Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

European F3 Championship 2013


Recommended Posts

Brands Hatch - Gara 3
Ancora una vittoria per Marciello


 

Poteva essere un weekend storico per la Prema, raccogliere una tripla tripletta a Brands Hatch. Invece, un testacoda di Alex Lynn nelle prime battute di gara ha impedito il raggiungimento di questa magia consentendo al team italiano di raccogliere "soltanto" una doppietta. Raffaele Marciello ha colto l'ennesimo successo, il secondo in Gran Bretagna questo fine settimana, il settimo in totale su dodici gare disputate, precedendo il compagno Lucas Auer. Partito dalla seconda piazzola, Marciello ha prontamente affiancato all'esterno il poleman Lynn alla prima curva riuscendo a superarlo dopo pochi metri.

 

L'italiano della FDA ha quindi imposto il suo ritmo, Lynn ha tentato di seguirlo, ma ha messo una ruota posteriore oltre il cordolo ed è partito in testacoda rimanendo fermo pericolosamente in mezzo alla pista poco dopo un dosso. Sventolio di bandiere gialle, la vettura di Lynn è stata schivata da quasi tutti perché Eddie Cheever è riuscito a colpirlo con la ruota anteriore destra finendo nella sabbia...

 

Auer ha dunque ereditato la seconda posizione tentando anche di sorprendere Marciello nelle fasi dei doppiaggi, ma per l'austriaco la porta è rimasta chiusa. Terzo Harry Tincknell del team Carlin e primo dei Volkswagen, poi Felix Rosenqvist che vede Marciello allontanarsi sempre più nella classifica generale.


Al via, Antonio Giovinazzi ha stallato, ma ha recuperato con grinta piazzandosi decimo grazie anche ai drive-through comminati a undici piloti per non avere rallentato durante l'esposizione delle gialle per Lynn. Sono stati quindi costretti a un passaggio in corsia box William Buller, Luis Derani, Jordan King, Josh Hill, Sean Gelael, Daniil Kvyat, Felix Serralles, Richard Goddard, Tatiana Calderon e Michela Cerruti. Mitchell Gilbert invece, ha ignorato la sanzione e si è preso la bandiera nera. Tra i piloti a punti va segnalato il nono posto del rookie Roy Nissany, penalizzato da un assetto infelice nelle prime due gare.

 

Detto di Cheever e Giovinazzi, per quanto riguarda i colori italiani, la Eurointernational di Antonio Ferrari ha ripetuto per la terza volta il sesto posto con Tom Blomqvist mentre la Cerruti si è difesa bene crescendo nel corso del weekend con la Dallara del team Ferraris. Purtroppo per lei, l'aver saltato le due prove di Silverstone e Hockenheim (per gli impegni con la BMW nel Blancpain e nel GT Italia) le ha fatto perdere il ritmo elevatissimo richiesto dalla categoria che, però, ha raggiunto con grande impegno in gara. E anche non avere un punto di riferimento in squadra, un compagno esperto (il team Ferraris al momento schiera solo la Cerruti), si fa sentire.


Domenica 19 maggio 2013, gara 3

1 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 48 giri 35'03"945
2 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 1"865
3 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 5"743
4 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 6"244
5 - Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 6"962
6 - Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 11"523
7 - Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 15"039
8 - Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 17"983
9 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 21"489
10 - Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 22"454
11 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 27"466
12 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 27"795
13 - William Buller (Dallara-Nissan) - T Sport - 31"167
14 - Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 31"572
15 - Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 32"907
16 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1 giro
17 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1 giro
18 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1 giro
19 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1 giro
20 - Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 1 giro
21 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 1 giro


Giro più veloce: Lucas Auer 41"575

 

Ritirati
42° giro - Sean Gelael
14° giro - Alex Lynn
14° giro - Eddie Cheever
6° giro - Mans Grenhagen
1° giro - Dennis Van de Laar
1° giro - Jann Mardenborough


Escluso
Mitchell Gilbert

 

Il campionato
1.Marciello 239,5; 2.Rosenqvist 134; 3.Auer 123; 4.Lynn 119,5; 5.Tincknell 104; 6.Blomqvist 86,5; 7.Serralles 76; 8.Wehrlein 49; 9.Muller 48; 10.Hill 44.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=39912&cat=7

Link to post
Share on other sites

  • Replies 147
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

I gp:   1. Autodromo Internazionale di Monza, ITALIA  (durante WTCC)     2. Silverstone Circuit, GRAN BRETAGNA (durante WEC)     3. Hockenheimring, GERMANIA (durante DTM)     4. Brand

Posted Images

Rosenqvist forse? 

 

Boh, io a inizio stagione avevo detto che sarebbe stato proprio lo svedese il primo avversario di Marciello, dato il passaggio di Wehrlein al DTM. Mà¼ller sta deludendo, l'anno scorso andava molto più forte, Auer lo conosco molto meno, è un rookie ma non sta facendo male.

 

Come livello c'è di meglio, per carità , lo stesso Marciello quando correva nell'italiano F3 non mi esaltava tanto, ma non è nemmeno da escludere un suo miglioramento, data la giovane età .

Edited by Fede
Link to post
Share on other sites

Will Buller e la T-Sport annunciano la separazione
Dopo gli ottimi test invernali, la crescita del motore Nissan sembrava richiedere troppo tempo

In seguito ad un avvio di stagione un po' al di sotto delle aspettative, nel quale avevano ottenuto solo un quarto posto come miglior risultato, Will Buller e la T-Sport hanno deciso di dividere le loro strade per il proseguimento del Campionato Europeo di Formula 3.

 

Il pilota nordirlandese era stato infatti uno dei grandi protagonisti dei test invernali con la sua Dallara motorizzata Nissan, ma questo ottimi exploit si sono trasformati solo in un bel ricordo quando si è cominciato a fare sul serio e questo ha portato alla rottura.


"Ero molto eccitato dopo i test pre-campionato, ma in queste prime gare non siamo mai riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Sono convinto che la T-Sport abbia le risorse per riuscire a vincere questa sfida, ma che forse sia necessario un piano di almeno due anni, quindi sono stato costretto a rivedere i miei piani per raggiungere i miei obiettivi" ha spiegato Buller.

 

Non sembra dargli tutti i torti neanche il team principal Russell Eacott: "La relazione con Will è stata molto buona, ma non siamo stati capaci di perseguire l'obiettivo della top 6 in qualifica, che è fondamentale per avere successo in Formula 3. E' un peccato doversi separare così, ma auguro comunque ogni bene a Will per il proseguimento della sua carriera".

 

http://www.omnicorse.it/magazine/27680/fia-f3-will-buller-e-la-t-sport-annunciano-la-separazione

Link to post
Share on other sites

Buller correrà  per Fortec

 

William Buller ha trovato sistemazione nel team Fortec. Dopo aver lasciato la T Sport, che lo schierava su una Dallara-Nissan, il pilota inglese salirà  a partire da questo fine settimana a Spielberg sulla quarta Dallara-Mercedes del team Fortec. Buller utilizzerà  la monoposto ex Dmitry Suranovich (il pilota russo dopo Monza si è dovuto fermare per motivi di salute), ed ex Ed Jones, visto a Hockenheim. Buller affiancherà  Josh Hill, Luis Derani e Felix Serralles.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40039&cat=7

Edited by Fede
Link to post
Share on other sites

Spielberg - Qualifica
Tripla pole per Kvyat e il team Carlin

 

Sarà  stato per la presenza del “talent scout” Helmut Marko, ma Daniil Kvyat non ci ha messo molto ad ambientarsi nel paddock dell’Europeo di Formula 3. Al suo primo weekend nella nuova serie FIA, sul bagnato del tracciato austriaco di Spielberg, il russo del programma junior Red Bull ha messo subito in mostra il suo passo nella serie continentale, dominando le prove libere e centrando la pole position per tutte e tre le gare in programma nelle giornate di domani e dopodomani. “Sapevo di avere la velocità  per essere in pole, dovevo solo stare concentrato e non fare errori”, ha detto Kvyat, già  impegnato a tempo pieno nella GP3. “Lo scorso anno la qualifica era il mio problema principale, ma ho lavorato su me stesso e ho cercato di risolvere il problema”.

 

Dietro l’irraggiungibile pilota russo, buona prova per lo svedese Felix Rosenqvist, che in gara 1 partirà  in prima fila e nelle altre due corse ha conquistato una piazzola in seconda fila. Bene anche Lucas Wolf, al miglior risultato in carriera in Formula 3; il portacolori dell’URD, terzo in Q1, domenica scatterà  infatti dalla seconda posizione. Soddisfatto per il miglior risultato in qualifica anche Eddie Cheever, sorprendentemente il più veloce dei piloti Prema nella Q1, centrando il quarto tempo per gara-1 (e la terza fila con il suo secondo miglior tempo). Qualche difficoltà  per il leader di campionato Raffaele Marciello nella Q1, durante la quale si decidono le griglie di partenza di gara 1 e 2.

 

Il pilota di casa Prema ha ottenuto “solo” un 13esimo e un 16esimo piazzamento, migliorando però nettamente nella Q2. All’inizio della seconda sessione, infatti, il pilota della Ferrari Driver Academy ha mostrato un bel ritmo, imponendo il miglior tempo fino all’interruzione causata da un’uscita di strada da parte della lady-pilota di casa Double R, Tatiana Calderon; alla ripresa Kvyat ha dettato il passo con l’irraggiungibile 1'43"956, con Marciello che ha potuto consolidare il suo secondo tempo.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1
Valevoli i migliori tempi della Q1

1. fila
Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'43"825
Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'43"865
2. fila
Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 1'44"114
Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'44"282
3. fila
Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"473
Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"526
4. fila
Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'44"630
Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"652
5. fila
Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'44"694
Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'44"759
6. fila
Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'44"788
Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"956
7. fila
Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"008
Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'45"147
8. fila
Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'45"213
Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'45"257
9. fila
Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"284
Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'45"644
10. fila
Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'45"668
Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'45"676
11. fila
William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'45"682
Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1'46"361
12. fila
Mans Grenhagen (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'46"562
Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'46"737
13. fila
Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'46"891
Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'47"159
14. fila
Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'47"771
Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'51"161

 

Lo schieramento di partenza di gara 2
Valevoli i secondi migliori tempi della Q1

1. fila
Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"052
Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 1'44"278
2. fila
Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'44"368
Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"652
3. fila
Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'44"785
Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'44"851
4. fila
Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'44"875
Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'44"897
5. fila
Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'45"026
Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'45"438
6. fila
Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'45"538
Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"581
7. fila
Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'45"603
Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'45"684
8. fila
Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"707
Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"783
9. fila
Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'45"953
Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'46"076
10. fila
William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'46"351
Mans Grenhagen (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'46"855
11. fila
Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1'47"424
Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'47"426
12. fila
Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'47"603
Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'47"882
13. fila
Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'47"939
Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'47"943
14. fila
Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'48"691
Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'52"020

 

Lo schieramento di partenza di gara 3
Valevoli i migliori tempi della Q2

1. fila
Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'43"956
Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'44"409
2. fila
Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'44"509
Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'45"089
3. fila
Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'45"334
Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 1'45"367
4. fila
Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'45"605
Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 1'45"697
5. fila
Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'45"758
Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'45"962
6. fila
Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'46"252
Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'46"338
7. fila
Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'46"430
Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'46"664
8. fila
William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'46"728
Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'46"843
9. fila
Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'47"009
Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'47"021
10. fila
Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'47"309
Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'47"358
11. fila
Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'47"695
Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'47"713
12. fila
Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'47"739
Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'47"761
13. fila
Mans Grenhagen (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1'48"044
Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'48"479
14. fila
Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1'48"585
Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'48"901

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40072&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spielberg, gara 1: Rosenqvist senza rivali

 

Prima vittoria stagionale per Felix Rosenqvist nell’europeo di Formula 3. Sul saliscendi di Spielberg, il pilota del team Mucke si è imposto con un ritmo irraggiungibile per tutti, scattando perfettamente dalla partenza e sorprendendo Daniil Kvyat alla prima curva. Il russo, trasparente per i punti in campionato, ha dimostrato comunque un bel passo, nonostante il pressing nelle prime battute da parte di Lucas Wolf, quest’ultimo precipitato fino al sedicesimo posto dopo diversi sorpassi e un drive through per aver tamponato Tom Blomqvist. La bagarre, ovviamente, non ha fatto altro che facilitare la leadership dello svedese, che così ha potuto allungare sul gruppo, costruendo un vantaggio di oltre 14” e tagliare per primo la bandiera a scacchi del Red Bull Ring.

 

Con questa vittoria, Rosenqvist si è riavvicinato a Raffaele Marciello nella classifica di campionato. Il pilota italiano ha fatto gioire il team Prema con una grande rimonta: scattato dalla 13esima posizione in griglia, in fretta ha infilato diversi piloti nelle primissime tornate, ritrovandosi alla fine del secondo giro già  in ottava piazza. Dopo una lunga lotta con Nicholas Latifi e Sven Muller, durante la quale i tre hanno dato spettacolo, Marciello è riuscito poi a costruire un piccolo gap nella seconda metà  di gara, che gli ha permesso di conquistare un ottimo quarto posto in ottica stagionale.

 

La squadra italiana ha sorriso anche per il settimo posto (10 piazze rimontate!) di Alex Lynn, l’ottavo di Eddie Cheever nonostante qualche difficoltà  e Lucas Auer, finito in top-10 nonostante un brivido iniziale sui “panettoni” oltre i cordoli della curva 1 e un testacoda. Tra i primi dieci ci sarebbe dovuto essere anche l’inglese della Eurointernational, Tom Blomqvist, ma così non è stato. Il figlio di Stig, Campione del Mondo rally dell’84, aveva già  recuperato ben dieci posizioni, ma una manovra troppo ottimista da parte di Wolf lo ha mandato in testacoda sulla via di fuga asfaltata della prima curva. Diciassettesimo posto ingiusto, anche alla luce della penalità  inflitta dai commissari al pilota URD, che gli è finito davanti nonostante la “bussata”. Oltre il danno, quindi, la beffa.

 

Sabato 1 giugno 2013, gara 1

1 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 24 giri 34'49"387
2 - Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 14"306
3 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 26"850
4 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 29"182
5 - Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 32"274
6 - Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 33"815
7 - Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 35"358
8 - Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 40"920
9 - Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 41"657
10 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 42"151
11 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 44"829
12 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 44"999
13 - Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 46"820
14 - William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 48"796
15 - Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 56"215
16 - Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 59"128
17 - Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'03"634
18 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'06"935
19 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1'11"463
20 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 1'11"954
21 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'27"718
22 - Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 1 giro
23 - Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1 giro
24 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1 giro
25 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2 giri

 

Ritirati
16° giro - Mans Grenhagen
7° giro - Felix Serrales
3° giro - Josh Hill

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40086&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spielberg, gara 2: ancora Rosenqvist poi la rossa

 

C’è ancora una vittoria nel weekend austriaco di Felix Rosenqvist. Nella seconda gara dell’Europeo di Formula 3, di scena a Spielberg, il pilota svedese si è imposto nuovamente. Approfittando del punto debole di Daniil Kvyat, il pilota di casa Mucke lo ha nuovamente sorpreso in partenza, vanificando la pole position del russo e scattando perfettamente dalla terza piazzola, prima di guadagnare la vetta alla seconda curva ai danni di Lucas Wolf. Rosenqvist ha quindi costruito un grande vantaggio, chiudendo la corsa con oltre 7” di margine e riducendo ancora il distacco dal vertice del campionato su Raffaele Marciello, da 67.5 a 43 punti e mezzo.

 

Nulla da fare per Kvyat, che si è dovuto accontentare ancora una volta del secondo gradino del podio, lasciandosi alle spalle un Wolf stavolta più regolare, dopo l’incidente causato in gara-1 ai danni di un Tom Blomqvist che, questo pomeriggio, non è andato oltre l’ottava piazza. Si è trattato di una vittoria con lo sconto per Rosenqvist, dettata dall’avventata manovra del brasiliano Luis Derani, nel tentativo di conservare l’ultimo posto nella zona punti. Al 19esimo giro, dopo un bel sorpasso subìto dal pilota della Prema Alex Lynn alla curva Remus, ha reagito con un tentativo (troppo azzardato, secondo noi) nell’allungo successivo, agganciando con l’anteriore-sinistra la Dallara del britannico, schiantandosi ad alta velocità  sulle barriere, fortunatamente senza conseguenze.

 

La direzione gara, quindi, è stata costretta prima a chiamare in pista la Safety Car, quindi ad esporre le bandiere rosse per interrompere la gara con quattro giri d’anticipo. Che i piloti fossero fin troppo “carichi” in vista della corsa di questo pomeriggio, si era capito fin dalle battute iniziali (e dalla lunga lista di drive through comminati dai giudici), quando Lucas Auer ha dato vita a una “sfida a tre”, toccando Nicholas Latifi e costringendo quest’ultimo ad andare addosso a Sven Muller nel corso del settimo giro. Latifi e Muller, così, sono stati costretti a fermarsi alla quarta curva, ritirandosi entrambi.

 

Veemenza che, probabilmente, ha giocato contro anche a Raffaele Marciello, finito fuori pista al via e costretto a una difficile rimonta. Per il portacolori del Ferrari Driver Academy, nel dopo-gara, è arrivata anche la “doccia fredda”: con Kvyat trasparente ai fini dei punti e forte di un arrivo in undicesima piazza, la classifica stilata si è basata sulla 19esima tornata, beffando l’italiano, che è stato così arretrato in 13esima posizione, fuori dalla zona punti.

 

Sabato 1 giugno 2013, gara 2

1 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 20 giri 29'00"665
2 - Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 7"699
3 - Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 12"444
4 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 14"755
5 - Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 16"269
6 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 18"279
7 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 18"872
8 - Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 20"367
9 - Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 25"101
10 - Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 25"516
11 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 27"465
12 - Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 27"932
13 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 30"505
14 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 31"066
15 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 31"591
16 - William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 39"155
17 - Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 48"118
18 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"210
19 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"805
20 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 51"265
21 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 52"649
22 - Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 52"860
23 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'07"008
24 - Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 1'09"301
25 - Mans Grenhagen (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1 giro
26 - Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 1 giro

 

Giro più veloce: Felix Rosenqvist 1'25"921

 

Ritirati
7° giro - Nicholas Latifi
7° giro - Sven Muller

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40098&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spielberg, gara 3: tripletta di Rosenqvist

 

Ancora un successo, il quinto in stagione, nel weekend pressoché perfetto di Felix Rosenqvist sul tracciato di Spielberg. L’alfiere del team Mucke ha capitalizzato al massimo la prima posizione conquistata, ancora una volta nel primo giro, ai danni di Daniil Kvyat per costruire una netta vittoria e raggiungendo il ragguardevole traguardo di essere il primo pilota nel campionato ad aver vinto tre corse in un singolo weekend. Scattato terzo dalla griglia, lo svedese ha approfittato della sfida per la vetta tra Raffaele Marciello e Kvyat per passare in testa e costruire ancora una vittoria, facilitata anche dall’ingresso della Safety Car, che ha in parte congelato la situazione in pista.

 

La vettura di sicurezza si è resa necessaria per una grossa carambola che ha coinvolto, all’inizio del secondo giro (in curva 1), ben cinque vetture. Causa iniziale dell’incidente è stato infatti Jann Mardenborough, finito in testacoda mentre sopraggiungeva il pilota dell’Eurointernational, Tom Blomqvist, che ha inutilmente provato a evitarlo imboccando la via di fuga asfaltata, ma venendo colpito nell’anteriore destra, prima che Mans Grenhager, Mitchell Gilbert e Denis Van de Laar travolgessero la monoposto del pilota del team Carlin.

 

Un lungo lavoro di pulizia, che ha costretto la Safety car a rimanere in pista dal secondo al settimo giro, ha trasformato la corsa in una vera e propria gara-sprint da 12 giri, con Rosenqvist che ha così avuto modo di cementare in fretta la vittoria, avvicinandosi ulteriormente - da 77,5 fino a 27,5 - alla leadership in campionato di Raffaele Marciello. Il fine settimana austriaco, per il pilota italiano del team Prema, non è stato tra quelli a cui ci ha abituato. Un po’ di sfortuna in qualifica, insieme alla sorprendente velocità  di Rosenqvist, ha costretto il portacolori del Ferrari Driver Academy a ricorrere durante tutto il weekend in cui ha dovuto rimboccarsi le maniche dopo essere stato infilato nelle prime battute.

 

Scivolato in ottava posizione dopo la safety car, Marciello ha poi cercato di recuperare posizioni importanti in ottica campionato, chiudendo alla fine con un buon sesto posto, lasciandosi alle spalle un Nicholas Latifi abbastanza aggressivo nelle fasi iniziali e il compagno di squadra (anch’esso in credito con la fortuna durante il weekend) Alex Lynn, quest’ultimo aiutato anche dall’incidente tra Antonio Giovanazzi e Eddie Cheever. Così, a portare un po’ di Italia è stato l’austriaco della Prema, Lucas Auer, applaudito idolo locale bravo a gestire la pressione di Jordan King al restart.

 

Domenica 2 giugno 2013, gara 3

1 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 20 giri 35'12"692
2 - Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 2"691
3 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 7"005
4 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 8"743
5 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 9"845
6 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 10"236
7 - Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 18"342
8 - Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 19"266
9 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 20"606
10 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 20"868
11 - Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 22"184
12 - Josh Hill (Dallara-Mercedes) - Fortec - 24"990
13 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 26"159
14 - William Buller (Dallara-Mercedes) - Fortec - 29"179
15 - Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 38"770
16 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 39"218
17 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 43"110
18 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 55"429
19 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 59"615
20 - Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 2 giri

 

Ritirati
11° giro - Sven Muller
10° giro - Antonio Giovinazzi
10° giro - Eddie Cheever
2° giro - Jann Mardenborough
2° giro - Tom Blomqvist
2° giro - Mitchell Gilbert
2° giro - Mans Grenhagen
2° giro - Dennis Van de Laar

 

Il campionato
1.Marciello 239,5 punti; 2.Rosenqvist 212; 3.Auer 165; 4.Lynn 133,5; 5.Tincknell 130; 6.Blomqvist 94,5; 7.Serrales e King 76; 9.Muller 60; 10.Hill 56.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40110&cat=7

Link to post
Share on other sites

Dal calendario esce Le Castellet

Italiaracing ha saputo che in una riunione tenutasi a Spielberg, è stato deciso che la prova di Le Castellet in programma il 27 ottobre e che avrebbe dovuto concludere la stagione, non si terrà . Il circuito francese esce dunque dal calendario, ma è intenzione dei team e degli organizatori mantenere invariato il numero degli appuntamenti, che è di dieci prove. Si sta dunque cercando un nuovo circuito. Al momento è esclusa la possibilità  di affiancare il DTM a Oschersleben e a Mosca.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40123&cat=7

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

A Vallelunga la tappa finale del campionato

 

Dopo la cancellazione della prova di Le Castellet, come aveva anticipato Italiaracing, la FIA ha deciso di far svolgere la prova finale del FIA F.3 European sul circuito di Vallelunga. Le tre gare si terranno nel fine settimana del 13 ottobre e l'evento sarà  in concomitanza con la Superstars.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40437&cat=7

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Debutta Cassidy, rientra la ART?

 

Nick Cassidy è atteso al debutto nel FIA F.3 European Championship. Il pilota neozelandese, campione della F.Toyota e attualmente senza volante dopo aver sostenuto i test invernali GP3, guiderà  la Dallara-Mercedes della Eurointernational questo fine settimana nella tappa di Norimberga.

 

Intanto, girano voci su un possibile rientro della ART nella serie. Lo rivela Autosprint. I responsabili della squadra francese hanno intavolato i primi contatti con gli organizzatori.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40609&cat=7

Link to post
Share on other sites

Josh Hill annuncia il ritiro... via Twitter

 

Josh Hill, figlio del Campione Mondiale di F1 1996 Damon e nipote del due volte iridato Graham, ha annunciato il proprio ritiro dalle competizioni con effetto immediato. La notizia l'ha diffusa lui stesso, inizialmente con un criptico messaggio via Twitter che recitava così: "Grazie a tutti per il supporto che mi avete dato, significa tantissimo per me, ma sento che il mio futuro è altrove".

 

A breve distanza dal tweet è stato poi diffuso un comunicato ufficiale in cui il giovane britannico, che quest'anno è riuscito anche a salire sul podio nella F3 Europea, ha confermato la notizia.

 

"Venendo dalla famiglia Hill è assolutamente normale che io sia finito nel mondo delle corse - ha detto Josh - ed è un'esperienza che ho apprezzato e che mi ha insegnato molto. Quello che non voglio, però, è scendere in pista se non sono concentrato e convinto al 100% di quello che faccio. Ho ambizioni in altri settori, ed è quindi giusto che mi ritiri dalle competizioni".

 

Papà  Damon ha dimostrato di comprendere la scelta del figlio: "Essere parte di una dinastia da corsa non è sempre facile, è normale che Josh si sia trovato a chiedersi se le corse potevano davvero essere la sua vita o no. A volte ci vuole più coraggio per fermarsi che per andare avanti, e in questa scelta lui ha il mio totale supporto, come sempre".

L’interruzione della carriera di Hill, come detto, ha effetto immediato. Il pilota britannico non terminerà  dunque la stagione del Fia F3 European Championship.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40631&cat=7

Link to post
Share on other sites

Will Buller chiude la sua parentesi nel FIA F3

Dopo l'inizio di stagione deludente ha deciso di concentrarsi sulla World Series by Renault

 

Quella di Josh Hill non sarà  l'unica assenza sulla griglia di partenza del Norisring del Campionato Europeo di Formula 3. Anche Will Buller ha infatti deciso di interrompere il suo programma con la Fortec Motorsport, dopo aver disputato solamente il round del Red Bull Ring (nelle prime tre gare aveva corso con la T-Sport).

 

"La stagione non è iniziata nel migliore dei modi nel Campionato Europeo, quindi ho deciso di non continuare perchè mi sembrava la cosa migliore da fare. Questa decisione però non avrà  ripercussioni sul campionato britannico: siamo in testa al campionato e voglio vincerlo. Inoltre spero di andare a Macao alla fine dell'anno" ha spiegato Buller ad Autosport.

 

Il suo futuro ora sarà  nella World Series by Renault, dove ha già  debuttato al Moscow Raceway, piazzandosi subito nella top five con la Zeta Corse: "L'accordo con la Zeta Corsa era esclusivo solo per Mosca, ma sembra che riusciremo a dargli continuità  anche per il resto della stagione".

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29175/will-buller-chiude-la-sua-parentesi-nel-fia-f3

Link to post
Share on other sites

Norisring - Libere 1-2

Kvyat leader aspettando la Toro Rosso

 

Concentrato sul weekend, ma con un angolino della mente riservato a quel che gli accadrà  la prossima settimana, quando potrà  guidare per la prima volta una monoposto di F.1: la Toro Rosso. Daniil Kvyat era molto gioviale, come sempre, prima di salire sulla sua Dallara-Volkswagen e segnare il miglior tempo nel tracciato molto breve di Norimberga, il famoso e storico Norisring che si trova nella zona sud della città  tedesca. Kvyat ha preceduto di 1 millesimo, sì avete letto bene, il compagno di squadra Harry Tincknell (49"158 contro 49"159), poi a 60 millesimi Raffaele Marciello (49"218), primo dei piloti con motori Mercedes e primo dei piloti del team Prema.

 

Ottimo quarto Tom Blomqvist con la Dallara-Mercedes della Eurointernational (49"246), squadra italiana di Antonio Ferrari che sta crescendo costantemente e che questo fine settimana schiera una seconda vettura per il debuttante Nick Cassidy, ventiduesimo in 49"838. Nono è Felix Rosenqvist, protagonista del recente Master F.3 di Zandvoort e della precedente tappa FIA F.3 a Spielberg. Gli altri italiani: è diciassettesimo Antonio Giovinazzi, con la Dallara-Mercedes del Double R (49"583). Eddie Cheever è ventunesimo (49"752), la rientrante Michela Cerruti del team Ferraris ha avuto un problema al cambio nella prima sessione, solo due giri completati, e chiude la lista delle ventotto vetture in 50"483. Da segnalare che il team Fortec si è ritrovato, suo malgrado, con due vetture in meno. Mancano Joshua Hill, che ha deciso di ritirarsi dal motorsport, e William Buller che si dedicherà  esclusivamente alla World Series Renault. Con T Sport c'è invece Alexander Sims che dopo essersi concesso il ritorno in GP3 la scorsa settimana, eccolo anche di nuovo nel FIA F.3.

 

Venerdì 12 luglio 2013, combinata libere 1-2 

1 - Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"158 - 67 giri

2 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"159 - 63

3 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"218 - 53

4 - Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"246 - 59

5 - Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"253 - 74

6 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"254 - 74

7 - Alexander Sims (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"269 - 68

8 - Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"304 - 68

9 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"324 - 66

10 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"379 - 74

11 - Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"417 - 69

12 - Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"419 - 69

13 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"423 - 56

14 - Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"424 - 71

15 - Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 49"470 - 74

16 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"517 - 63

17 - Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"583 - 68

18 - Dennis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 49"603 - 76

19 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"723 - 81

20 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"742 - 76

21 - Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"752 - 70

22 - Nick Cassidy (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"838 - 54

23 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 49"861 - 72

24 - Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"892 - 75

25 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"907 - 59

26 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 50"118 - 70

27 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 50"315 - 63

28 - Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 50"483 - 39

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40658&cat=7

Link to post
Share on other sites

Norisring - Qualifica 1-2

Doppia pole per Marciello

 

Battaglia totale a Norimberga. Su un tracciato cittadino, ma molto largo, fatto di sei curve e una lunghezza di appena 2.300 metri, era ovvio aspettarsi una sfida basata su distacchi minimi e condizionata dal traffico. Per esempio, lo scorso anno Pascal Wehrlein aveva conquistato la pole battendo Raffaele Marciello di 20 centesimi. Oggi al Norisring, si è raggiunto l'impensabile quando nella prima qualifica i primi tre hanno concluso nello spazio di tre millesimi. Felix Rosenqvist (Mucke) ha conquistato la pole per gara 1 in 48"997 strappandola a Marciello all'ultimo giro. L'italiano della Prema aveva infatti realizzato il crono di 48"998. Entrambi hanno superato Felix Serralles del team Fortec che a pochissimi minuti dal finale si era portato in cima alla classifica. Qualifica tiratissima dunque, con i duellanti del campionato che si divideranno la prima fila.

 

Per la seconda gara invece, sarà  Marciello a partire dal palo grazie al miglior secondo crono della prima qualifica: 49"016 contro il 49"090 del compagno di squadra Alex Lynn. Prima fila tutta Prema dunque. Ma Marciello si è superato nella qualifica 2 quando ha ottenuto il miglior crono assoluto della giornata in 48"567. Questa volta il passo del giovane del Ferrari Driver Academy ha aperto distacchi maggiori. Rosenqvist si è piazzato secondo con 48"761, dunque un divario di poco più di due decimi. Ma saranno ancora loro, a posizioni invertite rispetto alla griglia di gara 1, a completare la prima fila per gara 3.

 

Lynn si è ripetuto ad alti livelli piazzandosi terzo. Sorrisi nella tenda Eurointernational. Tom Blomqvist è risultato settimo in Q1 e ottimo quarto in Q2. Antonio Ferrari, team principal, dopo le libere si era detto fiducioso di un cambio di passo dell'inglese, puntualmente arrivato. Bene anche Nick Cassidy, al debutto assoluto nell'europeo F.3. Con la seconda Dallara Eurointernational, il neozelandese si è gettato nella mischia e in Q1 ha fatto suo un incredibile nono tempo, mentre non si è ripetuto nella Q2 chiudendo quindicesimo.

 

àˆ stato un dominio Mercedes. I motoristi della Casa di Stoccarda avevano lasciato illudere i rivali della Volkswagen nelle libere che avevano visto Daniil Kvyat in testa, ma per la qualifica tutto è cambiato. Il russo del team Carlin ha faticato non poco e il primo propulsore VW è quello di Harry Tincknell, ottavo e settimo. A metà  classifica in entrambe le qualifiche troviamo Antonio Giovinazzi, quattordicesimo e diciassettesimo, Eddie Cheever è diciannovesimo e ventitreesimo. Michela Cerruti ha mostrato progressi, ma ha pagato lo stop della prima sessione libera e partirà  ultima nelle tre gare, ma i suoi tempi sono vicini ai rivali.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1 è determinato dai migliori tempi della qualifica 1

1. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 48"997

Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"998

2. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 48"999

Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"004

3. fila

Alexander Sims (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"027

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"095

4. fila

Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"200

Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"251

5. fila

Nick Cassidy (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"296

Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"310

6. fila

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"349

Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"355

7. fila

Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"365

Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"369

8. fila

Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 49"404

Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"415

9. fila

Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"421

Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"430

10. fila

Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"455

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"464

11. fila

Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"522

Denis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 49"574

12. fila

Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"678

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 49"726

13. fila

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"828

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 50"081

14. fila

Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 50"244

Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 50"356

 

 

Lo schieramento di partenza di gara 2 è determinato dal secondo miglior tempo della qualifica 1

1. fila

Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"016

Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"090

2. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"149

Alexander Sims (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"158

3. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"175

Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"254

4. fila

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"259

Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"269

5. fila

Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"311

Nick Cassidy (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"403

6. fila

Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"422

Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"439

7. fila

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"444

Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"446

8. fila

Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"463

Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"467

9. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"471

Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"520

10. fila

Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"524

Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 49"526

11. fila

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"585

Denis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 49"618

12. fila

Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"724

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 49"748

13. fila

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"957

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 50"121

14. fila

Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 50"338

Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 50"429

 

 

Lo schieramento di partenza di gara 3 è determinato dal miglior tempo della qualifica 2

1. fila

Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"567

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 48"761

2. fila

Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"797

Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 48"860

3. fila

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"891

Alexander Sims (Dallara-Nissan) - T Sport - 48"931

4. fila

Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 48"973

Daniil Kvyat (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 48"994

5. fila

Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"016

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"018

6. fila

Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"019

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"154

7. fila

Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"169

Lucas Wolf (Dallara-Mercedes) - URD - 49"181

8. fila

Nick Cassidy (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 49"182

Sven Muller (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"235

9. fila

Antonio Giovinazzi (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"261

Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"277

10. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 49"280

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Mucke - 49"301

11. fila

Denis Van de Laar (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 49"336

Sean Gelael (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"389

12. fila

Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 49"397

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 49"494

13. fila

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 49"505

Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 49"513

14. fila

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Double R - 49"764

Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 50"006

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40661&cat=7

Link to post
Share on other sites

Norisring - Rosenqvist ha rischiato grosso...

 

 

Felix Rosenqvist ha rischiato di vedersi schierare in ultima posizione. L'autore della pole di gara 1 nel FIA F.3 europeo partirà  comunque davanti a tutti grazie all'appello presentato. Al termine della qualifica 2, la sua monoposto è stata trovata senza la benzina necessaria nel serbatoio. Rosenqvist ai fini della classifica risulterà  quindi trasparente. In base poi alla posizione finale di gara 1, occorrerà  attendere la decisione dei commissari sportivi che prenderanno in esame l'appello. Da rilevare inoltre che Antonio Giovinazzi è stato penalizzato di cinque posizioni e partirà  diciannovesimo in gara 1.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40668&cat=7

Link to post
Share on other sites

Norisring - Marciello 1° ma penalizzato

Vittoria a Blomqvist ed Eurointernational

 

àˆ accaduto l'impensabile al Norisring, nella prima gara del FIA F.3 European Championship. Dapprima la squalifica "rinviata" del poleman Felix Rosenqvist. àˆ accaduto che dopo la seconda sessione di qualifica di venerdì, la sua monoposto è stata trovata con una benzina non conforme al regolamento. Stamane, 90 minuti prima del via, è stato comunicato che lo svedese sarebbe comunque partito dalla pole, e non ultimo, perché il team Mucke ha presentato appello (12.000 euro...). Rosenqvist in gara allora, ma trasparente ai fini della classifica.

 

La corsa è poi stata dominata da Raffaele Marciello che alla prima staccata dopo la partenza ha passato Rosenqvist mantenendo sul rivale svedese un costante vantaggio che si aggirava tra il mezzo secondo e il secondo. Corsa non facile, con l'ingresso in pista di due safety-car e lo sventolio di diverse bandiere gialle per vari contatti e incidenti. Marciello ha mantenuto la necessaria calma gestendo al meglio ogni situazione ed ha così tagliato il traguardo per primo davanti al "trasparente" Rosenqvist, ai compagni di squadra in Prema, Alex Lynn e Lucas Auer, poi a Felix Serralles (Fortec), Alexander Sims (T Sport), Luis Derani (Fortec), Tom Blomqvist (Eurointernational), Nick Cassidy (Eurointernational) e Jordan King (Carlin). Questa la top ten.

 

Ma subito si è capito che qualcosa non quadrava perché i primi tre classificati, ovvero i tre piloti Prema, non si sono presentati alla conferenza stampa. Bensì sono stati avvistati, assieme ad un altro nutrito gruppo di piloti, in direzione gara accompagnati da team manager e ingegneri. In sala stampa ci si è ricordati che durante la corsa, Peter Mucke si era avviato con passo da centometrista in direzione per far notare che, nonostante le gialle che i commissari di pista sventolavano in una determinata fase della gara, sui monitor i tempi di alcuni piloti apparivano di color verde, ovvero segnavano i migliori settori. Tra questi Marciello e i suoi compagni, oltre a tutti coloro che occupavano le prime sette posizioni e oltre.

 

Implacabile è dunque scesa la scure dei commissari sportivi che hanno affibbiato a Marciello, Lynn, Auer, Serralles, Sims, Derani, King, Lewis, Wolf, Mardenborough, Nissany, Cassidy 20" di penalità  equivalente a un drive through. Un tentativo pienamente riuscito, e nel rispetto delle regole, da parte del team Mucke di salvare in qualche modo la situazione di Rosenqvist che non appare in classifica in quanto soggetto ad appello, ma secondo sul traguardo e che non pare implicato nelle penalità . Dunque, se Mucke dovesse vincere l'appello, Rosenqvist risulterebbe vincitore mantenendo vive le speranze per il campionato in quanto è secondo in classifica generale.

 

Vincitore è quindi stato proclamato un sorpreso Tom Blomqvist, ottavo sul traguardo, settimo per la non presenza (come spiegato sopra) di Rosenqvist. àˆ il primo successo stagionale per il pilota del programma Red Bull e la prima vittoria nell'europeo per la Eurointernational. Antonio Ferrari, il team principal, ha saputo che gli avrebbero portato la coppa del vincitore mentre stava mangiando tranquillamente un piatto di insalata, incosapevole di quel che stava accadendo... Secondo Harry Tincknell del team Carlin poi il tedesco Andre Rudersdorf, della MaCon. Quarto Eddie Cheever, che al 1° giro si era ritrovato bloccato da Nicholas Latifi in testacoda, poi Marciello, quinto con tanta rabbia.

Non al traguardo Antonio Giovinazzi. Era 13° quando al 35° giro è stato malamente centrato nella fiancata, al tornante, da Sven Muller, che aveva subìto un drive through per partenza anticipata. Brava Michela Cerruti del team Ferraris, quindicesima, che al via si era subito messa alle spalle Tatiana Calderon. Proprio la colombiana, al 16° passaggio, al fatidico tornante in un tardivo tentativo di sorpasso ha centrato la ragazza italiana, ritirandosi. Cerruti ha invece proseguito benché la vettura non fosse al meglio delle condizioni. Tra i protagonisti, da segnalare nel finale il bel sorpasso di Auer su Serralles, la bella gara di debutto di Cassidy che avrebbe concluso nono senza la penalità .

Ha stallato in partenza Daniil Kvyat, che poi non ha ripreso la corsa. Altri momenti "caldi", Sean Gelael che ha colpito Mitchell Gilbert al tornante al 6° giro, Richard Goddard che ha fatto la stessa cosa con Denis Van de Laar al 13° passaggio, Latifi ha tamponato Roy Nissany, che stava conducendo una discreta corsa dopo una buona qualifica, mentre Lucas Wolf si è ritrovato con la sospensione anteriore destra danneggiata. Due le safety-car per togliere le vetture di Gilbert e Calderon.

 

Sabato 13 luglio 2013, gara 1

1 - Tom Blomqvist (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 39 giri 35'49"810

2 - Harry Tincknell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 3"551

3 - Andre Rudersdorf (Dallara-Volkswagen) - MaCon - 13"521

4 - Eddie Cheever (Dallara-Mercedes) - Prema - 14"925

5 - Raffaele Marciello (Dallara-Mercedes) - Prema - 16"320 **

6 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 17"423

7 - Alex Lynn (Dallara-Mercedes) - Prema - 17"498 **

8 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Prema - 17"866 **

9 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - Fortec - 18"397 **

10 - Alexander Sims (Dallara-Nissan) - T Sport - 18"936 - **

11 - Luis Derani (Dallara-Mercedes) - Fortec - 19"811 **

12 - Nick Cassidy (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 22"559 **

13 - Jordan King (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 22"744 **

14 - Jann Mardenborough (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 25"444 **

15 - Michela Cerruti (Dallara-Mercedes) - Ferraris - 28"621

16 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 28"783 **

17 - Michael Lewis (Dallara-Mercedes) - Mucke - 33"936 **

18 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 2 giri

 

Giro più veloce: Lucas Auer 48"697

 

Ritirati

34° giro - Antonio Giovinazzi

34° giro - Sven Muller

34° giro - Lucas Wolf

28° giro - Nicholas Latifi

15° giro - Tatiana Calderon

12° giro - Dennis Van de Laar

6° giro - Sean Gelael

5° giro - Mitchell Gilbert

1° giro - Daniil Kvyat

 

Soggetto ad appello

Felix Rosenqvist

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40670&cat=7

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...