Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Campionato Mondiale Rally 1981

Recommended Posts


Le assistenze notturne, su stradine isolate,  le tantissime e diversissime macchine in lotta per la vittoria.

In particolare, l'Acropolis era la sesta gara del mondiale piloti (quinta del mondiale costruttori, la Svezia valeva solo per il piloti), e c'erano stati SEI VINCITORI DIVERSI con altrettante macchine.

A Montecarlo vinse la Renault di Ragnotti, in Svezia l'Audi di Mikkola, in Portogallo la Fiat di Alen, al Safari la Nissan-Datsun di Mehta, in Corsica la Lancia di Darniche, all'Acropolis la Ford di Vatanen.....

E nella gara successiva, in Argentina, vinse la Talbot di Frequelin (navigato da Jean Todt). 

Oggi ce la sogniamo una tale moltitudine di concorrenti per la vittoria.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  



  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By Elio11
      L'American Automobile Association, federazione di club motoristici del Nord America che ai primordi - l'atto di costituzione risale alla data del quattro Marzo millenovecentodue - raggruppava già nove associazioni 'regionali', sanzionò, attraverso il suo organismo interno 'AAA Racing Board' (ridenominato 'AAA Contest Board' nel 1908), deputato all'organizzazione, coordinamento e supervisione degli eventi sportivi, il primo campionato nazionale su circuiti chiusi. Si trattava di una competizione composta da undici appuntamenti,  disputati tutti su 'dirty ovals', snodantesi fra l'inizio di Giugno e la fine di Settembre. In occasione della vittoria di ognuno di essi veniva assegnato un numero di punti pari a undici. Oltre a ciò vennero corse anche due gare fuori campionato,  una ad Agosto a Detroit e l'altra a Syracuse a Settembre. Si corse, quindi, in vari stati: New York, Connecticut, Pennsylvania, Michigan, Ohio, Massachusets e Rhode Island.  La stagione iniziò il dieci Giugno a New York, più precisamente nel Bronx, dove Gaston Chevrolet, quasi sconosciuto in patria, in un evento di contorno riuscì a migliorare il precedente record mondiale sulla distanza di un miglio, fatto segnare proprio dal francese il venti Maggio dello stesso anno. Ovviamente, la corsa che diede il via a ciò che potè fregiarsi per la prima volta in assoluto della denominazione di 'campionato nazionale', non fu il primo ad essere approntato sotto l'egida dell'AAA, poiché gare non facenti parti di un campionato vero e proprio venivano già regolarmente corse. Tra esse sicuramente dobbiamo ricordare la 'Vanderbilt Cup' del 1904. Sarà argomento di una discussione apposita la diatriba fra AAA e ACA (Automobile Club America) e l'approfondimento sul 'Grand Prize of America' (o 'American Grand Prize') di Savannah.

      Morris Park Race 1
      La prima gara si disputa nel 'Morris Park Racecourse', ovale su pista di terra battuta, che era stato ideato e costruito come ippodromo. Non va dimenticato, infatti, lo stretto legame esistente, tra la fine del XIX secolo e l'inizio del nuovo, fra corse di cavalli e bicicli da una parte e corse di automobili dall'altra. Nato come tracciato da mezzo miglio, secondo le intenzioni di John Albert Morris 'Lottery King', magnate statunitense con la passione per le corse dei purosangue, fu al decesso di questi, avvenuto nel 1895, ricostruito dalla Westchester Racing Association, in qualità di concessionaria in leasing, raggiungendo la nuova lunghezza di poco più di un miglio. Rimase attivo con questa destinazione funzionale fino al 15 Ottobre 1904, giorno in cui si tenne l'ultima corsa di cavalli. Dopodiché, fu riqualificato per ospitare gli eventi motoristici. Verso la fine del decennio gli eredi di Morris alienarono la proprietà immobiliare ad una società operante nel settore edilizio la quale, indebitata, fu costretta a compiere un atto dispositivo a favore della città di New York: in veste di bene demaniale divenne oggetto di diritti personali di godimento acquistati in leasing operativo dalla 'Aeronautic Society of New York'. Un incendio avvenuto nel 1910 distrusse gran parte dei fabbricati e tre anni più tardi degli imprenditori ridussero il fondo in lotti edificabili a fini di edilizia residenziale. Il dieci Giugno 1905 vi andarono in scena varie prove motoristiche, la più importante sulla distanza di cinque miglia per un totale di tre giri e mezzo. I partecipanti erano quattro: Louis Chevrolet su Fiat 90, Guy Vaughn su Decauville 40, Dan Wurgis su Reo Bird 32 e Major Miller (il finanziatore stesso di Louis Chevrolet) su una vettura motorizzata Renault che non potè prendere il via per un guasto.
       
      Il campionato del 1905 resterà a lungo come l'unico 'ufficiale', perché sarebbero passati due lustri prima di poter ritentare l'esperimento, nel 1916 (AAA National Championship).
      'New York Tribune'  Domenica 11/06/1905 pag. 7
      ù
      'The sun' - Stato di New York 11/06/1905

  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...