Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Alfa Romeo "torna" in F1


Lotus
 Share

Recommended Posts

19 minuti fa, sundance76 ha scritto:

Beh, le automobili e le astronavi dovrebbero essere due mondi differenti.

Beh già queste stanno su mondi differenti rispetto alle stradali. Tanto vale vedere cosa sarebbero in grado di tirar fuori con la libertà progettuale. Magari qualcosa di veramente differente, innovativo e utile esce per davvero.

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, djbill ha scritto:

Beh già queste stanno su mondi differenti rispetto alle stradali. Tanto vale vedere cosa sarebbero in grado di tirar fuori con la libertà progettuale. Magari qualcosa di veramente differente, innovativo e utile esce per davvero.

Eliminerebbe definitivamente il ruolo dell'abilità del pilota.

Link to comment
Share on other sites

43 minuti fa, Schumy81 ha scritto:

Rispetto a quello che hanno mostrato è meglio TUTTO. :asd: Dopodichè si può fare (e si è visto) di molto meglio, anche fra le varie fan-art.

Il problema semmai è discutere sulle fan-art che è una cosa completamente senza senso...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Mah, non mi sembra che il problema sia questo. Semmai è proprio la mancanza di sponsorizzazioni importanti ad aver spinto molti team a buttar giù un po' di vernice a caso, senza ricercare più livree accattivanti. Se poi all'annuncio di una partnership importante come quella con l'Alfa, vedi che il meglio che riescono a concepire è una macchina mezza bianca e mezza rossa, capisci che c'è anche un problema di (mancanza di) fantasia, e di voglia di fare cose particolari come in passato. Vedremo se sapranno inventarsi qualcosa di meglio oppure no.

Edited by Schumy81
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Schumy81 ha scritto:

Mah, non mi sembra che il problema sia questo. Semmai è proprio la mancanza di sponsorizzazioni importanti ad aver spinto molti team a buttar giù un po' di vernice a caso, senza ricercare più livree accattivanti.

La dimensione dei loghi segue logiche contrattuali. Dimensione, distanza dagli altri e altre particolarità come colore, e posizione sono definite da contratto. Di sicuro se ti manca il main sponsor non ne metti uno a caso tanto per abbellire. Sarebbe un regalo economico mica da ridere... 

2 ore fa, Schumy81 ha scritto:

Se poi all'annuncio di una partnership importante come quella con l'Alfa, vedi che il meglio che riescono a concepire è una macchina mezza bianca e mezza rossa, capisci che c'è anche un problema di (mancanza di) fantasia, e di voglia di fare cose particolari come in passato. Vedremo se sapranno inventarsi qualcosa di meglio oppure no.

Quello era un concept. Non passa proprio il fatto che quella NON è la livrea definitiva?

Link to comment
Share on other sites

Il 7/1/2018 at 13:59 , sundance76 ha scritto:

Eliminerebbe definitivamente il ruolo dell'abilità del pilota.

 

Il 7/1/2018 at 19:30 , djbill ha scritto:

Resterebbero cmq le differenze, sempre più minime...

Bisogna capire che si vuole. Mostri mostruosi mostruosamente veloci in ogni dove? (tipo Red Bull Xqualcosa?) Inutile correrci con esseri umani, diventano missili su rotaie in cui è impossibile infilarci il tocco "artistico" tutto umano dell'improvvisazione, del sorpasso. Tanto varrebbe affidare tutto all'intelligenza artificiale (cosa che sta già avvenendo..). Ma sarebbero solo trenini iperveloci.Trenini di cosa, poi? Lasciamo totale, completa libertà. Che salterebbe fuori? Temo che l'autovettura diventi solo ricordo astratto...magari salterebbero fuori oggetti esotici, non inquadrabili, aberranti..mezzi mutanti con due ruote in rettilineo e otto in curva, sferoidi, lame su ruote.. Bello, ma del tutto fine a sé stesso!

Puntare tutto sull'uomo imponendo mezzi identici, instabili, imperfetti? Sarebbe la soluzione ideale, la sfida vera per i piloti, ma i fattori fondanti l'automobile (tecnologia, sviluppo, ricerca) sparirebbero; il marchio, spesso "emozionale" non avrebbe più alcun senso, cesserebbe gran parte dell'interesse del tifoso, spesso legato alla "maglia" storica più che al pilota, "passeggero" in tutti i sensi...

Si tratta di un equilibrio precario.

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, 330tr ha scritto:

 

Bisogna capire che si vuole. Mostri mostruosi mostruosamente veloci in ogni dove? (tipo Red Bull Xqualcosa?) Inutile correrci con esseri umani, diventano missili su rotaie in cui è impossibile infilarci il tocco "artistico" tutto umano dell'improvvisazione, del sorpasso. Tanto varrebbe affidare tutto all'intelligenza artificiale (cosa che sta già avvenendo..). Ma sarebbero solo trenini iperveloci.Trenini di cosa, poi? Lasciamo totale, completa libertà. Che salterebbe fuori? Temo che l'autovettura diventi solo ricordo astratto...magari salterebbero fuori oggetti esotici, non inquadrabili, aberranti..mezzi mutanti con due ruote in rettilineo e otto in curva, sferoidi, lame su ruote.. Bello, ma del tutto fine a sé stesso!

Puntare tutto sull'uomo imponendo mezzi identici, instabili, imperfetti? Sarebbe la soluzione ideale, la sfida vera per i piloti, ma i fattori fondanti l'automobile (tecnologia, sviluppo, ricerca) sparirebbero; il marchio, spesso "emozionale" non avrebbe più alcun senso, cesserebbe gran parte dell'interesse del tifoso, spesso legato alla "maglia" storica più che al pilota, "passeggero" in tutti i sensi...

Si tratta di un equilibrio precario.

 

Salve a tutti

Esatto! 

Equilibrio instabile ma non impossibile da raggiungere ... massima libertà agli ing con vincoli aerodinamici "solidi" ovvero niente appendici integrate, profili, monkey-seat ... ala anteriore monoplano e ala posteriore mono-biplano o meglio ancora assente.

Cercare di risolvere insomma il problema della perdita di carico una volta arrivati in scia ... così facendo anche il muso alto non sarebbe più la "sola" via percorribile perché privato di tutto quello che ne fa ora la "sola" via percorribile.

Macchina più difficile che esalta il pilota più bravo. Tutto questo aumenterebbe anche gli spazi di frenata che sono l'altra componente necessaria ai sorpassi ... anche se io, ormai "vecio", ho imparato da tempo che i sorpassi da soli non garantiscono lo spettacolo e non ne sono l'unica componente (solo io mi sono divertito a seguire il mondiale nel 2014 e nel 2016?).  Tornare a mettere l'uomo al centro. Questo dovrebbe essere l'imperativo assoluto. E poi chissà che non torni l'era  dei Campioni ... 

alla prossima 

Franz 

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, 330tr ha scritto:

 

Bisogna capire che si vuole. Mostri mostruosi mostruosamente veloci in ogni dove? (tipo Red Bull Xqualcosa?) Inutile correrci con esseri umani, diventano missili su rotaie in cui è impossibile infilarci il tocco "artistico" tutto umano dell'improvvisazione, del sorpasso. Tanto varrebbe affidare tutto all'intelligenza artificiale (cosa che sta già avvenendo..). Ma sarebbero solo trenini iperveloci.Trenini di cosa, poi? Lasciamo totale, completa libertà. Che salterebbe fuori? Temo che l'autovettura diventi solo ricordo astratto...magari salterebbero fuori oggetti esotici, non inquadrabili, aberranti..mezzi mutanti con due ruote in rettilineo e otto in curva, sferoidi, lame su ruote.. Bello, ma del tutto fine a sé stesso!

Ammetto che la mia sarebbe pura curiosità di vedere dov'è il limite tecnico del reparto che progetta la vettura. Al momento il limite tecnico è imposto dal regolamento con TRE motori a stagione... Non mi sembra proprio la fiera del progresso tecnologico.

Link to comment
Share on other sites

Ma vi ricordate che bello quando ogni gara era sempre un'incognita? Quando si scommetteva a che giro si rompeva un motore o si aspettava la partenza per vedere frittate di cambi o frizioni, quando finiva la benzina oppure le sfide tra piloti che duravano tutto un gp? Non rivedremo mai più questo spettacolo tipo Spagna 1981...

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, djbill ha scritto:

La dimensione dei loghi segue logiche contrattuali. Dimensione, distanza dagli altri e altre particolarità come colore, e posizione sono definite da contratto. Di sicuro se ti manca il main sponsor non ne metti uno a caso tanto per abbellire. Sarebbe un regalo economico mica da ridere... 

Quello era un concept. Non passa proprio il fatto che quella NON è la livrea definitiva?

 

Non sto capendo questa tua crociata, sinceramente. Ti piacciono le livree di oggi? A me no, e sono sicuro si potrebbe fare di meglio (al netto di contratti, sponsorizzazioni, dimensione dei loghi e quant'altro, anche perchè creare delle belle livree è nel loro interesse). Se mancano sponsor non te li devi mica inventare, puoi sopperire con qualcosa di accattivante che magari crea anche dell'interesse, piuttosto che certi tristi mono-colore che vediamo oggi. Sulla Sauber-Alfa, per l'ennesima volta: è provvisoria, ma è orrida e quelle reali negli ultimi anni non sono mai tanto meglio, il che non mi induce all'ottimismo. Stop.

Edited by Schumy81
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Schumy81 ha scritto:

Non sto capendo questa tua crociata, sinceramente. Ti piacciono le livree di oggi? A me no, e sono sicuro si potrebbe fare di meglio (al netto di contratti, sponsorizzazioni, dimensione dei loghi e quant'altro, anche perchè creare delle belle livree è nel loro interesse).

Nessuna crociata. Semplicemente anche quando fai un banner (inteso come backdrop di una manifestazione sportiva) o anche un semplicissimo pass dove sono presenti delle sponsorizzazioni ci sono tutta una serie di regole da rispettare. Regole di sponsorizzazione e regole specifiche di utilizzo di quel logo, margini, etc...

Tutto il resto sono esercizi di stile e basta prenderli per quello che sono: creatività senza vincoli fine a se stessa.

1 ora fa, Schumy81 ha scritto:

Se mancano sponsor non te li devi mica inventare, puoi sopperire con qualcosa di accattivante che magari crea anche dell'interesse, piuttosto che certi tristi mono-colore che vediamo oggi. Sulla Sauber-Alfa, per l'ennesima volta: è provvisoria, ma è orrida e quelle reali negli ultimi anni non sono mai tanto meglio, il che non mi induce all'ottimismo. Stop.

Si chiama stile minimal o flat design. C'è a chi piace e a chi no. Si tratta di gusti e di tendenze da seguire per apparire moderni.

Link to comment
Share on other sites

Risultati immagini per sauber 2016

 

Sì sì, flat design. Io lo chiamo "bah, dove non c'avemo sponsor verniciamola di blu e buonanotte". La grandezza dei loghi e i contratti secondo me non c'entrano nulla in 'sto discorso, a prescindere da quelli puoi comunque ingegnarti per creare qualcosa di accattivante (cosa che gioverebbe sia al team che agli stessi sponsor). Solo che non lo fanno. Vedremo se davvero con Alfa si inventano qualcosa di meglio rispetto all'annuncio, se non lo fanno continuerò a rammaricarmi della piattezza delle colorazioni odierne.

Edited by Schumy81
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il ‎05‎/‎01‎/‎2018 at 20:59 , Mak ha scritto:

invece di quella cagata che hanno presentato, così non era meglio?

PoqLPK3.jpg

COJYpcn.jpg

 

Ma che è una McLaren ? La macchina del Milan ?

Ma quando mai l'Alfa è stata nera e rossa ? Pietà.... L'alfa deve essere rossa o al limite rossa con un po di bianco e verde, facciamo i puristi schizzinosi e poi proponiamo cose del genere ?  Iano, Sivocci e Ferrari, perfino Massaccesi si rivoltano nella tomba.....

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...