Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

Lutto nella Formula 1. E' morto stamattina a 66 anni il direttore di corsa britannico Charlie Whiting...

DZYY2XQ.jpg

Funzionario di F1 di lunga data, Whiting è deceduto a Melbourne per embolia polmonare proprio tre giorni prima dell'inaugurale Gran Premio d'Australia.
Il presidente della Federazione internazionale dell'automobile (Fia), Jean Todt, ha detto di essere rimasto scioccato dall'improvvisa morte di Whiting, definendolo "un grande direttore di gara, una figura centrale e inimitabile della Formula Uno che ha incarnato l'etica e lo spirito di questo fantastico sport".
Whiting iniziò la sua carriera in F1 nel 1977 lavorando nel team Hesketh. Entrò a far parte della Fia nel 1988 e divenne direttore di corsa nel 1997.

Link to post
Share on other sites

  • leopnd changed the title to Charlie Whiting

Un giovane Charlie Whiting, 25 anni al epoca, nei panni di ingegnere della Hesketh, qui a colloquio con Divina Galica a Buenos Aires nel 1978...

hvUW4IO.jpg

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Qua la dichiarazione ufficiale di Jean Todt tradotta:

Charlie Whiting è mancato improvvisamente. Aveva 66 anni

http://www.p300.it/f1-charlie-whiting-e-mancato-improvvisamente-aveva-66-anni/?ref=topbarf

Questo il breve ricordo del Presidente della Fia Jean Todt: "È con immensa tristezza che ho saputo dell'improvvisa scomparsa di Charlie. Lo conosco da molti anni ed è stato un grande direttore di gara, una figura centrale ed inimitabile in Formula 1, che incarnava l'etica e lo spirito di questo fantastico sport. La Formula 1, con Charlie, ha perso amico fedele ed un ambasciatore carismatico. Tutti i miei pensieri, quelli della FIA e dell'intera comunità del motorsport vanno alla sua famiglia, ai suoi amici e a tutti gli amanti della Formula 1".

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, R18 ha scritto:

Riposa in pace, Charlie.

Devo essere sincero e schietto, però: quando arrivi lassù, per favore, cerca Jules e chiedigli scusa. Credo che tu glielo debba.

Intendi dire che doveva fermare la corsa o che doveva lasciare in via di fuga l'auto ritirata?

E' stato un episodio purtroppo finito in modo tragico, ma non dimentichiamo che ci siamo spesso lamentati del fatto che per una macchina ferma in via di fuga la safety car annullava anti-sportivamente i vantaggi costruiti da chi aveva sudato e rischiato in pista. Sarebbe stato sufficiente che i piloti si adeguassero al millenario significato delle bandiere gialle.

Va bene, va bene, la smetto :asd: 

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, leopnd ha scritto:

Lutto nella Formula 1. E' morto stamattina a 66 anni il direttore di corsa britannico Charlie Whiting...

Funzionario di F1 di lunga data, Whiting è deceduto a Melbourne per embolia polmonare proprio tre giorni prima dell'inaugurale Gran Premio d'Australia.
Il presidente della Federazione internazionale dell'automobile (Fia), Jean Todt, ha detto di essere rimasto scioccato dall'improvvisa morte di Whiting, definendolo "un grande direttore di gara, una figura centrale e inimitabile della Formula Uno che ha incarnato l'etica e lo spirito di questo fantastico sport".
Whiting iniziò la sua carriera in F1 nel 1977 lavorando nel team Hesketh. Entrò a far parte della Fia nel 1988 e divenne direttore di corsa nel 1997.

Ma non c'è stata alcuna avvisaglia? Soltanto un malore improvviso?

Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, sundance76 ha scritto:

Intendi dire che doveva fermare la corsa o che doveva lasciare in via di fuga l'auto ritirata?

E' stato un episodio purtroppo finito in modo tragico, ma non dimentichiamo che ci siamo spesso lamentati del fatto che per una macchina ferma in via di fuga la safety car annullava anti-sportivamente i vantaggi costruiti da chi aveva sudato e rischiato in pista. Sarebbe stato sufficiente che i piloti si adeguassero al millenario significato delle bandiere gialle.

Va bene, va bene, la smetto :asd: 

Al di là del modo di gestire la corsa, la cosa più orribile è stata l'"indagine" successiva. E non aggiungo altro perché se n'è già parlato abbastanza. 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, R18 ha scritto:

Al di là del modo di gestire la corsa, la cosa più orribile è stata l'"indagine" successiva. E non aggiungo altro perché se n'è già parlato abbastanza. 

Un'indagine ci fu anche dopo Zolder '82. L'esito: colpa di Villeneuve. Non ci fu chissà quale sollevazione di sdegno.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, sundance76 ha scritto:

Un'indagine ci fu anche dopo Zolder '82. L'esito: colpa di Villeneuve. Non ci fu chissà quale sollevazione di sdegno.

Neanche dopo Suzuka. Si sono lamentati gli appassionati, mentre chi poteva far sentire davvero la propria voce non lo ha fatto. 

Ho scritto quella frase solo perché mi piace pensare che Charlie e la FIA, sotto sotto, in cuor loro sapessero di avere gestito male la situazione. Comunque è solo un mio pensiero, si può condividere o meno, discuterne oggi non serve a nulla.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, sundance76 ha scritto:

Ma non c'è stata alcuna avvisaglia? Soltanto un malore improvviso?

Purtroppo ha subito una delle poche cose che la medicina moderna non può prevedere. 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, R18 ha scritto:

Al di là del modo di gestire la corsa, la cosa più orribile è stata l'"indagine" successiva. E non aggiungo altro perché se n'è già parlato abbastanza. 

Hai perfettamente ragione. Anche perchè l'errore umano fa parte della natura, e quel pomeriggio probabilmente sia lui che Jules sbagliarono. Lo scandalo è tutto quel che è venuto dopo.

Oggi comunque si parla dell'uomo Charlie Whiting e non del dipendente FIA Charlie Whiting:zizi: Mamma mia, 66 anni... RIP

Edited by giovanesaggio
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By sundance76
      Il titolo sembra provocatorio, ma non lo è, a beneficio dei più giovani (e curiosi).
      Probabilmente non tutti sanno che l'attuale Campionato di F1 inizia proprio nel 1981, anno in cui fu istituito il "FIA F1 World Championship" che mette in palio due titoli mondiali: il "Mondiale Piloti F1" e il "Mondiale Costruttori F1" (attenzione alla dicitura "F1").

      Dal 1950 al 1980 si chiamava solo "World Championship for Drivers" cioè "Mondiale Piloti" (o Con-d-u-ttori, cioè corridori) e non prevedeva il nome "F1" nella dicitura ufficiale, perchè in tutto l'intero automobilismo era l'unico Titolo Mondiale riservato ai Piloti, e poteva essere assegnato anche tramite macchine diverse dalle F1.
      Infatti nel 1952 e 1953 il Mondiale Piloti fu assegnato per mezzo di macchine di F2, e per 11 anni anche la Indy 500 concorreva al punteggio, nonostante i suoi regolamenti tecnici differenti, rispondenti alla F. USAC, e fino ai primi anni '70 gli organizzatori, se mancava il numero minimo di macchine, potevano ammettere sulla griglia anche le F2.
      Inoltre dal 1958 al 1980 il riconoscimento per i team era solo una "Coppa Internazionale Costruttori", non un Mondiale (il vero Mondiale Marche fino al 1980 era assegnato con le biposto del Campionato Sport-Prototipi, che a sua volta non prevedeva un titolo piloti). Non esistevano ancora i Mondiali Rally, Turismo, ecc. ecc.

      Nel 1980 la FIA-FISA, dopo una tregua durante la guerra con la FOCA (squadre inglesi), affermò ufficialmente che il torneo iniziato nel 1950 chiamato "Mondiale Conduttori (cioè Piloti)" e la "Coppa Internazionale Costruttori" erano letteralmente "suppressed", e nasceva il "FIA F1 World Championship" che metteva in palio appunto due nuovi titoli, il "Mondiale F1 Piloti" e il "Mondiale F1 Costruttori" divenuto vero titolo Mondiale e non più una semplice Coppa Internazionale come era prima...

      Dal "libro giallo" della FIA 1981:

      GENERAL REGULATIONS 

      1 -- In application of the decisions taken during the FIA Rio Congress of 15th April 1980, the FISA is organising the new FIA Formula 1 World Championship from 1st January 1981. As a result, the old World Championship for Drivers is suppressed. 

      2 -- The new Formula 1 World Championship, which is the property of the FIA, will have 2 World Championship titles, one for Drivers and one for Constructors." 



      Capite? Dal 1981 la dizione "F1" entra obbligatoriamente nella titolazione, assieme a "FIA", per rimarcare che dal 1981 la proprietà del Campionato è della FIA.

      Ovviamente la FIA mantenne un solidissimo legame col precedente "Mondiale Piloti" durato fino al 1980, così si continuò a correre con gli stessi regolamenti, le stesse auto, le stesse piste, e i bonus acquisiti nell'80 valevano anche per l'81. E anche sulla Coppa di Campione a fine stagione c'erano ancora tutti i nomi degli iridati precedenti al 1981.

      E' un pò come accadde tra il 1949 e il 1950: venne istituito il "Mondiale Piloti" (senza la dicitura ufficiale "F1" che designava solo il regolamento tecnico delle monoposto della categoria massima in circuito) ma si continuò a correre con le stesse macchine, piste e regolamenti che c'erano nel 1949, anzi, quasi gli stessi del 1938-39, visto che l'Alfetta campione nel 50-51 era la stessa che nel '38 correva nella categoria cadetta.

      Implicazioni pratiche ce ne sono poche, ma teoricamente ci possiamo sbizzarrire:

      - Ascari è sì il primo "Campione del Mondo Piloti" della Ferrari, ma non è "campione iridato di F1" perchè nel 52-53 correva con le F2.

      - Fangio potrebbe essere il primo Campione del Mondo con vetture di F1 della Ferrari, ma ci sono dispute perchè la sua D50 era in realtà una Lancia modificata.

      - Allora potrebbero esserlo Hawthorn nel '58 e tutti gli altri fino a Scheckter nel '79: sì, ma come detto, il loro titolo mondiale non aveva la dicitura ufficiale "F1" nella titolazione. Essi erano semplicemente "Campioni del Mondo Piloti", seppur eletti con macchine di F1.

      - Quindi Piquet nell'81 è il primo "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" così come la Williams è la prima marca "Campione del Mondo Costruttori F1 della FIA".

      - Schumacher diviene così il primo esplicito "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" con la Ferrari.

      - i veri Campionati MONDIALI Costruttori si contano dal 1981, quindi ad esempio la Ferrari ne assomma 10, più altre 6 Coppe Costruttori dal 1958 al 1980... 

      - Niki Lauda diviene quindi l'unico ad aver vinto sia il vecchio "Mondiale Conduttori", sia il nuovo "Mondiale F1 della FIA".

      Divertente, no?
    • By massimo66
      DATI GENERALI
      Scuderia: Team Riviera
      Anno di produzione: 1980
      Motore:  Ford Cosworth DFV V8 2993cc.
      Telaio: Monoscocca in alluminio
      Carburante e lubrificanti:
      Pneumatici:  Goodyear
      Luogo di Produzione:  Giussano (ITA)
      Progettista:  Giorgio Valentini
      Impiegata nel:  mai 
      Piloti:  Alberto Colombo
       
       
       
    • By leopnd
      E io che pensavo che la stagione fosse finita...
       
    • By leopnd
      Formula 1 Etihad Airways Abu Dhabi Grand Prix 2020



      www.yasmarinacircuit.com
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...