Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

13. Gran Premio di Ungheria 2022- Budapest


 Share

Recommended Posts

Oggi Hamilton ha fatto un garone fotonico. Alla faccia di chi voleva usare questa stagione per togliersi i proverbiali sassolini... Con la vettura di inizio stagione pareva bollito misto ma appena ha un mezzo prevedibile nel comportamento e non devastante nei saltellamenti ha fatto vedere una pasta migliore di quando era ragazzino.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

<Dimissioni di Binotto>, <dimissioni di Rueda>, <licenziamento in tronco di tutti i componenti del Reparto Corse>, etc...

Oh, mai nessuno che punti il dito contro l'unico e vero responsabile, l'incapace rampollo di una famiglia di incapaci totali, che ha avuto  l'unico merito di nascere nella culla giusta. Capisco i pennivendoli, perché chiunque si azzarda a dire "A" contro la famigghia rischia di fare una brutta fine, ma tra la gente comune, diamine...

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Davide Hill ha scritto:

<Dimissioni di Binotto>, <dimissioni di Rueda>, <licenziamento in tronco di tutti i componenti del Reparto Corse>, etc...

Oh, mai nessuno che punti il dito contro l'unico e vero responsabile, l'incapace rampollo di una famiglia di incapaci totali, che ha avuto  l'unico merito di nascere nella culla giusta. Capisco i pennivendoli, perché chiunque si azzarda a dire "A" contro la famigghia rischia di fare una brutta fine, ma tra la gente comune, diamine...

Ma quelli comandavano pure quando la Ferrari vinceva. E onestamente grandi colpe non le trovo, il padrone miliardario raramente capisce qualcosa, mette i soldi e basta. Deve però essere bravo a delegare a gente con i coglioni, in questo sì sono mancati, e nella Juve è uguale da quando se n'è andato Marotta.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Beh, tanto per cominciare, la scelta di mettere un tecnico in un ruolo manageriale non è certo stata mia. Colpa anche di Binotto che ha accettato un ruolo non suo, ci mancherebbe, però insomma... Chi mette i soldi non dovrebbe fare solo quello, ma deve anche saper scegliere le persone giuste. Montezemolo (a proposito di "comandavano sempre gli stessi"), pur con tutti i suoi difetti, qualcosa ci capiva e l'uomo giusto, colui che è stato l'artefice di tutto, alla fine lo aveva scelto lui. Più che altro, successivamente, non è stato più in grado di fare una scelta altrettanto giusta, quando gli uomini chiave dellll'epopea maranelliana hanno iniziato, via via, ad andare per altri lidi. 

Mateschitz, quando ha rilevato la Jaguar, si è messo attorno gente in grado di scegliere le persone giuste. Si è totalmente affidato ad Helmut Marko, che sarà anche uno stronzo ma è uno che la sa lunga (molto più di quanto la gente possa immaginare) e la Red Bull Racing l'ha di fatto creata lui, perché è lui che ha scelto Chris Horner che, successivamente, è stato colui che ha ingaggiato Newey. A Mateschitz, a quel punto, restava solo da staccare gli assegni.

Quando la Mercedes ha rilevato la Brawn, non sono stati mica fessi a lasciare la gestione, almeno inizialmente, a Ross Brawn. Che era ugualmente un tecnico (quantomeno, nasceva come tale) ma che nel corso della carriera si è decisamente evoluto verso ruoli prevalentemente manageriali (di fatto lo era anche alla Ferrari, pur ricoprendo il ruolo di Direttore Tecnico). Il resto è arrivato grazie a scelte che lui stesso aveva già impostato...

Alla Ferrari, da quando Marchionne ha tirato le cuoia, qualcuno in alto ha deciso di iniziare a fare di testa propria. E visto che, come detto, parliamo di un incapace che in vita sua ha avuto l'unico merito di nascere "bene", ecco che è arrivato un tecnico puro in un ruolo non suo. Un capolavoro, proprio... 

E, per spezzare una lancia a favore della Ferrari, c'è da dire che, comunque, quel tecnico e la sua squadra "di peracottari" qualcosina stanno provando a combinarla. Molti dimenticano che la Ferrari, appena due anni fa, molto spesso lottava per passare il Q1 contro Haas e Sauber (e qualche volta anche la Williams era pericolosamente vicina). Appena due anni dopo, è in lotta per la vittoria di ogni singolo Gran Premio. Manca qualcosa, e vengono commessi errori piuttosto grossolani (compresi i piloti, come abbiamo visto appena pochi giorni fa in Francia), ma il team è comunque giovane e sta lottando ai massimi livelli contro organizzazioni ben più esperte e oliate e abituate a competere per la vittoria. Ma questo è il paese dove la gente ha la memoria di un opossum in stato d'ebbrezza, e dove qualcuno deve essere sempre ritenuto colpevole di qualcosa. Specialmente tra i "subalterni"...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Guarda che ste cose che stai dicendo tu io le dico da dieci anni. Idem il fatto che Binotto è un tecnico ma non un manager.

Il padrone deve metterci solo i soldi e delegare a chi capisce. Il problema è che i padroni della Ferrari hanno sempre delegato male negli ultimi anni. Perché anche con Arrivabene hanno cannato perché era sì un manager ma di motorsport non capiva niente.

Ma che gli strateghi della Ferrari siano palesemente inadeguati non è certo colpa di Elkann però. Lì è il team manager che deve intervenire, solo che Binotto non ha il polso di ferro che serve.

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Nemo981 ha scritto:

...

Infatti, al netto delle strategie cannate la macchina sul freddo non funzionava davvero, al contrario di rb

In effetti un errore bello grosso lo ha fatto. Sculato che è restato in pista e che  ne Ferrari n'è Mercedes avessero il passo per approfittarne

Sì ma quando sbagli e nessuno ha modo di controbattere poi anche l'errore viene facilmente dimenticato. In ogni caso ha fatto una buonissima gara. 

Link to comment
Share on other sites

L'errore di strategia su Leclerc è stato palese, ma la Ferrari non andava bene neanche con le morbide, tanto che Leclerc alla fine non ha recuperato molto su chi lo precedeva. Anche aspettando e montando le morbide nell'ultimo stint come fatto con Sainz (o partendo direttamente con le morbide) non sono sicuro che il risultato finale sarebbe stato molto migliore, Verstappen senza il problema in qualifica credo l'avrebbero rivisto giusto a fine gara... 

Poi certo, figuracce del genere non fanno bene, ma non mi sembra che nell'intervista a fine gara Binotto abbia detto cose sbagliate. 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, FenixFavaretto ha scritto:

Sì ma quando sbagli e nessuno ha modo di controbattere poi anche l'errore viene facilmente dimenticato. In ogni caso ha fatto una buonissima gara. 

Si per carità, ma se toccava una barriera o qualcuno dietro vinceva staremmo parlando di una Vettel-leclercherata... Per carità grande gara ma in f1, come nella vita, da eroe a brocco è un attimo. Diciamo che quest'anno gli viene tutto un po' incontro e gli altri si suicidano. Già il meteo di ieri è stato un colpo di fortuna perché con le temperature di venerdì non avrebbe vinto (al netto di colpi di fantasia Ferrari) nemmeno partendo in prima fila, anzi difficilmente sarebbe stato in prima fila... Il livello è altissimo, ma proprio per questo piccole fortune qua e là sono ancora più determinanti.

 

Insomma, non voglio togliere a Verstappen nulla della grandissima stagione che sta facendo, ma per come si stanno mettendo le cose pare proprio il suo anno.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Nemo981 ha scritto:

Si per carità, ma se toccava una barriera o qualcuno dietro vinceva staremmo parlando di una Vettel-leclercherata... Per carità grande gara ma in f1, come nella vita, da eroe a brocco è un attimo. Diciamo che quest'anno gli viene tutto un po' incontro e gli altri si suicidano. Già il meteo di ieri è stato un colpo di fortuna perché con le temperature di venerdì non avrebbe vinto (al netto di colpi di fantasia Ferrari) nemmeno partendo in prima fila, anzi difficilmente sarebbe stato in prima fila... Il livello è altissimo, ma proprio per questo piccole fortune qua e là sono ancora più determinanti.

 

Insomma, non voglio togliere a Verstappen nulla della grandissima stagione che sta facendo, ma per come si stanno mettendo le cose pare proprio il suo anno.

Assolutamente vero... 

Penso proprio di sì, ma comunque gli avversari seri (Mercedes) stanno tornando. Ferrari vincerà qualcosina ancora ma poi basta, alla fine è proprio l'ecosistema che non funziona. 

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Osrevinu ha scritto:

La Ferrari l'occasione l'ha persa dieci anni fa quando era sul punto di mettere Briatore al comando.

O anche ad inizio di questa stagione nel rimettere Jean Todt come Ceo. A Vigna, nonostante presenzia alle gare, noto che non gli interessa granchè di F1, gli interessa solo portare la Ferrari nell'elettrico

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

O anche ad inizio di questa stagione nel rimettere Jean Todt come Ceo. A Vigna, nonostante presenzia alle gare, noto che non gli interessa granchè di F1, gli interessa solo portare la Ferrari nell'elettrico

Anche le minestre riscaldate spesso non risolvono i problemi perché la F1 è cambiata molto da quando quei nomi vincevano. Certo che se come detto da Vettel, che aveva proposto un metodo per lavorare sulla macchina che aveva imparato nei suoi mondiali in Red Bull, e dal team gli è stato risposto subito: "no, perché noi si è sempre fatto così", c'è anche un problema di mentalità di squadra.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Binotto ha preteso lui di fare il TP. E ci sta. Ma Mekies esattamente a cosa serve? 

La Ferrari d'oro aveva Todt (manager) e Brawn esperto di regolamenti e strategia (ruolo gestionale). Rueda decide da casa, ok... E in pista c'è qualcuno che blocca o convalida le strategie?

Anche Mercedes ha un problema simile.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Scarlett ha scritto:

Anche le minestre riscaldate spesso non risolvono i problemi perché la F1 è cambiata molto da quando quei nomi vincevano. Certo che se come detto da Vettel, che aveva proposto un metodo per lavorare sulla macchina che aveva imparato nei suoi mondiali in Red Bull, e dal team gli è stato risposto subito: "no, perché noi si è sempre fatto così", c'è anche un problema di mentalità di squadra.

La F1 l'ha cambiata proprio Jean Todt essendo stato presidente della Fia, poi sul discorso del metodo di Vettel beh lo si vede

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, AmanteMercedes ha scritto:

Binotto ha preteso lui di fare il TP. E ci sta. Ma Mekies esattamente a cosa serve? 

La Ferrari d'oro aveva Todt (manager) e Brawn esperto di regolamenti e strategia (ruolo gestionale). Rueda decide da casa, ok... E in pista c'è qualcuno che blocca o convalida le strategie?

Anche Mercedes ha un problema simile.

Mekies oltre ad essere il vice team principal è quello che tratta con la Fia essendo un ex Fia, Rueda dovrebbe stare a casa nel vero senso della parola, Binotto in teoria dovrebbe avere sempre l'ultima parola (e anche Cardile che è il DT)

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

La F1 l'ha cambiata proprio Jean Todt essendo stato presidente della Fia, poi sul discorso del metodo di Vettel beh lo si vede

Il presidente FIA non ha quel potere, la F1 è stata cambiata da vari giochi di potere delle squadre più forti economicamente. È stata poi la stessa Ferrari a liberarsi di Todt e poi di Montezemolo per concludere l'era Schumacher, gente che aveva preso troppo potere e troppo risalto dal nome del cavallino.

Poi per quanto riguarda Vettel, che il suo metodo fosse giusto o sbagliato, il neanche prenderlo in considerazione è solo sintomo di superbia, tutto qui.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Scarlett ha scritto:

Il presidente FIA non ha quel potere, la F1 è stata cambiata da vari giochi di potere delle squadre più forti economicamente. È stata poi la stessa Ferrari a liberarsi di Todt e poi di Montezemolo per concludere l'era Schumacher, gente che aveva preso troppo potere e troppo risalto dal nome del cavallino.

Poi per quanto riguarda Vettel, che il suo metodo fosse giusto o sbagliato, il neanche prenderlo in considerazione è solo sintomo di superbia, tutto qui.

Montezemolo penso che saltò perchè mise firma ai regolamenti del 2009 se non erro o quelli del 2014, uno dei due che non ricordo

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

Mekies oltre ad essere il vice team principal è quello che tratta con la Fia essendo un ex Fia, Rueda dovrebbe stare a casa nel vero senso della parola, Binotto in teoria dovrebbe avere sempre l'ultima parola (e anche Cardile che è il DT)

A mio modesto avviso, Mekies dovrebbe fare il Ross Brawn, stare al muretto e supervisionare le strategie oltre a fare i vari reclami FIA ecc..   

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, AmanteMercedes ha scritto:

A mio modesto avviso, Mekies dovrebbe fare il Ross Brawn, stare al muretto e supervisionare le strategie oltre a fare i vari reclami FIA ecc..   

La seconda (i reclami Fia ecc...)è il suo ruolo essendo in primis il Direttore Sportivo, però ho notato che quando c'è lui al posto di Binotto il team va molto meglio, a sto punto ci metterei lui come TP

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...