Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

Va beh Focolari da quello che ho letto era sui livelli di Meda. Adesso penso faccia le cronache "di parte" della Lazio, penso di avere detto tutto.

 

Il grande Gattai non penso lo trattasse in questo modo.

 

Focolari era inascoltabile,ma non ai livelli da parodia di se stesso di Meda.

 

Gattai era un grandissimo commentatore,in particolar modo nella discesa libera.

 

La Streif e Wengen commentate da lui erano una goduria.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

  • Replies 118
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Leggo che la Mercedes in Canada porterà  grosse modifiche alla PU per affidabilità , quindi senza usare gettoni.  Che problemi di affidabilità  dovrebbe avere una squadra che ha fatto 6 gran premi co

Si sono aggrappati al problema al pistone avuto da Hulk in Cina. Francamente è una cosa un pò ridicola, però a quanto pare anche Honda e Renault, sia pur con tutti i problemi del caso, avrebbero un

1 - Il tracciato ha l'omologazione Fia per i test F1. L'obbrobrio del nuovo traguardo/partenza è stato disegnato proprio da Leonardo da Tilke per ottemperare alle richieste di Bernie di ampliare il p

Se avessi immaginato che avreste riesumato Furio Focolari, non avrei mai scritto quel post... No, furiofocolari nooooooooo!!!!!!!! (e pure la Vaccari ri-nooooooooo).

Comunque, restando in tema di sci, mi par di ricordare che anche Gattai contribuiva all'esaltazione del fenomeno Tomba...  Passo e chiudo, arridatece Marione Poltronieri (e ho detto tutto).

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Gattai era un grandissimo commentatore,in particolar modo nella discesa libera.

 

La Streif e Wengen commentate da lui erano una goduria.

L'ho sentito su YouTube, le discese di Ghedina commentate da lui erano sempre cariche di tensione, precisione incredibile nel commentare ogni curva. Davvero un grande, avercene come lui oggi, composti e profondi conoscitori allo stesso tempo.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

La risposta è fin troppo scontata.

L'unico modo per avere gare di livello mondiale sui media principali è che ci sia il Gruppo Fiat impegnato in prima persona.

Ai tempi della Lancia Martini, i servizi Rai nei tg o a Sport Sera erano la regola al termine di ogni tappa. Adesso hai il riassunto Fia a Numero1.

Idem per Le Mans. Adesso te ne parlano solo se una 458 vince la sua classe.

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

 

Il discorso è sempre lo stesso: per parlare di uno sport che non sia il calcio bisogna o che ci sia un Italiano vincente (Rossi & Tomba appunto) o qualche interesse particolare.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Il sindaco di Imola si è recato a Londra per incontrare Ecclestone, per discutere sul ritorno di Imola in Formula 1 dal 2017, qualora Monza dovesse abbandonare il circus.

Link to post
Share on other sites

Il sindaco di Imola si è recato a Londra per incontrare Ecclestone, per discutere sul ritorno di Imola in Formula 1 dal 2017, qualora Monza dovesse abbandonare il circus.

La notizia è vera, mi hanno confermato che ci stanno lavorando ma personalmente rimango molto ma molto scettico.

http://www.motorsport.com/f1/news/exclusive-imola-begins-talks-to-save-italian-grand-prix

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Imola di nuovo nel Mondiale F1? Ammesso che ci siano i quattro baiocchi da versare a Bernie, ammesso che la politica italiana permetta di portare il GP d'Italia lontano da Monza, l'autodromo sarebbe pronto per ospitare un GP?

E' qualche anno che manco e mi chiedo:

1. Il disegno della pista è ok? La domanda è riferita soprattutto al rettilineo, spezzato da quelle due leggere pieghe. Qualche incidente negli anni scorsi c'è stato (Tiemann e Mapelli su tutti)...

2. Il paddock è sufficientemente ampio per ospitare bilici ed i sobri grattacieli-hospitality del circus?

3. Le struttre sono ok? Ammesso che non siano necessarie revisioni del tracciato, le tribune sono a posto? Quella centrale, per dire, mi pare un po' piccolina; in passato mi era stato detto che altre tribune (zona Tosa e Acque, se non ricordo male) per lo meno mancavano di manutenzione, non so se sia corretto (se a maggio hanno corso Superbike ed ELMS, immagina che almeno il minimo della manutenzione sia garantito...). Grazie, ciao. 

Link to post
Share on other sites

Se non ricordo male, i primi dubbi sulla permanenza di Imola nella stagione 2007, erano proprio dovuti alle strutture dei box che dovevano essere rifatte e dovevano terminare i lavori in tempo.

 

Poi dopo c'è stata la regola di Ecclestone che prevedeva un circuito cittadino come secondo gran premio in una stessa nazione, vedasi la Spagna con Barcellona e Valencia Street.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

3 - Le strutture sono assolutamente fatiscenti, soprattutto i nuovi box inaugurati nel 2008 che sono costruiti con sabbia (basta camminare sulla terrazza per vedere come si sta sgretolando tutto) e pieni di infiltrazioni d'acqua.

La terrazza faceva già  schifo quando ci sono stato io tre anni fa, non oso immaginare adesso.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

1 - Il tracciato ha l'omologazione Fia per i test F1.

L'obbrobrio del nuovo traguardo/partenza è stato disegnato proprio da Leonardo da Tilke per ottemperare alle richieste di Bernie di ampliare il paddock in perfetto stile F1 (e qui contemplo anche il punto 2).

3 - Le strutture sono assolutamente fatiscenti, soprattutto i nuovi box inaugurati nel 2008 che sono costruiti con sabbia (basta camminare sulla terrazza per vedere come si sta sgretolando tutto) e pieni di infiltrazioni d'acqua.

Il tutto è costato circa 13 milioni di euro di noi tutti, prelevati dalla cassa della Protezione Civile di Lazio, Sardegna e Abruzzo. Il firmatario ing. Claudio Rinaldi è stato arrestato, processato e poi assolto qualche anno fa per la vicenda dei Mondiali di Nuoto di Roma 2009 (quella dove erano coinvolti Balducci e la sua cricca).

Le tribune non sono assolutamente a norma (le più recenti risalgono alla metà  degli anni 80) ma per quello basta il nulla osta del Prefetto.

L'unico punto a favore è che, siccome Bernie è ancora creditore nei confronti di Imola, lui abbia intravisto la possibilità  di recuperare qualche dollaro.

Il dove è un'incognita assoluta, soprattutto di questi tempi.

E comunque, quello della sicurezza è un argomento che a Bernie non è mai interessato, per cui non è un problema.

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

http://www.sportmediaset.mediaset.it/formula1/formula1/f1-il-sindaco-di-imola-incontra-ecclestone-per-riavere-il-gp_1068612-201502a.shtml

 

 

Il punto grassettato mi ha sempre fatto morir dal ridere, le strutture sono costruite coi soldi della protezione civile (!) di Sardegna (!!), Lazio (!!!) e Abruzzo (!!!!). Mah... sarà  che non sono laureato...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

http://www.sportmediaset.mediaset.it/formula1/formula1/f1-il-sindaco-di-imola-incontra-ecclestone-per-riavere-il-gp_1068612-201502a.shtml

Il punto grassettato mi ha sempre fatto morir dal ridere, le strutture sono costruite coi soldi della protezione civile (!) di Sardegna (!!), Lazio (!!!) e Abruzzo (!!!!). Mah... sarà  che non sono laureato...

E per poterli prendere hanno fatto passare i lavori come opera di messa in sicurezza urgente

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
Rosberg al battesimo di Passione Caracciola   Il pilota della Mercedes F.1 mercoledì al via della prima edizione del rally riservato alle auto storiche che si concluderà  domenica a Lugano
  • 
  • ï…·
  •  
  • 
  • 
  • 
15 GIUGNO 2015 - MILANO
040a188ed387bb310c4cf3690cd8423a_169_l.j

 

intext-roll-ad-message-it.png
 

 

Rudolf Caracciola (1901-1959)

Sarà  Nico Rosberg mercoledì a tenere a battesimo la prima edizione di Passione Caracciola, gara di regolarità  riservata alle auto storiche, immatricolate sino al 1980. Come si evince dal nome, si tratta di un tributo al tedesco Rudolf Caracciola che negli anni ‘30 fu pilota di punta della squadra Mercedes: der Regenmeister, il re della pioggia, come era stato soprannominato per le sue capacità  di controllo della vettura sui terreni viscidi, vinse tre titoli europei di Grand Prix (1935, 1937 e 1938) altrettanti titoli continentali della salita (1930, 1931 e 1932) centrando un totale di 144 vittorie, tra le quali una Mille Miglia (1931) primo straniero a riuscirci. Nel 1938 al volante di una W125, Rudolf ottenne sull’autostrada Francoforte-Darmstad il record di velocità  tutt’ora imbattuto di 432,7 km/h.
PARTECIPANTI â€” Al via della corsa vetture che coprono mezzo secolo dalla Maserati 26 M del 1928 alla Roll Royce Silver Shadow II del 1980: ben 15 ovviamente le auto con la stella a tre punte.
PERCORSO â€” Il raduno non a caso parte dal Museo Mercedes di Stoccarda: da lì mercoledì pomeriggio scatterà  il trasferimento verso Sciaffusa (Svizzera), partenza ufficiale del rally. Gli equipaggi attraverseranno la Confederazione Elvetica da nord a su passando per il passo del Klausen, sede di una celebre gara in salita e terra di dominio di Caracciola (sarà  posta per l’occasione la prima pietra per una statua del celebre pilota). Finale domenica a Lugano, dove il pilota ha vissuto gli ultimi anni di vita e dove riposa nel cimitero di Castagnola. Le auto, che vi giungeranno sabato pomeriggio, resteranno al mattino esposte in piazza della Riforma.

 

 

http://www.gazzetta.it/Passione-Motori/15-06-2015/rosberg-battesimo-passione-caracciola-120176760027.shtml?refresh_ce-cp

Link to post
Share on other sites

Sicuramente una operazione subdola del diabolico Rosberg volta a mettersi in buona luce verso i vertici Mercedes a scapito del povero ed immacolato Hamilton....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sicuramente una operazione subdola del diabolico Rosberg volta a mettersi in buona luce verso i vertici Mercedes a scapito del povero ed immacolato Hamilton....

Ach... Diafolo di un nibelunghen!

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

La Michelin ha aderito al bando per diventare fornitore unico di pneumatici in Formula 1 nel triennio 2017-2019.

Il loro programma prevede di fornire pneumatici da 18 pollici e mescole più durevoli rispetto alle attuali Pirelli.

Secondo il responsabile Michelin Pascal Couasnon, l'immagine odierna degli pneumatici di Formula 1 non ha senso per l'industria del pneumatico.

 

La risposta di Ecclestone è stata:"vorrebbero fare gomme dure come pietre che monti a gennaio e togli a dicembre, solo perché non vogliono essere criticati".

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.



×
×
  • Create New...