Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Alfa Romeo "torna" in F1


Recommended Posts

Il 11/1/2018 at 09:29 , The Rabbit ha scritto:

Io il blu lo chiamo "Banco do Brasil" :asd: Nasr portava gli stessi colori anche in GP2.

Carlin-Banco-do-Brasil.jpg

E, per quanto mi riguarda, la prima livrea della Sauber-Alfa Romeo è ben peggio di questa :asd: 

 

Ma questa qui infatti è carina, osa perlomeno qualche fantasia, non è mica colorata blu uniforme come la vecchia Ritmo di mio zio. :asd: 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 158
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Aggiungo che non ha senso utilizzare i paradigmi della F1 per giudicare la Formula E. Sono due cose completamente diverse

sarebbe bello si ma oggi è tutto minimal (anche la comprensione), qua basta appiccicare un adesivo su una macchina e credere che l'Alfa è tornata...

Giornata infausta, almeno per il sottoscritto: il gran Capo di tutti i Capi annuncia il ritorno del nome Alfa in F1 in abbinata a Sauber come... main sponsor, a puro titolo onorifico, cioè. Una d

Ecco. Un'ulteriore precisazione: il minimal e il flat style NON sono un'invenzione moderna ma piuttosto è un riprendere stili e caratteri pensati negli anni '60 e '70.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sì ma secondo me questi son termini e concetti usati a sproposito per le Formula 1 attuali, non ci credo nemmeno se me lo raccontano loro che quelli della Sauber avessero in mente il "flat style" quando hanno deciso di colorarla in quel modo. Sparizione dei tabaccai, mancanza di sponsor importanti, necessità di fare le cose al risparmio, sono questi i fattori che portano a molte delle attuali livree, più che un voluto e ricercato "minimal".

Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, Schumy81 ha scritto:

Sì ma secondo me questi son termini e concetti usati a sproposito per le Formula 1 attuali, non ci credo nemmeno se me lo raccontano loro che quelli della Sauber avessero in mente il "flat style" quando hanno deciso di colorarla in quel modo. Sparizione dei tabaccai, mancanza di sponsor importanti, necessità di fare le cose al risparmio, sono questi i fattori che portano a molte delle attuali livree, più che un voluto e ricercato "minimal".

Allora quelli della toro rosso che hanno rivisto completamente la livrea della vettura proprio con quella chiave di lettura? In ambito grafico parole come "minimal" "flat style" "material design" sono sdoganate da almeno un decennio...

Link to post
Share on other sites
Il 11/1/2018 at 07:51 , Schumy81 ha scritto:

Risultati immagini per sauber 2016

 

Quote

 

Sì sì, flat design. Io lo chiamo "bah, dove non c'avemo sponsor verniciamola di blu e buonanotte". 

Io condivido, la roba qua sopra era norma nel '48, ma nel 2018 è aberrante.

Di una povertà e tristezza assoluta.

Già le F1 strette erano bruttissime, ma questa mette malinconia.

Con tutte le metodologie contemporanee di verniciatura e applicazione decalcs, presentare una cosa così equivale a dimostrare povertà immaginativa (e perché no economica).

A chi dice che "mi piace perché è semplice, mi ricorda le macchine anni '90" rispondo che ogni epoca ha la sua caratterizzazione, il suo spirito. Questa è un'epoca, piaccia o meno, neobarocca. 

 

  • Love 1
Link to post
Share on other sites

Beh negli anni Novanta, parlo da profano in materia di design e in virtù dei miei ricordi personali,  mi sembra non ci fosse una tendenza alla semplicità cromatica o stilistica, semmai il contrario. Sulle vetture si vedeva di tutto e di più fra colori e loghi di sponsors e non solo in Formula Uno. Nel calcio furono sdoganate le maglie più bizzarre che la storia di quello sport ricordi. In giro si vedevano capi di abbigliamento dal design creativo e tendente, diciamo, all' astrattismo inteso come avanguardia artistica e , questo, perlomeno, fino alla metà del decennio.

Il problema di quella Sauber può essere il fatto che sia un blu metalizzato e che le fiancate siano troppo poco 'gialle', oltre ai cronici problemi finanziari. Poi, le forme della vettura squadrate influiscono molto sul giudizio negativo, secondo me. Se la stessa livrea fosse applicata sulle vetture bombate e panciute di metà anni Ottanta esprimeremmo un giudizio positivo al riguardo. Comunque, al netto del giusto ragionamento di 'djbill' anche io mi sento di dare ragione a 'Schumy81'. Potrebbero essere più fantasiosi, vedasi la Renault che utilizza il giallo e il nero a sproposito.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
18 ore fa, 330tr ha scritto:

 

Io condivido, la roba qua sopra era norma nel '48, ma nel 2018 è aberrante.

Di una povertà e tristezza assoluta.

Già le F1 strette erano bruttissime, ma questa mette malinconia.

Con tutte le metodologie contemporanee di verniciatura e applicazione decalcs, presentare una cosa così equivale a dimostrare povertà immaginativa (e perché no economica).

A chi dice che "mi piace perché è semplice, mi ricorda le macchine anni '90" rispondo che ogni epoca ha la sua caratterizzazione, il suo spirito. Questa è un'epoca, piaccia o meno, neobarocca. 

 

Bah.. avolte oggi si è all'eccesso opposto

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

La Manor nel 2016 aveva una livrea fighissima pur essendo la scuderia più povera del lotto. A me sembra che manchi proprio il buon gusto estetico in questa F1 odierna. Tra piselloni/ini, appendiabiti, pinne, trombe e chi più ne ha più ne metta..!

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, marco91 ha scritto:

La Manor nel 2016 aveva una livrea fighissima pur essendo la scuderia più povera del lotto. A me sembra che manchi proprio il buon gusto estetico in questa F1 odierna. Tra piselloni/ini, appendiabiti, pinne, trombe e chi più ne ha più ne metta..!

Questi però sono "accessori" concessi dal regolamento che vengono sfruttati dai team per migliorare le prestazioni. Alla fine l'unica cosa che conta è la velocità, non l'estetica, anche se per qualche strano scherzo del destino la Mercedes dell'era ibrida è quasi sempre stata non solo la macchina più performante, ma anche quella più gradevole da guardare

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, marco91 ha scritto:

La Manor nel 2016 aveva una livrea fighissima pur essendo la scuderia più povera del lotto. A me sembra che manchi proprio il buon gusto estetico in questa F1 odierna. Tra piselloni/ini, appendiabiti, pinne, trombe e chi più ne ha più ne metta..!

Non c'era di mezzo una sponsorizzazione con la compagnia aerea indonesiana?

Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Questi però sono "accessori" concessi dal regolamento che vengono sfruttati dai team per migliorare le prestazioni. Alla fine l'unica cosa che conta è la velocità, non l'estetica, anche se per qualche strano scherzo del destino la Mercedes dell'era ibrida è quasi sempre stata non solo la macchina più performante, ma anche quella più gradevole da guardare

Ebbene..no! Oggi non funziona più così. Altrimenti gobbe, piselli e altre amenità ci sarebbero ancora.

Evidentemente c'è un pudore estetico, un bisogno di connotare le vetture di elementi riconoscibili , gradevoli e connotanti.

Non c'era alcun bisogno di imporre le ali a freccia o le paratie alettone inclinate, eppure PER REGOLAMENTO debbono rispettare criteri ESTETICI. Piaccia o non piaccia.

 

Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, 330tr ha scritto:

Ebbene..no! Oggi non funziona più così. Altrimenti gobbe, piselli e altre amenità ci sarebbero ancora.

Evidentemente c'è un pudore estetico, un bisogno di connotare le vetture di elementi riconoscibili , gradevoli e connotanti.

Non c'era alcun bisogno di imporre le ali a freccia o le paratie alettone inclinate, eppure PER REGOLAMENTO debbono rispettare criteri ESTETICI. Piaccia o non piaccia.

Se non ci sono più significa che vengono reputate inutili (o dannose) ai fini delle performance. Newey, Costa, Binotto e i loro colleghi son pagati per fare macchine veloci, non belle

Link to post
Share on other sites

Lo scalino inutile o dannoso? Perché mai? 

Newey &Co fanno vetture tentando di sfruttare zone grigie di regolamenti sempre più restrittivi, che oggi contemplano non solo sicurezza e limitazione di prestazioni, ma anche ESTETICA.

Che qualcuno mi spieghi perché si è tornati alla carreggiata larga e ruotone. 

Lo ammettono in primis coloro che l'hanno voluto e redatto: per dar maggior grinta all'aspetto. Pura ESTETICA REGOLAMENTARE.

 

 

Link to post
Share on other sites

Un conto è gli obiettivi che si pone il regolamento, un altro sono il modo in cui il regolamento è "tradotto" e messo in pista dalle squadre.

È il regolamento che ti richiede di avere la carreggiata larga? Si

È il regolamento che ti richiede di avere i gommoni? Si

È il regolamento che ti richiede di avere piselli, pinne, scalini e appendiabiti? No, è una possibilità che è concessa dal regolamento (in modo conscio oppure per imperizia di chi l'ha scritto) e che viene sfruttata dai progettisti per far andare più forte le macchine. Ma non esiste che le squadre rinuncino all'appendino semplicemente perché brutto, ci rinunceranno perché il regolamento 2018 sarà scritto in modo tale da vietarlo.

È un concetto elementare, come si fa a non capirlo?

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

 

È un concetto elementare, come si fa a non capirlo?

Non tutti sono laureati in fisica quantistica astratta multidimensionale con specializzazione in regolamenti tecnici di F1 (io non lo sono.).

Non condivido.

Ribadisco, sottolineo e calco:

SE tizio trova la scappatoia del doppio pisello o dello scalino o altro obbrobrio, PERCHÈ MAI DEVE INTERVENIRE UN REGOLAMENTATORE DICENDO È BRUTTO, LO TOLGO????????

Ma quando mai negli anni d'oro si modificava il regolamento per vietare la "padella" della March perché brutta?? 

Ma scherziamo??

Oggi si interviene, lo ripeto, NON SOLO per normare forme AFFINCHÉ RISULTINO GRADEVOLI/GRINTOSE, ma per vietare TROVATE GIUDICATE ESTETICAMENTE NON PIACEVOLI!!

È un concetto ABERRANTE e del tutto avulso dallo sport, ma perfettamente in linea con le attuali richieste del MERCATO, che chiede uno spettacolo con vetture performanti, belle e....rumorose! ( E qui son c**i, i nostri eroi stan provando con trombe e trombette ma non ce la fanno..)

 

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, 330tr ha scritto:

Non tutti sono laureati in fisica quantistica astratta multidimensionale con specializzazione in regolamenti tecnici di F1 (io non lo sono.).

Non condivido.

Ribadisco, sottolineo e calco:

SE tizio trova la scappatoia del doppio pisello o dello scalino o altro obbrobrio, PERCHÈ MAI DEVE INTERVENIRE UN REGOLAMENTATORE DICENDO È BRUTTO, LO TOLGO????????

Ma quando mai negli anni d'oro si modificava il regolamento per vietare la "padella" della March perché brutta?? 

Ma scherziamo??

Oggi si interviene, lo ripeto, NON SOLO per normare forme AFFINCHÉ RISULTINO GRADEVOLI/GRINTOSE, ma per vietare TROVATE GIUDICATE ESTETICAMENTE NON PIACEVOLI!!

È un concetto ABERRANTE e del tutto avulso dallo sport, ma perfettamente in linea con le attuali richieste del MERCATO, che chiede uno spettacolo con vetture performanti, belle e....rumorose! ( E qui son c**i, i nostri eroi stan provando con trombe e trombette ma non ce la fanno..)

Il regolamento viene modificato e cambiato quando vengono travisate le intenzioni originali di chi l'ha scritto. L'idea di tenere la cellula di sicurezza alta (come nei regolamenti passati per motivi di costi e stato di progettazione già avanzato) e il muso basso (per evitare che negli scontri a T il muso andasse a sbattere contro il casco del pilota) ha prodotto come effetto collaterale lo scalino.

Nell'ultimo decennio il regolamento è stato visto non come un'insieme di regole sportive ma come un codice da bucare per trarre il massimo del vantaggio. O forse anche in passato era così? Anche la Brabham BT46B (la cosiddetta "fan car") è stata vietata dopo una sola gara malgrado perfettamente regolamentare ;)

--

Bello o brutto è soggettivo. Sarò ripetitivo ma il regolamento viene modificato quando produce qualcosa che non era previsto nella testa e nelle intenzioni originali. Il regolamento 2017 ha prodotto le pinne sul cofano motore con un profilo alare aggiuntivo utile a DRS aperto. Nel 2018 sparisce tutto questo. A me piacciono, però fin da subito la pinna è stata classificata come effetto collaterale non previsto.

La F1 non è l'Americas Cup. Chi vince non fa le regole dell'edizione successiva, ma c'è una Federazione che scrive un regolamento per raggiungere un determinato obbiettivo. Quando i risultati non sono quelli che si aspettavano è normale cambiare. Quindi dopo un regolamento che ha prodotto un'infinità di effetti collaterali (pinne, nasi di varie dimensioni, scalini, etc...) è comprensibile la volontà della Federazione di porre un freno a questo genere di soluzioni che non voleva in principio.

 

Poi si può discutere se sia giusto o meno omologare dal punto di vista estetico e tecnico buona parte della vettura. Ma questo è un altro discorso...

Link to post
Share on other sites

Ormai è uno show televisivo in cui i rampanti team manager si riempiono la bocca con "spettacolo" e "fan", della competizione sembra che freghi ben poco,  l'importante sono i dividendi a fine anno.  Per cui se serve più appeal si interviene per limitare il bestiario generato dai computer per girare intorno ai regolamenti e nessuno batte ciglio. 

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, djbill ha scritto:

O forse anche in passato era così? Anche la Brabham BT46B (la cosiddetta "fan car") è stata vietata dopo una sola gara malgrado perfettamente regolamentare ;)

 

Tutto giusto, ma di nuovo: la ventola qualcuno l'ha trovata "brutta"? 

Oggi si ragionerebbe ANCHE così. Vedo che il mio concetto non passa. Una volta non si ragionava con criteri estetici per regolamentare le corse..questa è una cosa DEL TUTTO NUOVA, bisogna prenderne atto! 

Il ventolone è stato vietato (ufficialmente e giustamente) per motivi di sicurezza, in quanto sparava sassi contro la vettura che seguiva. Rifacendosi alla normativa esistente che vietava apparati aerodinamici mobili (quindi non era regolare...quanto le minigonne!!!)

Stessa cosa per le ali alte..nessuno si scandalizzò (forse solo Ferrari!) quando vide quegli orrendi trampoli sulle vetture, davanti e dietro. Solo dopo che si furono quasi ammazzati diversi piloti dovette intervenire la federazione a Monaco.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, 330tr ha scritto:

Tutto giusto, ma di nuovo: la ventola qualcuno l'ha trovata "brutta"? 

Oggi si ragionerebbe ANCHE così. Vedo che il mio concetto non passa. Una volta non si ragionava con criteri estetici per regolamentare le corse..questa è una cosa DEL TUTTO NUOVA, bisogna prenderne atto! 

In tutto il mio discorso non ho parlato di bello o brutto ma di intenzioni originali alla base del regolamento. È un discorso più ampio rispetto all'estetica che deriva dopo anni di soluzioni tecniche piuttosto discutibili. Di sicuro la vettura che avevano in mente quando la FIA ha scritto il regolamento 2014 non era la Caterham CT05...

IMG_3790.jpg 

 

Quote

Il ventolone è stato vietato (ufficialmente e giustamente) per motivi di sicurezza, in quanto sparava sassi contro la vettura che seguiva. Rifacendosi alla normativa esistente che vietava apparati aerodinamici mobili (quindi non era regolare...quanto le minigonne!!!)

Stessa cosa per le ali alte..nessuno si scandalizzò (forse solo Ferrari!) quando vide quegli orrendi trampoli sulle vetture, davanti e dietro. Solo dopo che si furono quasi ammazzati diversi piloti dovette intervenire la federazione a Monaco.

Fortunatamente oggi si cerca di intervenire prima del morto. Anche se non ci si riesce sempre.

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, djbill ha scritto:

In tutto il mio discorso non ho parlato di bello o brutto ma di intenzioni originali alla base del regolamento. È un discorso più ampio rispetto all'estetica che deriva dopo anni di soluzioni tecniche piuttosto discutibili. Di sicuro la vettura che avevano in mente quando la FIA ha scritto il regolamento 2014 non era la Caterham CT05...

IMG_3790.jpg 

E proprio qui sta il punto!!

Perché mai:

1) Ci si dovrebbe aspettare un risultato "estetico" da un regolamento?

2) Perché mai si doveva vietare quel coso là sopra?

Detto questo io sono STRAFELICE siano spariti i vari obbrobri.Ma il punto è un altro, ovvero il riconoscimento che una delle questioni FONDANTI l'attuale regolamento è l'estetica delle vetture monoposto, cosa mai accaduta in passato. 

Diciamocelo chiaramente: dipinta di rosso quella roba verde somiglierebbe non poco alla T4..eppure nessuno mai avrebbe lontanamente pensato di modificare il regolamento per vietare soluzioni adottate dalla 312 T4  perché giudicate sgradevoli!! Le questioni estetiche prendevano altre vie, non certo quella regolamentare (ciabatta, brutta ma vincente ecc. Detto questo a me..piaceva!)

 

 

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, 330tr ha scritto:

E proprio qui sta il punto!!

Perché mai:

1) Ci si dovrebbe aspettare un risultato "estetico" da un regolamento?

2) Perché mai si doveva vietare quel coso là sopra?

È un cane che si morde la coda. La novità del risultato estetico regolamentato deriva proprio da soluzioni come l'immagine sopra che hanno fatto sia discutere che sorridere.

Link to post
Share on other sites

Ma converrai con me che è del tutto nuovo l'approccio alla regolamentazione? Nel 1947 scrivevi un regolamento fregandotene altamente dell'aspetto. Davi dimensioni, pesi, cilindrate. Via via si tende a limitare sia la libertà di progetto sia a uniformare l'aspetto delle monoposto, per arrivare ad oggi in cui c'è L'OBBLIGO di avere inutili ali a freccia e paratie "fighe" inclinate..

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...