Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

GP3 Series 2013


Recommended Posts

Montmelò, gara 1: successo per Ellinas


 

Vittoria per Tio Ellinas nella prima gara stagionale della GP3 Series andata in scena a Barcellona. Il pilota della Manor, impostosi senza la minima sbavatura, ha costruito un buon margine nella prima metà  e resistendo, nel finale, alla costante pressione di Patric Niederhauser. Lo svizzero del team Jenzer si è fatto vedere ripetutamente negli specchietti del cipriota, rosicchiandogli quasi tutto il vantaggio nelle battute conclusive, chiudendo a meno di mezzo secondo. Durante i 17 giri del primo appuntamento sul tracciato catalano, i due hanno guidato un gruppo agguerrito e - il più delle volte - in crisi di gomme.

 

Il rapido consumo delle Pirelli, infatti, ha fatto precipitare due protagonisti della qualifica come Facundo Regalia (ART) e Daniil Kvyat (MW Arden). Il russo, più di tutti, è stato autore di un crollo pressoché verticale delle prestazioni: scattato settimo per aver ostacolato Conor Daly in qualifica, il pilota della Arden si è ripreso nel primo giro la quarta piazza guadagnata in qualifica, ma il forcing iniziale ha rovinato troppo presto gli pneumatici, che a metà  della corsa avevano già  un grande degrado. Kvyat, in pochi giri, si è visto infilare da svariati piloti, chiudendo 20esimo ad oltre 1 minuto.


Dalle retrovie, “rispettando” maggiormente le coperture italiane, vari piloti hanno recuperato diverse posizioni. Tra di essi, David Fumanelli (Trident) ha dimostrato fin dalla partenza di voler porre rimedio a una qualifica non proprio brillante, guadagnando al pronti-via una posizione ed eseguendo una buona rimonta fino alla settima piazza, chiudendo davanti all’estone Kevin Korjus (Koiranen), il quale partirà  dalla pole position domattina in gara-2. Qualche posizione l’ha recuperata pure Alex Fontana (Jenzer), partito dalla 13esima piazzola e subito superato da Carlos Sainz, restituendogli poi il favore al decimo giro.

 

Dopo di che si è scatenato ulteriormente infilando Regalia, chiudendo in bagarre con Lewis Williamson, che lo ha pressato nel finale. Giovanni Venturini, sedicesimo al via, ha terminato dodicesimo. Al traguardo anche Emanuele Zonzini, suo compagno di squadra in Trident, alla sua prima esperienza in GP3. A due giri dalla fine, Dino Zamparelli ha buttato via tutto, finendo addosso a Korjus e rovinando tutta l’anteriore destra della sua Dallara, insabbiandosi nella via di fuga e ritirandosi.


Sabato 11 maggio 2013, gara 1

1 - Tio Ellinas - Manor - 17 giri in 28'06"022
2 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 0"428
3 - Conor Daly - ART - 0"940
4 - Nick Yelloly - Carlin - 9"726
5 - Aaro Vainio - Koiranen - 16"925
6 - Jack Harvey - ART - 23"006
7 - David Fumanelli - Trident - 23"572
8 - Kevin Korjus - Koiranen - 28"615
9 - Robert Visoiu - MW Arden - 29"053
10 - Alex Fontana - Jenzer - 29"426
11 - Lewis Williamson - Bamboo - 29"669
12 - Giovanni Venturini - Trident - 30"832
13 - Luis Sa Silva - Carlin - 37"044
14 - Melville McKee - Bamboo - 37"277
15 - Carlos Sainz - MW Arden - 51"669
16 - Samin Gomez - Jenzer - 51"949
17 - Emanuele Zonzini - Trident - 52"325
18 - Eric Lichtenstein - Carlin - 52"759
19 - Jimmy Eriksson - Status - 53"858
20 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'08"691
21 - Ryan Cullen - Manor - 1'09"967
22 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'10"626
23 - Adderly Fong - Status - 1'14"398
24 - Facundo Regalia - ART - 2 giri


Giro più veloce: Tio Ellinas 1'36"800

 

Ritirati
15° giro - Dino Zamparelli
10° giro - Patrick Kujala
6° giro - Josh Webster

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=39813&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • Replies 188
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

L'opinione di Massimo Costa (Italiaracing)  

Tutti da badilare

"E' uno dei campionati di GP3 col più alto livello tra i piloti" (cit. Sky UK)   Chissà  com'era il peggiore

Montmelò, gara 2: Koiranen sbanca il banco!


 

Vittoria netta per il team Koiranen a Barcellona, nel secondo appuntamento (50esimo nella storia del campionato) della GP3, con una doppietta che ha visto vincere Aaro Vainio su Kevin Korjus. I due piloti scandinavi hanno letteralmente comandato la gara, gestendo al meglio la macchina anche nel delicato momento della safety car, entrata al secondo giro per permettere la rapida rimozione delle vetture dell’incolpevole Melville McKee, colpito da Robert Visoiu (poi penalizzato). Se il primo weekend stagionale della serie ha offerto degli spunti, uno di questi è stato sicuramente l’ambientamento perfetto della struttura finlandese (ma con base proprio alle spalle del circuito catalano), all’esordio in GP3 e già  con un bel bottino in mano.

 

 

Dopo la pole position – virtuale in gara 1 per una penalità , conquistata in pista per gara 2 - di Korjus in qualifica, i due finnici hanno chiuso in parata, lasciando distante Patrick Niederhuaser. Il pilota del team Jenzer ha battagliato a lungo con Tio Ellinas e David Fumanelli. In particolare, il cipriota nelle fasi finali non è stato in grado di gestire la sua gara, lottando con degli pneumatici alla frutta, lasciando via libera allo svizzero, ma tenendosi dietro per un secondo il nostro David Fumanelli. Il portacolori della Trident avrebbe potuto fare un po’ meglio, ma gli è costata diverso tempo la bagarre con Nick Yelloly.


Il britannico dell’onnipresente team Carlin ha superato al primo giro Fumanelli, ma ha sofferto la pressione di quest’ultimo, che lo ha tallonato sino a un decisivo contatto all’entrata della chicane, mandandolo in testacoda, con l’italiano costretto a tagliare e lasciare scorrere il vincitore di gara-1 Ellinas. Sfruttando questa situazione di bagarre, Niederhauser nel rettilineo successivo ha “tirato” la staccata su Fumanelli per guadagnare il quarto posto e, infine, il podio ai danni del cipriota.

 

Buona prova nella gara di casa per Carlos Sainz Jr, autore di una partenza spettacolare che lo ha visto superare diverse vetture nel rettifilo dei box, quindi effettuare altri importanti sorpassi sia al tornantino che alla prima curva, conquistando la settima piazza. Bene anche Giovanni Venturini, decimo sotto la bandiera a scacchi dopo aver lottato con Lewis Williamson (nono), ma davanti all’altra vettura di Jenzer di Alex Fontana. Domenica da dimenticare per Emanuele Zonzini, finito sulla sabbia alla curva 8 già  nel corso del primo giro e, al 12esimo giro, costretto al ritiro. I commissari, nel dopo-gara, investigheranno intanto sul contatto tra Cullen e Kvyat al sesto giro.


Domenica 12 maggio 2013, gara 2

1 - Aaro Vainio - Koiranen - 17 giri in 29'44"420
2 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'808
3 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 6'948
4 - Tio Ellinas - Manor - 14'048
5 - David Fumanelli - Trident - 15'234
6 - Conor Daly - ART - 15'469
7 - Carlos Sainz - MW Arden - 16'085
8 - Jack Harvey - ART - 17'853
9 - Lewis Williamson - Bamboo - 20'916
10 - Giovanni Venturini - Trident - 21'704
11 - Alex Fontana - Jenzer - 22'088
12 - Eric Lichtenstein - Carlin - 22'355
13 - Adderly Fong - Status - 22'924
14 - Luis Sa Silva - Carlin - 25'239
15 - Samin Gomez - Jenzer - 25'419
16 - Facundo Regalia - ART - 25'968
17 - Dino Zamparelli - Manor - 26'851
18 - Patrick Kujala - Koiranen - 30'111
19 - Robert Visoiu - MW Arden - 40'758
20 - Carmen Jorda - Bamboo - 45'568


Giro più veloce: Kevin Korjus in 1'37"669

 

Ritirati
14° giro - Josh Webster
12° giro - Emanuele Zonzini
12° giro - Nick Yelloly
10° giro - Jimmy Eriksson
6° giro - Ryan Cullen
5° giro - Daniil Kvyat
1° giro - Melville McKee

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=39826&cat=55

Link to post
Share on other sites

Montmelò - Penalizzato Fumanelli, out Sainz


Per avere causato un contatto con Nick Yelloly, David Fumanelli è penalizzato di 20". L'italiano della Trident perde la quinta posizione e scivola diciassettesimo. Ryan Cullen, per aver causato un incidente, sconterà  cinque posizioni nella griglia di partenza di gara 1 a Valencia mentre Carlos Sainz è stato escluso da gara 2 in quanto la sua monoposto è stata trovata sottopeso.


Domenica 12 maggio 2013, gara 2 - classifica rivista

1 - Aaro Vainio - Koiranen - 17 giri in 29'44"420
2 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'808
3 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 6'948
4 - Tio Ellinas - Manor - 14'048
5 - Conor Daly - ART - 15'469
6 - Jack Harvey - ART - 17'853
7 - Lewis Williamson - Bamboo - 20'916
8 - Giovanni Venturini - Trident - 21'704
9 - Alex Fontana - Jenzer - 22'088
10 - Eric Lichtenstein - Carlin - 22'355
11 - Adderly Fong - Status - 22'924
12 - Luis Sa Silva - Carlin - 25'239
13 - Samin Gomez - Jenzer - 25'419
14 - Facundo Regalia - ART - 25'968
15 - Dino Zamparelli - Manor - 26'851
16 - Patrick Kujala - Koiranen - 30'111
17 - David Fumanelli - Trident - 35'234
18 - Carmen Jorda - Bamboo - 45'568
19 - Robert Visoiu - MW Arden - 1'00'758


Giro più veloce: Kevin Korjus in 1'37"669

 

Squalificato
Carlos Sainz


Ritirati
14° giro - Josh Webster
12° giro - Emanuele Zonzini
12° giro - Nick Yelloly
10° giro - Jimmy Eriksson
6° giro - Ryan Cullen
5° giro - Daniil Kvyat
1° giro - Melville McKee

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=39834&cat=55

Link to post
Share on other sites

Classifica piloti:

1. Tio Ellinas 39

2. Patric Niederhauser 28

3. Aaro Vainio 25

4. Conor Daly 21

5. Kevin Korjus 18

6. Nick Yelloly 12

7. Jack Harvey 12

8. David Fumanelli 6

9. Lewis Williamson 2

10. Robert Visoiu 2

 

Classifica team:

1. Koiranen 43

2. Manor 39

3. ART 33

4. Jenzer 29

5. Carlin 12

6. Trident 7

7. Bamboo 2

8. Arden 2

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Iniziati i test della GP3 all'Hungaroring:

 

Budapest, 1° turno: Korjus primo

 

Il meteo è stato clemente nel primo turno di test disputato dalla GP3 sul circuito di Budapest. Nonostante le previsioni fossero decisamente negative, ma a giudicare dalle nuvole arrivate durante la pausa pranzo non si dovrà  attendere molto per vedere la pioggia, la pista è rimasta asciutta tutto il tempo dando ai ventisette piloti presenti la possibilità  di portare avanti regolarmente il lavoro preventivato. Il miglior tempo è andato nelle mani di Kevin Korjus, vincitore di gara-2 a Barcellona nonché autore della pole position, seppur poi penalizzato, che ha fermato i cronometri in 1’32”530, rifilando due decimi agli avversari. A sorpresa sono emersi infatti i portacolori di Bamboo Engineering, che con Lewis Williamson hanno conquistato la seconda piazza.

 

L’inglese si è portato in scia anche il compagno Melville McKee, fermatosi a mezzo secondo dalla vetta. Sempre tra i primi nei test è l’argentino Facu Regalia, con la prima vettura ART in classifica. Ottimo il quinto tempo di Alex Fontana. Lo svizzero-greco di casa Jenzer ha infatti guidato il plotone delle vetture elvetiche, lasciando il compagno Patric Niederhauser a mezzo secondo in nona posizione. Sesto Daniil Kvyat. Il russo, residente a Roma, ha utilizzato un solo set di pneumatici nuovi, contrariamente alla maggior parte dei suoi diretti avversari. Settimo il finaldense Aaro Vainio, che ha differenziato il lavoro rispetto al compagno estone in seno al team Koiranen.

 

Ottavo, e primo degli italiani, nonché degli alfieri Trident, David Fumanelli. Il lombardo si è concentrato sulla simulazione di qualfica raccogliendo risultati incoraggianti, lasciando al pomeriggio la simulazione di gara. Chiude la top-10 il cipriota leader di campionato Tio Ellinas, con la Dallara di Manor. Quattordicesimo, Carlos Sainz spiega il lavoro svolto questa mattina: “Molti si sono concentrati sulla simulazione di qualifica, ma per recuperare ai problemi avuti a Barcellona abbiamo fatto molti long-run. La mescola utilizzata qui è la media, e siamo riusciti a trovare una migliore usura della gomma, anche grazie al fatto che sia un circuito meno impegnativo sugli pneumatici. In questa ottica il lavoro è svolto in funzione di Valencia, e sono contento dei piccoli passi in avanti fatti”. Un problema al motore, risolto dal box Trident, ha invece rallentato Giovanni Venturini.

 

Mercoledì 5 giugno 2013, 1° turno

1 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'32"530
2 - Lewis Williamson - Bamboo - 1'32"781
3 - Melville McKee - Bamboo - 1'33"021
4 - Facu Regalia - ART - 1'33"027
5 - Alex Fontana - Jenzer - 1'33"045
6 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'33"332
7 - Aaro Vainio - Koiranen - 1'33"536
8 - David Fumanelli - Trident - 1'33"547
9 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'33"579
10 - Tio Ellinas - Manor - 1'33"746
11 - Patrick Kujala - Koiranen - 1'33"758
12 - Nick Yelloly - Carlin - 1'33"766
13 - Conor Daly - ART - 1'33"773
14 - Carlos Sainz - MW Arden - 1'33"965
15 - Robert Visoiu - MW Arden - 1'34"201
16 - Giovanni Venturini - Trident - 1'34"278
17 - Jack Harvey - ART - 1'34"416
18 - Dino Zamparelli - Manor - 1'34"519
19 - Josh Webster - Status - 1'34"915
20 - Emanuele Zonzini - Trident - 1'34"959
22 - Adderly Fong - Status - 1'35"574
22 - Samin Gomez - Jenzer - 1'36"236
23 - Eric Lichtenstein - Carlin - 1'36"364
24 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'36"530
25 - Jimmy Eriksson - Status - 1'36"568
26 - Ryan Cullen - Manor - 1'37"057
27 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'38"037

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40148&cat=55

Edited by Fede
Link to post
Share on other sites

Budapest, 2° turno: Williamson a sorpresa

 

Miglior prestazione nel turno pomeridiano del primo giorno di test collettivi della GP3 per Lewis Williamson. Il portacolori del team Bamboo, dopo aver conquistato il secondo crono in mattinata, si è issato in vetta alla classifica, pur non riuscendo a battere il primato dell’estone Kevin Korjus. L’inglese è stato bravo nel trovare il giusto momento nel pomeriggio in cui la pista si era asciugata per portarsi al comando della classifica. Nella pausa pranzo infatti la pioggia caduta ha costretto i piloti ad utilizzare le gomme rain ad inizio sessione, la quale è poi stata interrotta a 10 minuti dalla fine per l’arrivo di una pioggia torrenziale dopo che Patric Niederhauser aveva causato l’esposizione di una bandiera rossa per essere finito in testacoda nel settore centrale.

 

Approfittando degli ultimi minuti di pista in condizioni ottimali hanno piazzato il loro tempo gli alfieri di Arden, Daniil Kvyat, secondo per meno di un decimo, e Carlos Sainz. A loro favore i record nei settori, con lo spagnolo più veloce nel primo e nel secondo, ma al russo il vantaggio nel terzo. Purtroppo però l’interruzione del turno non gli ha permesso di migliorare. Classifica ribaltata quasi rispetto al mattino con inaspettati protagonisti nella prima parte del gruppo, mentre si conferma costante uno dei piloti più esperti del paddock, Nick Yelloly, terzo con la Dallara di Carlin. Chiude la top-5 il finlandese di casa Koiranen Aaro Vainio, davanti al cipriota Tio Ellinas ed allo svedese Jimmy Eriksson, primo pilota Status GP in graduatoria a precedere il compagno Adderly Fong e Josh Webster. In top-10 anche il rumeno di Arden Robert Visoiu, protagonista lo scorso fine settimana in Auto GP a Silverstone.

 

Dodicesimo tempo per Giovanni Venturini, mentre molti piloti sono stati impegnati nel rodaggio di nuovi particolari, approfittando delle incerte condizioni meteo, salvaguardando un treno di pneumatici per il prossimo appuntamento di Valencia. àˆ stato il caso del lombardo David Fumanelli e dello svizzero-greco Alex Fontana, questa mattina protagonisti della battaglia per il miglior crono, ma questo pomeriggio attardati come prestazione assoluta. Non hanno registrato un tempo Dino Zamparelli, che è uscito alla curva tre urtando le barriere, e Jack Harvey

 

Mercoledì 5 giugno 2013, 2° turno

1 - Lewis Williamson - Bamboo - 1'33"710
2 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'33"801
3 - Nick Yelloly - Carlin - 1'33"942
4 - Carlos Sainz - MW Arden - 1'34"299
5 - Aaro Vainio - Koiranen - 1'34"624
6 - Tio Ellinas - Manor - 1'34"803
7 - Jimmy Eriksson - Status - 1'35"007
8 - Adderly Fong - Status - 1'35"017
9 - Robert Visoiu - MW Arden - 1'35"077
10 - Josh Webster - Status - 1'35"353
11 - Eric Lichtenstein - Carlin - 1'35"459
12 - Giovanni Venturini - Trident - 1'35"500
13 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'35"991
14 - Melville McKee - Bamboo - 1'36"180
15 - Samin Gomez - Jenzer - 1'36"705
16 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'36"888
17 - Conor Daly - ART - 1'37"813
18 - Patrick Kujala - Koiranen - 1'37"824
19 - David Fumanelli - Trident - 1'37"837
20 - Emanuele Zonzini - Trident - 1'38"684
21 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'39"182
22 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'39"426
23 - Facu Regalia - ART - 1'51"354
24 - Alex Fontana - Jenzer - 1'53"582
25 - Ryan Cullen - Manor - 1'54"485
26 - Dino Zamparelli - Manor – Senza tempo
27 - Jack Harvey - ART – Senza tempo

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40151&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, 3° turno: Regalia prende il comando

 

Miglior tempo nel terzo turno, e per il momento anche per l’intero test disputato dalla GP3 in Ungheria, per Facu Regalia. Il pilota argentino della ART ha infatti siglato il crono di 1’32”341 che lo ha portato in vetta alla classifica con tre decimi di vantaggio nei confronti di Lewis Williamson, che si conferma ancora una vola al top della graduatoria. La sessione è stata caratterizzata da uno scroscio di pioggia a metà  turno che ha reso umido l’asfalto, situazione in cui non c’era abbastanza acqua per provare con le gomme intagliate, ma nemmeno per poter spingere con le slick. Molti ne hanno quindi approfittato per rodare i freni che andranno ad utilizzare durante tutta la stagione, provare i pit-stop e le partenze. Nel finale di turno un pallido sole è giunto sull’impianto magiaro, la pioggia ha cessato di cadere e l’asfalto si è asciugato. àˆ stato così possibile per molti montare un nuovo treno di pneumatici e tentare l’assalto alla vetta. Si conferma terzo Nick Yelloly con la Dallara di Carlin, che ha preceduto i due alfieri Red Bull in casa Arden, Daniil Kvyat e Carlos Sainz. Sesto, miglior alfiere Koiranen, è il finlandese Patrick Kujala. Merita una nota invece il suo compagno, e connazionale, Aaro Vainio.

 

Il finlandese è ventiduesimo ma aveva ottenuto il record in tutti i settori, il suo tempo è stato cancellato per aver oltrepassato il limite della pista. “Sono andato a vedere le immagini e sia alla curva 4 che alla curva 11 la mia vettura era di non più che qualche centimetro a cavallo della linea. Ho spinto nel primo giro uscendo nel primo settore, nel secondo passaggio invece sono arrivato lungo nel terzo intermedio e l’ho pizzicata. Non è un problema aver perso il miglior tempo, purtroppo però subito dopo ha iniziato a piovere e quando vedi le gocce sul casco cominci ad essere condizionato e ho preferito non prendere rischi durante il test. La macchina è molto buona abbiamo fatto delle prove e sono soddisfatto” sono state le parole di Aaro al termine di questa prima giornata. Sono entrati in top-5 il leader di campionato Tio Ellinas, l’inglese Jack Harvey, ieri bloccato tutto il pomeriggio per un problema al piantone dello sterzo, oggi risolto dalla ART, e gli svizzeri di casa Jenzer, con il ticinese Alex Fontana ancora davanti a Patric Niederhauser. Ha invece perso quattro decimi nell’ultima curva Emanuele Zonzini che si è ritrovato bloccato da Josh Webster, che era in fase di lancio.

 

Giovedì 6 giugno 2013, 3° turno

1 - Facu Regalia - ART - 1'32"341
2 - Lewis Williamson - Bamboo - 1'32"717
3 - Nick Yelloly - Carlin - 1'32"948
4 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'32"971
5 - Carlos Sainz - MW Arden - 1'33"119
6 - Patrick Kujala - Koiranen - 1'33"339
7 - Tio Ellinas - Manor - 1'33"371
8 - Jack Harvey - ART – 1’33”384
9 - Alex Fontana - Jenzer - 1'33"472
10 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'33"530
11 - Melville McKee - Bamboo - 1'33"568
12 - Conor Daly - ART - 1'33"591
13 - David Fumanelli - Trident - 1'33"627
14 - Giovanni Venturini - Trident - 1'33"660
15 - Dino Zamparelli - Manor – 1’33”766
16 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'33"799
17 - Robert Visoiu - MW Arden - 1'34"005
18 - Eric Lichtenstein - Carlin - 1'34"140
19 - Emanuele Zonzini - Trident - 1'34"449
20 - Jimmy Eriksson - Status - 1'34"589
21 - Samin Gomez - Jenzer - 1'34"814
22 - Aaro Vainio - Koiranen - 1'34"866
23- Adderly Fong - Status - 1'35"167
24 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'35"417
25 - Ryan Cullen - Manor - 1'36"280
26 - Josh Webster - Status - 1'36"983
27 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'37"299

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40158&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, 4° turno
La rivalsa di Vainio. Venturini terzo

 

Quasi come se fosse una vendetta, un risultato cercato fino in fondo e poi trovato dopo la cancellazione del miglior tempo di questa mattina, Aaro Vainio ha conquistato il primo posto al termine del quarto ed ultimo turno. Il finlandese ha realizzato il crono di 1’32”993, poco prima che un altro pesante acquazzone arrivasse a bagnare la pista costringendo i commissari a interromperla per qualche minuto per impraticabilità  del tracciato. Il compagno, e connazionale, Patrick Kujala ha portato la seconda vettura Koiranen al vertice della graduatoria, con 0”629 di distacco.

 

Ottimo il terzo tempo di Giovanni Venturini, che con il team Trident ha concluso due positive giornate di prove nonostante le avverse condizioni meteo. Il vicentino ha dichiarato: “La macchina andava bene, abbiamo avuto un buon tempismo nel montare le gomme nuove al momento giusto e siamo stati in grado di ottenere un buon risultato. Dopo tanta sfortuna è arrivata la dimostrazione del nostro potenziale e questo in vista di Valencia è incoraggiante. Sono stati fatti dei passi avanti e sono ansioso di tornare in pista la prossima settimana”.

 

Poco indicativi i distacchi nelle posizioni di rincalzo data la pioggia, ma è interessante registrare il quarto tempo di Josh Webster della Status GP. La squadra britannica ha portato nella zona alta della graduatoria anche Adderly Fong, che con il sesto tempo si inserisce tra i due piloti MW Arden parte del programma Red Bull, Carlos Sainz e Daniil Kvyat. Ottava posizione per l’estone Kevin Korjus con la terza vettura del team Koiranen, mentre l’unica ART in Top-10 è quello dello statunitense Conor Daly, al rientro in Europa dopo la parentesi IndyCar con la 500 Miglia di Indianapolis. Decimo il sammarinese di casa Trident, Emanuele Zonzini. Tra le uscite di pista, da segnalare nel finale quella di Eric Lichtenstein, di Carlin, che ha urtato violentemente le barriere tanto da chiamare in pista i soccorsi medici.

 

Giovedì 6 giugno 2013, 4° turno

1 - Aaro Vainio - Koiranen - 1'32"993
2 - Patrick Kujala - Koiranen - 1'33"622
3 - Giovanni Venturini - Trident - 1'33"869
4 - Josh Webster - Status - 1'34"851
5 - Carlos Sainz - MW Arden - 1'36"065
6 - Adderly Fong - Status - 1'36"115
7 - Daniil Kvyat - MW Arden - 1'36"448
8 - Kevin Korjus - Koiranen - 1'38"459
9 - Conor Daly - ART - 1'38"932
10 - Emanuele Zonzini - Trident - 1'39"811
11 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'43"506
12 - Melville McKee - Bamboo - 1'47"290
13 - Nick Yelloly - Carlin - 1'47"829
14 - Jack Harvey - ART – 1’51”920
15 - Alex Fontana - Jenzer - 1'52"640
16 - Eric Lichtenstein - Carlin - 1'53"001
17 - Jimmy Eriksson - Status - 1'53"320
18 - Dino Zamparelli - Manor – 1’53”652
19 - Carmen Jorda - Bamboo - 1'53"824
20 - Facu Regalia - ART - 1'53"933
21 - Tio Ellinas - Manor - 1'54"422
22 - Samin Gomez - Jenzer - 1'54"734
23 - David Fumanelli - Trident - 1'57"028
24 - Ryan Cullen - Manor - 1'57"913
25 - Lewis Williamson - Bamboo - 1'58"056
26 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'58"092
27 - Robert Visoiu - MW Arden - 2'02"381

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40159&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Valencia, qualifica: assolata pole di Daly

 

Conor Daly conquista la pole position sulla pista di Valencia, unico round della stagione 2013 della serie cadetta organizzata da Bruno Michel senza la supervisione diretta di GP2 e Formula 1. “Ho dovuto utilizzare il secondo set di gomme nuove per via delle bandiere rosse per fare il giro veloce. Per fortuna nessuno si è migliorato negli ultimi due minuti e quindi ho potuto mantenere questo risultato. Dopo Barcellona abbiamo trovato la giusta strada ed il punto chiave di questa gara sarà  la partenza”, sono state le parole di Daly. Lo statunitense ha riportato la propria bandiera a stelle e strisce davanti a tutti nelle prove ufficiali da quando Alexander Rossi ha lasciato il campionato nel 2010.

 

I due, curiosamente, hanno guidato per ART, che torna così in pole dato che negli anni precedenti il nome storico del team francese era stato "occultato" a favore di quello Lotus. In prima fila al fianco di Daly scatterà  il russo Daniil Kvyat, miglior pilota Arden, a due decimi dalla miglior prestazione assoluta: “Sono stati fatti progressi in qualifica e siamo stati bravi a gestire le bandiere rosse. Credo che fossimo in grado di poter ambire alla pole, ma rispetto alla prima prova di campionato è un notevole passo in avanti”.

 

In seconda fila si accomoderanno Nick Yelloly, di Carlin, e l’argentino Facu Regalia, con la seconda vettura di ART. L’inglese ha detto: “Ho avuto un solo giro buono e l’ho sfruttato per portarmi al top. Ho salvato un set di gomme per le gare di domani. La chiave per il successo sarà  gestire il degrado degli pneumatici”.Terza fila tutta Koiranen con il finlandese Aaro Vainio davanti a Kevin Korjus. Quarta linea per il leader di campionato Tio Ellinas ed il compagno italo-inglese in seno al team Manor, Dino Zamparelli.

 

Monocromatica anche la quinta fila con Carlos Sainz del team Arden che con un colpo di reni nel finale è stato l’unico pilota a migliorarsi dopo la bandiera rossa, andando a precedere di soli due millesimi il compagno rumeno Robert Visoiu. Indietro gli italiani. Dodicesimo David Fumanelli, che lamenta traffico e le due bandiere rosse che certo non lo hanno aiutato a sfruttare il potenziale della propria vettura. Nonostante avesse riscontrato problemi opposti in mattinata, in casa Trident il compagno Giovanni Venturini ha rischiato di portarsi nelle prime file dello schieramento.

 

Il vicentino infatti, aveva il record nel primo e secondo settore, salvo venire rallentato nel terzo per circa mezzo secondo da Visoiu. Solo quindicesimo quindi l’italiano, davanti alla coppia di Jenzer, formata da Patric Niederhauser e Alex Fontana. Due le interruzioni del turno. Una bandiera rossa a cinque minuti dall’inizio della sessione per l’insabbiamento di Ryan Cullen che dopo essere andato oltre il cordolo in curva 2 ha cercato di controllare la vettura, che gli è però partita bruscamente in controsterzo riportandolo fuori traiettoria e terminando in ghiaia. L’inglese avrebbe comunque dovuto scontare cinque posizioni di penalità  sulla griglia rimediate a Barcellona. Poi, a due minuti dalla fine, per l’uscita di Adderly Fong è stato necessario sospendere le attività  per il recupero della monoposto bloccata sul cordolo.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila
Conor Daly - ART - 1'22"329
Daniil Kvyat - MW Arden - 1'22"536
2. fila
Facu Regalia - ART - 1'22"603
Aaro Vainio - Koiranen - 1'22"616
3. fila
Kevin Korjus - Koiranen - 1'22"621
Tio Ellinas - Manor - 1'22"761
4. fila
Dino Zamparelli - Manor – 1’22”861
Carlos Sainz - MW Arden - 1'22"891
5. fila
Robert Visoiu - MW Arden - 1'22"893
Jack Harvey - ART – 1’22”926
6. fila
David Fumanelli - Trident - 1'22"936
Melville McKee - Bamboo - 1'22"954
7. fila
Giovanni Venturini - Trident - 1'22"993
Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'23"000
8. fila
Alex Fontana - Jenzer - 1'23"019
Adderly Fong - Status - 1'23"054
9. fila
Eric Lichtenstein - Carlin - 1'23"364
Emanuele Zonzini - Trident - 1'23"524
10. fila
Josh Webster - Status - 1'23"559
Luis Sa Silva - Carlin - 1'23"878
11. fila
Samin Gomez - Jenzer - 1'24"322
Jimmy Eriksson - Status - 1'25"044
12. fila
Carmen Jorda - Bamboo - 1'25"103
Ryan Cullen - Manor - 1'41"349 *
13. fila
Patrick Kujala - Koiranen - 1'23"284 ****
Nick Yelloly - Carlin - 1'22"597 **
14. fila
Lewis Williamson - Bamboo - 1'22"948 ***

 

* 5 posizioni di penalità 
** Retrocesso in ultima fila per vettura non regolamentare
*** Retrocesso in ultima fila per vettura non regolamentare
**** Penalizzato per aver superato con bandiera rossa

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40270&cat=55

 

 

 

Penalità  per Kujala, Yelloly e Williamson

Link to post
Share on other sites

Valencia, gara 1: Daly domina la corsa

 

Conor Daly mette in archivio anche il trofeo della vittoria di gara-1 a Valencia. Dopo i punti conquistati nella qualifica di ieri, lo statunitense del team ART si è portato in vetta alla classifica di campionato, portando a termine una corsa perfetta: “Sono stato veloce per tutta la gara, ho spinto molto duramente per i primi giri cercando di creare un po’ di margine con gli avversari. Da Barcellona siamo cresciuti molto grazie anche ai test di Budapest, ma ora bisogna guardare a gara-2 dove dovremo lottare per recuperare. Non abbiamo un treno di gomme nuove, ma pneumatici freschi. Vedremo come andrà â€.

 

Sul secondo gradino del podio ha concluso il compagno argentino Facu Regalia, che già  in griglia aveva approfittato della squalifica di Nick Yelloly dopo le prove ufficiali per conquistare una piazzola, e poi nel primo giro di gara ha infilato Daniil Kvyat costringendolo all’errore e conquistando la piazza d’argento. “Avrei voluto vincere, l’ho detto anche al team via radio, ma non sono riuscito ad attaccare Daly. Ho spinto molto per avvicinarmi a lui e costringerlo all’errore, ma questo non è avvenuto. Nei primi giri alla curva otto gli ero molto vicino, ma ho mollato per non compromettere la gara di entrambi e arrivare al contatto", ha spiegato l’argentino che a Valencia è seguito da una nutrita squadra di tifosi.

 

Dell’errore di Kvyat in lotta con Regalia ha approfittato anche Kevin Korjus, che ha chiuso il podio: “Tio Ellinas e Carlos Sainz alle mie spalle sono partiti meglio, ma sono riuscito a contenere il loro attacco superando anche il mio compagno Aaro Vainio. Poi alla curva quattro Kvyat è andato largo e ne ho approfittato per prendere la terza piazza”. La corsa, come prevedibile su un circuito come Valencia, non ha dato vita a molti sorpassi, ma a lunghi trenini che hanno visto solo poche manovre offensive.

 

Ad animare la situazione ci hanno pensato nella seconda parte di gara Yelloly ed Alex Fontana. L’inglese, partito dal fondo per l’irregolarità  tecnica riscontrata al termine della qualifica sulla sua monoposto, è stato seguito nella propria rimonta dallo svizzero parte del programma Lotus F1, che alla seconda curva ha dovuto allargare la traiettoria per non colpire due vetture incidentate. Una di queste purtroppo era quella di David Fumanelli. Il portacolori di Trident è infatti stato centrato in pieno da Adderly Fong alla seconda curva e ha dovuto abbandonare precocemente ogni speranza di rimonta.

 

Nel finale invece, il compagno Giovanni Venturini è stato autore di un lungo accompagnato da Yelloly, che gli ha fatto perdere due posizioni ai danni di Fontana e dell'inglese. Nell’ultimo giro i due hanno sopravanzato Patric Niederhauser, con l’inglese che ha provato ad impensierire Melville McKee per l’undicesimo posto, mentre Fontana in un serrato duello col connazionale, e compagno di squadra in seno al team Jenzer, ha dovuto cedere la posizione nell’ultimo settore. Con Kvyat quarto e Sainz quinto, autore anche del giro più veloce, il team Arden risolve i gravi problemi di consumo che aveva accusato a Barcellona, e con Robert Visoiu, ottavo, partirà  in pole position questo pomeriggio per gara-2.

 

Il rumeno, protagonista in Auto GP, ha conquistato questa piazza ai danni di Dino Zamparelli nella quattordicesima tornata. Sesto Tio Ellinas, che con la Dallara di Manor arrivava al Ricardo Tormo da leader di campionato, davanti a Vainio, che non ha sfruttato al meglio il buon lavoro fatto in qualifica.

 

Domenica 16 giugno 2013, gara 1

1 - Conor Daly - ART – 18 giri 25'54"812
2 - Facu Regalia - ART - 1"210
3 - Kevin Korjus - Koiranen - 3"401
4 - Daniil Kvyat - MW Arden - 3"773
5 - Carlos Sainz - MW Arden - 4"413
6 - Tio Ellinas - Manor - 6"196
7 - Aaro Vainio - Koiranen - 9"084
8 - Robert Visoiu - MW Arden - 13"504
9 - Dino Zamparelli - Manor – 14”145
10 - Jack Harvey - ART – 14”547
11 - Melville McKee - Bamboo - 20"833
12 - Nick Yelloly - Carlin - 20"965
13 - Patrick Niederhuaser - Jenzer – 21"342
14 - Alex Fontana - Jenzer - 21"626
15 - Giovanni Venturini - Trident - 21"927
16 - Emanuele Zonzini - Trident - 22"070
17 - Josh Webster - Status - 26"458
18 - Jimmy Eriksson - Status - 26"978
19 - Lewis Williamson - Bamboo - 27"387
20 - Ryan Cullen - Manor - 36"843
21 - Patrick Kujala - Koiranen - 46"218

 

Giro veloce: Carlos Sainz 1’24”573

 

Ritirati
2° giro - Luis Sa Silva
1° giro - Samin Gomez -
0 giri - David Fumanelli
0 giri - Adderly Fong
0 giri - Eric Lichtenstein
0 giri - Carmen Jorda 

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40283&cat=55

Link to post
Share on other sites

Valencia, gara 2: prima vittoria di Visoiu

 

Prima vittoria per Robert Visoiu in GP3. Il pilota rumeno, portacolori del team Arden, ha regalato anche il primo successo al team inglese di Chris Horner, squadra che lo scorso anno vinse il titolo per mano di Mitch Evans. Visoiu, già  protagonista dell’Auto GP in questa prima metà  di stagione 2013, ha conquistato il successo dopo essere scattato dalla pole position maturata grazie all’inversione della griglia di partenza di gara-1.

 

“Partire dal nono posto è una delle cose più frustranti che ti possano accadere. Quest’anno mi è già  successo due volte, e preferirei ritirarmi piuttosto che toccare il sogno con un dito e non coglierlo. Oggi però, questo sogno è arrivato e sono davvero molto contento di aver ottenuto la mia prima vittoria ed il mio primo podio. Sono stato bravo nel crearmi il giusto margine nel primo giro e ho poi gestito le gomme, sino a tornare a spingere nel finale”, sono state le parole di un finalmente rilassato e sorridente Visoiu.

 

Sul secondo gradino del podio è salito Aaro Vainio, che al via è stato autore di un duello con Carlos Sainz, che ha poi concluso terzo. Il finlandese in conferenza stampa ha detto: “Al via ho subito chiuso la traiettoria verso Carlos che era alle mie spalle, nel tentativo di intimidirlo e sono riuscito a mantenere la posizione. Nel finale però, ha tentato nuovamente di attaccarmi e superarmi, ma sono riuscito a tenere duro e portare a casa questa prestazione”.

 

Proiettato al futuro invece lo spagnolo Sainz, che a Valencia ha preso per sé tutti gli applausi del pubblico iberico: “Da Barcellona abbiamo fatto grandi passi in avanti, e avere due vetture sul podio lo dimostra. Ora c’è Silverstone, pista su cui sono sempre andato bene e conquistato podi e vittorie. Conto così di poter dare una svolta a questa stagione che si sta lentamente raddrizzando”.

 

Non sorride invece David Fumanelli che non è riuscito a partire per la rottura di un semi-asse, non percorrendo così nemmeno la distanza di un giro di gara in tutta la giornata. In questo modo l’alfiere Trident non ha potuto mostrare il buon potenziale emerso nelle prove libere, ma già  vanificato in qualifica dal traffico. Recupera qualche posizione il vicentino Giovanni Venturini, tredicesimo sotto la bandiera a scacchi della seconda corsa, mentre va sottolineata la costanza di Emanuele Zonzini. Il giovane sammarinese ha infatti tenuto per tutte e due le gare il passo del compagno veneto, esibendosi anche in alcuni attacchi coraggiosi ai danni degli avversari.

 

In rimonta Alex Fontana, undicesimo dopo un confronto con l’italoinglese Dino Zamparelli per l’ingresso in top-10. Lo svizzero di casa Jenzer è stato il miglior piazzato della compagine elvetica, dato anche il ritiro di Patric Niederhauser, che vede così fuggire i suoi avversari in vetta al campionato. Il leader torna ad essere Tio Ellinas, con quattro lunghezze di vantaggio su Conor Daly.

 

Domenica 16 giugno 2013, gara 2

1 - Robert Visoiu - MW Arden – 18 giri 25’50"517
2 - Aaro Vainio - Koiranen - 7"784
3 - Carlos Sainz - MW Arden - 7"920
4 - Tio Ellinas - Manor - 8"572
5 - Daniil Kvyat - MW Arden - 9"017
6 - Kevin Korjus - Koiranen - 23"961
7 - Facu Regalia - ART - 24"472
8 - Conor Daly - ART – 24"768
9 - Nick Yelloly - Carlin - 25"164
10 - Dino Zamparelli - Manor – 26”596
11 - Alex Fontana - Jenzer - 26"719
12 - Jack Harvey - ART – 27”779
13 - Giovanni Venturini - Trident - 27"779
14 - Emanuele Zonzini - Trident - 28"116
15 - Patrick Kujala - Koiranen - 35"495
16 - Jimmy Eriksson - Status - 36"183
17 - Lewis Williamson - Bamboo - 38"816
18 - Josh Webster - Status - 38"982
19 - Samin Gomez - Jenzer - 39”244
20 - Ryan Cullen - Manor - 50"937
21 - Carmen Jorda – Bamboo – 55”029
22 - Luis Sa Silva – Carlin – 1 giro

 

Giro veloce: Melville McKee 1’24”487

 

Ritirati
10° giro - Melville McKee - Bamboo
9° giro - Patrick Niederhuaser - Jenzer
0 giri - David Fumanelli - Trident
0 giri - Adderly Fong - Status
0 giri - Eric Lichtenstein - Carlin

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40288&cat=55

Link to post
Share on other sites

Classifica piloti:

1. Tio Ellinas 55

2. Conor Daly 51

3. Aaro Vainio 43

4. Kevin Korjus 37

5. Patric Niederhauser 28

6. Carlos Sainz Jr. 24

7. Robert Visoiu 21

8. Facundo Regalia 20

9. Daniil Kvyat 18

10. Jack Harvey 13

 

Classifica Team:

1. ART 84

2. Koiranen 80

3. Arden 63

4. Manor 57

5. Jenzer 29

6. Carlin 12

7. Trident 7

8. Bamboo 2

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Silverstone - qualifica

Korjus batte Harvey, quarto Fontana

 

Dopo la pioggia di ieri, il bel tempo è arrivato sul tracciato di Silverstone e a beneficiarne è stata la GP3, che per la qualifica ha visto il sole splendere sulle proprie vetture benché le temperature basse. Il miglior tempo, al termine di un turno tiratissimo, è andato nelle mani di Kevin Korjus, portacolori Koiranen, che ha fermato il cronometro sull'1’46”360, precedendo la coppia ART composta da Jack Harvey e Facu Regalia. Notevole la prova del pilota estone, che comunque vanta due anni di World Series Renault sulle spalle, e soprattutto della squadra finlandese, al debutto in GP3 e senza problemi davanti a squadre con maggior tradizione.

 

In chiusura di seconda fila si schiererà  per la gara di questo pomeriggio lo svizzero-greco Alex Fontana, che nell’ultimo giro a disposizione prima dell’esposizione della bandiera a scacchi ha anche conquistato il record nel terzo settore. Il ticinese, già  nel programma Lotus Formula 1 Junior, porta per la seconda volta in qualifica la sua vettura nei primi cinque, come già  avvenuto a Barcellona, ma questa volta, a differenza di quanto accaduto sulla pista catalana, potrà  sfruttare la piazzola conquistata, visto che nel round inaugurale fu penalizzato di 10 posizioni per non aver rispettato le bandiere gialle in prova libera.

 

Quinto Carlos Sainz. Lo spagnolo, ieri più veloce nelle prove libere, aveva messo in guardia sui rivali: “Noi abbiamo montato un set di pneumatici nuovo, alcuni, come le ART, non lo hanno fatto e domani saranno tra i protagonisti”. Così è stato. Sainz nella prima parte della sessione ha anche fatto un dritto. Insegue il leader di campionato Tio Ellinas, sesto, a sandwich tra i giovani Red Bull data la settima piazzola di Daniil Kvyat. Ottavo Nick Yelloly, secondo pilota inglese sulla griglia dopo Harvey, mentre il vincitore di Valencia, Conor Daly, è solo nono, affiancato da Patric Niederhauser, che chiude la top-5. Attardati gli italiani, con Giovanni Venturini tredicesimo e David Fumanelli diciassettesimo, che ha accusato una mancanza di grip alla propria vettura. Da segnalare i testacoda di Facundo Regalia ed Eric Lichtenstein mentre Yelloly in un paio di occasioni è andato oltre il cordolo.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Kevin Korjus - Koiranen - 1'46"360

Jack Harvey - ART – 1’46”415

2. fila

Facu Regalia - ART - 1'46"581

Alex Fontana - Jenzer - 1'46"631

3. fila

Carlos Sainz - MW Arden - 1'46"649

Tio Ellinas - Manor - 1'46"693

4. fila

Daniil Kvyat - MW Arden - 1'46"708

Nick Yelloly - Carlin - 1'46"873

5. fila

Conor Daly - ART - 1'46"874

Patrick Niederhuaser - Jenzer - 1'47"126

6. fila

Aaro Vainio - Koiranen - 1'47"223

Adderly Fong - Status - 1'47"296

7. fila

Giovanni Venturini - Trident - 1'47"304

Robert Visoiu - MW Arden - 1'47"376

8. fila

Patrick Kujala - Koiranen - 1'47"458

Dino Zamparelli - Manor – 1’47”724

9. fila

David Fumanelli - Trident - 1'47"725

Melville McKee - Bamboo - 1'47"787

10. fila

Lewis Williamson - Bamboo - 1'47"864

Luis Sa Silva - Carlin - 1'47"987

11. fila

Josh Webster - Status - 1'48"061

Eric Lichtenstein - Carlin - 1'48"127

12. fila

Jimmy Eriksson - Status - 1'48"394

Emanuele Zonzini - Trident - 1'48"691

13. fila

Samin Gomez - Jenzer - 1'49"916

Ryan Cullen - Manor - 1'50"561

14. fila

Carmen Jordà  - Bamboo - 1'52"019

Ryan Cullen - Manor - 1'50"561

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40454&cat=55

Edited by Fede
Link to post
Share on other sites

Silverstone, gara 1: successo casalingo di Harvey

 

Jack Harvey si regala la vittoria in gara-1 nell’appuntamento di casa per la GP3. Sul circuito di Silverstone, dopo aver conquistato la prima fila questa mattina alle spalle di Kevin Korjus, autore di uno avvio non perfetto, che lo ha portato a scivolare addirittura terzo alla prima curva. Molto buono lo scatto invece di Conor Daly, anche troppo, dato che è avvenuto quando i semafori erano ancora accesi, ma ormai provocato il danno lo statunitense si è insediato al secondo posto fino a quando non è stato penalizzato dalla direzione gara. Sul podio sale quindi Facu Regalia, ancora una volta tra i protagonisti della serie dopo le belle performance di Valencia. Non eccezionale la partenza di Alex Fontana, che insieme a Carlos Sainz perde posizioni nel primo settore a favore di Danil Kvyat. Il russo infatti si porta al quarto posto, che non lascerà  sino alla bandiera a scacchi.

 

Al terzo giro Fontana deve cedere la sesta piazza ad Ellinas, che grazie alla penalità  di Daly ottiene altri importanti punti in campionato. La corsa viene neutralizzata dalla safety-car al sesto giro per un contatto tra David Fumanelli, anche lui reo di una partenza anticipata, e Patrick Kujala. Il finalandese ha prima urtato il lombardo che ha controllato una sbandata in uscita dalle Becketts, finendo poi per decollargli sopra capottando. Patrick è uscito indenne dalla vettura ma è stato ugualmente trasportato al centro medico per accertamenti. La corsa riparte all’undicesimo giro, con anche Melville McKee che finisce due volte sotto la lente dei commissari prima per jump-start, poi per aver effettuato il drive-through con la safety-car, operazione proibita da regolamento.

 

Al dodicesimo passaggio Fontana deve cedere la sesta piazza a Yelloly, mentre al giro successivo, nel tentativo di infilare lo svizzero-greco, Sainz si fa superare da Lewis Williamson all’ingresso di Maggotts. Tra i due però la battaglia è rimandata all’inizio della tornata successiva, quando arrivano al contatto. Sainz chiude infatti lo scozzese verso l’esterno del rettifilo che porta a Brooklands, arrivano al contatto e la vettura di Bamboo si ritira dopo essere finita in testacoda. Nell’ultimo giro Sainz rallenta vistosamente, forse per i danni riportati, cedendo l’ottava piazza, e la conseguente pole position per gara-2 a Giovanni Venturini, pilota Trident.

 

Sabato 29 giugno 2013, gara 1

1 - Jack Harvey - ART – 15 giri

2 - Kevin Korjus - Koiranen - 3"0

3 - Facu Regalia - ART - 5"3

4 - Daniil Kvyat - MW Arden - 6"6

5 - Tio Ellinas - Manor - 8"0

6 - Nick Yelloly - Carlin - 9"4

7 - Alex Fontana - Jenzer - 12"3

8 - Giovanni Venturini - Trident - 15"6

9 - Adderly Fong - Status - 16"6

10 - Dino Zamparelli - Manor – 17”2

11 - Aaro Vainio - Koiranen - 18"1

12 - Robert Visoiu - MW Arden - 19"1

13 - Carlos Sainz - MW Arden - 20"1

14 - Eric Lichtenstein - Carlin - 20"3

15 - Patrick Niederhuaser - Jenzer - 20"6

16 - Josh Webster - Status - 21"8

17 - Luis Sa Silva - Carlin - 22"2

18 - Jimmy Eriksson - Status - 23"1

19 - Emanuele Zonzini - Trident - 23"8

20 - Samin Gomez - Jenzer - 28"1

21 - Ryan Cullen - Manor - 28"7

22 - Conor Daly - ART - 30"3

23 - Carmen Jorda - Bamboo - 39"0

24 - Melville McKee - Bamboo - 44"8

25 - Lewis Williamson - Bamboo – 2 giri

 

Giro veloce: Jack Harvey

 

Ritirati

6° giro - Patrick Kujala - Koiranen

6° giro - David Fumanelli - Trident

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=40459&cat=55

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...