Jump to content

Il futuro di Monza


alessandrosecchi
 Share

Recommended Posts

E' una battuta o una data casuale?

 

Penso volesse sottolineare che nello slot tradizionalmente riservato a Monza (la seconda domenica di settembre) nel 2016 è previsto un altro GP. 

 

Comunque anche per me Monza è IL GP d'Italia. Il Mugello tecnicamente è una pista superiore, probabilmente, ma il fascino e la magia del GP d'Italia a Monza sono un qualcosa di talmente radicato che saranno insostituibili. 

Link to comment
Share on other sites

favorevolissimo anch'io che il gp d'Italia rimanga a Monza insieme ai suoi commissari, persone con pettorine varie che possono far finta di sentirsi importanti per 5 giorni l'anno e chioschi a nero 

 

 

I peggiori che abbia mai incontrato nella mia lunga frequentazione di autodromi e circuiti vari.

 

Il GP a Monza andrebbe eliminato solo per togliere a questi arroganti figure l'idea che i protagonisti siano loro....

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Beh, già  nelle gare in salita, tra i commissari di percorso (che non capiscono un XXXXX, aggiungo io) c'è gente che non sa nemmeno cosa sta facendo, ma che ugualmente si sente su un altro piano rispetto a spettatori e partecipanti (piloti, meccanici e staff)...non oso immaginare in competizioni ben piu' "importanti" 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Beh, già  nelle gare in salita, tra i commissari di percorso (che non capiscono un XXXXX, aggiungo io) c'è gente che non sa nemmeno cosa sta facendo, ma che ugualmente si sente su un altro piano rispetto a spettatori e partecipanti (piloti, meccanici e staff)...non oso immaginare in competizioni ben piu' "importanti" 

 

Io pero' non discuto della professionalita' dei commissari di Monza.

 

Mi fa solo schifo la loro enorme arroganza,presunzione e maleducazione.

Link to comment
Share on other sites

Perché, Monza ha un futuro?

Non ne seguo da vicino le vicissitudini, ma ripensando (anche solo superficialmente) alle prodezze di chi l'ha gestito negli anni scorsi e a chi ne ha in mano le sorti, credo proprio che abbia ragione Claudio. Sperando sempre di sbagliarmi...

 

Piuttosto, c'è da chiedersi che futuro può avere il GP d'Italia senza Monza: nessuno che abbia ancora tirato fuori il GP all'Eur proposto qualche anno da Flammini?...

Link to comment
Share on other sites

Beh, già  nelle gare in salita, tra i commissari di percorso (che non capiscono un XXXXX, aggiungo io) c'è gente che non sa nemmeno cosa sta facendo, ma che ugualmente si sente su un altro piano rispetto a spettatori e partecipanti (piloti, meccanici e staff)...non oso immaginare in competizioni ben piu' "importanti"

Sono andato a Campitenese quest'anno uno aveva rotto in traiettoria, perso olio e i commissari che facevano...mangiavano!
Link to comment
Share on other sites

 

 

Piuttosto, c'è da chiedersi che futuro può avere il GP d'Italia senza Monza: nessuno che abbia ancora tirato fuori il GP all'Eur proposto qualche anno da Flammini?...

All'Eur al massimo puoi fare un GP di trattori o motozappe e non ne sono sicuro al 100%

Link to comment
Share on other sites

I peggiori che abbia mai incontrato nella mia lunga frequentazione di autodromi e circuiti vari.

 

Il GP a Monza andrebbe eliminato solo per togliere a questi arroganti figure l'idea che i protagonisti siano loro....

 son d'accordo, e la cosa strana e che quelli-con-la-pettiorina si trasformano dal giovedi alla domenica del gp.

 

negli altri weekend e manifestazioni a mio parere non sono di disturbo.

Link to comment
Share on other sites

io ho anteposto la prima entrata a monza alla prima comunione.

 

ricordo i primi anni tutto ai miei occhi era affascinante, organizzato, ordinato, potevi andare ovunque, guardare tra le inferriate del paddock, durante le prove di agosto salivi sulla vecchia e stretta terrazza e vedevi cose che nessuna tv mi ha mai mostrato nè allora nè oggi nè tantomeno domani.

da un lato c'era la 'corsia box' (oggi:pit-lane), e vedevi i  PILOTI salire in macchina, sistemarsi partire, rientrare, parlare con i tecnici ( a viva voce, senza filtri).

dall'altro lato a noi bambini (e non solo, magari Albi ne saprà  piu di me) si apriva un mondo nuovo : nel paddock vedevi in ordine sparso le postazioni delle varie scuderie, scorgevi i PILOTI che cammianavno, perlavano tra di loro, insomma facevano gli uomini. addirittura rispondevano ai nostri saluti, e per un bambino avere un cenno di saluto da un arnoux, prost, piquet e compagnia, era un emozione con cui vantarsi con gli amici per una settimana.

 

Poi, hanno deciso che la struttura box andava rifatta, e vabbè accettiamo.

Poi hanno ampliato la superficie del paddock a discapito degli spettatori, e vabbè accettiamo

Poi in nome della sicurezza hanno stuprato parte della pista, e vabbè accetiamo.

Poi hanno pensato che gli occhi dgli spettatori avessero la peste, e da un po di anni coprono il recinto del paddock con un telo nero, manco fosse l'area51, e qui io NO, NON lo accetto.

 

Volgiamo parlare dei servizi igenici (si fa per dire): durante i weekend NON-GP, nel paddock e dintorni ok, nessun problema. ma se mi trovo alla roggia ad esempio, che faccio??? una ragzza soprattutto??

Nei weekend di GP, la zona paddock con cessi seri è ovviamente interdetta, in diverse zone ci sono servizi portatili, me la cosa che fa schifo è il parco invaso di cessi chimici.

Il Montemlo a molti puo non piacere, ma a livello di servizi igenici è ottimo, cosi come spa (anche se il servizio in belgio lo paghi, circa 40centesimi)

 

Lo scorso anno Monza ha registrato un calo di spettatori, notato da tutti.

calo sia degli italiani che degli stranieri (tedeschi, olandesi, danesi ecc ecc)

i motivi sono 3 a mio avviso:

per tutti: prezzi alti

per gli italiani: la ferrari faceva schifo (un mio conoscente veneto mi ha scritto: non vengo per via della ferrari che non va)

per gli stranieri: hanno riemsso il GP di austria. molti hanno presrito andare a zeltwg e saltare monza. zeltweg ha avuto enorme successo dal punto di vista del pubblico. il punto è questo: riuscirà  monza a recuperare gli spettatori persi? ne perderà  altri? questo mi preoccupa piu che le dichiarazioni dello zio bernie.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Photo4srl_404016-436x291.jpg
18.02.2015, 16.15 | Osservatorio
F1 | Bahrain ancora scettico sull’ingresso del Qatar nel calendario

18 febbraio 2015 – Lo sceicco Salman bin Isa Al-Khalifa, presidente del Bahrain International Circuit, continua a manifestare il proprio scetticismo circa l’ingresso nel calendario di Formula 1 del Gran Premio del Qatar.

Entro il prossimo biennio, la Formula 1 dovrebbe vedere il proprio calendario arricchito di una terza tappa in Medio Oriente. Il Gran Premio del Qatar è infatti pronto ad affiancare quello di Abu Dhabi, in programma dalla stagione 2009, e quello del Bahrain, apripista della regione sin dal 2004.

Proprio gli organizzatori di quest’ultimo evento appaiono i più scettici riguardo l’inserimento di una terza data nella regione. Lo sceicco Salman bin Isa Al-Khalifa, presidente del circuito del Sakhir, ha spiegato a Crash.net le sue perplessità : “La cultura della Formula 1 in Medio Oriente è in crescitae lo abbiamo visto costantemente da quando abbiamo iniziato dieci anni fa. Durante questo arco di tempo, siamo stati felici di dare il benvenuto ad Abu Dhabi nel 2009, ma ci è sempre stato chiaro che non c’era concorrenza con loro. Con la nostra gara a inizio stagione e Abi Dhabi alla fine, oltre al fatto che la nostra gara è più focalizzata sulla regione del Golfo rispetto alla portata internazionale del loro evento, la collocazione era naturale per entrambi.

Photo4srl_581325-206x141.jpg gp-abu-dhabi-circuito-yas-marina--206x14 Losail-Qatar-Circuit-206x141.jpg

Dal nostro punto di vista, non siamo sicuri che la regione sia pronta per ospitare un’altra gara di Formula 1 e possiamo davvero solo speculare su ciò che quella gara potrebbe e non potrebbe essere. Tuttavia sono certo che, dato il crescente interesse verso questo sport, si tratti di qualcosa che vorremmo accogliere in futuro“.

Si è parlato molto del diritto di veto che gli organizzatori del Gran Premio del Bahrain possiedono circa l’ingresso di altri eventi di Formula 1 nell’area del Medio Oriente. A riguardo, lo sceicco non si sbottona: “Come ci si aspetta da un promotore di una gara di Formula 1, abbiamo un dialogo costante e proficuo con il detentore dei diritti commerciali circa una serie di questioni. Non vogliamo commentare se certi argomenti sono o non sono discussi come parte di questo dialogo privato“.

FP | Luca Manacorda
@LucaMana82 

 

da http://www.formulapassion.it/2015/02/f1-bahrain-ancora-scettico-sullingresso-del-qatar-nel-calendario/

Link to comment
Share on other sites

Perché, Monza ha un futuro?

Non ne seguo da vicino le vicissitudini, ma ripensando (anche solo superficialmente) alle prodezze di chi l'ha gestito negli anni scorsi e a chi ne ha in mano le sorti, credo proprio che abbia ragione Claudio. Sperando sempre di sbagliarmi...

 

Piuttosto, c'è da chiedersi che futuro può avere il GP d'Italia senza Monza: nessuno che abbia ancora tirato fuori il GP all'Eur proposto qualche anno da Flammini?...

ma poi i romani saranno d'accordo ? e la Lega che dice?

Link to comment
Share on other sites

Da "romano"sarei contento di un gp sotto casa, ma da appassionato mi chiedo come si fa a perdere il gp di Monza? ?se riusciamo a compiere uno scempio del genere siamo propio fenomeni......

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...