Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

GP2 Series 2013


R18
 Share

Recommended Posts

Vince Calado davanti a Leal e Quaife-Hobbs. Sul podio il quattordicesimo e il diciassettesimo in classifica, a dimostrazione di quanto sia incerto (o dovrei usare un altro termine?) questo campionato. Importante quinto posto per Leimer, mentre Nasr è nono dopo una manovra dubbia di un Dillmann in crisi di gomme, sicuramente si indagherà  sull'episodio. Ventitreesimo Coletti, che negli ultimi due mesi è arrivato a punti una sola volta in otto gare: il monegasco ha ora sei punti su Nasr, sette su Leimer, quattordici su Bird e ventiquattro su Calado, con sei gare ancora da correre.

Link to comment
Share on other sites

Vince Calado davanti a Leal e Quaife-Hobbs. Sul podio il quattordicesimo e il diciassettesimo in classifica, a dimostrazione di quanto sia incerto (o dovrei usare un altro termine?) questo campionato

La cosa assurda è che dopo 16 gare su 22 non c'è ancora nessun pilota matematicamente fuori dalla lotta per il titolo: Coletti ha 135 punti su un totale complessivo di 144 punti ancora da assegnare; consideriamo inoltre che sui 24 piloti che hanno preso punti ben 18 hanno conquistato almeno un podio...

 

Per fare un confronto, nelle WSR dopo 11 gare su 17 ci sono già  Fantin, Move, Marinescu, Laine, Amberg, Cunha e Foresti fuori dalla lotta per il titolo, con Aleshin, Martsenko e Stockinger che ci sono ancora dentro per un paio di punti; quanto ai podi, inoltre, solo 12 piloti ne hanno conquistato almeno uno, sui 24 che hanno preso punti

 

La GP2 ormai sembra un campionato in cui i risultati vengono decisi a caso

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Certo che qui c'è anche la regola dell'inversione dei primi otto di gara-1, se facessero come nella WSR (o viceversa) le statistiche sarebbero all'incirca simili. Questo influisce molto.

 

Comunque sul livello dei piloti abbiamo già  detto e ridetto che non c'è paragone.

 

 

Il termine "risultati decisi a caso" mi sembra dannatamente giusto, purtroppo.

Link to comment
Share on other sites

E' per il contatto alla Bus Stop (dove, per inciso, ha danneggiato di suo l'ala anteriore)? Posso dire che è una troiata? Il giorno che i commissari impareranno a farsi gli affaracci loro sarà  sempre troppo tardi

Sì è vero ma quando c'è un casino o è lui o Cecotto, te la puoi giocare alla Snai.

 

Non ho capito come hanno fatto Bird, Rossi e Ericsson ad arrivare dietro a Nasr che partiva dalla dogana con la Germania

Link to comment
Share on other sites

Per carità  no, la griglia invertita è un abominio: prima la levano meglio è

Assolutamente. Però con tutte queste serie concomitanti non possono stare a fare qualifiche tutti i giorni, a meno che non si decidano a togliersi dalla testa l'idea che la Formula 1 debba essere per forza l'ultimo evento della domenica.

 

Non ho capito come hanno fatto Bird, Rossi e Ericsson ad arrivare dietro a Nasr che partiva dalla dogana con la Germania

Penso (anzi, ne sono certo) che abbiano avuto seri problemi di gomme. Rossi dopo il pit stop è stato l'unico a scendere sotto i due minuti sul giro.

 

Nasr rimane comunque uno dei pochi qui dentro a riuscire a compiere sorpassi senza quasi mai compiere danni.

Link to comment
Share on other sites

Come prevedibile...

 

 

Spa - Penalizzato Dillmann

 

Per il taglio di variante all'ultimo giro, Tom Dillmann è stato penalizzato di 1", quel tanto per farlo scendere dall'ottavo al nono posto a vantaggio di Felipe Nasr, col quale in quel momento era in lotta. Di conseguenza, Nasr prende un punticino.

 

Domenica 25 agosto 2013, gara 2

1 - James Calado - ART - 18 giri 36'21"338

2 - Julian Leal - Racing Engineering - 0"447

3 - Adrian Quaife Hobbs - MP Motorsport - 1"532

4 - Stephane Richelmi - Dams - 17"905

5 - Fabio Leimer - Racing Engineering - 29"053

6 - Jolyon Palmer - Carlin - 33"284

7 - Johnny Cecotto - Arden - 37"321

8 - Felipe Nasr - Carlin - 40"455

9 - Tom Dillmann - Russian Time - 41"052

10 - Mitch Evans - Arden - 43"421

11 - Simon Trummer - Rapax - 44"373

12 - Sergio Canamasas - Caterham - 45"170

13 - Nathanael Berthon - Trident - 45"987

14 - Sam Bird - Russian Time - 47"459

15 - Marcus Ericsson - Dams - 50"141

16 - Daniel Abt - ART - 50"726

17 - Daniel De Jong - MP Motorsport - 50"818

18 - Vittorio Ghirelli - Lazarus - 53"466

19 - Dani Clos - MP Motorsport - 54"532

20 - Rene Binder - Lazarus - 59"796

21 - Jake Rosenzweig - Addax - 1'03"052

22 - Alexander Rossi - Caterham - 1'18"035

23 - Stefano Coletti - Rapax - 1'21"639

24 - Ricardo Teixeira - Trident - 1'27"956

25 - Rio Haryanto - Addax - 1 giro

 

Ritirati

1° giro - Robin Frijns

 

Il campionato

1.Coletti 135; 2.Nasr 130; 3.Leimer 128; 4.Bird 121; 5.Calado 111; 6.Ericsson 82; 7.Richelmi 71; 8.Palmer 68; 9.Lancaster 65; 10.Dillmann 64.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41151&cat=4

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Sergio Campana debutta a Monza con la Trident

Il pilota italiano prende il posto di Ricardo Teixeira ed affianca Nathanael Berthon

 

La marcia d’avvicinamento al Gran Premio d’Italia è terminata. Oggi sono in corso gli ultimi preparativi della nona tappa stagionale della GP2 Series, poi da domani sarà  il suono dei motori a scandire l’attività  di squadre e piloti.

 

Trident Racing scenderà  in pista sull’Autodromo Nazionale di Monza con un inedito tandem di piloti. A Nathanael Berthon sarà  infatti affiancato Sergio Campana. Trident Racing, che ha fatto del supporto al vivaio tricolore una linea guida dei suoi programmi, ha accolto con soddisfazione l’arrivo nel team del ventisettenne di Reggio Emilia, creando un abbinamento tutto tricolore nella gara di casa del campionato.

 

Per Campana si tratta dell’esordio assoluto in un weekend di gara al volante di una vettura GP2. Nel suo curriculum spicca la vittoria nel Campionato Italiano di Formula 3 ottenuta nel 2011 e l’esperienza nella serie Auto GP che lo ha visto in questa stagione vincitore di tre gare.

 

Il fine settimana di Monza scatterà  domani con la disputa della prima sessione di prove libere a partire dalle ore 12:00. Seguirà  alle 16:00 la sessione di qualificazione, che definirà  la griglia di partenza di gara-1. La prima corsa del fine settimana è in programma sabato alle 15:40, mentre la gara che concluderà  il weekend monzese prenderà  il via domenica alle 10:30. Tutta l’attività  in pista del fine settimana di Monza sarà  visibile su Sky Sport (canale 206).

 

Sergio Campana: "Essere a Monza nel weekend del Gran Premio d’Italia è un obiettivo che avevo inseguito in altre occasioni. Quest’anno il sogno si è avverato, e nell’arco di pochi giorni ho colto questa chance che mi proposto Trident Racing. Per me sarà  tutto nuovo, visto che in passato ho avuto solo la possibilità  di percorrere qualche giro con una vecchia GP2 senza utilizzare le gomme Pirelli. So che non sarà  semplice familiarizzare con un mondo tutto nuovo in un solo fine settimana, ma conosco molto bene la pista, e questo sarà  un elemento a mio favore. Non vedo l’ora di essere in pista!".

 

http://www.omnicorse.it/magazine/30474/gp2-sergio-campana-debutta-a-monza-con-la-trident

Link to comment
Share on other sites

Jon Lancaster rileva di nuovo Robin Frijns alla Hilmer

Il britannico, già  vincitore di due gare quest'anno, torna in pista a Monza

 

L'ingaggio di Sergio Campana da parte della Trident non rappresenta l'unica novità  sulla griglia di partenza del round di Monza della GP2. Dopo aver dato una nuova chance a Robin Frijns in occasione della gara di Spa-Francorchamps, la Hilmer Motorsport ha infatti richiamato Jon Lancaster.

 

Del resto, il pilota britannico aveva già  dimostrato di meritarsi un posto nella serie cadetta perchè, pur disputando solo un programma parziale, ha già  ottenuto due successi nella stagione 2013, nella Sprint Race di Silverstone ed in quella del Nurburgring.

 

Lancaster dividerà  nuovamente il box con Adrian Quaife-Hobbs, che a sua volta è arrivato alla Hilmer Motorsport a stagione in corso, a partire dal round di Budapest.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/30487/gp2-jon-lancaster-rileva-di-nuovo-robin-frijns-alla-hilmer-motorsport-a-monza

Link to comment
Share on other sites

Non è malaccio come pilota, però c'è gente come Frijns a casa a girarsi i pollici, ad esempio...

 

Nessun team di Gp2 (tantomeno la Trident) rinuncerebbe a piloti-bancomat per Frijns.

Non paga, non corre. Così è l'andazzo.

Non mi stupirei se da qui a fine anno alla Hilmer continuino ad alternare lui e Lancaster perché Quaife-Hobbs porla i soldi...

 

Voglio sapere cosa ne pensa di Campana Gio, che (probabilmente) sa qualcosa oltre ai suoi risultati sportivi

Link to comment
Share on other sites

Nessun team di Gp2 (tantomeno la Trident) rinuncerebbe a piloti-bancomat per Frijns.

Non paga, non corre. Così è l'andazzo.

Non mi stupirei se da qui a fine anno alla Hilmer continuino ad alternare lui e Lancaster perché Quaife-Hobbs porla i soldi...

 

Voglio sapere cosa ne pensa di Campana Gio, che (probabilmente) sa qualcosa oltre ai suoi risultati sportivi

Non valgono certo Frijns (che deve aver finito anche le mutande, se anche la Sauber l'ha scaricato), ma Lancaster e Quaife-Hobbs non sono proprio dei Serenelli qualunque. Cioè, per il livello attuale della GP2 sono buoni, Campana un po' meno.

Link to comment
Share on other sites

Monza, libere: Palmer sorprende tutti

 

Jolyon Palmer ha fatto segnare il miglior giro nella sessione di libere della GP2 Series a Monza. Il pilota inglese ha preso il comando verso la metà  turno sopravanzando Fabio Leimer e chiudendo con tre millesimi di vantaggio sullo svizzero. Terza piazza per Sam Bird, seguito da Stephane Richelmi e Tom Dillmann. Le ostilità  si sono aperte con una bandiera rossa dovuta ad un uscita di Johnny Cecotto al curvone. Alla ripresa, Leimer si era issato al top senza però riuscire a prevalere.

 

Da segnalare un contatto, che ha visto coinvolti Stefano Coletti e lo stesso Cecotto, andato a rallentare improvvisamente causando un danno all'ala anteriore del monegasco. Nel finale, stop tecnico per Marcus Ericsson, che ha chiuso nono alle spalle di Coletti, Julian Leal e Simon Trummer, mentre Sergio Canamasas è finito in testacoda. Nelle retrovie gli italiani Vittorio Ghirelli e Sergio Campana, con quest'ultimo ai primissimi chilometri nella categoria.

 

 

 

Venerdì 6 settembre 2013, libere

1 - Jolyon Palmer – Carlin - 1'32"120

2 - Fabio Leimer - Racing Engineering - 1'32"123

3 - Sam Bird - Russian Time - 1'32"351

4 - Stephane Richelmi – Dams - 1'32"501

5 - Tom Dillmann - Russian Time - 1'32"502

6 - Stefano Coletti – Rapax - 1'32"532

7 - Julian Leal - Racing Engineering - 1'32"586

8 - Simon Trummer – Rapax - 1'32"634

9 - Marcus Ericsson – Dams - 1'32"711

10 - Alexander Rossi – Caterham - 1'32"743

11 - James Calado – ART - 1'32"863

12 - Adrian Quaife Hobbs – Hilmer - 1'32"877

13 - Mitch Evans – Arden - 1'32"951

14 - Dani Clos - MP Motorsport - 1'32"966

15 - Felipe Nasr - Carlin - 1'32"029

16 - Jake Rosenzweig – Addax - 1'32"045

17 - Jon Lancaster – Hilmer - 1'33"067

18 - Daniel Abt – ART - 1'33"092

19 - Rio Haryanto – Addax - 1'33"172

20 - Nathanael Berthon – Trident - 1'33"174

21 - Sergio Canamasas – Caterham - 1'33"369

22 - Johnny Cecotto – Arden - 1'33"389

23 - Daniel De Jong - MP Motorsport - 1'33"447

24 - Vittorio Ghirelli – Lazarus - 1'33"465

25 - Rene Binder – Lazarus - 1'33"943

26 - Sergio Campana – Trident - 1'34"448

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41307&cat=4

Link to comment
Share on other sites

GP2 Monza: pole per Sam Bird

 

Come da pronostico, qualifica al cardiopalma per la GP2 Series a Monza. Con cinque piloti in lotta per il titolo, anche la pole position, che vale ben quattro punti per chi la ottiene, diventa fondamentale.

 

Sam Bird, che nella battaglia per il campionato è più che mai presente, lo sa bene, e oggi lo ha dimostrato, conquistando la partenza dal palo per la feature race di domani pomeriggio. 1’31″788 il suo tempo, più veloce di appena 34 millesimi rispetto a quello di un altro contendente alla corona, lo svizzero Fabio Leimer. Seconda fila che comprenderà  invece il primo classificato delle libere di stamani, Jolyon Palmer, e lo svedese della DAMS Marcus Ericsson.

 

Si tratta della quarta pole in carriera, in GP2, per Bird, la seconda consecutiva dopo quella ottenuta un paio di settimane fa sul circuito di Spa-Francorchamps. L’inglese della Russian Time ha ridotto a dieci i suoi punti di distacco da Coletti

 

Il monegasco della Rapax, che vuole mettere la parola fine alla crisi di risultati che ormai lo affligge da troppo tempo (precisamente dalla gara di Silverstone)  si è qualificato in sesta posizione, staccato di due decimi dalla pole position. Per quanto concerne gli altri due piloti in lizza per il titolo, ottava piazza per James Calado e solo dodicesima per Felipe Nasr, rallentato da problemi di traffico in pista.

 

In casa Italia il piatto piange ancora: ventitreesima piazza per il rookie Sergio Campana, mentre Vittorio Ghirelli si è girato alla Parabolica provocando una bandiera rossa a metà  sessione: domani il pugliese sarà  costretto a scattare dalla venticinquesima e penultima piazza, dato che Sergio Canamasas è rimasto vittima di un incidente analogo qualche minuto prima, e non è riuscito a migliorare il suo primo giro lanciato.

 

L’appuntamento con la prima manche è per domani a partire dalle 15:40.

 

http://www.passionea300allora.it/2013/09/06/gp2-monza-pole-per-sam-bird/

 

 

 

Lo schieramento di partenza

 

1. fila

Sam Bird - Russian Time - 1'31"788

Fabio Leimer - Racing Engineering - 1'31"822

2. fila

Jolyon Palmer – Carlin - 1'31"843

Marcus Ericsson – Dams - 1'31"915

3. fila

Tom Dillmann - Russian Time - 1'31"949

Stefano Coletti – Rapax - 1'31"993

4. fila

Dani Clos - MP Motorsport - 1'32"24

James Calado – ART - 1'32"33

5. fila

Jake Rosenzweig – Addax - 1'32"100

Simon Trummer – Rapax - 1'32"164

6. fila

Stephane Richelmi – Dams - 1'32"168

Felipe Nasr - Carlin - 1'32"381

7. fila

Rio Haryanto – Addax - 1'32"384

Julian Leal - Racing Engineering - 1'32"398

8. fila

Alexander Rossi – Caterham - 1'32"447

Adrian Quaife Hobbs – Hilmer - 1'32"462

9. fila

Mitch Evans – Arden - 1'32"481

Jon Lancaster – Hilmer - 1'32"482

10. fila

Nathanael Berthon – Trident - 1'32"554

Daniel Abt – ART - 1'32"627

11. fila

Johnny Cecotto – Arden - 1'32"650

Daniel De Jong - MP Motorsport - 1'32"751

12. fila

Sergio Campana – Trident - 1'32"195

Rene Binder – Lazarus - 1'32"292

13. fila

Vittorio Ghirelli – Lazarus - 1'32"405

Sergio Canamasas – Caterham - 1'32"963

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Monza - Clos e Lancaster in ultima fila

 

Partiranno dall'ultima fila dello schieramento Jon Lancaster e Dani Clos. L'inglese di Hilmer non ha rispettato le bandiere gialle nel corso delle qualifiche, venendo penalizzato di 10 posizioni. La vettura dello spagnolo di MP Motorsport è invece stata trovata con meno benzina del dovuto nel serbatoio, quantitativi necessari per le analisi. Di conseguenza è stato squalificato, ma verrà  ugualmente ammesso al via della gara di domani.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41322&cat=4

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...