Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

World Rally Championship 2018


Recommended Posts


  • Replies 1.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Comunque, immagini veramente spettacolari dalla Turchia...  

Posted Images

Domani si deciderà il mondiale junior. 

La neutralizzazione della PS11 ha riportato Emil Bergkvist dalla decima alla seconda posizione, alle spalle di Ken Torn. Bergkvist ha ora 4:46.7 sul connazionale Denis Rådström, suo principale avversario per il titolo. Tenendo conto dei punti extra per le prove speciali vinte, Bergkvist ha 88 punti e Rådström 74, quindi anche con i doppi punti assegnati qui se il secondo dovesse superare il primo non vincerebbe comunque il titolo. Torn invece di punti ne ha 52, quindi se dovesse vincere incassando anche i 4 punti delle PS di domani dovrebbe sperare in un Bergkvist non meglio di sesto per rovesciare la classifica. Jean-Baptiste Franceschi (67 punti) invece è già stato fatto fuori dai problemi ad un semiasse patiti ieri ed è nono.

Link to post
Share on other sites

Nella PS15 si impone Ogier, che nella Power Stage sfiderà ovviamente Neuville per i pochi punti restanti. Tänak guadagna altri 2"5 su Latvala e si porta a 17"6 di vantaggio.

Link to post
Share on other sites

Intanto Ford riesce a far scansare Evans anche quando sta cinque posizioni davanti ad Ogier: anticipo di cinque minuti rispetto al controllo orario precedente la PS16 e quindi altrettanti minuti di penalità per il gallese. Se Ogier dovesse passare Kajetanowicz, finirebbe decimo.

Link to post
Share on other sites

Torn capotta nella PS15 e perde ogni minima speranza di vincere il titolo junior. A questo punto la vittoria del titolo di Bergkvist può coincidere anche con la sua prima vittoria "di tappa".

Link to post
Share on other sites

Aumenta ancora il vantaggio di Tänak: 19"7, quando manca solo la Power Stage.

Ogier vince anche la PS16, vedremo tra poco se il sorpasso per il decimo posto si è già concretizzato.

Link to post
Share on other sites
Just now, R18 said:

Aumenta ancora il vantaggio di Tänak: 19"7, quando manca solo la Power Stage.

Ogier vince anche la PS16, vedremo tra poco se il sorpasso per il decimo posto si è già concretizzato.

Dopo la SS16:
1. Tänak 3h54m21.1s
2. Latvala +19.7s
3. Paddon +1m35.4s
4. Suninen +4m02.2s
5. Mikkelsen +7m03.7s
6. Ogier +20m53.4s
 

Link to post
Share on other sites

E Tanak porta a casa la terza vittoria di fila. Spaziale, veramente :D Questo fine settimana forse è stato un po' aiutato dalla sorte, il fatto di essersi trovato lì davanti inaspettatamente probabilmente  un po' l'ha caricato ma... Grande, grande, grande!

 

Tra l'altro è il primo a vincere tre rally di fila con una WRC+:up: Ed è secondo in classifica, a -13 da Neuville. Ogier scivola di nuovo a -23 da Neuville, per la prima volta dopo 5 anni non occupa una delle prime due posizioni della classifica. Probabilmente è finito un ciclo.

 

Contento anche per Latvala e per Paddon, che quest'anno avevano raccolto un po' pochino. Buon Mikkelsen finalmente, anche se un po' sfigato :zizi:

Edited by giovanesaggio
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Molti dicono che non è l'anno di Ogier (anche se mancano ancora tre rally quindi prepariamoci a una lotta serrata) ma rischia di non essere nemmeno l'anno di Neuville. La Toyota in questo weekend era in difficoltà ma ora pare migliorata anche sul piano dell'affidabilità dopo l'ecatombe di metà stagione. Ott si starà anche sbranando le mani pensando alla sciocchezza della Svezia e al tamponamento con Meeke, ma le corse sono così.

 

Comunque che WRC quest'anno.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tänak vince anche in Turchia e riapre la lotta mondiale!

Una bella impresa, quella di Ott. Credo che a questo punto meriti il mondiale come nessun altro, Neuville incluso. Se la Toyota non ha problemi, Ott è molto difficile da battere, e se il meteo dovesse essere clemente in Galles potrebbe essere ancora il favorito. 

Per Ogier la corsa è finita ieri pomeriggio. Aveva il passo per vincere ugualmente, anche dopo il problema della mattinata e soprattutto alla luce di quello che ha patito Mikkelsen, ma ci si è messo pure un suo errore. Non l'ho mai visto così falloso come quest'anno, anche se stiamo parlando sostanzialmente di due soli passi falsi. Ma in un campionato come questo ogni errore si paga. E in più bisogna aggiungere che Ford sta letteralmente alla frutta, il trattamento riservato a Evans ormai una gara sì e una no lo dimostra al 110%.

Contento per il piazzamento di Paddon, molto contento. Continuo a non capire quale possa essere il suo futuro in Hyundai, ma magari ritrova un po' di fiducia. Sfortunatissimo Mikkelsen, già la sua stagione non è esattamente da ricordare, se ci si mette anche la malasorte non vedo vie d'uscita.

Applausone al sempre valido Henning Solberg, ma anche a Tempestini che ha portato a casa un gran risultato. Kajetanowicz si sta adattando anche al WRC, è stato molto sfortunato ma ha segnato anche tempi parecchio interessanti quando tutto ha girato per il verso giusto. Vedremo poi dove arriverà il nuovo iridato junior Bergkvist: il JWRC è un campionato che ha tirato fuori fior di campioni, buoni piloti ma anche gente che si è persa o che semplicemente poco e niente ci azzeccava con il grande rally, quindi sono curioso di vedere che strada prenderà. Un po' di esperienza ce l'ha già, perché qualche gara in WRC-2 l'ha già fatta.

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
12 ore fa, R18 ha scritto:

Concordo praticamente su tutto quanto hai scritto. Tanak immenso e Neuville rischia di perdere anche questo treno. È decisamente migliorato (anche e soprattutto col migliorare della i20 ma non ha il guizzo del Campione.  Di lui continuo a pensare che corra in balia degli eventi non riuscendo ad indirizzare le cose nella direzione a lui più congeniale (a memoria la Sardegna 18 e l’unica volta in cui ha fatto la differenza). Se davvero non vincerà questo Mondiale allora credo che la sua parabola sia già belle che indirizzata. 

Nonostante il mio innamoramento per Ogier (un amore di gioventù) concordo sul falloso ma lo lego alla situazione Ford. Lo scorso anno ha fatto il miracolo tutto da solo e quest’anno con l’evoluzione di motore di iniziò anno (pagata da Ford ma che Wilson aveva già pronta per il finale di stagione scorso) ha fatto 3 su 4. Poi con le nuove evoluzioni della concorrenza ha dovuto modificare approccio e passo.  In Fird è assolutamente chiaro che non frega niente dei rally e che quindi Seb si sta guardando in giro ma di sicuro lasciera’ Wilson e me ne dispiaccio.

Mi è piaciuto Paddon anche se non riesco a vederci niente più che un buon pilota da “costruttori” mentre sono felice di aver ritrovato, anche se solo a sprazzi, la velocità di Latvala. 

Aspetto con fiducia i prossimi tre appuntamenti perché voglio vedere come reagirà Thierry, che ora è sotto pressione e sono curioso di vedere anche Ott che ora non può certo nascondersi. Se alla fine vincesse “...” io ne sare8 assolutamente felice!

Credo che mi ritaglierò lo spazio/tempo per la 5urchia il prossimo anno, mi è piaciuto molto quello che ho visto e, a parte il fondo, mi è venuta in mente la Nuova Zelanda. 

Continuò a pensare che in Citroen con un pilota vero troverebbero le risposte che ancora mancano perché continuò a vedere la C3 ben messa ora che hanno completato lo stravolgimento mettendo insieme anteriore e posteriore, e che di motore non sono scarsi.

alla prossima

Franz

 

Edited by znarfdellago
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Facendo 2+2 con quello che hai scritto e ripensando alle ultime voci, un ritorno di Ogier in Citroën sembrerebbe la cosa più normale e giusta. A Satory vorrebbero anche Lappi, si rischierebbe di passare dal niente al tutto :asd: di certo non ci sarebbero più scuse.

Link to post
Share on other sites

Salve a tutti

credo davvero al fatto che Seb non smetterà a fine 2019 (come scritto da molti in molti posti) ma che il prossimo sia il suo ultimo “team”,quindi prenderà una decisione ponderata bene. Del resto sono anche assolutamente certo che dovunque vada (escluderei Toyota anche se Tommy lo prenderebbe al volo) troverà una situazione tecnica migliore (magari umana no ma tecnica sicuro) e quindi ... non mi dispiacerebbe Citroen per i motivi già scritti, una C3 non male ma che va sfruttata ed affinata. Per lui sarebbe una situazione ideale e nell’era moderna, qualora vincesse (non dico il mondiale ma qualche rally) chi potrebbe dire di aver fatto altrettanto? Aver vinto con tre marchi ma in quattro momenti diversi?

Per il resto sarà un mercato piloti “povero” , dato che dei due veri top driver al momento solo lui è sul mercato (a meno di un ripensamento di Ford ma ci credete voi?) perché Tanak ormai è blindato. A muoversi saranno solo seconde guide a meno di un colpo di genio di qualche team manager che decida di giocare un “fisso” su un emergente (Rovampera?).

Aspettando il prossimo ...

Franz

Edited by znarfdellago
Link to post
Share on other sites

Con la chiusura dell'accordo Ogier-Citroën ormai dietro l'angolo, anche Toyota sta cominciando a guardarsi intorno, probabilmente poiché anche Lappi è destinato ad unirsi al team francese: nel mirino dei nippo-finnici ci sono Jari Huttunen, al momento pilota junior Hyundai, e nientemeno che Kris Meeke.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...