Jump to content

Recommended Posts

Diciamo che ufficialmente ha vinto Nikolaev, ma vorrei sapere cosa è successo con i tempi. Facendo la somma dei tempi di tutte le tappe risulta Sotnikov 41:22'39" e Nikolaev 41:24'44".

Share this post


Link to post
Share on other sites

2 ore fa, V6DINO ha scritto:

image.jpeg.4b3d62f4ecf7febfb703fb04e199bdad.jpeg

mha, 33 litri dove li mettono?  forse sulla schiena :asd:.  

 

se la bevono e fanno rifornimento in corsa:asd:

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante si sia corsa solo in Perù, è stata una Dakar incredibilmente selettiva.

Price non ha esaltato "in corsa", ma dobbiamo ricordare che ha corso con un polso rotto e ha vinto. Tanto basta per ribadire quanto sia forte. Ennesimo disastro Honda, non riescono ad interrompere il digiuno nonostante da qualche anno abbiano il pilota di gran lunga più forte del lotto. Quest'anno sono stati vicini a portarsela a casa pure con la sorpresa (ma non troppo) Brabec. Niente da fare.

Ce l'ha fatta invece Toyota, con Al-Attiyah che stavolta è riuscito ad avere ragione degli squadroni avversari. Le auto sono state probabilmente quelle più condizionate dai problemi di navigazione e alla fine ne è uscito vincitore uno che ad orientarsi è un maestro. Squadrone Mini decisamente sfortunato, soprattutto con Sainz ma anche con Peterhansel, mentre Despres è passato un po' in sordina. Buono il ritorno di Roma sul podio, a cinque anni dal suo successo. Sono poco convinto da un possibile ritorno di Loeb, che quest'anno ha fatto sfracelli ancora una volta ma alla fine è rimasto a bocca asciutta, dipenderà dai suoi rapporti con PSA dopo il suo passaggio a Hyundai per il WRC.

Dopo quattro successi, di cui tre consecutivi, possiamo tranquillamente dire che Eduard Nikolaev sia l'erede del grande zar Vladimir Chagin. Ha vinto con la regolarità nel 2013, con la pazienza nel 2017, con la forza nel 2018 e in volata quest'anno. 

Contento anche per Chaleco, che finalmente è riuscito a portarsi a casa una Dakar seppur non nella sua categoria prediletta.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

toby price,vincitore nelle moto,diciottesima vittoria di ktm.

image.jpeg.1ff1e1046a032c2bfc7c6f0b710626cc.jpeg

matthias walkner,secondo in classifica.

image.jpeg.eb71aacda51b53366e59b843d177dc5a.jpeg

sam sunderland,terzo. quintanilla ha chiuso quarto.

image.jpeg.e22242cbad3f60c84e3272891531dfca.jpeg

image.jpeg.5d9bd9aa3583287f20abc34949b44533.jpeg

edwin straver(ktm),primo nella categoria original.

image.jpeg.b04a8f43ce60ed1d23143030fd125aae.jpeg

anastasiya nifontova(husqvarna),prima donna ha terminare la dakar senza assistenza( nona in classifica original)

image.jpeg.a77c68766c1867e69d9493c684dd3075.jpeg

image.jpeg.cbb56b94daba4e55798efa29af8656ab.jpeg

maurizio gerini(husqvarna-solarys racing).primo fra gli italiani,primo nelle moto derivate di serie.14° in classifica generale.

image.jpeg.a7fb064b6f8bd6de116e34f373fdc3fc.jpeg

image.jpeg.83f68bbdbc20604a1f45cb406e365acf.jpeg

laia sanz( ktm-factory team), undicesima in classifica generale,prima fra le donne.

image.jpeg.4e014d52c31aadef049bb1dcb7a43a68.jpeg

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nasser Al-Attiyah e Mathieu Baumel (toyota gazoo racing),vincitori nelle auto.

image.jpeg.704a43b21ba0391808c46f38d2d79551.jpeg

image.jpeg.c81f1fc70bfff34417b243825b9cdb0d.jpeg

nani roma e haro bravo-mini x raid team,secondi in classifica.

image.jpeg.07bb3f48c80335b6d11769f955dea33c.jpeg

sebastien loeb e daniel elena(ph sport peugeot),terzi in classifica.

image.jpeg.9acabae7ffd6a469e5b8ec09aab3a748.jpeg

jakub przygonski e colsoul tom -mini x-raid team,quarti in classifica.

image.jpeg.13a944c9980634a485fc35d5a4488a33.jpeg

ronan chabot e gilles pillot(toyota overdrive),decimi in classifica generale.

image.jpeg.76a88ac2b2abb5db3718b0414db67be9.jpeg

chaleco lopez contardo,primo nei ssv.

image.jpeg.50e32b3c0246d9cfa26c6fcfdd7014dd.jpeg

nicolas cavigliasso(drag'on rally team yamaha),gonzales ferioli(ferioli racing team yamaha),gustavo gallego(yamaha gallego competicion).

image.jpeg.d91031944af494af96d7815c20109049.jpeg

eduard nikolaev,evgenii iakovlev,vladimir rybakov(team kamaz), vincitori nei camion.

image.jpeg.a16f77129dbd04f13d16163fc353ddc4.jpeg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

image.jpeg.28866e1c2bb905992ae8e8b7ffc6e69b.jpeg

dmitry sotnikov,dmitrii nikitin,ilnur mustafin(team kamaz),secondi in classifica.

image.jpeg.e5dbeb0dc2c57500b688889397d0a1b0.jpeg

image.jpeg.c4b4c46b048c96479cc90067733b5f48.jpeg

team de rooy.de rooy,rodewald,torrallardona(terzi),villagra,yacopini,torlaschi(quarti).

image.jpeg.1b787319e6b7b4f90f198d07137a3160.jpeg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, R18 ha scritto:

Sono poco convinto da un possibile ritorno di Loeb, che quest'anno ha fatto sfracelli ancora una volta ma alla fine è rimasto a bocca asciutta, dipenderà dai suoi rapporti con PSA dopo il suo passaggio a Hyundai per il WRC.

Vero anche questo, però PH-Sport, pur essendo molto vicina a PSA, è comunque una squadra indipendente. Il vero problema è che nel 2020 la 3008 DKR avrà 3 anni :zizi: Quest'anno era ancora il riferimento, pur essendo in versione 2017, ma Toyota si è rivelata assolutamente all'altezza e Mini, con lo squadrone che ha, probabilmente spingerà ancora di più per portarsela a casa questa gara.

Poi beh, noi pensiamo a Peugeot ma non è detto che altre squadre non gli diano un "gettone". Penso ad esempio a Mini, che sportivamente e commercialmente non condivide nulla con Hyundai.

 

Insomma, chi vivrà vedrà. Fare previsioni con Loeb è assolutamente impossibile :asd: Nel 2018 non doveva correre nel WRC, e invece è tornato, non doveva vincere, e invece ha vinto, sembrava finita, e invece torna quasi full-time, la Dakar 2018 doveva essere l'ultima, e invece ieri sera era di nuovo sul podio... Beh... :asd:

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

Vero anche questo, però PH-Sport, pur essendo molto vicina a PSA, è comunque una squadra indipendente. Il vero problema è che nel 2020 la 3008 DKR avrà 3 anni :zizi: Quest'anno era ancora il riferimento, pur essendo in versione 2017, ma Toyota si è rivelata assolutamente all'altezza e Mini, con lo squadrone che ha, probabilmente spingerà ancora di più per portarsela a casa questa gara.

Poi beh, noi pensiamo a Peugeot ma non è detto che altre squadre non gli diano un "gettone". Penso ad esempio a Mini, che sportivamente e commercialmente non condivide nulla con Hyundai.

 

Insomma, chi vivrà vedrà. Fare previsioni con Loeb è assolutamente impossibile :asd: Nel 2018 non doveva correre nel WRC, e invece è tornato, non doveva vincere, e invece ha vinto, sembrava finita, e invece torna quasi full-time, la Dakar 2018 doveva essere l'ultima, e invece ieri sera era di nuovo sul podio... Beh... :asd:

se non ci sarà Loeb potrebbe esserci un certo Alonso con Toyota, le voci continuano con insistenza e la sua amicizia con Sainz sarà un'aiuto fondamentale per imparare un po' di navigazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Pep92 ha scritto:

se non ci sarà Loeb potrebbe esserci un certo Alonso con Toyota, le voci continuano con insistenza e la sua amicizia con Sainz sarà un'aiuto fondamentale per imparare un po' di navigazione. 

Il problema di Alonso non sarebbe la navigazione, secondo me.

Da un punto di vista di pura guida, probabilmente Alonso, Sainz, Loeb, ma anche Vettel, piuttosto che Kristensen, etc. etc. si possono anche equivalere. Ma ad un pilota che arriva dalla pista manca tutto "il resto": lo spirito di improvvisazione, la capacità di sistemare il mezzo, l'abitudine alla velocità (perchè in pista si va più forte, ma le cose scorrono praticamente al rallentatore rispetto ad un rally). Senza contare che avere di fianco qualcuno significa anche dover imparare a correre in due. Alonso è troppo in là con la carriera per fare questo step :zizi: Andrebbe forte, sicuramente, ma non è in una sola gara che si impara tutto quello che ho elencato sopra (nemmeno se questa gara è lunga 10000+km, come la Dakar).

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

Il problema di Alonso non sarebbe la navigazione, secondo me.

Da un punto di vista di pura guida, probabilmente Alonso, Sainz, Loeb, ma anche Vettel, piuttosto che Kristensen, etc. etc. si possono anche equivalere. Ma ad un pilota che arriva dalla pista manca tutto "il resto": lo spirito di improvvisazione, la capacità di sistemare il mezzo, l'abitudine alla velocità (perchè in pista si va più forte, ma le cose scorrono praticamente al rallentatore rispetto ad un rally). Senza contare che avere di fianco qualcuno significa anche dover imparare a correre in due. Alonso è troppo in là con la carriera per fare questo step :zizi: Andrebbe forte, sicuramente, ma non è in una sola gara che si impara tutto quello che ho elencato sopra (nemmeno se questa gara è lunga 10000+km, come la Dakar).

Effettivamente sono tutte cose che avevano piloti dal 1930 al 1998.

Mi viene un'altro nome: Alexander Rossi che ha fatto la Baja 1000

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pep92 ha scritto:

Effettivamente sono tutte cose che avevano piloti dal 1930 al 1998.

Mi viene un'altro nome: Alexander Rossi che ha fatto la Baja 1000

Con che risultati, per curiosità? Nello trovo nella classifica :ninja:

 

Comunque si, ovviamente non sto dicendo che Alonso non sarebbe capace :up: Sto solo dicendo che dovrebbe colmare una bella "lacuna". Era stato lui stesso, mesi fa, a dire che il WRC non faceva per lui, proprio per questo motivo :nonso:

Insomma, tra il "non essere un fermo" e "potersela giocare" in gare così selettive, dove la lucidità e l'esperienza contano moltissimo, c'è veramente un abisso.

Edited by giovanesaggio

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

Con che risultati, per curiosità? Nello trovo nella classifica :ninja:

 

Comunque si, ovviamente non sto dicendo che Alonso non sarebbe capace :up: Sto solo dicendo che dovrebbe colmare una bella "lacuna". Era stato lui stesso, mesi fa, a dire che il WRC non faceva per lui, proprio per questo motivo :nonso:

Insomma, tra il "non essere un fermo" e "potersela giocare" in gare così selettive, dove la lucidità e l'esperienza contano moltissimo, c'è veramente un abisso.

Ha corso con Jeff Proctor, 86mi in generale, 2i nella class 7

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

Ama il navigatore tuo come te stesso: la dichiarazione di amore di Loeb ad Elena :wub:

 

Ma seriamente, come si fa a non tifare per questi due? :asd:

grande anche il navigatore di nani roma,Alex Haro Bravo, che nonostante l'infortunio(due costole fratturate) che si portava dietro dalla sesta tappa,ha stretto i denti fino alla fine della dakar...:wub:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Toyota,oltre alla vittoria nella categoria T1 con nasser al-attiyah-matthieu baumel,ha anche vinto nella categoria T2(auto derivate di serie) per la quinta volta consecutiva, con Christian Lavieille-Jean-Pierre Garcin(Toyota Land Cruiser ). Sono arrivati 24° in classifica generale auto.

image.jpeg.c85c56519dde7c1d4ff27b832f025956.jpeg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è ancora ufficiale, ma dal prossimo anno la dakar probabilmente si disputerà in arabia saudita, e per i prossimi cinque anni. in sudamerica, già da tempo, non c'è più grande interesse ad ospitare la dakar. ma si parla anche di un possibile ritorno in africa , in particolare in sudafrica e angola.

Edited by kaos80
  • Like 3
  • Lol 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, kaos80 ha scritto:

non è ancora ufficiale, ma dal prossimo anno la dakar probabilmente si disputerà in arabia saudita, e per i prossimi cinque anni. in sudamerica, già da tempo, non c'è più grande interesse ad ospitare la dakar. ma si parla anche di un possibile ritorno in africa , in particolare in sudafrica e angola.

Bello, deserto 100% e tanti petroldollari, preferisco le altre due che hanno bei paesaggi e tipi diversi di terreno. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è che Peterhansel lascia la Dakar? 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...