Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

15. Gran Premio del Bahrain 2020 | Sakhir


Recommended Posts

Verstappen a domanda ha risposto che non capisce la polemica troppi replay con i piloti che da li a poco sarebbero ripartiti. 

Una volta visto grosjean sulle sue gambe, fosse stato un team manager e i suoi piloti avessero fatto storie per ripartire, li avrebbe presi a calci nel sedere

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 298
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Proprio qui sta il punto. Anziché far commentare e analizzare gli eventi da chi ha competenze superiori alla media viene chiamato uno che fa le stesse osservazioni che può fare l'uomo della strada. E

John Love in Sudafrica '71.

Ma in generale leggevo qua e là di commenti che a me paiono assurdi ma che probabilmente riflettono la sensibilità e l'atteggiamento attuale verso il Motorsport e la componente del rischio: "non dovev

Posted Images

 

6 minuti fa, Mak ha scritto:

Verstappen a domanda ha risposto che non capisce la polemica troppi replay con i piloti che da li a poco sarebbero ripartiti. 

Una volta visto grosjean sulle sue gambe, fosse stato un team manager e i suoi piloti avessero fatto storie per ripartire, li avrebbe presi a calci nel sedere

Concordo con Max.  Polemica inutile da parte di Ricciardo.  Se passa l'idea che immagini anche molto forti debbano sempre essere censurate, allora l'informazione è morta (e già oggi non sta troppo bene...).

Se l'australiano si fa impressionare al punto da aver paura a rientrare in macchina anche dopo che le stesse immagini mostrano che RG è sostanzialmente illeso, allora forse è il caso di valutare se quello di pilota da competizione sia il mestiere adatto a lui.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Scarlett said:

Sono d'accordo, e forse è l'unica volta che sono in linea con il pensiero di Jacques Villeneuve. Mi è sembrata strana questa uscita, anche perché le immagini dell'incidente sono state mandate dopo che hanno avuto la sicurezza che Grosjean camminava sulle sue gambe. Poi mandare il replay 1 o mille volte non cambia nulla, sempre quello è. Mi ricordo nel film su Ayrton Senna che addirittura lui stesso andò sul posto a vedere l'incidente di Martin Donnelly proprio mentre lo soccorrevano, dicendo poi apertamente che lui DOVEVA vedere e che poi, una volta rimesso il casco, correva ancora più veloce di prima per far scivolare via quelle immagini che lui stesso voleva e doveva vedere. Pensavo che i piloti fossero un po' tutti così, ma Ricciardo mi ha sorpresa. Se mentre guida non riesce a togliersi questi pensieri è meglio che smetta, come ha detto Jacques, anche perché Daniel non ha detto di non farle vedere le immagini (quindi non è una battaglia etica o morale), ma di aspettare il giorno dopo per non vederle lui prima di rimettersi alla guida.

Non voglio certamente paragonarmi a chi corre a più di 300 km/h, tuttavia ho un aneddoto da raccontarvi:

Tempo fa andavo al mare con la bicicletta, e percorrevo strade provinciali davvero pericolose. Bastava un niente per essere investiti dalle auto, che andavano a 60/70 km/h.

Umanamente avevo un po' di paura, ma quando iniziavo il tragitto, cercavo di tenere la paura a bada e di concentrarmi esclusivamente sul tragitto da percorrere.

Perché quando la paura prevale sulla volontà di vivere (andare al mare, di correre in una competizione americanizzata, ecc.), NON è vita.

Se Ricciardo non riesce a concentrarsi nel guidare l'auto da corsa (così come tutti gli altri rammolliti che si inginocchiano per il movimento politico BLM, prima dell'inno nazionale) è meglio che smetta di correre.

Edited by Agorima
  • Like 3
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Scarlett ha scritto:

Sono d'accordo, e forse è l'unica volta che sono in linea con il pensiero di Jacques Villeneuve. Mi è sembrata strana questa uscita, anche perché le immagini dell'incidente sono state mandate dopo che hanno avuto la sicurezza che Grosjean camminava sulle sue gambe. Poi mandare il replay 1 o mille volte non cambia nulla, sempre quello è. Mi ricordo nel film su Ayrton Senna che addirittura lui stesso andò sul posto a vedere l'incidente di Martin Donnelly proprio mentre lo soccorrevano, dicendo poi apertamente che lui DOVEVA vedere e che poi, una volta rimesso il casco, correva ancora più veloce di prima per far scivolare via quelle immagini che lui stesso voleva e doveva vedere. Pensavo che i piloti fossero un po' tutti così, ma Ricciardo mi ha sorpresa. Se mentre guida non riesce a togliersi questi pensieri è meglio che smetta, come ha detto Jacques, anche perché Daniel non ha detto di non farle vedere le immagini (quindi non è una battaglia etica o morale), ma di aspettare il giorno dopo per non vederle lui prima di rimettersi alla guida.

https://it.motorsport.com/f1/news/la-f1-difende-la-copertura-tv-del-crash-di-grosjean/4918651/?utm_source=RSS&utm_medium=referral&utm_campaign=RSS-F1&utm_term=News&utm_content=it

Amen.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, Nemo981 said:

Ma in generale leggevo qua e là di commenti che a me paiono assurdi ma che probabilmente riflettono la sensibilità e l'atteggiamento attuale verso il Motorsport e la componente del rischio: "non dovevano ripartire", "dovevano ripartire  dietro sc", "non dovevano mandare le immagini", ecc. Il tutto dopo che era stato ampiamente chiarito che nessuno si era fatto male in modo grave. Capisco evitare le morbosità e immagini insistite nel caso di esito infausti, ma in questa circostanza per come ho vissuto la f1 io meglio ultimi 20 anni, queste rimostranze sono incomprensibili. È evidente che per la maggioranza la f1 è davvero solo un videogioco, anche se poi si frigna sui cavalieri del rischio e di cose che nemmeno si son vissute davvero (a cominciare da me)

Guarda, se dovessimo parlare della rivoluzione "liberale" pilotata del 1968, e degli effetti sulla società odierna, si potrebbe scrivere un intero libro sull'argomento.

 

Link to post
Share on other sites

Mah, vogliamo addirittura fare smettere di correre riccio? Non c'è niente di male nell'avere paura, non credo che non volesse ripartire, solo che avere tutt'intorno schermi che ti ricordano che stai per mettere il culo su una potenziale palla di fuoco può dar fastidio credo, specie se devi ritrovare la concentrazione.

La paura ci sta tutta e anzi ogni tanto fa bene perché ricorda a tutti che li non scherzano, a me son venuti i brividi e stavo a casa a condire la pizza...

Credo sia normale avere paura, la differenza poi la si fa affrontandola, ricordo una frase di Stewart in cui diceva che ogni volta che lasciava casa per andare a fare una corsa, si voltava indietro a guardare il cancelletto, domandandosi se fosse stata l'ultima volta che lo vedeva. Vabbè erano pure altri tempi :asd:

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Osrevinu ha scritto:

Per le 💯 pole se ne parla l'anno prossimo.

Chissà se ce la fa per Abu Dhabi, ma la vedo difficile.

Mi piace pensare che porterà apposito certificato medico per saltare la gara su quello schifodromo.

Hamilton nella storia comunque: è il primo pilota di F1 che, da positivo al Covid, fa una pole e vince un GP

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, leopnd said:

Sharon Scolari dovrebbe essere libera... @Mak
 

Lasciamola libera da impegni, metti che arriva l'opportunità giusta mentre è in Bahrain?

 

EDIT: ma tu Leo non ci sei nel gruppo Telegram?

Edited by giovanesaggio
  • Lol 1
Link to post
Share on other sites
28 minutes ago, Andrea Gardenal said:

Mi piace pensare che porterà apposito certificato medico per saltare la gara su quello schifodromo.

Hamilton nella storia comunque: è il primo pilota di F1 che, da positivo al Covid, fa una pole e vince un GP

Anche senza sintomi però il test di giovedì sarebbe dovuto essere positivo :look: Me lo stavo chiedendo anche io, eh: il covid l'ha preso dopo il gp oppure prima? E se l'ha preso prima, perchè non è stato fermato già prima del weekend scorso?

O c'è bisogno di un periodo di incubazione più lungo perchè il test dia esito positivo? Non mi risulta però :nono:

Edited by giovanesaggio
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Similar Content

    • By sundance76
      Il titolo sembra provocatorio, ma non lo è, a beneficio dei più giovani (e curiosi).
      Probabilmente non tutti sanno che l'attuale Campionato di F1 inizia proprio nel 1981, anno in cui fu istituito il "FIA F1 World Championship" che mette in palio due titoli mondiali: il "Mondiale Piloti F1" e il "Mondiale Costruttori F1" (attenzione alla dicitura "F1").

      Dal 1950 al 1980 si chiamava solo "World Championship for Drivers" cioè "Mondiale Piloti" (o Con-d-u-ttori, cioè corridori) e non prevedeva il nome "F1" nella dicitura ufficiale, perchè in tutto l'intero automobilismo era l'unico Titolo Mondiale riservato ai Piloti, e poteva essere assegnato anche tramite macchine diverse dalle F1.
      Infatti nel 1952 e 1953 il Mondiale Piloti fu assegnato per mezzo di macchine di F2, e per 11 anni anche la Indy 500 concorreva al punteggio, nonostante i suoi regolamenti tecnici differenti, rispondenti alla F. USAC, e fino ai primi anni '70 gli organizzatori, se mancava il numero minimo di macchine, potevano ammettere sulla griglia anche le F2.
      Inoltre dal 1958 al 1980 il riconoscimento per i team era solo una "Coppa Internazionale Costruttori", non un Mondiale (il vero Mondiale Marche fino al 1980 era assegnato con le biposto del Campionato Sport-Prototipi, che a sua volta non prevedeva un titolo piloti). Non esistevano ancora i Mondiali Rally, Turismo, ecc. ecc.

      Nel 1980 la FIA-FISA, dopo una tregua durante la guerra con la FOCA (squadre inglesi), affermò ufficialmente che il torneo iniziato nel 1950 chiamato "Mondiale Conduttori (cioè Piloti)" e la "Coppa Internazionale Costruttori" erano letteralmente "suppressed", e nasceva il "FIA F1 World Championship" che metteva in palio appunto due nuovi titoli, il "Mondiale F1 Piloti" e il "Mondiale F1 Costruttori" divenuto vero titolo Mondiale e non più una semplice Coppa Internazionale come era prima...

      Dal "libro giallo" della FIA 1981:

      GENERAL REGULATIONS 

      1 -- In application of the decisions taken during the FIA Rio Congress of 15th April 1980, the FISA is organising the new FIA Formula 1 World Championship from 1st January 1981. As a result, the old World Championship for Drivers is suppressed. 

      2 -- The new Formula 1 World Championship, which is the property of the FIA, will have 2 World Championship titles, one for Drivers and one for Constructors." 



      Capite? Dal 1981 la dizione "F1" entra obbligatoriamente nella titolazione, assieme a "FIA", per rimarcare che dal 1981 la proprietà del Campionato è della FIA.

      Ovviamente la FIA mantenne un solidissimo legame col precedente "Mondiale Piloti" durato fino al 1980, così si continuò a correre con gli stessi regolamenti, le stesse auto, le stesse piste, e i bonus acquisiti nell'80 valevano anche per l'81. E anche sulla Coppa di Campione a fine stagione c'erano ancora tutti i nomi degli iridati precedenti al 1981.

      E' un pò come accadde tra il 1949 e il 1950: venne istituito il "Mondiale Piloti" (senza la dicitura ufficiale "F1" che designava solo il regolamento tecnico delle monoposto della categoria massima in circuito) ma si continuò a correre con le stesse macchine, piste e regolamenti che c'erano nel 1949, anzi, quasi gli stessi del 1938-39, visto che l'Alfetta campione nel 50-51 era la stessa che nel '38 correva nella categoria cadetta.

      Implicazioni pratiche ce ne sono poche, ma teoricamente ci possiamo sbizzarrire:

      - Ascari è sì il primo "Campione del Mondo Piloti" della Ferrari, ma non è "campione iridato di F1" perchè nel 52-53 correva con le F2.

      - Fangio potrebbe essere il primo Campione del Mondo con vetture di F1 della Ferrari, ma ci sono dispute perchè la sua D50 era in realtà una Lancia modificata.

      - Allora potrebbero esserlo Hawthorn nel '58 e tutti gli altri fino a Scheckter nel '79: sì, ma come detto, il loro titolo mondiale non aveva la dicitura ufficiale "F1" nella titolazione. Essi erano semplicemente "Campioni del Mondo Piloti", seppur eletti con macchine di F1.

      - Quindi Piquet nell'81 è il primo "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" così come la Williams è la prima marca "Campione del Mondo Costruttori F1 della FIA".

      - Schumacher diviene così il primo esplicito "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" con la Ferrari.

      - i veri Campionati MONDIALI Costruttori si contano dal 1981, quindi ad esempio la Ferrari ne assomma 10, più altre 6 Coppe Costruttori dal 1958 al 1980... 

      - Niki Lauda diviene quindi l'unico ad aver vinto sia il vecchio "Mondiale Conduttori", sia il nuovo "Mondiale F1 della FIA".

      Divertente, no?
    • By massimo66
      DATI GENERALI
      Scuderia: Team Riviera
      Anno di produzione: 1980
      Motore:  Ford Cosworth DFV V8 2993cc.
      Telaio: Monoscocca in alluminio
      Carburante e lubrificanti:
      Pneumatici:  Goodyear
      Luogo di Produzione:  Giussano (ITA)
      Progettista:  Giorgio Valentini
      Impiegata nel:  mai 
      Piloti:  Alberto Colombo
       
       
       
    • By leopnd
      Japanese Super Formula Championship Rd. 7



      www.fsw.tv
    • By leopnd
      E io che pensavo che la stagione fosse finita...
       
    • By leopnd
      Formula 1 Etihad Airways Abu Dhabi Grand Prix 2020



      www.yasmarinacircuit.com
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...