Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

GP3 Series 2013


Recommended Posts

Spa, gara 1: prima vittoria di Kvyat

 

Daniil Kvyat si è aggiudicato la prima vittoria in GP3. Il russo della Arden ha amministrato la corsa rintuzzando gli attacchi di Conor Daly del team ART. Ad accompagnarli sul podio, Facu Regalia, che diventa leader provvisorio della graduatoria, dato che Tio Ellinas è giunto ottavo, ma potrà  sfruttare al via di domani il vantaggio della pole position per la griglia invertita. Allo spegnersi dei semafori, Kvyat ha avvuto uno scatto migliore di Sainz, ed approfittando anche della traiettoria ideale lo ha sopravanzato a La Source, mentre lo spagnolo si è dovuto difendere da Daly, rinvenuto con veemenza alle sue spalle.

 

Sono rimasti fermi in griglia David Fumanelli e Tio Ellinas, fortunatamente evitati dagli altri. Non hanno "resistito" all’attrazione del contatto Emanuele Zonzini e Josh Webster. Il portacolori Status è ripartito con l’ala danneggiata poi persa nel rettifilo del Kemmel, mentre il sammarinese si è dovuto ritirare. Per ripulire la pista è stata chiamata la safety-car, con questa situazione: Kvyat, Daly, Sainz, Harvey, Regalia, Yelloly, Sims, Korjus Visoiu e McKee. Ripartita al terzo giro, la gara è stata nuovamente rineutralizzata perché Adderly Fong ha centrato in pieno Patric Niederhauser a La Source.

 

Nel frattempo Vainio tornava ai box con la posteriore destra bucata. Nuova bandiera verde alla quinta tornata con Melville McKee che conquistava la nona piazza ai danni di Venturini e Visoiu alla prima curva. Anche Korjus ha superato Yelloly per il settimo posto al restart. Brutto contatto al Kemmel nel corso della decima tornata tra Sainz e Harvey, in lotta per il terzo posto. L'inglese si è spostato verso lo spagnolo colpendolo e la sua Dallara è volata contro le barriere interne, tornando in pista e rischiando di venire ripreso dall’iberico. Riurtando il guard-rail esterno, la ART ha perso tutto l’asse posteriore, cambio e ruote motrici, ferme in mezzo alla pista. Per la terza volta è tornata in pista la SC che ha portato le vetture fino al traguardo. Fuori dai punti i piloti Trident Giovanni Venturini e Fumanelli. A fermare il lombardo in griglia è stato un problema elettronico, che si è ripresentato dopo la giornata di ieri.

 

Alex Fontana invece, partito ultimo, era risalito fino alla terdicesima posizione, salvo dover effettuare un pit-stop per una lenta fortura del suo pneumatico anteriore sinistro. Lo svizzero ha quindi perso la possibilità  di lottare per la top-10, subendo la stessa sorte di Vainio, che aveva invece colpito un detrito della vettura di Fong.

 

Sabato 24 agosto 2013, gara 1

1 - Daniil Kvyat - MW Arden – 13 giri 32'48"445

2 - Conor Daly - ART - 0"413

3 - Facu Regalia - ART - 1"160

4 - Kevin Korjus - Koiranen - 1"772

5 - Alexander Sims - Carlin - 4"628

6 - Nick Yelloly - Carlin - 4"965

7 - Melville McKee - Bamboo - 5"713

8 - Tio Ellinas - Manor - 5"978

9 - Robert Visoiu - MW Arden - 6"869

10 - Dino Zamparelli - Manor – 7”760

11 - Giovanni Venturini - Trident - 8"569

12 - Luis Sa Silva - Carlin - 8"895

13 - Patrick Kujala - Koiranen - 9"585

14 - Lewis Williamson - Bamboo - 10"225

15 - David Fumanelli - Trident - 11"039

16 - Samin Gomez - Jenzer - 11"640

17 - Jimmy Eriksson - Status - 12"374

18 - Ryan Cullen - Manor - 13"052

19 - Carmen Jorda - Bamboo - 13"560

20 - Alex Fontana - Jenzer – 15”157

21 - Aaro Vainio - Koiranen - 15"162

 

Giro veloce: Daniil Kvyat 2’06”456

 

Ritirati

9° giro - Carlos Sainz

9° giro - Jack Harvey

2° giro - Patrick Niederhuaser

2° giro - Adderly Fong

1° giro - Josh Webster

0 giri - Emanuele Zonzini

 

Il campionato

1. Regalia 105 punti; 2. Ellinas 95; 3. Daly 89; 4. Korjus 87; 5. Kvyat 84

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41137&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • Replies 188
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

L'opinione di Massimo Costa (Italiaracing)  

Tutti da badilare

"E' uno dei campionati di GP3 col più alto livello tra i piloti" (cit. Sky UK)   Chissà  com'era il peggiore

Spa, gara 2: assolo di Sims

 

Toccata e fuga per Alexander Sims nella stagione GP3 2013. L’inglese, che aveva fatto la sua prima apparizione quest’anno al Nurburgring conquistando il podio in gara-2 con Status GP, quando sostituì Adderly Fong, ed è qui stato richiamato da Trevor Carlin per prendere il posto di Eric Lichtenstein, andandosi a prendere il successo in solitaria. Partito bene dalla griglia di partenza, Sims si è trovato la porta spalancata a La Source da un contatto tra Tio Ellinas e Melville McKee. L’inglese ha scelto la traiettoria interna senza valutare l’umido presente fuori traiettoria. Bloccando gli pneumatici McKee è quindi arrivato lungo colpendo in pieno Ellinas, finendo entrambi oltre il limite della pista. Il portacolori Bamboo è stato così penalizzato con un drive-through, mentre il cipriota di Manor si è dovuto fermare ai box per i danni riportati alle sospensioni. Si ritrovano proiettati sul podio, dopo un’ottima partenza, i due alfieri di ART, che confermano la prestazione di gara-1 con Conor Daly secondo e Facu Regalia terzo. L’argentino è ora leader di campionato, ed anche lo statunitense ha sopravanzato Ellinas, rimasto a bocca asciutta.

 

Quarto posto per Nick Yelloly, che ha preceduto Kevin Korjus. Battaglia invece nei giri finali tra Daniil Kvyat e Dino Zamparelli. All’uscita della Bus Stop nella settima tornata l’italoinglese ha affiancato il russo, superandolo a La Source. Daniil però, qui vincitore della sua prima gara in GP3 ieri, non si è dato per vinto e gli è rimasto in scia, riportandosi davanti a Les Combes. Ottavo posto per Robert Visoiu, con la seconda Arden in classifica, mentre va sottolineata l’ottima rimonta di Patric Niederhauser. Lo svizzero, giunto nono, era partito dalle ultime file dello schieramento a causa del ritiro in gara-1, ma ha messo a segno una gara concreta che lo ha portato a conquistare l’ingresso in top-10, ai danni di Lewis Williamson. Gara anonima Giovanni Venturini. Il veneto di Trident lamenta problemi assetto sin dalle qualifiche, che evidentemente non sono stati risolti in casa Trident. Il vicentino è ugualmente il miglior alfiere della compagine diretta da Maurizio Salvadori, dato che David Fumanelli ha completato quattordicesimo la propria corsa. Il lombardo, contrariamente al compagno, si è trovato a suo agio con la vettura in Belgio, ma il reset del sistema elettronico ieri in partenza lo ha costretto ad un week-end in salita.

 

Bel confronto tra Alex Fontana e Carlos Sainz negli ultimi giri di gara. Lo svizzero, ieri rallentato da una foratura e poi penalizzato di 20 secondi per un sorpasso sotto bandiere gialle, ha pressato lo spagnolo, ritiratosi in gara-1 per un incidente che lo ha visto vittima di un attacco killer da parte di Jack Harvey. All’uscita dalla Bus Stop Fontana si è appaiato a Sainz, prendendo poi la scia all’iberico di Arden fino ad arrivargli affiancato all’Eau Rouge. Poi Fontana ha tenuto giù il piede e, complice anche una perdita di aderenza della vettura di Sainz al Radillon, sopravanza la Dallara di Arden e conquista la dodicesima piazza.

 

Domenica 25 agosto 2013, gara 2

1 - Alexander Sims - Carlin – 13 giri 27’45”036

2 - Conor Daly - ART - 8"314

3 - Facu Regalia - ART - 10"7

4 - Nick Yelloly - Carlin - 15"1

5 - Kevin Korjus - Koiranen - 16"2

6 - Daniil Kvyat - MW Arden – 18"2

7 - Dino Zamparelli - Manor – 18”9

8 - Robert Visoiu - MW Arden - 20"0

9 - Patrick Niederhuaser - Jenzer – 21”7

10 - Lewis Williamson - Bamboo - 24"2

11 - Giovanni Venturini - Trident - 25"0

12 - Alex Fontana - Jenzer – 27”5

13 - Carlos Sainz - MW Arden – 29”2

14 - David Fumanelli - Trident - 32"8

15 - Jimmy Eriksson - Status - 35"0

16 - Adderly Fong - Status – 47”1

17 - Ryan Cullen - Manor - 47"7

18 - Josh Webster - Status – 52”1

19 - Carmen Jorda - Bamboo – 1’31"8

20 - Patrick Kujala - Koiranen – 1’38"3

21 - Luis Sa Silva - Carlin – 1 giro

22 - Aaro Vainio - Koiranen – 1 giro

23 - Emanuele Zonzini – Trident – 1 giro

 

Giro veloce: Alexander Sims 2’07”134

 

Ritirati

10° giro - Samin Gomez

6° giro - Melville McKee

5° giro - Jack Harvey

2° giro - Tio Ellinas

 

Il campionato

1. Reaglia 115 punti; 2. Daly 101; 3. Ellinas 95; 4. Korjus 93

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41142&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

GP3, Monza: Kvyat in pole

 

Dopo aver ottenuto il miglior tempo nelle prove libere di ieri pomeriggio, Daniil Kvyat ha conquistato la pole position per Gara-1 di GP3. Il pilota russo della MW Arden è stato l’unico in grado di scendere sotto il minuto e 37 secondi, avendo fatto segnare un formidabile 1:36.933, tempo che l’ha proiettato in cima alla lista dei tempi con oltre mezzo secondo di vantaggio sul suo più diretto inseguitore, il suo compagno di squadra Robert Visoiu. Tolto Kvyat, quelle di oggi si sono confermate qualifiche molto serrate, con ben 8 piloti racchiusi in meno di tre decimi.

 

Dietro al duo della Arden partiranno Tio Ellinas (Manor) e Alexander Sims (Carlin), mentre in terza fila si schiereranno Nick Yelloly (Carlin) e il terzo pilota della MW Arden, Carlos Sainz. In quarta fila partiranno Conor Daly e Facu Regalia, entrambi piloti ART, rispettivamente al secondo e primo posto in campionato.

 

Per quel che riguarda i nostri colori, il migliore degli italiani è stato Giovanni Venturini che scatterà  dalla sedicesima piazzola sulla griglia; due file più indietro partirà  David Fumanelli, mentre il sanmarinese Emanuele Zonzini ha completato le prove in 24ª posizione.

 

http://www.passionea300allora.it/2013/09/07/gp3-monza-kvyat-in-pole/

 

 

 

Lo schieramento di gara 1

1. fila

Daniil Kvyat - MW Arden - 1'37"715

Robert Visoiu - MW Arden - 1'37"872

2. fila

Tio Ellinas – Manor - 1'37"941

Alexander Sims – Carlin - 1'38"073

3. fila

Nick Yelloly – Carlin - 1'38"201

Carlos Sainz - MW Arden - 1'38"427

4. fila

Conor Daly – ART - 1'38"686

Facundo Regalia – ART - 1'38"760

5. fila

Kevin Korjus - Koiranen GP - 1'38"815

Lewis Williamson – Bamboo - 1'38"866

6. fila

Dino Zamparelli – Manor - 1'38"875

Jack Harvey – ART - 1'38"937

7. fila

Patric Niederhauser – Jenzer - 1'39"045

Adderley Fong - Status GP - 1'39"055

8. fila

Patrick Kujala - Koiranen GP - 1'39"095

Giovanni Venturini – Trident - 1'39"169

9. fila

Melville McKee – Bamboo - 1'39"177

Luis Sa Silva – Carlin - 1'39"231

10. fila

Alex Fontana – Jenzer - 1'39"254

David Fumanelli – Trident - 1'39"355

11. fila

Jimmy Ericsson - Status GP - 1'39"566

Josh Webster - Status GP - 1'39"595

12. fila

Emanuele Zonzini – Trident - 1'39"931

Ryan Cullen – Manor - 1'39"972

13. fila

Samin Gomez – Jenzer - 1'41"156

Aaro Vainio - Koiranen GP - 1'39"431*

14. fila

Carmen Jordà  â€“ Bamboo - 1'41"204**

 

*Cinque posizioni di penalità  per un contatto con Sa Silva a Spa

**Dieci posizioni di penalità  per mancato rispetto delle bandiere gialle

Link to post
Share on other sites

Sì quello che ha cercato di entrarsi in retromarcia è gia idolo delle folle.

Il problema è che il pilota di cui parli è il leader della classifica.

Link to post
Share on other sites

Cosa dice sto incompetente di telecronista? Il muso anteriore? E cos'è?

 

Zamparelli in Liuzzi mode on

Ma almeno i Liuzzi l'hanno persa in testacoda, questo ha tranquillamente tagliato stile videogiochi.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...