Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Radio Paddock 2019


Paolo93
 Share

Recommended Posts

Non cambia assolutamente niente :asd: stanno puntando molto sul marketing, tant'è che l'annuncio ufficiale su Twitter presenta un bel #Bwoah a fine post. Quantomeno è lecito pensare che la macchina andrà forte.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Vanzini sarà già in brodo di giuggiole! L'anno scorso, la "Alfa-Sauber" andò molto forte nella seconda parte del campionato, grazie a Leclerc, ma anche Ericsson iniziò a fare la sua parte. Sperando che Giovinazzi sia molto affamato e Kimi non solo un pensionato milionario che corre, magari possono inziare a pensare anche al 4°-5° posto.

  • Love 1
Link to comment
Share on other sites

E' una collaborazione. costruttore e struttura tecnica rimangono sempre sauber,  il team si chiamera' alfa romeo racing. 

Uno step in piu' rispetto alla sponsorizzazione dello scorso anno. 

 

Anche perche' altrimenti avrebbero perso i bonus fia. 

Edited by Mak
Link to comment
Share on other sites

Dal comunicato ufficiale:

The term of the collaboration has been further extended, with the ownership and management of Sauber remaining unchanged and independent

 

Manley:

with Kimi Räikkönen and Antonio Giovinazzi on one side of the pit wall and Alfa Romeo and Sauber expertise on the other, we are here to compete

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, R18 ha scritto:

Non cambia assolutamente niente :asd: stanno puntando molto sul marketing, tant'è che l'annuncio ufficiale su Twitter presenta un bel #Bwoah a fine post. Quantomeno è lecito pensare che la macchina andrà forte.

Dipende da quanto bianca è la livrea :asd:

  • Lol 1
  • Love 2
Link to comment
Share on other sites

41 minuti fa, Pep92 ha scritto:

tornando alle livree 2019 questo concept si potrebbe avvicinare molto alla RB 2019

A giudicare dalle tute, direi che sarà molto più simile a questa sotto :asd: E' molto improbabile che rinuncino al blu/giallo, al massimo potrebbero fare un passo indietro sullo sfondo del toro e tornare al bianco originale (che tra l'altro continua ad essere utilizzato nel WRC per qualche ragione :zizi:)

f1-red-bull-racing-rb14-launch-2018-asto

Link to comment
Share on other sites

Sin da quando è stata introdotta, nel 2016, la livrea blu opaco della Red Bull si è subito issata nella hit parade delle più belle di sempre (sicuramente la migliore dei bibitari da quando sono in F1). Cambiarla, Honda o non Honda, sarebbe una sciocchezza....

Link to comment
Share on other sites

Il 1/2/2019 at 10:57 , Icedemon_89 ha scritto:

La Sauber nel 2019 si chiamerà Alfa Romeo Racing, da quello che ho letto è solo un cambio di nome e non di proprietà. 

 

23 ore fa, R18 ha scritto:

Non cambia assolutamente niente :asd: stanno puntando molto sul marketing, tant'è che l'annuncio ufficiale su Twitter presenta un bel #Bwoah a fine post. Quantomeno è lecito pensare che la macchina andrà forte.

 

Il fatto che non ci sia un'ufficialità sul cambio di proprietà fa si che non si possa ancora considerare il team Alfa al 100%, ma ormai è come se lo fosse. 

Tra la fine della stagione precedente e l'inizio di questa sono cambiate molte cose. In primis, Ericsson non c'è più. Lui e gli amici suoi potevano essere considerati i veri proprietari del team. Il fatto che il pilota svedese e la sua cricca siano stati silurati è altamente significativo. Tra l'altro Markus è stato sostituito con un pilota, Kimi Raikkonen, che non porta soldi ma ne vuole (e tanti) e che è ancora a libro paga FCA. E a Raikkonen è stato affiancato Giovinazzi, pilota FDA. Le risorse (umane ed economiche) sono FCA. Nel team, tra gli altri, è arrivato Simone Resta ex capo progettista Ferrari e l'apporto di FCA penso sia decisamente più corposo e profondo di quello che può significare un semplice adesivo sul cofano.  Title sponsor quanto vogliamo,  il team non avrebbe avuto la stessa crescita (perché è vero che molti risultati sono arrivati dalle ottime prestazioni di Leclerc, ma anche Ericsson sovente si è trovato in posizioni ben più gustose di quanto avveniva appena un anno prima, quando lui e Wehrlein erano le scope dello schieramento) se chi di dovere non avesse messo molta più ciccia di quanto poteva sembrare.

L'unica cosa "Sauber" rimasta è la struttura di Hinwil. Ma quello non è un problema, visto che molti (compresi tre top team) hanno mantenuto la location dei rispettivi team che avevano acquistato e hanno utilizzato come base (che poi ovviamente è stata potenziata) una struttura già esistente. 

Per me, ormai possiamo parlare di Alfa Romeo al 90%. E penso che questa percentuale crescerà ancora... 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Oltretutto si dice che in termini economici, oltre che Raikkonen e Giovinazzi sono sulla libra paga Ferrari, l'Alfa Romeo raddoppierà il budget di sponsorizzazione al team passando da 50 milioni a 100 milioni che sicuramente saranno messi per la macchina quindi attendiamoci la prossima stagione di tutto da questo team

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Davide Hill ha scritto:

Per me, ormai possiamo parlare di Alfa Romeo al 90%. 

A me risulta ancora piuttosto difficile. Della C38, quello che non sarà prodotto a Hinwil sarà prodotto a Maranello. A livello tecnico, Alfa Romeo non produce nulla per Sauber. Questo è quello che "conta".

I soldi e le teste ce li mette FCA nel suo insieme, questo è risaputo e indiscutibile e i risultati già nel 2018 si sono visti. Ma Alfa Romeo, di per sé, è e resta solo un nome, lo sponsor di una Sauber motorizzata Ferrari. Questa Sauber è un'Alfa Romeo tanto quanto potrebbe essere una Chrysler, una Maserati o una Lancia, se Marchionne avesse voluto metterci un nome diverso.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, R18 ha scritto:

A me risulta ancora piuttosto difficile. Della C38, quello che non sarà prodotto a Hinwil sarà prodotto a Maranello. A livello tecnico, Alfa Romeo non produce nulla per Sauber. Questo è quello che "conta".

I soldi e le teste ce li mette FCA nel suo insieme, questo è risaputo e indiscutibile e i risultati già nel 2018 si sono visti. Ma Alfa Romeo, di per sé, è e resta solo un nome, lo sponsor di una Sauber motorizzata Ferrari. Questa Sauber è un'Alfa Romeo tanto quanto potrebbe essere una Chrysler, una Maserati o una Lancia, se Marchionne avesse voluto metterci un nome diverso.

Verissimo anche questo.

Il punto è proprio il fatto che usano parti Ferrari rimarchiate e non progettate apposta :zizi: Perchè discorsi simili si possono fare anche per la Lancia nei rally (quella post Stratos, ovviamente) e l'Alfa Romeo stessa nel turismo ma il fatto stesso che l'Abarth lavorasse appositamente per uno o per l'altro marchio li rendeva... meno farlocchi (spero di rendere).

Link to comment
Share on other sites

La differenza principale e' che fca/alfa non ha alcuna quota nella proprieta' del team, che ad oggi rimane sauber al 100%.

Anche nell'annuncio non avrebbero scritto che Sauber mantiene la sua indipendenza, dando vita insieme ad alfa romeo all'alfa romeo racing team. 

 

Sulla gazzetta odierna ribadiscono come il tutto sia un mero accordo di sponsorizzazione. Un piccolo step in piu' rispetto allo scorso anno. 

Se fra un anno o 2 il cda fca rivedra' i suoi impegni o investimenti, facilmente tornera' il nome tradizionale, o viceversa magari decideranno di acquistare il team

Edited by Mak
Link to comment
Share on other sites

Il 2/2/2019 at 12:51 , R18 ha scritto:

I soldi e le teste ce li mette FCA nel suo insieme

 

Ecco. Il punto, quello che mi fa parlare di un'Alfa al 90%, è esattamente questo. E, a prescindere da tutti i discorsi, nella F1 moderna (e nello sport in generale) in fin dei conti è questo quello che conta davvero. Senza i soldi FCA, la Sauber sarebbe fuori dai giochi. Quindi il fatto che nominalmente sia ancora un accordo di sponsorizzazione, che la proprietà non sia ancora nelle mani di FCA, è relativo perché, come dicevo, di fatto è come se lo fosse e l'impressione è che la sinergia sarà sempre maggiore. Chiaro che il team è e resta un satellite della casa madre, una sorta di Toro Rosso in "salsa FCA" (anche se fa strano riferirsi all'Alfa Romeo in questi termini), con diversi componenti provenienti dalla Ferrari. Ma è un team in ristrutturazione, è stato potenziato e probabilmente nei prossimi anni l'indipendenza tecnica sarà sempre maggiore.

Fino a fine 2017 stavano nella merda, erano la scopa dello schieramento e le prestazioni erano indecenti. L'anno scorso sono decisamente cresciuti, ma hanno bisogno ancora di tempo (e soldi... e per quelli c'è FCA, fortunatamente per loro).

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...