Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Libri "da corsa"


Recommended Posts

Porrò rimedio, pietà . :asd:

Ho tipo il libro su Ayrton uscito a capitoli nel 2004, due di Schumi (di cui uno è quello postato prima), uno su Ferrari, uno sulla Mercedes.. e uno enorme di nuovo su Ayrton uscito mi pare nel 2009 su gazzetta.

I due su Ayrton e quello su Schumacher li ho anch'io ma quello l'ho trovato più esaustivo perchè copriva meglio il periodo, secondo me ovviamente

Link to post
Share on other sites
  • Replies 447
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ho finito di leggere Beast e direi che è andato oltre le mie aspettative. Non solo descrive in modo minuzioso ma mai pesante il processo decisionale e realizzativo del motore oltre alla successiva esp

Buon bottino "torinese" dopo la conferenza AISA su Jim Clark al Museo Nazionale dell'Automobile. In primo piano il libro di Franco Gozzi: si tratta di un'antologia degli articoli della sua rubric

Come socio AISA (Associazione Italiana per la Storia dell'Automobile) mi è arrivato in omaggio questo bellissimo libro!! E' diviso grossomodo in tre parti: una dedicata a Nuvolari, una a Varzi e

Posted Images

E per che cosa?

Anch'io volevo fare molto di più, ma non ero io a decidere (e tu non potevi saperlo). ;)

A questo punto posso dire che non ho capito di cosa stiamo parlando. :look:

Io intendevo che ho poca roba io, non che quello che avete postato è poca roba, e prima o poi mi farò una piccola libreria di F1. :sisi:

Link to post
Share on other sites

A questo punto posso dire che non ho capito di cosa stiamo parlando. :look:

Io intendevo che ho poca roba io, non che quello che avete postato è poca roba, e prima o poi mi farò una piccola libreria di F1. :sisi:

:rotfl2:

Perdonaci, diciamo che il contesto era ambiguo :asd:

Link to post
Share on other sites

A questo punto posso dire che non ho capito di cosa stiamo parlando. :look:

Io intendevo che ho poca roba io, non che quello che avete postato è poca roba, e prima o poi mi farò una piccola libreria di F1. :sisi:

nameless, scusami ma non avevo proprio capito!

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Ce ne è voluto, ma sono riuscito a trovare almeno la copertina dell'autobiografia di cui Bjorn parlava con Mario Donnini in un'intervista del 2008 a Goodwood.

Peccato che sia solo in svedese....:

sg370j.jpg

Link to post
Share on other sites

Qualcuno di voi possiede il libro "400 cavalli nella schiena"?

35ldikj.jpg

Trovato usato ad un prezzo conveniente...

allora, è la presentazione fotografica di Clark, Amon, Baghetti, Bonnier, Brabham, Ginther, Hill, Hulme, Ickx, McLaren, Parkes, Rindt, Rodriguez, Siffert, Stewart, Surtees, aggiornata al 1968.

Per ciascuno dei piloti c'è una pagina di presentazione scritta, più diverse pagine di immagini alcune delle quali molto belle.

Peccato che siano quasi tutte in bianco/nero (379 di Franco Varisco) e pochissime a colori (19 di Marcello Minerbi).

Mi sarei aspettato, dato l'anno di pubblicazione ed essendo un volume italiano, perlomeno un ricordo di Bandini visti i piloti sopracitati invece niente.

Certo, anche Clark erà  già  scomparso e sappiamo che il suo palmares era ben diverso, ma...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Colmo di coincidenza, sul sito AISA (Associazione Italiana per la Storia dell'Automobile, di cui sono socio), è uscita oggi una bella recensione:

http://www.aisastoryauto.it/cms/index.php?option=com_content&task=view&id=490&Itemid=47

Emilio Materassi – Un campione dimenticato

EdizioniNoferini.it, Firenze(?) 2012. Formato 15,5 x 22,5 cm. Pagine 400 in brossura. Prezzo: € 22,00 presso l’autore: pedro@postadelgufo.it

 

materassi.jpg

 

Ho finito di leggerlo, mi è piaciuto un sacco!!

 

Lo consiglio a tutti (cioè nessuno lo comprerà ...) ma soprattutto ad Ayrton4ever visto che i maggiori protagonisti del libro sono piloti, personaggi e luoghi di ogni parte della sua regione, compreso quel conte Masetti la cui vicenda ha un legame con la famiglia di Giacomo.

 

E' un libro perfettamente calato nel contesto degli avvenimenti che narra, dalla quasi guerra civile che si rischiò in Italia attorno al 1920 fino all'ascesa e all'affermazione della dittatura fascista, contesto che viene documentato con dovizia (si parla perfino della tragedia del sommergibile F 14, tremendamente simile alla vicenda del Kursk).

 

Ogni singola gara è un racconto a parte. Ci sono anche diverse fotografie molto rare, e l'apparato statistico è curato come pochi al mondo (con mia assoluta sorpresa a fine lettura ho constatato che nei ringraziamenti vengo citato anche io, per via di una ricerca che feci diverso tempo fa sul Campionato Italiano '27 e che girai all'Autore, il quale ha anche dedicato, tra le varie, un'appendice a quel torneo, vinto proprio da Materassi). 

 

Le tante appendici, dedicate ai vari fatti e personaggi legati alla vicenda di Materassi (compreso Nuvolari e tanti altri) sono un ennesimo valore aggiunto.

 

Un ampio spazio è ovviamente dedicato all'incidente mortale di Materassi che purtroppo, fino a Le Mans '55, ebbe il triste primato di più grave tragedia dell'automobilismo: 23 morti a Monza nel GP d'Italia 1928.

 

Nel quote vi ho linkato anche la recensione dell'AISA.

Link to post
Share on other sites

Luca Delli Carri, quello che ha scritto il libro-cult "Gli indisciplinati", ha dedicato una serie di tre libri all'evoluzione dell'automobilismo con le parole dei protagonisti diretti.

 

A Monza avevo comprato "Benzina e cammina", una serie di 45 interviste a piloti del periodo eroico 1947-1971. 

 

Ora ho comprato (e letto) "La danza dei piedi veloci" che contiene altre 25 interviste di piloti del periodo moderno, 1972-1987. E' quello da cui ho tratto quel pezzo di intervista di Lele Pinto che parla di Fiorio....

 

Il terzo volume, che però non ho ancora comprato, si chiama "Gli eterni affamati" e copre il periodo 1988-2004, periodo in cui l'automobilismo perde ogni velo d'innocenza e il campione diventa "scientifico".

 

I tre libri a mio parere illuminano con forza i cambiamenti dello sport automobilistico, e aiuterebbero ad avere un maggior livello di consapevolezza al momento di mettersi il bavaglino la domenica pomeriggio per bere il biberon di Bernie.

 

Ho saputo che quest'anno uscirà  un altro suo libro, non so di che genere, ma sarebbe bello se l'editore ristampasse anche "Gli Indisciplinati".

Link to post
Share on other sites

Questa sì che è una vera autentica tragedia, altro che F1 su Sky o il canone Rai....

Hai perfettamente ragione purtroppo... la "Libreria dell'Autodromo" per via di ristrutturazioni del "villaggio"  :down: o per l'esoso affitto :ninja:  del capannone esposizioni è stato sballottato qua e là ...ma quant'era bello in origine nell'ufficio attorno alla vecchia piscina del villaggio :wub:

Il vecchio Museo è vuoto da tempo immemore, il vecchio villaggio distrutto, le Torrette al traguardo demolite per far posto a un cazzo di tribuna-mostro protetta dai vetri antirombo per le delicate orecchie di qualcuno, ora pure la Libreria.

Avanti così che resterà  del "contorno" Monzese?

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Ecco tutte le copertine dell'opera che acquistai un anno fa. 

 

Purtroppo mi manca l'ultimo aggiornamento, quello in alto a sinistra (anni 1990-1998 ).

 

Ho visto che è in vendita integralmente sulla baia per un'ottantina di euro, ma ovviamente non mi va di ricomprarla tutta per un unico volume.

 

Attenderò la classica occasione... (P.S. l'opera tratta solo gli avvenimenti dal 1950 in poi).

 

5klqg5.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

E qualcosa mi dice che nessuno di noi ha mai incrociato il libro "Grand Prix" di Barré Lyndon, pubblicato nel 1935 :asd:

Però deve essere interessante, tratta della stagione 1934, compresa Indianapolis:

Peccato che costi centinaia di sterline :asd:

2i8vfpx.jpg

2s85o5g.jpg

1z171na.jpg

2dgkx3q.jpg

19lhjc.jpg

 

Toh, ho persino trovato una recensione "d'annata" a questo libro, su un vecchio numero della rivista inglese mensile "Motor Sport" del gennaio 1936 :asd: :

 

20f6m4o.jpg

Link to post
Share on other sites

Ho comprato la recentissima ultima ristampa in tedesco (2011) dell'autobiografia di Neubauer (in italiano il titolo significa "Uomini, donne e motori"). "Don Alfredo" racconta la sua vita a capo della squadra Mercedes dagli inizi degli anni '20 fino alla metà  degli anni '50.

 

Ho già  quella in francese (identica a quella inglese), ma confrontando gli indici e alcuni capitoli tradotti, quella francese/inglese è molto più sintetizzata e manca di alcuni capitoli rispetto a quella tedesca. Ho anche una versione spagnola, ma si ferma al 1939 ed è molto "sceneggiata" per renderla appetibile anche a chi non si interessa di corse.

 

L'unico problema è che l'inglese, il francese e lo spagnolo sono abbastanza facili da leggere, mentre il tedesco mi è abbastanza ostico, a dir poco. Anche per questo ho frequentato un corso-base di tedesco per un mese e mezzo, ma temo che non basterà  :asd:

 

y2qa0.jpg

Link to post
Share on other sites

la libreria dell'automobile a Milano l'ho vista ma la immaginavo più grande anche se è discretamente fornita, quella in autodrmo era meravigliosa, ci incontrai Palazzoli due anni fa per il gp

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...