Jump to content

Radio Paddock 2017


Ferrari F1
 Share

Recommended Posts

4 minuti fa, RC77 ha scritto:

 

Mah... le parole del baffone yankee confermano la poca fiducia che ho in loro, e quanto agli studi che Liberty Media vorrebbe fare sui sorpassi, io ricordo che l'ultima volta che qualcuno (quella volta fu la FIA) ci ha provato, venne partorito questo... :sbocco:

Sorry, quella fu la penultima.

L'ultimo studio di questo genere ha partorito questa roba qui

A2fSayK.jpg

  • Like 1
  • Love 3
Link to comment
Share on other sites

Solo a me non mi interessa la bellezza di una macchina da pista?  Per me è bella se permette di avere corse belle.  Che poi il concetto di auto bella , specie per la pista, è talmente soggettivo che penso prima a come vanno in pista.  Se quell’alettone spezzato in due pensato dalla FIA funziona ( fa carico e non crea turbolenze) per me è ok. 

Edited by KingOfSpa
Link to comment
Share on other sites

Premettendo che, che a prescindere da discorsi estetici, poi si è scoperto che non fuinzionava nemmeno come avevano ipotizzato.

Comunque sia per me il discorso (che ho fatto già l'altra volta che la questione pè venuta fuori) è che il gestore commerciale del circus NON DEVE mettere bocca sui regolamenti, in particolare sull'aspetto tecnico (seconco me anche su quello sportivo, ma se ne può discutere).  Di quello se ne deve occupare la Federazione (da sola se ne è capace, sennò si cerca un compromesso coi team).

Perchè sennò si finisce con l'inseguire neanche quello che si ritiene che "laggente" voglia, ma quello che gli uffici marketing del gestore commerciale ritengono sia più facile da smerciare.  E se passa questa linea, questo è mil primo passo per lo snaturamento di una categoria sportiva.

 

 

 

Edited by RC77
Link to comment
Share on other sites

E le frasi pronunciate da Carey, se ripulite da tutte le sovrastrutture e dalla retorica finto possibilista, mi pare che puntino proprio sul trasformare la F1 in ciò che loro ritengono più facile da vendere.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Sorry, quella fu la penultima.

L'ultimo studio di questo genere ha partorito questa roba qui

A2fSayK.jpg

 

Ma sai che a me la Dallara Indycar 2018 piace decisamente di più della DW12?

Quantomeno in questa configurazione. Su quella da Speedway, beh.... Stendiamo un velo pietoso...  

Quantomeno

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, RC77 ha scritto:

 

Ma quello in foto non è un aerotest IndyCar? 

Esattamente

Ma quell'aerokit è stato frutto di test reali, svolti in pista, con l'obiettivo di creare macchine puacevoli a vedersi e poco sensibili alla scia prodotta dalla macchina davanti

Era una semi-provocazione per dire che uno studio aerodinamico, se fatto bene, può portare a buoni risultati, quindi non biasimerei a priori l'idea che Liberty Media possa svolgere una prova analoga

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Comunque l'aerokit, per quanto buono, per me è sinonimo di monomarca e quindi meno ne sento parlare e meglio è. 

Spero che lo studio di Liberty Media porti solo a precise norme in grado di diminuire l'influenza dell'aerodinamica nella mancanza di sorpassi. 

Se dovessero imporre, che so, un retrotreno uguale per tutti, saremo ormai all'80% nel monomarca.

La differenza la fanno i soldi nella realizzazione del progetto, visto che i motori sono del tutto identici al millimetro, progettati in pratica dalla Federazione tramite il regolamento.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

41 minuti fa, sundance76 ha scritto:

Se dovessero imporre, che so, un retrotreno uguale per tutti, saremo ormai all'80% nel monomarca.

Il retrotreno uguale, negli ultimi anni, è già stato imposto nelle clausole di alcuni contratti (Haas-Ferrari, Manor-Williams l'anno scorso...). 

Chiaro, è ben diverso da "uguale per tutti" che sarebbe disastroso, però non sarebbe nemmeno cosa nuovissima.

Link to comment
Share on other sites

25 minutes ago, Osrevinu said:

Per ogni caso a favore, puoi tranquillamente trovarne uno contro ancora più grosso...

Link to comment
Share on other sites

Ne ricordo appena uno negli ultimi trent'anni: il cambio di regole a sorpresa nel 2005.

La situazione si è nettamente appianata, ma almeno fino a quando Todt era in Ferrari, il peso politico di Maranello nel circus era enorme, giustamente direi, e questo si ripercuoteva nel momento in cui c'erano da prendere determinate decisioni. Non sono favori, è semplicemente la logica del "chi ha la polvere spara e chi non ce l'ha sente i botti" detta alla napoletana.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, sundance76 ha scritto:

Comunque l'aerokit, per quanto buono, per me è sinonimo di monomarca e quindi meno ne sento parlare e meglio è. 

Spero che lo studio di Liberty Media porti solo a precise norme in grado di diminuire l'influenza dell'aerodinamica nella mancanza di sorpassi. 

Se dovessero imporre, che so, un retrotreno uguale per tutti, saremo ormai all'80% nel monomarca.

La differenza la fanno i soldi nella realizzazione del progetto, visto che i motori sono del tutto identici al millimetro, progettati in pratica dalla Federazione tramite il regolamento.

Dillo a Fernando :asd:

Scherzi a parte, il "dramma" dal punto di vista motoristico è stato vissuto tra il 2006 e il 2013; dal 2014 ad oggi c'è varietà tecnica (e le differenti prestazioni di Mercedes, Ferrari, Renault e Honda lo dimostrano) e c'è sviluppo. Il fatto che sia poco percepito dal punto di vista di noi spettatori non significa che non ci sia.

Detto questo, se dovessi scegliere tra una standardizzazione motoristica (stile V8) e una aerodinamica (ad esempio con ali anteriori e posteriori uguali per tutti) preferirei di gran lunga la seconda: perlomeno si smetterebbe di spendere cifre insensate per guadagnare centesimi di secondo al giro posizionando in modo diverso un flap da 10 cm^2

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

a me non interessa che le monoposto siano belle esteticamente ma che regalino spettacolo, siano performanti e ovviamente resistenti (in grado di resistere alle sportellate ma anche a un normale contatto tra due monoposto)

l'unica cosa che va standardizzata è il musetto (alettone escluso) in modo da evitare punteruoli, ecc 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Dillo a Fernando :asd:

Scherzi a parte, il "dramma" dal punto di vista motoristico è stato vissuto tra il 2006 e il 2013; dal 2014 ad oggi c'è varietà tecnica (e le differenti prestazioni di Mercedes, Ferrari, Renault e Honda lo dimostrano) e c'è sviluppo. Il fatto che sia poco percepito dal punto di vista di noi spettatori non significa che non ci sia.

Detto questo, se dovessi scegliere tra una standardizzazione motoristica (stile V8) e una aerodinamica (ad esempio con ali anteriori e posteriori uguali per tutti) preferirei di gran lunga la seconda: perlomeno si smetterebbe di spendere cifre insensate per guadagnare centesimi di secondo al giro posizionando in modo diverso un flap da 10 cm^2

I motori (nel senso di motore a combustione) possono anche essere in effetti simili (ma certamente non "identici al millimetro" o qualcuno mi deve spiegare cosa cambia tra Honda e Mercedes), ma le PU nel loro complesso assolutamente no. Ci sono altre 5 parti, disposte con architetture diverse tra i vari costruttori, collegamenti, dimensioni diverse (ad esempio Mercedes e Honda hanno adottato la filosofia dello "split-turbo", Ferrari e Renault no).

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, Dark One ha scritto:

I motori (nel senso di motore a combustione) possono anche essere in effetti simili (ma certamente non "identici al millimetro" o qualcuno mi deve spiegare cosa cambia tra Honda e Mercedes), ma le PU nel loro complesso assolutamente no. Ci sono altre 5 parti, disposte con architetture diverse tra i vari costruttori, collegamenti, dimensioni diverse (ad esempio Mercedes e Honda hanno adottato la filosofia dello "split-turbo", Ferrari e Renault no).

Corsa e alesaggio sono definiti dal regolamento con tolleranze del decimo di millimetro. Quello che cambia è la forma della camera di combustione, cioè la superficie del pistone, posizione di iniettore e candela e dimensioni e posizione delle valvole e come viene iniettata la benzina. Questi parametri influenzano la propagazione del fronte di fiamma e la velocità di combustione che più è alta, maggiore è la pressione raggiunta e quindi la potenza ottenuta. Bisogna anche vedere se tutti i motori raggiungono il rapporto di compressione massimo permesso dal regolamento che è di 18 (per le auto stradali è10-12). Bisogna anche capire come viene sfruttato il sistema HCCI dai diversi motoristi. Anche la forma dei condotti di aspirazione e di scarico influenzano la potenza. Tutti questi parametri vengono ottimizzati con l'utilizzo del CFD perché si tratta di studiare la fluidodinamica interna che presenta flussi estremamente turbolenti.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

FIA and Formula 1 set our clear direction for 2021 F1 power unit regulations

Manufacturer representatives were presented with the vision for the key new features of the 2021 Power Unit proposed by the FIA and F1. These are as follows:

  • 1.6 Litre, V6 Turbo Hybrid
  • 3000rpm higher engine running speed range to improve the sound
  • Prescriptive internal design parameters to restrict development costs and discourage extreme designs and running conditions
  • Removal of the MGUH
  • More powerful MGUK with focus on manual driver deployment in race together with option to save up energy over several laps to give a driver controlled tactical element to racing
  • Single turbo with dimensional constraints and weight limits
  • Standard energy store and control electronics
  • High Level of external prescriptive design to give ‘Plug-And-Play’ engine/chassis/transmission swap capability
  • Intention to investigate tighter fuel regulations and limits on number of fuels used
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Mah... molte proposte si erano sapute tramite rumors (la storia dell'incremento del regmie di rotazione ad esempio, o la conferma della cilindrata delle ICE) condite con un po' di cerchiobottismo (via MGUH ma complicano MGUK),.

Ipunti 3, 6 e 8 invece mi puzzano di pericolosissimi "cavalli di troia" per imporre una standardizzazione pesante, spero vengano rispediti al mittente con perdite.

Anche sul punto 7 la mia anima ingegneristica  non può che reagire con un   :sbocco:

Ok son solo proposte per ora, ma direi che proseguono sulla linea adottata finora (standardizzare), il che non mi pare un bene.

Edited by RC77
Link to comment
Share on other sites

Just now, RC77 said:

Mah... molte proposte si erano sapute tramite rumors (la storia dell'incremento del regmie di rotazione ad esempio, o la conferma della cilindrata delle ICE) condite con un po' di cerchiobottismo (via MGUH ma complicano MGUK),.

Ipunti 3, 6 e 8 invece mi puzzano di pericolosissimi "cavalli di troia" per imporre una standardizzazione pesante, spero vengano rispediti al mittente con perdite.

Anche sul punto 7 la mia anima ingegneristica  non può che reagire con un   :sbocco:

Ok son solo proposte per ora, ma direi che proseguono sulla linea precedente, il che non mi pare una notiziona.

Credo che lo sviluppo delle batterie sia stato delegato ad un'altra categoria ;) 

Link to comment
Share on other sites

Just now, RC77 said:

Eh ma è proprio il concetto di standardizzazione delle parti in una categoria prototipale che ha effetti emetici su di me... :asd:

Per come hanno impostato l'ibrido direi che al momento rappresenta un problema / muro non indifferente per i nuovi costruttori.

La Formula 1 se vuole avere un'identità deve concentrarsi sulla meccanica, ma negare l'efficienza dei motori ibridi sarebbe come negare l'utilità di internet nel 2017. Standardizzare alcune componenti ibride era l'unica strada.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Voglio vedere come aumenteranno i giri motore. Ora il limite è 15000 giri/min ma ci si ferma a circa 12500 giri/min perché le perdite meccaniche aumentano più della potenza erogata che quindi si riduce. Suppongo vogliono aumentare il flusso di benzina.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, djbill ha scritto:

Per come hanno impostato l'ibrido direi che al momento rappresenta un problema / muro non indifferente per i nuovi costruttori.

Dici che ambiscono a far entrare qualcun'altro dal 2021 in poi?  Nel senso, nomi se ne son fatti tanti, ma nulla di realmente concreto

 

11 minuti fa, djbill ha scritto:

La Formula 1 se vuole avere un'identità deve concentrarsi sulla meccanica, ma negare l'efficienza dei motori ibridi sarebbe come negare l'utilità di internet nel 2017. Standardizzare alcune componenti ibride era l'unica strada.

Lo sarebbe se contemporaneamente liberalizzassero qualcosa nell'unità termica.  Invece l'idea è standardizzare parti dell'ibrido lasciando il resto come è o peggio (ripeto a me i punti 3, 6 e 8, specie lasciati così vaghi mettono i brividi...)

Edited by RC77
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • R18 locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Similar Content

    • By Gioele Castagnetta
      https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/ufficiale-szafnauer-lascia-aston-martin-alpine-599822.html Che senso ha che cercano un team principal quando hanno Martin Whirtmash in dirigenza? Che senso ha per Alpine prendere Szafnauer quando hanno L.Rossi, Brivio e Budwoski? Cose che non capirò mai
    • By Osrevinu
      Neanche abbiamo cominciato e già si parla di rinvio... Pare che il GP d'Australia non si disputerà, non almeno il 21 marzo.
      Sento puzza di 2020-bis.
       
    • By Paolo93
      Credi manchi ancora l’ufficialita, ma Binotto è il nuovo team principal della Ferrari.
      Personalmente non mi è mai piaciuto il modo di parlare di Arrivabene, se la tirava troppo. Binotto invece ha la mia totale fiducia visto il buon lavoro fatto da direttore tecnico.
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...