Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

GP3 Series 2013


Recommended Posts

Postiamo i risultati va' :asd:

 

Nurburgring, gara 1: Regalia si prende tutto

 

Facu Regalia conquista tutto. L’argentino di casa ART ha registrato la sua prima vittoria in GP3 dopo aver ottenuto la pole position nella qualifica della mattina ed il giro più veloce in gara. Scattato bene dalla sua piazzola al via, Regalia ha gestito la corsa su Tio Ellinas (Manor), ancora leader di campionato, che non è mai però riuscito ad impensierirlo veramente. Chiude il podio Jack Harvey, vincitore una settimana fa a Silverstone e qui ancora tra i migliori del lotto con l'altra vettura della ART. Un bel risultato per Regalia che è scoppiato di gioia sul podio, andandosi a godere quello che resterà  uno dei più bei momenti delle sua carriera.

 

Per quanto riguarda la cronaca della corsa, dai box è partita Samin Gomez, che non ha avviato la sua vettura durante il giro di ricognizione. Allo spegnersi dei semafori tutto è risultato regolare per i primi, mentre Alex Fontana, terzo, si è visto superato alla prima curva da Jack Harvey e Lewis Williamson. Il pilota del team Jenzer ha perso altre due posizioni finché non è stato colpito al posteriore da Kevin Korjus all’uscita della Mercedes-Arena finendo in testacoda. Nonostante sia riuscito a ripartire, nel secondo settore ha perso l’alettone posteriore danneggiato dovendosi ritirare.

 

L’estone verrà  poi punito con un drive-through per questo contatto. Sono usciti di scena poco più avanti anche due piloti del team Carlin, con Luis Sa Silva che tagliava all’interno sull’erba il tornantino perdendo il controllo ed impattando contro il compagno Eric Lichtenstein. Anche i box Status GP hanno accolto le vetture di Jimmy Eriksson e Josh Webster, arrivati al contatto alla NGK chicane. Al terzo giro è entrata la safety-car per recuperare la vettura di Daniil Kvyat, rimasta ferma in mezzo alla pista per un'avaria alla batteria.

 

La gara è ripartita con Regalia che allungava su Ellinas e Harvey, mentre restavano invariate senza particolari emozioni le posizioni alle loro spalle con Williamson, Nick Yelloly, Carlos Sainz, Melville McKee ed Alexander Sims. Hanno tagliato il traguardo in sedicesima e diciassettesima piazza gli italiani Giovanni Venturini e David Fumanelli, quest'ultimo autore di un'ottima partenza ma rimasto invischiato nel traffico del primo settore, ma il miglior lavoro in casa Trident lo ha fatto Emanuele Zonzini, che ha preceduto entrambi sotto la bandiera a scacchi, gestendo al meglio le situazioni di traffico iniziali piazzandosi alle spalle di Aaro Vainio, decisamente abbattuto da un persistente mal di stomaco.

 

àˆ stata inoltre squalificata Carmen Jordà  per avere superato più volte i limiti della pista. Le regole sono regole, ma in questo caso è stato un po’ come sparare sulla croce rossa viste le difficoltà  delle pilotessa iberica...

 

 

Sabato 6 luglio 2013, gara 1

1 - Facu Regalia - ART – 15 giri 28'27"197

2 - Tio Ellinas - Manor - 7"160

3 - Jack Harvey - ART – 7”658

4 - Lewis Williamson - Bamboo - 11"851

5 - Nick Yelloly - Carlin - 12"586

6 - Carlos Sainz - MW Arden - 16"503

7 - Melville McKee - Bamboo - 17"495

8 - Alexander Sims - Status - 18"449

9 - Dino Zamparelli - Manor – 19”481

10 - Conor Daly - ART - 19"886

11 - Robert Visoiu - MW Arden - 21"799

12 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 22"381

13 - Patrick Kujala - Koiranen - 28"568

14 - Aaro Vainio - Koiranen - 31"250

15 - Emanuele Zonzini - Trident - 31"919

16 - Giovanni Venturini - Trident - 33"262

17 - David Fumanelli - Trident - 33"630

18 - Samin Gomez - Jenzer - 35"102

19 - Ryan Cullen - Manor - 36"914

20 - Kevin Korjus - Koiranen – 1 giro

 

Giro veloce: Facu Regalia 1’46”712

 

Ritirati

2° giro - Alex Fontana - Jenzer

1° giro - Josh Webster - Status

1° giro - Jimmy Eriksson - Status

0 giri - Daniil Kvyat - MW Arden

0 giri - Eric Lichtenstein - Carlin

0 giri - Luis Sa Silva - Carlin

 

Squalificata

Carmen Jorda – Bamboo

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40567&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • Replies 188
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

L'opinione di Massimo Costa (Italiaracing)  

Tutti da badilare

"E' uno dei campionati di GP3 col più alto livello tra i piloti" (cit. Sky UK)   Chissà  com'era il peggiore

Nurburgring, gara 2: McKee ci mette la firma

 

 

Prima vittoria per Melville McKee e per il team Bamboo in GP3. Il pilota inglese, partito dalla prima fila, ha tenuto la vetta sin dalla prima curva, quando invece Alexander Sims, che scattava dalla posizione della pole, si è fatto infilare da Nick Yelloly. I due hanno poi concluso sul podio in ordine invertito, con il portacolori di Status GP, arrivato qui per sostituire l’assente Adderly Fong, che ha sopravanzato la Dallara di Carlin nel corso della decima tornata. Podio tutto britannico quindi cui va aggiunto il quarto poso di Lewis Williamson del team Bamboo. àˆ mancato invece all’appello Facu Regalia, ritiratosi dopo un’uscita di pista alla Mercedes Arena, ma già  rimasto precedentemente fermo in griglia per il giro di schieramento e costretto a partire dai box.

 

Quinta posizione per Carlos Sainz. Il pilota di Arden è stato protagonista di un contatto alla prima curva con Jack Harvey, ma entrambi hanno proseguito indenni, anche se l’inglese era precipitato in decima piazza. Ancora punti importanti per Tio Ellinas, sesto, che al quarto giro ha sopravanzato il compagno in seno al team Manor Dino Zamaprelli. Ottimo l’ottavo posto di Patric Niederhauser, che dopo un filotto di gare negativo ha ritrovato la zona punti andando a sopravanzare nell’ultimo passaggio Conor Daly.

 

Una partenza anticipata ha invece visto Robert Visoiu penalizzato con un drive through, mentre Emanuele Zonzini, dodicesimo, si conferma il miglior pilota Trident questo week-end. Quattordicesimo Giovanni Venturini, che nelle ultime curve ha superato d’orgoglio Kevin Korjus, con anche Alex Fontana, diciassettesimo, che si è esibito in alcuni sorpassi, merce rara in questo appuntamento, uno dei quali ai danni dell’italiano David Fumanelli.

 

 

Domenica 7 luglio 2013, gara 2

1 - Melville McKee - Bamboo – 15 giri 27’23"992

2 - Alexander Sims - Status - 0"353

3 - Nick Yelloly - Carlin - 3"506

4 - Lewis Williamson - Bamboo - 5"273

5 - Carlos Sainz - MW Arden - 9"781

6 - Tio Ellinas - Manor - 12"686

7 - Dino Zamparelli - Manor – 15”302

8 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 16"023

9 - Conor Daly - ART - 17"176

10 - Jack Harvey - ART – 19”390

11 - Aaro Vainio - Koiranen - 24"437

12 - Emanuele Zonzini - Trident - 26"696

13 - Patrick Kujala - Koiranen - 28"519

14 - Giovanni Venturini - Trident - 30"269

15 - Kevin Korjus - Koiranen – 30”613

16 - Daniil Kvyat - MW Arden – 30”818

17 - Alex Fontana – Jenzer – 31”247

18 - Jimmy Eriksson – Status – 33”008

19 - Samin Gomez - Jenzer - 34"547

20 - David Fumanelli - Trident - 34"698

21 - Eric Lichtenstein – Carlin – 35”383

22 - Luis Sa Silva – Carlin – 38”346

23 - Robert Visoiu - MW Arden - 39"132

24 - Carmen Jorda – Bamboo – 1’02”686

25 - Ryan Cullen - Manor – 1’22"545

 

Giro veloce: Facu Regalia 1’46”938

 

Ritirati

11° giro - Josh Webster - Status

8° giro - Facu Regalia - ART

 

Il campionato

1.Ellinas 91; 2.Regalia 71; 3.Korjus 59; 4.Harvey 57; 5.Daly, Yelloly 52; 7.Vainio 44; 8.Kvyat 40; 9.Sainz 38; 10.Niederhauser 29

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40579&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Budapest, libere: Kvyat al comando

 

Miglior tempo per il russo Daniil Kvyat nelle prove libere disputate dalla GP3 sul tracciato di Budapest. Il portacolori di Arden si è giocato il primato sin dalla metà  del turno, prima nel confronto diretto con Aaro Vainio, poi con Lewis Williamson, registrando il crono di 1’33”448. Proprio l’inglese di Bamboo ha concluso al secondo posto con 280 millesimi di ritardo dalla vetta. Si è fermata in seconda fila virtuale la ART, leader della classifica squadre. La compagine francese ha infatti visto Conor Daly piazzarsi al terzo posto, seppur con quattro decimi di ritardo da Kvyat, precedendo il compagno Jack Harvey. Buon quinto, a dimostrazione del potenziale di casa Arden, Robert Visoiu, vincitore di gara-2 a Valencia lo scorso giugno per il secondo round del campionato. Qualche controversia invece nel finale per Carlos Sainz, rimasto bloccato nel traffico.

 

In forma anche Giovanni Venturini. Il vicentino della Trident, squadra che ha annunciato nei scorsi giorni l’accordo con la CSAI per la prosecuzione del progetto giovani, di cui il vincitore di gara-2 a Silverstone faceva già  parte, si è guadagnato la sesta piazzola precedendo Facu Regalia ed il connazionale, nonché compagno, David Fumanelli. Incoraggiante quindi il risultato della compagine lombarda, con Emanuele Zonzini, alla sua stagione di debutto nel campionato, quattordicesimo. Nona posizione per Vainio, che era invece stato il primo pilota a scalare la graduatoria, con la prima vettura del team Koiranen, data la diciannovesima piazza di Korjus. Entrambi non hanno montato la gomma nuova. Chiude la top-10 Alex Fontana, ancora una volta miglior pilota Jenzer in graduatoria, anch'egli senza aver utilizzato il "bonus" degli pneumatici nuovi come nel caso invece dei primi in claissifica.

 

 

Venerdì 26 luglio 2013, libere

1 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'33"448 – 19 giri

2 - Lewis Williamson - Bamboo - 1'33"728 - 16

3 - Conor Daly - ART - 1'33"860 - 17

4 - Jack Harvey - ART – 1’34”073 - 17

5 - Robert Visoiu - MW Arden - 1'34"082 - 19

6 - Giovanni Venturini - Trident - 1'34"087 - 18

7 - Facu Regalia - ART - 1'34"345 – 17

8 - David Fumanelli - Trident - 1'34"771 - 17

9 - Aaro Vainio - Koiranen - 1'34"886 - 15

10 - Alex Fontana - Jenzer - 1'35"188 - 17

11 - Jimmy Eriksson - Status - 1'35"249 - 19

12 - Dino Zamparelli - Manor – 1’35”266 - 15

13 - Melville McKee - Bamboo - 1'35"445 - 15

14 - Emanuele Zonzini - Trident - 1'35"523 - 18

15 - Nick Yelloly - Carlin - 1'35"763 - 18

16 - Carlos Sainz - MW Arden - 1'35"834 – 17

17 - Tio Ellinas - Manor - 1'35"892 – 14

18 - Ryan Cullen - Manor - 1'35"916 - 18

19 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'35"975 - 10

20 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'36"098 - 13

21 - Eric Lichtenstein - Carlin - 1'36"197 - 16

22 - Patrick Kujala - Koiranen - 1'36"289 - 10

23 – Adderly Fong - Status - 1'36"552 – 21

24 - Samin Gomez - Jenzer - 1'36"636 - 16

25 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'36"745 - 18

26 - Josh Webster - Status - 1'37"048 - 18

27 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'39"272 - 20

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40856&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, qualifica: Vainio fa sua la pole

 

Aaro Vainio ottiene la pole position per il secondo anno consecutivo sulla pista di Budapest. Il finlandese di Koiranen, al termine di una sessione tiratissima, ha conquistato la prima partenza al palo della stagione 2013, divenendo il quinto uomo differente a compiere questa impresa. Il finnico ieri sorrideva sotto i baffi guardando la classifica dei tempi delle prove libere, consapevole del fatto che non avendo montato le gomme nuove avrebbe avuto un vantaggio in qualifica, e così è stato. Vainio ha registrato il crono di 1’32”811, precedendo di 176 millesimi Conor Daly, che partirà  al suo fianco in prima fila.

 

Terzo Daniil Kvyat, pilota Arden e alfiere del programma Red Bull, che ieri invece era stato il più rapido. Al fianco del russo partirà  Kevin Korjus, con la seconda vettura Koiranen nelle prime due file. Terza linea per gli inglesi Jack Harvey e Lewis Williamson, mentre la quarta è appannaggio di Melville McKee, vincitore dell’ultimo appuntamento al Nurburgring, e Carlos Sainz. Lo spagnolo è stato bravo nel trovare un giro libero nel finale che gli permettesse di recuperare terreno, replicando un po’ l’impresa di Valencia, in cui all’ultimo risalì la china. I commissari a metà  sessione hanno cancellato il miglior tempo dell’iberico, reo di aver oltrepassato i limiti della pista, vanificando così l’utilizzo della gomma nuova.

 

Stessa decisione presa anche nei confronti di Facundo Regalia, McKee e Josh Webster, anche se al portacolori Status è poi stata ridata la prestazione. Chiudono la top-10 Regalia ed il leader di campionato Tio Ellinas, che dopo la bandiera a scacchi si è vistosamente lamentato nei confronti dei David Fumanelli. L’italiano è diciannovesimo, mentre il compagno vicentino di casa Trident è finito dodicesimo. Attardato il team Jenzer che vedrà  i propri piloti partire dalla settima fila, con Patric Niederhauser davanti ad Alex Fontana per soli due centesimi. Da segnalare un testacoda di Adderly Fonga all’uscita della corsa box, che ha costretto all’esposizione della bandiera gialla.

 

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Aaro Vainio - Koiranen - 1'32"811

Conor Daly - ART - 1'32"987

2. fila

Daniil Kvyat - MW Arden - 1'33"070

Kevin Korjus - Koiranen - 1'33"104

3. fila

Jack Harvey - ART – 1’33”109

Lewis Williamson - Bamboo - 1'33"200

4. fila

Melville McKee - Bamboo - 1'33"337

Carlos Sainz - MW Arden - 1'33"345

5. fila

Facu Regalia - ART - 1'33"354

Tio Ellinas - Manor - 1'33"384

6. fila

Robert Visoiu - MW Arden - 1'33"439

Giovanni Venturini - Trident - 1'33"582

7. fila

Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'33"599

Alex Fontana - Jenzer - 1'33"614

8. fila

Nick Yelloly - Carlin - 1'33"658

Dino Zamparelli - Manor – 1’33”715

9. fila

Patrick Kujala - Koiranen - 1'33"778

Eric Lichtenstein - Carlin - 1'33"800

10. fila

David Fumanelli - Trident - 1'33"893

Jimmy Eriksson - Status - 1'34"089

11. fila

Josh Webster - Status - 1'34"237

Adderly Fong - Status - 1'34"241

12. fila

Luis Sa Silva - Carlin - 1'34"952

Emanuele Zonzini - Trident - 1'35"006

13. fila

Samin Gomez - Jenzer - 1'35"491

Ryan Cullen - Manor - 1'36"046

14. fila

Carmen Jorda - Bamboo - 1'37"246

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40862&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, gara 1: magistrale successo per Vainio

 

Cavalcata solitaria per Aaro Vainio in gara-1 a Budapest, atto iniziale della seconda parte di stagione 2013 della GP3. Il finlandese, che già  nei test di giugno qui era parso decisamente in forma, aveva conquistata la pole position questa mattina in qualifica, andando a conquistare la vittoria nel pomeriggio. Aaro è scattato bene allo spegnersi dei semafori tenendo testa a Conor Daly e Daniil Kvyat, che hanno completato sul podio alle sue spalle. Grande spunto invece per Carlos Sainz. Lo spagnolo si era qualificato ottavo, ma alla prima curva era già  sfilato quinto alle spalle di Jack Harvey. Come spesso accaduto all’Hungaroring, non è facile vedere molti sorpassi per la tortuosa conformazione del circuito, e quindi Facu Regalia, Kevin Korjus e Robert Visoiu hanno completato le posizioni dalla sesta all’ottava rispettando l’ordine del primo giro. La gara è stata neutralizzata alla tredicesima tornata, ma non sono cambiate le posizioni al vertice.

 

Alla prima staccata Emanuele Zonzini ha tentato l’attacco a Luis Sa Silva, ma l’angolano è arrivato lungo ed entrambi hanno favorito il rientro di Samin Gomez. Arrivate al contatto, le vettura di Carlin e Jenzer hanno perso velocità , con la venezuelana che prosegue, mentre Sa Silva viene tamponato da Zonzini. Il sammarinese di Trident decolla e si ribalta riatterrando in mezzo alla pista. Per rimuovere le Dallara incidentate, la vettura di sicurezza è rientrata al sedicesimo passaggio. Al re-start perdono posizioni i piloti Bamboo, Melville McKee e Lewis Williamson che erano in top-10, con l’inglese finito in testacoda nella stessa curva dove era uscito questa mattina in Formula 1 Sergio Perez.

 

A chiudere la zona punti sono così entrati Giovanni Venturini e Patric Niederhauser. Per la prima volta a secco in campionato Tio Ellinas, giunto dodicesimo dopo un acceso confronto con Alex Fontana durato tutta la corsa. In difficoltà  invece David Fumanelli, diciassettesimo, che è rimasto bloccato nel traffico, ma recuperando un paio di posizioni rispetto alla partenza.

 

 

Sabato 27 luglio 2013, gara 1

1 - Aaro Vainio - Koiranen - 17 giri 29’17”213

2 - Conor Daly - ART - 0"6

3 - Daniil Kvyat - MW Arden - 4"8

4 - Jack Harvey - ART – 7”0

5 - Carlos Sainz - MW Arden - 7"2

6 - Facu Regalia - ART - 7"5

7 - Kevin Korjus - Koiranen - 8"5

8 - Robert Visoiu - MW Arden - 9"3

9 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 10"2

10 - Giovanni Venturini - Trident - 11"5

11 - Alex Fontana - Jenzer - 12"7

12 - Tio Ellinas - Manor - 13"1

13 - Dino Zamparelli - Manor – 14”1

14 - Jimmy Eriksson - Status - 16"7

15 - Patrick Kujala - Koiranen - 18"6

16 - Nick Yelloly - Carlin - 18"7

17 - David Fumanelli - Trident - 19"2

18 - Melville McKee - Bamboo - 21"3

19 - Eric Lichtenstein - Carlin - 21"4

20 - Samin Gomez - Jenzer - 21"7

21 - Adderly Fong - Status - 22"0

22 - Josh Webster - Status - 22"3

23 - Carmen Jorda - Bamboo - 22"7

24 - Ryan Cullen - Manor - 23"4

25 - Lewis Williamson - Bamboo - 23"9

 

Giro veloce: Aaro Vainio 1’36”054

 

Ritirati

12° giro - Luis Sa Silva - Carlin

12° giro - Emanuele Zonzini - Trident

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40869&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, gara 2: Visoiu mette la seconda

 

Seconda vittoria stagionale per Robert Visoiu. Il rumeno, portacolori di Arden, in gara-2 a Budapest mette in archivio il secondo sigillo del 2013 dopo l’affermazione di Valencia. Per la squadra inglese si tratta anche della prima doppietta stagionale dato che Carlos Sainz, con un’altra partenza al fulmicotone, ha conquistato il secondo posto alla prima curva. A chiudere il podio l’estone Kevin Korjus, con la Dallara di Koiranen, che per tutta la gara ha contenuto gli alfieri ART alle sue spalle, Facu Regalia e Jack Harvey. L’argentino, autore anche del giro più veloce, ha ridotto le distanze in classifica generale da Tio Ellinas, solo decimo, che resta leder di campionato.

 

Sesto posto per Giovanni Venturini. Il veneto di Trident, che partiva nono, ha così conquistato altri punti amministrando bene le fasi iniziali di gara e la ripartenza avvenuta dopo una safety-car nel finale della corsa. Proprio come ieri infatti, nel dodicesimo giro c’è stato un contatto alla prima curva che ha messo fuori gioco due piloti del team Bamboo. Melville McKee mentre tentava di attaccare Nick Yelloly è stato colpito da Lewis Willimason, costringendo la direzione gara a neutralizzare la corsa per rimuovere le monoposto incidentate. Al terzo passaggio invece, ha abbandonato la scena Emanuele Zonzini, coinvolto sempre in curva 1 in un incidente con Ryan Cullen.

 

Alla ripartenza non ci sono stati particolari colpi di scena, se non per un lungo di Jimmy Eriksson a centro gruppo, che ha lasciato via libera ad Ellinas e Patrick Kujala. Non prende punti il vincitore di ieri, Aaro Vainio, giunto nono alle spalle di Daniil Kvyat e Conor Daly. Al primo giro si è intraversato all’uscita della prima variante Alex Fontana. Lo svizzero-greco è ripartito con oltre un minuto di ritardo, tenendo poi un buon ritmo gara.

 

 

Domenica 28 luglio 2013, gara 2

1 - Robert Visoiu - MW Arden - 17 giri 28’59”150

2 - Carlos Sainz - MW Arden - 4"168

3 - Kevin Korjus - Koiranen - 4"848

4 - Facu Regalia - ART - 5"277

5 - Jack Harvey - ART – 5”726

6 - Giovanni Venturini - Trident - 6"177

7 - Daniil Kvyat - MW Arden - 6"936

8 - Conor Daly - ART - 7"424

9 - Aaro Vainio - Koiranen - 7”847

10 - Tio Ellinas - Manor - 8"718

11 - Patrick Kujala - Koiranen - 11"603

12 - Jimmy Eriksson - Status - 14"318

13 - Nick Yelloly - Carlin - 15"622

14 - Samin Gomez - Jenzer - 15"941

15 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 16"176

16 - Eric Lichtenstein - Carlin - 16"588

17 - Adderly Fong - Status - 17"686

18 - David Fumanelli - Trident - 17"898

19 - Alex Fontana - Jenzer - 18"761

20 - Josh Webster - Status - 20"626

21 - Dino Zamparelli - Manor – 21”377

22 - Carmen Jorda - Bamboo - 21"725

23 - Luis Sa Silva – Carlin – 22”655

 

Giro veloce: Facu Regalia 1’35”736

 

Ritirati

12° giro - Melville McKee - Bamboo

12° giro - Lewis Williamson - Bamboo

2° giro - Ryan Cullen - Manor

2° giro - Emanuele Zonzini - Trident

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40880&cat=55

Link to post
Share on other sites

Classifica piloti:

1. Tio Ellinas 91

2. Facundo Regalia 90

3. Aaro Vainio 75

4. Jack Harvey 75

5. Kevin Korjus 75

6. Conor Daly 71

7. Carlos Sainz Jr. 60

8. Daniil Kvyat 57

9. Nick Yelloly 52

10. Robert Visoiu 40

 

Classifica team:

1. ART 236

2. Arden 157

3. Koiranen 150

4. Manor 98

5. Carlin 52

6. Jenzer 47

7. Bamboo 45

8. Trident 32

9. Status 18

Link to post
Share on other sites

La Russian Time vuole entrare anche in GP3

La squadra di Igor Mazepa vuole pero' entrare ex novo, senza comprare un team gia' presente

 

La new entry della GP2 Russian Time Motorsport vuole allargare ancora il suo campo d'azione.

 

La squadra dell'ex pilota russo Igor Mazepa, entrata in GP2 questa stagione al posto della iSport e già  capace di tre vittorie (la prima delle quali con Sam Bird in Bahrain), vuole infatti entrare dal 2014 anche in GP3.

 

Come ha spiegato lo stessa Mazepa pero', questa volta la Russian Time vuole aggiungersi all'attuale parco partenti, anziché acquisire una squadra per trovare posto in griglia: "Il piano e' di entrare con una squadra completamente nuova, non di comprare una di quelle attualmente presenti. Siamo pronti a garantire la nostra partecipazione fino alla fine del 2015 [quando terminerà  l'attuale ciclo di vita della vettura in uso, NdR], od anche per tre anni. La GP3 e' molto importante per noi, perché va a chiudere il buco tra l'ADAC Formel Masters e la F3 tedesca o la GP2. Sappiamo quanto sia complesso riuscirci, ma speriamo di trovare una soluzione con l'aiuto del management della GP3. La Russian Time non ha deluso nel suo ingresso in GP2, in cui abbiamo già  avuto una serie di risultati di valore, e quindi contiamo di avere successo nella nostra richiesta."

 

L'obiettivo della squadra di allevare giovani piloti russi non e' stato messo in disparte, ha aggiunto Mazepa, anche se non ha fatto nomi: "Noi puntiamo a firmare con giovani russi, ma non posso rivelare nulla di più. Il nostro compito e' preparare cinque macchine [due di GP2 e tre di GP3, NdR] nel miglior modo possibile. Siamo pronti a dare spazio a chiunque sia pronto, l'unico fattore per noi significativo e' la licenza russa."

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29698/gp3-series-2013-Russian-Time-vuole-entrare-nella-serie

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Alexander Sims al via a Spa con la Carlin

Il pilota britannico è stato scelto per sostituire l'indisponibile Eric Lichtenstein

 

Dopo aver corso al Nurburgring, dove ha ottenuto anche un secondo posto difendendo i colori della Status GP, Alexander Sims farà  nuovamente ritorno in GP3 a Spa-Francorchamps, andando a prendere il posto di Eric Lichtenstein al volante di una monoposto della Carlin.

 

"La chiamata è arrivata all'ultimo minuto, ma naturalmente sono lieto di far parte del team per questo weekend. Non ho mai corso per la Carlin, ma ho un buon rapporto con Trevor, quindi sono stato felice quando mi ha contattato. La nuova vettura di GP3 è fantastica e Spa è un grande circuito, quindi non vedo l'ora di scendere in pista e spero di poter fare un buon risultato" ha detto Sims.

 

Il 24enne britannico, che quest'anno è entrato a far parte della squadra di piloti ufficiali del programma GT della McLaren, partecipando alla Blancpain Endurance Series, affiancherà  questo fine settimana i confermati Nick Yelloly e Luis Sa Silva.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/30039/gp3-alexander-sims-al-via-a-spa-con-la-carlin-al-posto-di-eric-lichtenstein

Link to post
Share on other sites

Spa, libere: Daly batte Sainz

 

Si alternano nel finale di turno i leader della classifica della sessione libera della GP3, in scena a Spa per il terz'ultimo appuntamento del campionato 2013. Conor Daly ha conquistato il primato in 2’05”341, rifilando 120 millesimi a Carlos Sainz, che poco prima di lui aveva scalato la vetta. Nonostante la vacanza estiva, la GP3 non perde di efficienza e spettacolarità , con una graduatoria sempre corta che vede in terza posizione Nick Yelloly, con la prima vettura Carlin, a sandwich tra le Arden di Sainz e del russo Daniil Kvayt. Quinto tempo per il leader di campionato Tio Ellinas, intenzionato in qualifica a centrare le prime file dello schieramento, che però ha perso pericolosamente l’ala posteriore in pieno rettilineo al Kemmel.

 

Sesto posto per Lewis Williamson, con la Dallara del team Bamboo, davanti al rientrante Alexander Sims. L’inglese, reduce da due podi la settimana scorsa al Nurburgring nella F.3 europea, aveva guidato la vettura di Status proprio in Germania, giungendo secondo in gara 2. A Spa è passato sotto le insegne di Carlin al posto di Eric Lichtenstein ed ha rimediato poco più di un decimo di ritardo da Yelloly. Ottava prestazione per Facu Regalia. L’argentino, più abbronzato e in forma che mai dopo la pausa estiva, è il secondo alfiere ART in graduatoria dopo che Jack Harvey non è andato oltre la venticinquesima piazza con sole nove tornate all’attivo.

 

Chiude la top-10 David Fumanelli. Il lombardo, oltre che risultare il migliore degli italiani si è piazzato davanti alla coppia Jenzer, formata da Alex Fontana e Patric Niederhauser. Come spesso accaduto sino a questo punto della stagione, i due svizzeri sono divisi da pochi millesimi e proveranno entrambi a portare la vettura elvetica nelle prime file.

 

Venerdì 23 agosto 2013, libere

1 - Conor Daly - ART - 2'05"341 - 13

2 - Carlos Sainz - MW Arden - 2'05"461 – 13

3 - Nick Yelloly - Carlin - 2'05"584 - 14

4 - Daniil Kvyat - MW Arden - 2'05"618 – 14

5 - Tio Ellinas - Manor - 2'05"694 – 15

6 - Lewis Williamson - Bamboo - 2'05"764 - 13

7 – Alexander Sims - Carlin - 2'05"987 - 15

8 - Facu Regalia - ART - 2'06"044 – 15

9 - Melville McKee - Bamboo - 2'06"060 - 13

10 - David Fumanelli - Trident - 2'06"158 - 15

11 - Alex Fontana - Jenzer - 2'06"167 - 17

12 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 2'06"206 - 15

13 - Dino Zamparelli - Manor – 2’06”490 - 13

14 – Adderly Fong - Status - 2'06"593 – 17

15 - Jimmy Eriksson - Status - 2'06"841 - 16

16 - Robert Visoiu - MW Arden - 2'06"963 - 13

17 - Giovanni Venturini - Trident - 2'06"982 - 185

18 - Josh Webster - Status - 2'07"504 - 16

19 - Aaro Vainio - Koiranen - 2'07"639 - 10

20 - Luis Sa Silva - Carlin - 2'07"848 - 15

21 - Kevin Korjus - Koiranen - 2'07"889 - 12

22 - Samin Gomez - Jenzer - 2'08"540 - 17

23 - Patrick Kujala - Koiranen - 2'09"261 - 11

24 - Emanuele Zonzini - Trident - 2'09"262 - 15

25 - Jack Harvey - ART – 2’09”512 - 9

26 - Carmen Jorda - Bamboo - 2'09"852 - 16

27 - Ryan Cullen - Manor - 2'11"925 - 14

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41122&cat=55

Link to post
Share on other sites

Spa - Qualifica

Eccezionale prima pole di Sainz

 

Carlos Sainz conquista la prima pole position in GP3 al termine della sessione di qualifiche disputata sul tracciato di Spa-Francorchamps. Lo spagnolo di casa Arden ha segnato il crono di 2’04”125, andando a precedere di 393 millesimi il compagno russo Daniil Kvyat, che si era portato al vertice della classifica nella prima parte del turno. Il Junior Team Red Bull (Arden) ha dimostrato di avere un assetto più carico degli avversari con entrambi i piloti risultati velocissimi nel secondo intermedio, quello più guidato, contrariamente al team Koiranen che aveva lasciato le vetture molto scariche. Kevin Korjus è risultato il recordman nel primo settore, quello che comprende il lungo rettifilo del Kemmel, ma solo ottavo sulla griglia di partenza nonostante il gioco di scia nel finale attuato col compagno Aaro Vainio, solo diciottesimo.

 

In seconda fila si schiereranno le due ART di Jack Harvey e Conor Daly. L’inglese ha registrato lo stesso tempo di Kvyat, mentre l’americano è in ritardo di soli 6 millesimi dal compagno. In terza fila il leader di campionato Tio Ellinas, che sarà  affiancato dallo svizzero-greco Alex Fontana. Rispetto a ieri, il portacolori del Lotus Formula 1 Junior Team ha distanziato notevolmente il compagno Patric Niederhauser, che con il secondo set di pneumatici è stato rallentato dal traffico nell’ultima chicane, non potendo tenere il ritmo mostrato ieri nelle libere.

 

Settimo Nick Yelloly, di Carlin, davanti a Korjus e Facu Regalia. L’argentino è distaccato di un solo punto da Ellinas in campionato e in gara dovrà  cercare di arrivargli davanti per chiudere il gap. Miglior qualifica dell’anno per il team Trident. David Fumanelli è stato il primo alfiere della compagine di Maurizio Salvadori conquistando l’ultimo posto disponibile in Top-10. Il lombardo già  nelle prove libere di ieri era stato tra i più veloci nel secondo settore ed era consapevole di poter lottare per le posizioni di vertice quest’oggi. Alle sue spalle il veneto Giovanni Venturini, che ieri era finito sotto la lente dei commissari per aver oltrepassato il limite di velocità  in pit-lane, dovuto però ad un errato settaggio elettronico della centralina non dipendente dalla squadra o dal pilota.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Carlos Sainz - MW Arden - 2'04"125

Daniil Kvyat - MW Arden - 2'04"518

2. fila

Jack Harvey - ART – 2’04”518

Conor Daly - ART - 2'04"524

3. fila

Tio Ellinas - Manor - 2'04"856

Alex Fontana - Jenzer - 2'04"970

4. fila

Nick Yelloly - Carlin - 2'04"972

Kevin Korjus - Koiranen - 2'05"027

5. fila

Facu Regalia - ART - 2'05"066

David Fumanelli - Trident - 2'05"255

6. fila

Giovanni Venturini - Trident - 2'05"308

Alexander Sims - Carlin - 2'05"334

7. fila

Robert Visoiu - MW Arden - 2'05"382

Melville McKee - Bamboo - 2'05"486

8. fila

Lewis Williamson - Bamboo - 2'05"509

Dino Zamparelli - Manor – 2’05”541

9. fila

Patrick Niederhuaser - Jenzer - 2'05"576

Aaro Vainio - Koiranen - 2'05"760

10. fila

Adderly Fong - Status - 2'06"127

Patrick Kujala - Koiranen - 2'06"432

11. fila

Samin Gomez - Jenzer - 2'06"537

Josh Webster - Status - 2'06"645

12. fila

Jimmy Eriksson - Status - 2'06"871

Luis Sa Silva - Carlin - 2'07"291

13. fila

Emanuele Zonzini - Trident - 2'07"582

Ryan Cullen - Manor - 2'08"434

14. fila

Carmen Jorda - Bamboo - 2'09"095

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=41128&cat=55

Link to post
Share on other sites

Jack Harvey ‏@jack_harvey42 3h

Totally my mistake today :/ thought I had cleared @carlosainz when i overtook him, so went to defend and touched his car when I moved right

 

Carlos Sainz ‏@carlosainz 3h

No worries mate @jack_harvey42 we are humans and we all do mistakes. Lets turn page together and keep fighting for podiums!!

 

Non so perchè, ma ho l'impressione che se al posto di Sainz ci fosse stato un Mansell (uno a caso insomma) avrebbe appeso Harvey al primo attaccapanni in zona e l'avrebbe tirato giù solo dopo Gara 2 :asd:

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...