20 km/h: 3 punti

Causare uno scontro pericoloso: 3

Ignorare la bandiera nera: 3

Superare la velocità  massima ai box tra i 10 ed i 20 km/h: 2 punti

Causare uno scontro: 2

Ostacolare pericolosamente un pilota: 2

Costringere pericolosamente un pilota fuori pista: 2

Guidare troppo velocemente in regime di bandiera gialla o rossa: 2

Ignorare la bandiera blu: 2

Partenza anticipata: 2

Superare la macchina di sicurezza (SC): 2

Rimanere distanti dalla macchina di sicurezza oltre il massimo consentito: 2

Uscita pericolosa dai box: 2

Non fermarsi alla verifica del peso (peso macchina) durante le qualifiche: 2

Arrivare tardi o mancare alla riunione dei piloti della Domenica mattina: 1

Ostacolare un altro pilota: 1

Costringere un pilota fuori pista: 2

Superare la velocità  massima ai box di 10 km/h: 1

Ottenere un guadagno uscendo dalla pista: 1

Oltrepassare la linea bianca in uscita dai box: 1

Ignorare la luce rossa all'uscita box: 1

Superare in regime di macchina di sicurezza: 1

Non mantenere la corretta distanza dalla macchina di sicurezza: 1

 

 

Fossero vere sarebbe la stessa cosa fregarsene della riunione dei piloti la domenica mattina e fregarsene della luce rossa dei box????

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By giovanesaggio
      Dentro Kenya, Nuova Zelanda e Giappone (tutte su terra) e fuori Australia (terra), Corsica e Spagna (asfalto).
      Più che bene direi  1 solo rally su asfalto quindi, escludendo Montecarlo. Mi sta salendo il Mosconi in un modo che non aveva idea....
    • By R18
      Domani inizia la Dakar 2013, trentaquattresima edizione del raid più famoso al Mondo. La gara partirà  dove è terminata l'anno passato, cioè da Lima, capitale del Perù, e si snoderà  per 8000 chilometri attraversando anche Cile ed Argentina con il passaggio per le Ande e il deserto di Atacama. Si termina il 19 gennaio, a Santiago del Cile.
       
      Rimangono quattro le categorie: auto, moto, quad e truck.
       
      Tra le auto il 10 volte vincitore del raid, Stéphane Peterhansel, cercherà  di difendere il suo titolo sulla Mini del team X-Raid, gli avversari principali saranno i Buggy del Qatar World Team di Nasser Al-Attiyah (vincitore nel 2011) e Carlos Sainz (primo nel 2010), ma attenzione anche a Giniel de Villiers, su una Toyota privata, trionfatore nella prima edizione sudamericana nel 2009 e a Nani Roma, che in Africa vinse (in moto) nel 2004. Presenti anche il rallysta polacco HoÅ‚owczyc, l'esperto francese Chicherit e l'Hummer di Robby Gordon.
       
      La corsa motociclistica parte con un protagonista in meno: il vincitore di tre Dakar (2006, 2009, 2011) Marc Coma si è fratturato una clavicola in Marocco e non sarà  presente. Dunque favorito assoluto è il quattro volte vincitore (2005, 2007, 2009, 2012) Cyril Despres, su KTM. Outsider le Husqvarna ufficiali degli spagnoli Barreda e Viladoms, la Honda del portoghese Helder Rodrigues (ex del Mondiale Enduro), terzo l'anno scorso, le KTM del cileno Là³pez e del norvegese Ullevalseter. Attenzione anche al portoghese Faria e al francese Casteu.
       
      Sui quad il detentore delle ultime due edizioni è l'argentino Alejandro Patronelli, ma quest'anno sarà  assente cedendo quindi il ruolo di favorito al fratello Marcos, vincitore nel 2010, che gareggerà  su Yamaha. I suoi avversari saranno il connazionale Maffei e i polacchi Laskawiec e Sonik, sempre su Yamaha.
       
      Sui truck l'assenza dei russi Chagin e Kabirov spiana un pochino la strada al campione in carica, Gerard de Rooy, su Iveco. Il colosso russo Kamaz si affida a Nikolaev, Karginov e ai Mardeev (Ilgizar e Ayrat, padre e figlio). Della partita saranno anche l'olandese Hans Stacey (vincitore dell'ultima edizione africana), Aleš Loprais e Marcel van Vliet, rispettivamente su Iveco, Tatra e Man.
       

       

    • By Enigmista
      Leggo che la Mercedes in Canada porterà  grosse modifiche alla PU per affidabilità , quindi senza usare gettoni. 
      Che problemi di affidabilità  dovrebbe avere una squadra che ha fatto 6 gran premi con una sola PU, e che potrebbe fare tutta la stagione usandone solo 3 (parole loro)?
       
      La solita farsa. 
    • By AleImpe
      F1, Mondiale 2016 low cost: al via il 3 aprile in Australia
      Partenza posticipata e calendario compresso per ridurre i costi dei team. Sarebbe questa la nuova idea della Formula One Management per contenere le spese delle varie scuderie. Ad aprire la corsa iridata sempre il tracciato di Melbourne per poi volare in Cina una settimana dopo
       
      ROMA - Partenza posticipata e calendario compresso per contenere i costi. Sarà  un mondiale di Formula 1 low cost quello del prossimo anno che potrebbe prendere il via il 3 aprile a Melbourne, in Australia, con la tappa successiva in Cina una settimana dopo. Sono gli stessi organizzatori del Gran Premio d’Australia, fa sapere “Autosportâ€, che annunciano la data della gara del prossimo anno con la partenza che verrebbe anticipata di un’ora (alle 15 locali) visto che in quel periodo il sole tramonta prima. â€œàˆ fantastico, Melbourne sarà  ancora il round di apertura del Campionato mondiale di Formula 1″, si legge sul sito ufficiale della gara australiana nelle parole di Andrew Westacott, Ceo dell’Australian Grand Prix Corporation.
      OBIETTIVO: RIDURRE I COSTI - La Formula Uno prende il via a meta’ marzo dal 1988 (allora comincio’ il 3 aprile in Brasile) e sarebbe stata la FOM a decidere di spostare avanti la partenza nella prossima stagione per ridurre le lunghe pause fra un Gp e l’altro
         
      e ottenere cosi’ un campionato piu’ continuo. Quest’anno, per esempio, ci sono state due settimane di sosta fra Australia e Malesia e tre fra Bahrain e Spagna, ma con un calendario piu’ condensato si potrebbero anche aiutare i team a ridurre i costi. Dall’altro lato si proverebbe a spingere per aumentare il numero di gare in calendario, ma ne se sapra’ di piu’ il prossimo 14 maggio, in occasione della riunione del Consiglio strategico della F1.
       
      da http://www.repubblica.it/sport/formulauno/2015/04/29/news/f1_mondiale_2016_low_cost_al_via_il_3_aprile_in_australia-113137418/?ref=fbps
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...