Jump to content
Sign in to follow this  
P300

F1 | Il Consiglio Mondiale FIA approva cambi al regolamento per 2020, 2021 e 2022

Recommended Posts


Ormai non ho più parole.

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Come continuare pervicacemente a violentare lo spirito di una categoria.... e vivere felici... capitolo.... ormai tipo 10° o peggio credo... perché l'andazzo non inizia certo oggi, solo che ultimamente si stanno avitando sempre di più   :ueee:

Edited by RC77

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Per una volta non sono contrario. Forse io ci sarei andato ancora più pesante. 

Lo scopo adesso è quello di assicurare un futuro per i prossimi 3 anni a tutti i team.

So bene che è contro lo spirito della formula 1 ecc... , ma il mondo è cambiato.  Anche un colosso come Mercedes sta sempre ogni anno a discutere di un suo possibile ritiro ed gli unici team che hanno futuro certo al momento sono Ferrari e RedBull ( ci metterei anche McLaren, ma ho qualche dubbio).

Inoltre attenzione anche ai top team. I prodotti di auto come Mercedes, Renault e mettiamoci anche Honda hanno avuto vendite zero in pratica e per quanto ci sarà un rimbalzo momentaneo nelle vendite non sappiamo ancora i risultati nel tempo quali saranno.

In Ferrari potrebbero dover ridurre anche loro l'investimento. Onestamente forse il "cliente tipo" che compra Ferrari forse è stato uno dei più colpiti. Dal piccolo industriale all'affermato libero professionista.  Adesso hanno ben altri problemi a cui pensare.

RedBull  oggettivamente se ne consuma di meno. Che te la bevessi post attività fisica o come base per i drink i consumi saranno sicuramente diminuiti. Inoltre gran parte degli introiti deriva dagli eventi RedBull tutti saltati. Diciamo che hanno riserve economiche e possibilità di chiedere credito abbastanza infinita data la solidità dell'azienda in generale. 

Avrei del tutto congelato lo sviluppo nel 2020 nel momento in cui parte il campionato. Tanto hanno avuto 5 mesi in più per sviluppare la macchina ed i test in pista servono sempre meno.  

Per il 2021 ,dato che il regolamento non cambia, avrei concesso pochi token di modifica ad ogni team. In modo da avere delle vetture praticamente in versione b di quelle 2020.  Quindi fare un 2021 praticamente con costi di sviluppo minimi e lasciare più risorse per il 2022 per le nuove vetture.

Lo che questo significa ammazzare le possibilità di recupero, ma non viviamo un periodo semplice.  Inoltre con regolamenti praticamente congelati i recuperi già sono difficili a prescindere.

Per quanto riguarda l'aspetto economico non sappiamo ancora quanti sponsor si ritireranno o quanti Gp saranno cancellati del tutto anche i prossimi anni e quindi sempre meno introiti per i team sopratutto i più piccoli. Sappiamo bene che i top team troveranno sempre di spendere di più però in questo modo devono almeno essere convinti e sicuri delle proprie modifiche.  Mentre un team di fascia media che Renault o McLaren se avesse una buona idea  potrebbe recuperare non poco ed almeno avere la possibilità di inventari qualche cosa in pista.  Invece per i team più piccoli l'imperativo è sopravvivere, mentendo comunque una decenza di prestazioni

Poi parlandoci onestamente, tolte piccole cose come il problema della scia, sappiamo che il vero problema della F1 non è il regolamento tecnico.

Edited by KingOfSpa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho parecchi dubbi su tutti, Ferrari compresa.

 

9 ore fa, RC77 ha scritto:

Come continuare pervicacemente a violentare lo spirito di una categoria.... e vivere felici... capitolo.... ormai tipo 10° o peggio credo... perché l'andazzo non inizia certo oggi, solo che ultimamente si stanno avitando sempre di più   :ueee:

 

Una volta che si è imboccato un senso unico è ben difficile tornare indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Queste costrizioni son molto pericolose, perchè di fatto ancor di più consegnano il prossimo futuro a chi ha la macchina migliore ora. Abbassando ancor di più l'interesse per la categoria, e quindi diminuendo i potenziali introiti. Facile che si ottenga il risultato opposto a quello sperato. Per i grandi costruttori francamente non vedo problemi all'orizzionte, le macchine vanno comunque cambiate, magari si spenderà un po' meno, ma nell'arco di qualche mese si tornerà a livelli di vendita pre-covid (tant'è che Tesla, VW, Toyota, Ford e FCA, chi più, chi meno, sono in fase di netta risalita dopo il crollo di due mesi fa), anche grazie ad incentivi statali. Per i piccoli team le cose son molto più complicate, perchè il gettito viene prevalentemente dagli sponsor legati alla F1 (spettatori compresi), e se non c'è interesse, questi scappano. Il discorso Redbull è complicato, perchè non è un costruttore, ma è stra ricca. I soldi certamente li ha, ma anche lei per via dei vari eventi saltati avrà un 2020 nerissimo. Se poi l'interesse per la F1 dovesse calare, non escludo che possa ritirarsi a fine 2021, specialmente se non dovesse arrivare alcun risultato interessante nei prossimi due anni (d'altro canto con Renault mai più, e la stessa Honda se non dovesse ottenere risultati significativi potrebbe considerare attivamente l'uscita di scena).

A questo punto probabilmente la cosa più sensata, in ottica di forte riduzione dei costi, sarebbe stata creare un'unica stagione 2020-2021, da correre su 20-25 tracciati (tra quelli più inclini a pagare le normali quote di iscrizione), lasciando il regolamento tecnico esattamente quello che era (la continuità è la miglior amica del contenimento costi), e magari ridistribuendo gli introiti in modo meno verticale (come detto, Ferrari, Mercedes e RedBull non hanno certo bisogno di finanziamenti).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 ora fa, keru32 ha scritto:

Queste costrizioni son molto pericolose, perchè di fatto ancor di più consegnano il prossimo futuro a chi ha la macchina migliore ora. Abbassando ancor di più l'interesse per la categoria, e quindi diminuendo i potenziali introiti. Facile che si ottenga il risultato opposto a quello sperato.

Esatto, il principale rischio a breve termine con questa menata dei "Tokens" e le limitazioni sullo sviluppo per la stagione sucessiva a questa, è che chi ha azzeccato la  monoposto prenda due mondiali al prezzo di uno e gli altri non riusciranno mai a colmare il gap non potendo sviluppare e correggere i progetti.

Questi non hanno ancora capito che tutte queste limitazioni hanno il solo effetto di cristallizzare i rapporti di forza,  Chi è davanti resta davanti senza possibilità di essere raggiunto

 

1 ora fa, keru32 ha scritto:

A questo punto probabilmente la cosa più sensata, in ottica di forte riduzione dei costi, sarebbe stata creare un'unica stagione 2020-2021, da correre su 20-25 tracciati (tra quelli più inclini a pagare le normali quote di iscrizione), lasciando il regolamento tecnico esattamente quello che era (la continuità è la miglior amica del contenimento costi), e magari ridistribuendo gli introiti in modo meno verticale (come detto, Ferrari, Mercedes e RedBull non hanno certo bisogno di finanziamenti).

Concordo !!!

Edited by RC77

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, keru32 ha scritto:

Queste costrizioni son molto pericolose, perchè di fatto ancor di più consegnano il prossimo futuro a chi ha la macchina migliore ora. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Maranello a che punto sono con la F2022? :asd:  Cmq possono star tranquilli, la Mercedes vincerà comodamente i prossimi due campionati con investimenti inferiori al budget annuale di Luigino per il guardaroba e a quel punto si ritireranno perché non ci saranno più record da infrangere. 

Plot twist, a fine anno Bernie ricompra la baracca per 1$ e sconvolge tutto :asd: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Video molto interessante quello pubblicato da @KingOfSpa anche se non chiarisce come la FIA possa impedire ai team di far sviluppare e pervenire soluzioni da consulenti esterni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
18 ore fa, djbill ha scritto:

Video molto interessante quello pubblicato da @KingOfSpa anche se non chiarisce come la FIA possa impedire ai team di far sviluppare e pervenire soluzioni da consulenti esterni.

Le società di revisione contabili esistono per questo motivo 

Il bilancio parla chiaro.

A meno che non fai falso in bilancio, ma parliamo di ben altro reato in questo caso

 

Per quanto riguarda i consulenti esterni basta che le 3 persone più pagate non facciano "sparire" i soldi in società varie.

 

Edited by KingOfSpa

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, KingOfSpa ha scritto:

Le società di revisione contabili esistono per questo motivo 

Il bilancio parla chiaro.

Ok, ma la maggior parte dei team hanno delle realtà commerciali separate dalla F1 dove possono gestire tranquillamente il disavanzo imposto dal budget cap. Nulla vieta che i costi di R&D siano sostenuti per grossa parte dalla casa madre e il team di F1 metta nel suo bilancio solamente la soluzione tecnicamente utile e corretta ad una frazione della spesa.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

I budget cap con limitazioni sono la cosa più aggirabile del mondo. Quanto posso spendere ogni anno? 100 milioni? Prima ne spendevo 150? Bene, siccome lo stipendio dei tre top manager non sta nella quota aumento lo stipendio a questi tre fino a raggiungere i 150 milioni di prima, i suddetti tre signori mi girano la differenza in qualche modo e fanculo al budget cap. E questo è solo un esempio fra i tanti.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
5 ore fa, KingOfSpa ha scritto:

Le società di revisione contabili esistono per questo motivo 

Il bilancio parla chiaro.

A meno che non fai falso in bilancio, ma parliamo di ben altro reato in questo caso

 

Per quanto riguarda i consulenti esterni basta che le 3 persone più pagate non facciano "sparire" i soldi in società varie.

 

In formula E non c'è un budget cap così stringente, chi vi parteciperà potrà usarla come banco di prova e sviluppo per la parte ibrida, e poi traslare gli sviluppi con costi minimi.

Magari poi è fatto apposta, portare Mercedes e Ferrari in formula E potrebbe essere uno degli obbiettivi a medio termine della Fia.

Edited by keru32

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, keru32 ha scritto:

In formula E non c'è un budget cap così stringente, chi vi parteciperà potrà usarla come banco di prova e sviluppo per la parte ibrida, e poi traslare gli sviluppi con costi minimi.

Bisogna dire che in FE ci sono molte componenti bloccate. È una diretta conseguenza che il budget del team sia ridotto perché non può sviluppare tutta la componentistica che uno desidera...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, djbill ha scritto:

Ok, ma la maggior parte dei team hanno delle realtà commerciali separate dalla F1 dove possono gestire tranquillamente il disavanzo imposto dal budget cap. Nulla vieta che i costi di R&D siano sostenuti per grossa parte dalla casa madre e il team di F1 metta nel suo bilancio solamente la soluzione tecnicamente utile e corretta ad una frazione della spesa.

Capisco il tuo dubbio, ma non è così semplice come sembra.

Faccio una premessa. Qui bisognerebbe fare una analisi approfondita e di persone capaci di farne ne esistono ben più di me perchè per quanto ne sappia un minimo di queste cose non è il mio campo. Diciamo è come chiede ad un neurologo come si cura un cuore, diciamo che le cure basilari le capisce lo stesso.

So che è il commento è lungo e noioso, ma stiamo entrando in un campo estremamente lungo, complesso, che prevede anche grosse conoscenze di diritto e non solo di contabilità e ringrazio ogni giorno di aver preso un'altro percorso di studi.

 

Per i grandi costruttori significherebbe sostanzialmente creare una "divisione nascosta" all'interno della normale R&D di una Renault, Mercedes ecc... 

Cioè delle shadow units all'interno delle varie Mercedes AMG, Renault Performance ecc perchè fidati che un ing che fa R&D stradale non sarebbe in grado di passare notte tempo alla F1, ma per questo neanche quelli di AMG.

Poi si inizierebbero a  vedere comunque movimenti strani di soldi perchè se dal giorno dopo che inizia il budget cup AMG iniziasse a bruciare 200/300 milioni in più l'anno in R&D senza che aumentino gli introiti inizierebbe a puzzare e non poco.

Il punto è che se da ing non puoi accedere ai file ( che sono già oggi tutti controllati), non puoi accedere alle strutture, alle simulazioni , ecc.. sostanzialmente è inutile che tu lavori su questo.

Inoltre le sessioni di galleria del vento e CFD sono già tutte controllate e non potresti tirare fuori un pezzo avendo fatto mezza sessione su questo pezzo specifico. Inizierebbero i sospetti.

Tutti i team di F1 sono "entità giuridiche" separate dai vari grandi produttori in modo da garantire un rapido disinvestimento perchè altrimenti nel migliore dei casi sarebbe la cessazione di un ramo d'impresa che è molto più complesso.

In inglese vengono chiamate subsidary e in italiano  società controllata,società sussidiaria,società partecipata, società di Scopo ( forse c'è un termine più corretto, ma non riesco a ricordarlo).

Un esempio.

Mercedes-Benz through its subsidiary Mercedes-Benz Grand Prix Limited

Sono invece oggettivamente curioso di sapere come gestirebbero i fornitori di motori. Di norma non sono  società separate.

Ovviamente nessuno è fesso e quindi se controlli il bilancio della società controllata controlli anche il bilancio della società a capo della holding.

 

Poi c'è il caso limite che è Ferrari ed in parte McLaren. Tecnicamente sono produttori entrambi  con Ferrari ovviamente ben più grande di McLaren.

Io non ho informazioni precise.

Scuderia Ferrari viene riportata come da wiki UK espressamente come Divisione del produttore di lusso Ferrari.

Quindi nel momento in cui Scuderia Ferrari non presenta un bilancio suo il controllo come si fa?

Legalmente Ferrari presenta un unico bilancio e per quanto sicuramente sicuramente si rivolgano a società di consulenza terze  ( lo so per certo tramite conoscenze perchè di dipenditi laureati in materie economiche Ferrari ne ha pochi giusto nel marketing, nella strategia aziendale e per la gestione risorse umane per il resto chiamano consulenti esterni come tutte le società al mondo) e fanno un ANALISI DI BILANCIO PER BUSINESS UNIT questo documento è sostanzialmente inutile a fini legali.

 

Piccola digressione accademica giusto per capirci. Le analisi di bilancio per divisione  sono una delle tante STRATEGIE DI CONTROLLO AZIENDALE. Quindi tali bilanci sono fatte dalle aziende prima di tutto PER SE STESSE PER COMPRENDERE COME STANNO "ANANDO" quindi queste società di consulenza di revisione aziendale sanno perfettamente come ha speso ogni singolo centesimo la SCUDERIA FERRARI e non FERRARI COSTRUTTORE, ma l'unico documento vincolante a livello legale è il BILANCIO D'ESERCIZIO ( sorvoliamo su come funziona oppure questo commento lo finisco a Ferragosto).

 

Fatta questa premessa arrivo al commento di  Keru per fare un'esempio di un'altro problema per Ferrari/McLaren ragionando per assurdo giusto per capirci meglio.

20 ore fa, keru32 ha scritto:

In formula E non c'è un budget cap così stringente, chi vi parteciperà potrà usarla come banco di prova e sviluppo per la parte ibrida, e poi traslare gli sviluppi con costi minimi.

Magari poi è fatto apposta, portare Mercedes e Ferrari in formula E potrebbe essere uno degli obbiettivi a medio termine della Fia.

Immaginiamo per assurdo un budget cup anche in F.E.

WW compra una consulenza a Philips ed anche ad una società di software specializzata per aiutarsi nello sviluppo dalla ID3.Utilitaria economica full electric. La consulenza ovviamente non è per comprendere come realizzare la vettura, ma come ridurre di costi di produzione industriale. Cosa che alle competizioni sportive frega meno di zero

Ferrari entra in FE soggetta a budget cap anche loro. Perfetto. La mattina dopo Ferrari decide di realizzare una One Off da 5 Milioni di euro full elettric. Una equivalente della LaFerari full electric. Chiamano anche loro delle società dii consulenze, ma come mi garantite che le conosce acquisite non impattino sul progetto FE se le persone che lavarono per Ferrari fanno parte della stessa società e quindi è praticamente impossibile eseguire un controllo?

 

La stessa cosa può succedere anche per la F1. La ferrari vuole realizzare una One Off speciale e chiama consulenze esterne.

 

Punto finale il controllo.

Chi lo fa? Ho detto che ci si rivolge a società di consulenza specializzate. Okey tutto perfetto, ma chi le paga? sopratutto nel caso Ferrari/McLaren.

Perchè Mercedes , RedBull , Renault ecc essendo società separate hanno il loro bilancio che deve essere "vero" altrimenti le sanzioni sono penali più che sportive.

Mentre per Ferrari? Sarebbe un bilancio divisione che è un documento che tolta una ipotetica giustizia da parte della FIA/Liberty media( Anche qui chi è realmente responsabile di ciò?) è carta straccia.  Quindi se chiamano una delle tante società di revisione come faccio a fidarmi. Alla fine non rischiano nulla. Sopratutto se sono una società piccola che non rischia certo di rimetterci la faccia.

 

Quindi la soluzione più logica sarebbe "imporre" la scelta di un'unica società di consulenza pagata da una ente neutrale (ancora il dubbio mio personale FIA? Liberty Media?) che sia attiva in tutti i paesi in cui i team abbiano attività e che controlli tutto comprese le attività patrimoniali dei 3 stipendi più pagati ( in pratica una delle Big Four non mi vengono in mentre altri nomi e dopo lo scandalo Enron non credo che nessuna di loro rischierebbe la "Certified Public Accountant").

 

Mi viene il mal di testa solo a pensare a questo. È vero è un settore che odio profondamente e quindi forse esistono soluzioni più pratiche che qualche persona più esperta possa suggerire, ma resta comunque un terreno estremante insidioso.

 

Detto questo il riassunto è.

Il controllo è possibile in quanto gran parte dei team sono società separate dai grandi costruttori e che all'analisi di bilancio non sfugge neanche un centesimo figuriamoci 200/300 milioni di euro.  Quindi con budget cap di 145 milioni vedere team come ferrari , mercedes spendere oltre i 500 mln sarà difficile e quindi un effetto sicuramente ci sarebbe. Detto questo avere la certezza matematica dei conti sarà un bel grattacapo.

Poi onestamente quando si gestiscono società così grosse è difficile anche rispettare al centesimo ed infatti già nel video si parla di un sistema di bilanciamento anno per anno. 

Vedremo.

 

Se poi volete la mia PERSONALE opinione da economista e non da contabile se credono di risolvere i problemi della F1 così hanno sbagliato e tanto.

Il vero problema è la bassa "attrattività" dei team di media/piccola fascia. Come convincere gli investitori e come rendere il business sostenibile per un mondo, diciamocelo, sempre meno interessato ai motori in generale a cui si aggiunge la crisi di spettatori della F1.

 

Se per anni le TV hanno solo pensato ai top team e completamente ignorato il resto adesso cosa pretendono che le cose cambino dalla seria alla mattina?

Per questo sono andate tanto in moda robe come Force India, Marussia ecc perchè prendevano un pubblico nuovo che non si sentiva "rappresentato" dai team storici, ma anche questo non è un mezzo sostenibile ( forse se sarebbero state non dico vincenti di campionati, ma almeno sotto le luci della ribalta oggi potevano avere un team in più in griglia).

 

 

PS. Ho dei dubbi circa la natura legale del team redbull, ma non ho trovato informazioni precise. Non voglio credere che sia legalmente nella stessa company di RedBull bibite.

 

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

premesso che giudico le novità per fronteggiare l'emergenza  introdotte da liberty positive

una soluzione semplice sarebbe che i motoristi facciano solo i motoristi fornendo team indipendenti

 

purtroppo non si può fare perchè poi mancherebbe il team ferrari e con gli interessi economici odierni andrebbero controllati i finanziamenti dei team privati onde evitare team ufficiali occulti

più semplice da gestire allora il monotelaio stile formula e, ma a quel punto non sarebbe più F1

 

 

Edited by Mak

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, KingOfSpa ha scritto:

So che è il commento è lungo e noioso, ma stiamo entrando in un campo estremamente lungo, complesso, che prevede anche grosse conoscenze di diritto e non solo di contabilità e ringrazio ogni giorno di aver preso un'altro percorso di studi.

Non ti preoccupare. Il forum serve per post lunghi per essere letti con calma, non è un social da commenta e scappa :asd: 

Argomentazioni molto interessanti: in merito alle divisioni nascoste devo trovare la notizia dove gli azionisti mercedes si sono incazzati per aver trovato 400M a bilancio della casa madre per lo sviluppo del motore di F1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, djbill ha scritto:

Non ti preoccupare. Il forum serve per post lunghi per essere letti con calma, non è un social da commenta e scappa :asd: 

Argomentazioni molto interessanti: in merito alle divisioni nascoste devo trovare la notizia dove gli azionisti mercedes si sono incazzati per aver trovato 400M a bilancio della casa madre per lo sviluppo del motore di F1.

Non è una divisione nascosta. Come detto le divisioni che producono i motori non sono separate dalla casa costruttrice di norma. 

Per questo ho detto che lo sviluppo motori potrebbe essere un  punto critico.

 

Di storie di consigli di amministrazione finiti quasi a mazzate il mondo è pieno :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al contrario di quanto richiesto da @djbill il mio post sarà estremamente conciso.

Per qualsiasi azienda la voce ricerca e sviluppo è la più facile da taroccare nel bilancio: è praticamente impossibile andare a controllare tutti i dettagli delle singole spese dal punto di vista tecnico.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  



×
×
  • Create New...