Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

13. Gran Premio dell'Emilia Romagna 2020 | Imola


Recommended Posts

  • Replies 281
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Continuo a ritenere stucchevole le polemiche sui sorpassi o sulla mancanza di spettacolo. Cazzo, è a F1 questa e, di base, ha sempre avuto caratteristiche simili e lo spettacolo pirotecnico non è mai

Tuttavia preferisco questo a quei circuiti con dritti infiniti dove passi l'avversario col DRS già a metà rettilineo. Lo scambio con Sochi lo farei volentieri, tenendo conto che volendo si potrebbe an

Bella gara di Hamilton, vinta di forza e strategia, mi ha ricordato un pò alcune vittorie dello zio Schumi.

Complimenti alla Mercedes per il 7mo titolo costruttori, dal 2014 se la sono acchittata bene e da allora hanno mantenuto il vantaggio, merito a loro.

Mi piacerebbe però vedere una formula diversa, dove chi vuole vincere sia limitato solo dalla fantasia.

Poro Gasly.

Contento per Ricciardo.

Leclerc ce la mette tutta ma la macchina è quello che è... per adesso sta combattendo, speriamo non si perda d'animo, Vettel ottima gara, peccato per la partenza troppo indietro e il pit lento.

 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Meritata vittoria di Hamilton che anche a me ha ricordato certe vittorie di Schumacher.

Verstappen mi ricorda un po' Ayrton nel 92 o 93, 110% sempre anche con macchina inferiore.

Perez ha fatto una gara ottima, con la sua specialità di gestione gomma e una sosta, erano le gare di Coulthard in genere.

Albon ha la personalità di Montolivo.

Bene gli Alpha Tauri e gli Alfa Romei 

Strategia McLaren ridicola a mio avviso con il pit al 15° giro su 63, 10 punti trovati per strada

Peccato per Vettel e Gasly che avevano fatto due signore gare

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Se non ho fatto male i conti, per vincere il titolo in Turchia Hamilton deve conservare almeno 78 punti di vantaggio su Bottas, ora ne ha 85, ergo ne può perdere 7, quindi anche se Bottas vincesse (senza fastest lap) e lui arrivasse secondo sarebbe campione.

Link to post
Share on other sites

Pagelle di terruzzi sul sito red bull

Finalmente qualcuno senza fette di salame sugli occhi

 

Voto 0 a tutti (troppi) gli esclamativi su Imola, a tutti i luoghi comuni su Imola, alla retorica su Imola. Ogni luogo toccato dalla F.1 pare il paradiso terrestre. La Romagna come il Mugello come l’Algarve. In attesa di apprezzare la Turchia dove, se sbagli un aggettivo, ti danno una bella pettinata. Alè.

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Osrevinu ha scritto:

Se non ho fatto male i conti, per vincere il titolo in Turchia Hamilton deve conservare almeno 78 punti di vantaggio su Bottas, ora ne ha 85, ergo ne può perdere 7, quindi anche se Bottas vincesse (senza fastest lap) e lui arrivasse secondo sarebbe campione.

Per quanto visto ieri è più probabile che Hamilton vinca col giro veloce :asd:

  • Lol 1
Link to post
Share on other sites
36 minutes ago, Scarlett said:

volendo si potrebbe anche modificare leggermente il layout del circuito per facilitare le manovre di sorpasso

Oppure levare stocazzo di DRS e andare a correre a Macau e Pau... :D

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Scarlett ha scritto:

Tuttavia preferisco questo a quei circuiti con dritti infiniti dove passi l'avversario col DRS già a metà rettilineo. Lo scambio con Sochi lo farei volentieri, tenendo conto che volendo si potrebbe anche modificare leggermente il layout del circuito per facilitare le manovre di sorpasso. Resta per me il fatto che i circuiti più nuovi fanno schifo perché costruiti per queste macchine che non riescono a sorpassarsi. Era troppo complicato diminuire l'efficienza delle F1 :asd: meglio fare dei circuiti inguardabili in mezzo al nulla.

A imola il problema e' proprio la pista, come dimostrano le altre categorie a ruote scoperte che ci corrono ogni anno. 

Magari eliminando la chicane del tamburello o alla villeneuve le cose migliorerebbero un poco

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Scarlett ha scritto:

Tuttavia preferisco questo a quei circuiti con dritti infiniti dove passi l'avversario col DRS già a metà rettilineo. Lo scambio con Sochi lo farei volentieri, tenendo conto che volendo si potrebbe anche modificare leggermente il layout del circuito per facilitare le manovre di sorpasso. Resta per me il fatto che i circuiti più nuovi fanno schifo perché costruiti per queste macchine che non riescono a sorpassarsi. Era troppo complicato diminuire l'efficienza delle F1 :asd: meglio fare dei circuiti inguardabili in mezzo al nulla.

Tutta la vita ma magari....io mi sono divertito più a Imola che a Sochi o Abu Dhabi

Link to post
Share on other sites

Non e' che se sochi e abu dhabi fanno cagare debba andar bene tutto il resto

 

Che poi gia' solo mettendo la sabbia nelle vie di fuga molte piste moderne migliorerebbero di molto in selettivita'

 

P. S. Sul levare il drs dopo il 2022, da inguaribile romantico continuo a sperarci

Edited by Mak
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Mak ha scritto:

Non e' che se sochi e abu dhabi fanno cagare debba andar bene tutto il resto

 

Che poi gia' solo mettendo la sabbia nelle vie di fuga molte piste moderne migliorerebbero di molto in selettivita'

 

P. S. Sul levare il drs dopo il 2022, da inguaribile romantico continuo a sperarci

vero l'asfalto nelle vie di fuga è un'altra delle cose che oggi non fa selezione.

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, DaniMotorSport ha scritto:

Tutta la vita ma magari....io mi sono divertito più a Imola che a Sochi o Abu Dhabi

Io ho trovato il GP un po' noioso... al netto di VSC e incidente alla ripartenza, si salvano pochi sorpassi. Ma il problema potrebbe non essere la pista...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, sundance76 ha scritto:

Il problema sono, da sempre, le auto. 

Concordo, infatti ormai per valutare i circuiti mi baso anche su quanto si vede con vetture di categorie minori rigorosamente senza drs

 

E quanto sopra conferma quanto la pista post stupro '95 non sia adatta alle gare a ruote scoperte (cosi' come zandvoort pre 2020)

 

Comunque cio' che fa incazzare e' il continuare a incensare oltre ogni limite il circuito da parte dei commentatori tv e anche da un altro noto portale web (.... che a pensar male ci organizza li' ogni anno un evento)

Edited by Mak
Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Davide Hill ha scritto:

Continuo a ritenere stucchevole le polemiche sui sorpassi o sulla mancanza di spettacolo. Cazzo, è a F1 questa e, di base, ha sempre avuto caratteristiche simili e lo spettacolo pirotecnico non è mai stato tra queste caratteristiche. Quantomeno, non è tra le caratteristiche base. Se qualcuno vuole lo "spettacolo", che vada a teatro... 

Tra l'altro il tanto desiderato sorpasso (mi rincresce ripeterlo per la milionesima volta, ma evidentemente ancora qualcuno non l'ha capito) in F1 è condizione sufficiente ma non necessaria. E ci possono essere gare interessanti anche senza bisogno di millemila sorpassi ad ogni giro (che, tra l'altro, in F1 non ci sono mai stati e mai ci saranno... macchine o non macchine, piste o non piste. E preferisco un solo sorpasso vero, ma anche zero sorpassi se necessario, a gare dove decine di sorpassi finti si chiudono a metà rettilineo sverniciando l'avversario che non può minimamente difendersi). Il GP di ieri ne è l'esempio... Si è assistiti ad una performance sportiva praticamente perfetta da parte di un pilota. Che aveva sempre la solita macchina superiore e aveva pure una strategia favorevole, ma che per sfruttarla e conquistare la vittoria ha dovuto dar fondo a tutta la sua abilità con un ritmo praticamente da qualifica per moltissimi giri. Abbiamo assistito a performance di piloti che, per risalire la china, hanno dovuto dar fondo a tutta la loro sensibilità di guida, restando in pista con gomme consumate ma mantenendo un ritmo buonissimo. Abbiamo visto piloti che si sono difesi al meglio delle loro possibilità e che hanno attaccato andando ai limiti delle capacità della vettura.

Poi ovvio, Imola di base non è la più adatta per i sorpassi, ma questo dipende anche dalle situazioni che si vengono a creare in pista. Abbiamo avuto gare movimentate su circuiti dal feedback negativo e ne abbiamo avute di "soporifere" su circuiti che invece, in teoria, garantivano l'esatto contrario. E' sempre una questione di quel che si viene a creare in pista. Ma se per avere gare movimentate devo sperare in rimescolamenti di carte (peggio se artefatti) allora mi tengo tutta la vita gare come quella di ieri dove posso assistere alla performance totale di un pilota 

Ma quoto ogni singola parola, virgola, punto! Quanto mi sono esaltato nel vedere Lewis fare quella sequenza di giri veloci?! Una prestazione da paura, una vittoria di strategia come non se ne vedevano da tempo, una fusione uomo-macchina perfetta che non può lasciare indifferenti i veri appassionati.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By Osrevinu
      Gran Premio Del Made In Italy E Dell'Emilia Romagna 2021

      http://www.autodromoimola.it/
    • By sundance76
      Il titolo sembra provocatorio, ma non lo è, a beneficio dei più giovani (e curiosi).
      Probabilmente non tutti sanno che l'attuale Campionato di F1 inizia proprio nel 1981, anno in cui fu istituito il "FIA F1 World Championship" che mette in palio due titoli mondiali: il "Mondiale Piloti F1" e il "Mondiale Costruttori F1" (attenzione alla dicitura "F1").

      Dal 1950 al 1980 si chiamava solo "World Championship for Drivers" cioè "Mondiale Piloti" (o Con-d-u-ttori, cioè corridori) e non prevedeva il nome "F1" nella dicitura ufficiale, perchè in tutto l'intero automobilismo era l'unico Titolo Mondiale riservato ai Piloti, e poteva essere assegnato anche tramite macchine diverse dalle F1.
      Infatti nel 1952 e 1953 il Mondiale Piloti fu assegnato per mezzo di macchine di F2, e per 11 anni anche la Indy 500 concorreva al punteggio, nonostante i suoi regolamenti tecnici differenti, rispondenti alla F. USAC, e fino ai primi anni '70 gli organizzatori, se mancava il numero minimo di macchine, potevano ammettere sulla griglia anche le F2.
      Inoltre dal 1958 al 1980 il riconoscimento per i team era solo una "Coppa Internazionale Costruttori", non un Mondiale (il vero Mondiale Marche fino al 1980 era assegnato con le biposto del Campionato Sport-Prototipi, che a sua volta non prevedeva un titolo piloti). Non esistevano ancora i Mondiali Rally, Turismo, ecc. ecc.

      Nel 1980 la FIA-FISA, dopo una tregua durante la guerra con la FOCA (squadre inglesi), affermò ufficialmente che il torneo iniziato nel 1950 chiamato "Mondiale Conduttori (cioè Piloti)" e la "Coppa Internazionale Costruttori" erano letteralmente "suppressed", e nasceva il "FIA F1 World Championship" che metteva in palio appunto due nuovi titoli, il "Mondiale F1 Piloti" e il "Mondiale F1 Costruttori" divenuto vero titolo Mondiale e non più una semplice Coppa Internazionale come era prima...

      Dal "libro giallo" della FIA 1981:

      GENERAL REGULATIONS 

      1 -- In application of the decisions taken during the FIA Rio Congress of 15th April 1980, the FISA is organising the new FIA Formula 1 World Championship from 1st January 1981. As a result, the old World Championship for Drivers is suppressed. 

      2 -- The new Formula 1 World Championship, which is the property of the FIA, will have 2 World Championship titles, one for Drivers and one for Constructors." 



      Capite? Dal 1981 la dizione "F1" entra obbligatoriamente nella titolazione, assieme a "FIA", per rimarcare che dal 1981 la proprietà del Campionato è della FIA.

      Ovviamente la FIA mantenne un solidissimo legame col precedente "Mondiale Piloti" durato fino al 1980, così si continuò a correre con gli stessi regolamenti, le stesse auto, le stesse piste, e i bonus acquisiti nell'80 valevano anche per l'81. E anche sulla Coppa di Campione a fine stagione c'erano ancora tutti i nomi degli iridati precedenti al 1981.

      E' un pò come accadde tra il 1949 e il 1950: venne istituito il "Mondiale Piloti" (senza la dicitura ufficiale "F1" che designava solo il regolamento tecnico delle monoposto della categoria massima in circuito) ma si continuò a correre con le stesse macchine, piste e regolamenti che c'erano nel 1949, anzi, quasi gli stessi del 1938-39, visto che l'Alfetta campione nel 50-51 era la stessa che nel '38 correva nella categoria cadetta.

      Implicazioni pratiche ce ne sono poche, ma teoricamente ci possiamo sbizzarrire:

      - Ascari è sì il primo "Campione del Mondo Piloti" della Ferrari, ma non è "campione iridato di F1" perchè nel 52-53 correva con le F2.

      - Fangio potrebbe essere il primo Campione del Mondo con vetture di F1 della Ferrari, ma ci sono dispute perchè la sua D50 era in realtà una Lancia modificata.

      - Allora potrebbero esserlo Hawthorn nel '58 e tutti gli altri fino a Scheckter nel '79: sì, ma come detto, il loro titolo mondiale non aveva la dicitura ufficiale "F1" nella titolazione. Essi erano semplicemente "Campioni del Mondo Piloti", seppur eletti con macchine di F1.

      - Quindi Piquet nell'81 è il primo "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" così come la Williams è la prima marca "Campione del Mondo Costruttori F1 della FIA".

      - Schumacher diviene così il primo esplicito "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" con la Ferrari.

      - i veri Campionati MONDIALI Costruttori si contano dal 1981, quindi ad esempio la Ferrari ne assomma 10, più altre 6 Coppe Costruttori dal 1958 al 1980... 

      - Niki Lauda diviene quindi l'unico ad aver vinto sia il vecchio "Mondiale Conduttori", sia il nuovo "Mondiale F1 della FIA".

      Divertente, no?
    • By leopnd
      Japanese Super Formula Championship Rd. 7



      www.fsw.tv
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...