Jump to content
R18

GP2 Series 2015

Recommended Posts

Inizia domani la tre giorni di test ad Abu Dhabi, che apre la nuova stagione della GP2 Series. L'undicesima annata della categoria cadetta si presenta con Stoffel Vandoorne probabile favorito, date le partenze di Palmer (in quanto campione) e Nasr: il belga dovrebbe essere confermato dalla ART Grand Prix, team satellite della Honda e quindi della McLaren. Raffaele Marciello, che dovrebbe essere confermato dalla Racing Engineering (che sembra essersi legata a Ferrari, dato che domani proverà  Latifi), è atteso da una stagione più fortunata e con più risultati rispetto a quella conclusasi domenica. Attualmente, solo due piloti sono stati annunciati al via ufficialmente, ossia Arthur Pic con Campos e Julià¡n Leal con Carlin.

 

Il calendario non è stato ufficializzato, ma a grandi linee dovrebbe essere questo:

4-5 aprile Sakhir

9-10 maggio Barcellona

22-23 maggio Montecarlo

20-21 giugno Red Bull-Ring

4-5 luglio Silverstone

18-19 luglio Nà¼rburgring (?)

25-26 luglio Hungaroring

22-23 agosto Spa-Francorchamps

5-6 settembre Monza

10-11 ottobre Sochi

28-29 novembre Abu Dhabi

 

Ecco i piloti in pista domani:

DAMS: Pierre Gasly, Esteban Ocon

Carlin: Luà­s Sà¡ Silva, Julià¡n Leal

ART: Nobuharu Matsuhita, Koudai Tsukakoshi, Stoffel Vandoorne

Racing Engineering: Nicholas Latifi, Norman Nato

Russian Time: Mitchell Evans, Artem Markelov

Trident: René Binder, Zoà«l Amberg

Campos: Arthur Pic, Jazeman Jaafar

MP: Danià«l de Jong, Marlon Stà¶ckinger

Rapax: Sandy Stuvik, Emil Bernstorff

Arden: Jordan King, André Negrà£o

Hilmer: Daniel Abt, Marvin Kirchhà¶fer

Lazarus: Nathanaà«l Berthon, Sergio Campana

Status: Rio Haryanto, Richard Stanaway

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina, 1° turno: ancora Vandoorne davanti

 

Stoffel Vandoorne si toglie la soddisfazione di mettersi davanti a tutti nella prima sessione di test che la GP2 disputa ad Abu Dhabi in questo finale di stagione 2014. Proprio come nel week-end di gara che lo ha visto laurearsi vicecampione della GP2 Stoffel ha fatto la differenza nei confronti degli avversari. Il belga, dopo la cocente delusione rimediata con la McLaren Formula 1 negli scorsi giorni, è tornato al volante della sua Dallara andandosi a prendere il primato in 1’49”445. Gli si è avvicinato più volte nel corso della sessione Mitch Evans, ancora fedele ai colori di Russian Time prima di provare per Racing Engineering, che non è andato però oltre i tre decimi abbondanti di ritardo. Bella sorpresa invece quella di Pierre Gasly terzo, con la Dams, davanti al connazionale Arthur Pic. Ryo Haryanto ha portato avanti il passaggio di consegne tra Caterham e Status GP, con i sudamericani Julian Leal ed Andrè Negrao, sempre fedeli a Carlin ed Arden, alle sue spalle.

 

Chiusura di top-10 per Jazeman Jaafar (Campos), Esteban Ocon (Dams) fermatosi in pista provocando la prima bandiera rossa, e Nicolas Latifi (Racing Engineering). Altre due interruzioni nel corso della prova per rimuovere i detriti in curva 1 e 13, oltre che ricoverare la Dallara di Zoel Amberg. Lo svizzero gira con Trident, mentre il suo compagno Renè Binder non si è presentato in pista. L’austriaco infatti è rimasto in hotel a causa di un’indisposizione dovuta verosimilmente a cause alimentari. Per lui la speranza di rimettersi presto ed essere magari in pista nella sessione serale. Nei box intanto si è visto Sergey Sirotkin, accompagnato dal baldanzoso manager Giampaolo Matteucci. Il russo, quest’anno impegnato in Formula Renault 3.5 oltre che con la Sauber F1, girerà  due giorno con Rapax a partire da domani.

 

Giovedì 27 novembre 2014, 1° turno

1 - Stoffel Vandoorne – ART – 1’49”445

2 - Mitch Evans – Russian Time – 1’49”824

3 - Pierre Gasly – Dams – 1’49”949

4 - Arthur Pic – Campos – 1’50”044

5 - Rio Haryanto – Status – 1’50”192

6 - Julian Leal – Carlin – 1’50”240

7 - Andrè Negro – Aredn – 1’50”336

8 - Jazeman Jaafar – Campos – 1’50”386

9 - Esteban Ocon – Dams – 1’50”410

10 - Nicolas Latifi – Racing Engineering – 1’50”341

11 - Richie Stanaway – Status – 1’50”461

12 - Daniel Abt – Hilmer – 1’50”476

13 - Jordan King – Arden – 1’50”592

14 - Marvin Kirchhofer – Hilmer – 1’50”903

15 - Nathaneal Berthon – Lazarus – 1’50”906

16 - Emil Bernstorff – Rapax – 1’51”054

17 - Artem Markelov – Russian Time – 1’51”133

18 - Norman Nato – Racing Engineering – 1’51”272

19 - Sergio Campana – Lazarus – 1’51”501

20 - Daniel De Jong – MP – 1’51”554

21 - Zoel Amberg – Trident – 1’51”630

22 - Luis Sa Silva – Carlin – 1’51”777

23 - Sandy Stuvik – Rapax – 1’52”035

24 - Marlon Stockinger – MP – 1’52”069

25 - Nobuharu Matushita – ART – 1’52”304

26 - Renè Binder – Trident – s.t.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49184&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina, 2° turno: la zampata di Gasly

 

Sono 56 millesimi a dividere Pierre Gasly e Stoffel Vandoorne. Un confronto Red Bull-McLaren che quest’anno non abbiamo mai visto al vertice in Formula 1, ma che ci è riproposto in GP2 dai piloti dei programmi Junior. Il francese di Dams è alla sua prima apparizione sulla vettura campione di Jolyon Palmer, dopo aver preso parte alle ultime gare 2014 con la Caterham. Vandoorne così si è dovuto accontentare di una seconda posizione, davanti ad un sorprendente Jordan King. L’inglese, protagonista in Formula 3, ha già  dimostrato di trovarsi bene con le vetture molto potenti quando provò, dopo la Formula Renault 2000 nel 2012, l’Auto GP a Barcellona. Quarto, costante e guardingo, Arthur Pic: “Quando firmi con un team per la stagione successiva con largo anticipo come abbiamo fatto noi, ed hai a disposizione una sessione di test, provi tante cose. Noi in Campos abbiamo davanti un grande lavoro perché vogliamo avvicinarci a Dams, ART e Carlin, per poter competere per il titolo”.

 

Si dimostra efficace anche la scelta di Andrè Negrao nel proseguire il proprio rapporto con la Arden, visto il quinto tempo, mettendosi alle spalle Mitch Evans. Il neozelandese tuttavia ha avuto un problema tecnico che lo ha fermato a metà  sessione, non potendo completare il programma pianificato da Russian Time. Settimo Richie Stanaway, davanti al compagno in Status GP al debutto in GP2, Rio Haryanto. Domani la squadra inglese avrà , oltre al già  annunciato Dino Zamparelli, anche Raffaele Marciello, che lascerà  poi il volante a Pal Varhaug sabato.

 

In top-10 il campione della Formula 3 Europea Esteban Ocon, anche lui con Dams, che ha preceduto un buon Nathaneal Berthon, al volante della Dallara di casa Lazarus. Positivo lavoro anche in casa Rapax, dove è stato svezzato l’inglese Emil Bernstorff, proveniente dalla GP3, ed il thailandese Sandy Stuvik ,che domani passerà  in ART, per restarvi anche sabato. Nella squadra padovana invece è atteso l’arrivo di Kevin Ceccon, al fianco del russo Sergey Sirotkin. Domani è previsto anche il debutto del campione GP3 Alex Lynn, che in due giorni si dividerà  tra Carlin e ART, dopo aver preso ieri parte ai test in Formula 1 con la Lotus. àˆ tornato in azione con Trident Renè Binder, dopo aver saltato per indisposizione il turno del mattino, affiancato da Zoel Amberg, anche domani fedele alla compagine di Maurizio Salvadori.

 

Giovedì 27 novembre 2014, 1° turno

1 - Pierre Gasly – Dams – 1’48”948

2 - Stoffel Vandoorne – ART – 1’49”004

3 - Jordan King – Arden – 1’49”314

4 - Arthur Pic – Campos – 1’49”383

5 - Andrè Negrao – Aredn – 1’49”396

6 - Mitch Evans – Russian Time – 1’49”442

7 - Richie Stanaway – Status – 1’49”589

8 - Rio Haryanto – Status – 1’49”689

9 - Esteban Ocon – Dams – 1’49”892

10 - Nathaneal Berthon – Lazarus – 1’49”941

11 - Renè Binder – Trident – 1’50”016

12 - Daniel Abt – Hilmer – 1’50”084

13 - Emil Bernstorff – Rapax – 1’50”118

14 - Nicolas Latifi – Racing Engineering – 1’50”155

15 - Daniel De Jong – MP – 1’50”263

16 - Jazeman Jaafar – Campos – 1’50”338

17 - Kouday Tsukakoshi – ART – 1’50”352

18 - Marvin Kirchhofer – Hilmer – 1’50”372

19 - Julian Leal – Carlin – 1’50”488

20 - Zoel Amberg – Trident – 1’50”782

21 - Artem Markelov – Russian Time – 1’50”871

22 - Sergio Campana – Lazarus – 1’51”147

23 - Norman Nato – Racing Engineering – 1’51”318

24 - Sandy Stuvik – Rapax – 1’51”403

25 - Marlon Stockinger – MP – 1’51”420

26 - Luis Sa Silva – Carlin – 1’51”529

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49190&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina, 3° turno: Pic mette tutti in fila

 

Arthur Pic si prende la miglior prestazione al termine del terzo turno di prove che la GP2 sta disputando ad Abu Dhabi. Il francese di Campos, indiscusso miglior rookie della serie dopo la rivelazione di Stoffel Vandoorne, ha ottenuto quasi con facilità  il tempo di 1’49”645 che gli ha permesso di salire in vetta alla classifica sin dai primi minuti del turno. Alle sue spalle si sono però piazzate due new-entry come l’inglese Jorda King (Arden) ed il protetto del Lotus Formula 1 Junior Team, Esteban Ocon. La bontà  del lavoro di casa Campos è stata confermata dalla quarta prestazione che l’indonesiano Rio Haryanto ha ottenuto andando a precedere Nathaneal Berthon. Il transalpino, portacolori di Lazarus, si è riconfermato in top-10 dopo il decimo tempo di ieri sera.

 

Bene Renè Binder, con la prima vettura di casa Trident in classifica, con l’austriaco autore della settima miglior prestazione, alle spalle del leader della prima giornata, Pierre Gasly. Ottavo Raffaele Marciello, che dopo il test con la Ferrari Formula 1 due giorni fa, si è oggi ricalato nell’abitacolo della GP2, provando con la new-entry Status, sorta sulle ceneri della Caterham. Nono e decimo gli alfieri di casa Carlin, con il debutto in GP2 del campione GP3 Alex Lynn, davanti ad un sempre concreto Julian Leal. In casa Rapax invece sono arrivati Kevin Ceccon e Sergey Sirotkin.

 

Oggi a riposo, Sergio Campana ha commentato la sua prova di ieri: “Sono arrivato senza conoscere la pista e questo sicuramente non mi ha aiutato dato che è uno dei tracciati più complessi del calendario. Sino ad ora non avevo mai fatto un test con la GP2, mi sono sempre trovato a sfruttare le opportunità  che mi si presentavano in gara, e quindi per me è stata un’esperienza nuova. Al mattino ci siamo concentrati su un lavoro di assetto, mentre in serata ho fatto dei long run con gomma usata, che hanno dato risultati incoraggianti. Un bandiera rossa per una perdita d’olio in pista ha poi interrotto per una mezzoretta le attività , ed abbiamo forse perso il momento migliore per montare le gomme nuove, tant’è vero che il miglioramento con quel set non è stato incredibile. Mi ritengo comunque soddisfatto perché ho avuto una progressione costante, rimanendo vicino al mio compagno, sicuramente più esperto, Berthon”.

 

La sessione è stata interrotta con due bandiere rosse, una per il recupero della vettura di Russian Time guidata da Norman Nato, l’altra per raccogliere dei detriti in carbonio seminati dalla monoposto di Gasly.

 

 

Venerdì 28 novembre 2014, 3° turno

1 - Arthur Pic – Campos – 1’49”645

2 - Jordan King – Arden – 1’49”759

3 - Esteban Ocon – Dams – 1’49”812

4 – Rio Haryanto – Campos – 1’49”821

5 - Nathanael Berthon – Lazarus – 1’49”834

6 - Pierre Gasly – Dams – 1’50”070

7 - Renè Binder – Trident – 1’50”250

8 – Raffaele Marciello – Status – 1’50”283

9 – Alex Lynn – Carlin – 1’50”490

10 - Julian Leal – Carlin – 1’50”496

11 - Nicolas Latifi – Hilmer – 1’50”584

12 - Andrè Negrao – Aredn – 1’50”632

13 - Artem Markelov – Russian Time – 1’50”668

14 – Norman Nato – Russian Time – 1’50”702

15 - Daniel De Jong – MP – 1’50”705

16 - Marlon Stockinger – MP – 1’50”835

17 – Jazeman Jafaar – Racing Engineering – 1’50”864

18 – Sergey Sirotkin – Rapax – 1’50”895

19 - Zoel Amberg – Trident – 1’50”002

20 – Kevin Ceccon – Rapax – 1’51”029

21 – Dino Zamparelli – Status – 1’51”060

22 - Emil Bernstorff – Hilmer – 1’51”097

23 – Sandy Stuvik – ART – 1’51”244

24 - Kouday Tsukakoshi – ART – 1’51”386

25 – Beitske Visser – Lazarus – 1’52”079

26 – Simon Trummer – Racing Engineering – 1’52”186

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49193&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina, 4° turno

Dams inarrivabile con Gasly e Ocon

 

Impressionante risultato per il team Dams ad Abu Dhabi. Nella quarta sessione di prove collettive la compagine francese che ha vinto il titolo con Jolyon Palmer nel 2014 ha dimostrato di non aver cedimenti, di non rilassarsi, e di volersi ripetere nel 2015. Entrambi i piloti, che probabilmente saranno al via del prossimo anno, si sono messi davanti a tutti con facilità  e netto margine sugli avversari. Il miglior tempo è andato a Pierre Gasly in 1’48”663, 385 millesimi più rapido di Esteban Ocon, che rispetto al connazionale non ha però grande esperienza con vetture potenti come la stessa GP2 o Formula Renault 3.5. Più staccato, a chiudere un terzetto tutto transalpino, c’è Arthur Pic, portacolori di Campos, che questa mattina era invece stato il più veloce di tutti.

 

Tiene alto l’orgoglio italiano Raffaele Marciello, alla sua prima presa di contatto con la Status GP. Altrettanto valido il riscontro dell’italo-inglese Dino Zamparelli, undicesimo, alla sua prima volta con questa monoposto. Sorride l’Italia, con il team Trident che dopo le positive prestazioni di Luca Ghiotto in GP3, con Renè Binder si conferma al vertice, autore del quinto rilevamento. Anche la Arden mette in top-10 sia Jordan King sia il brasiliano Andrè Negrao, mentre può ritenersi soddisfatto Daniel De Jong, settimo con la Dallara degli olandesi di MP Motorsport, davanti a Rio Haryanto e ad un sorprendente Artem Markelov. Senza Mitch Evans al suo fianco, il giovane russo ha dimostrato di aver messo a frutta l’esperienza maturata in questo 2014 di esordio e punta ad essere tra i protagonisti del prossimo anno.

 

Differente lavoro invece, in casa Rapax. Kevin Ceccon ha mostrato un ottimo passo gara e costanza nei long run, con qualcosa da perfezionare nella simulazione di qualifica. Un bilancio, quello della squadra campione con Pastor Maldonado nel 2010, che pesa però dell’assenza di Sergey Sirotkin. Il russo infatti, nel corso della terza tornata, è stato protagonista di un incidente alla prima curva, colpendo le protezioni, con anche un principio di incendio sulla sua monoposto. La cosa più importante è che Sirotkin stia bene e sarà  in pista domani, con i meccanici della squadra veneta già  al lavoro per ricostruire la monoposto. Tredicesimo invece, Nathanel Berthon, del team Lazarus, mentre ha completato la sua prima presa di contatto con la GP2 anche Beitske Visser, unica donna ad aver mai guidato questa Dallara.

 

Venerdì 28 novembre 2014, 4° turno

1 - Pierre Gasly – Dams – 1’48”663

2 - Esteban Ocon – Dams – 1’49”048

3 - Arthur Pic – Campos – 1’49”204

4 – Raffaele Marciello – Status – 1’49”287

5 - Renè Binder – Trident – 1’49”320

6 - Jordan King – Arden – 1’49”321

7 - Daniel De Jong – MP – 1’49”600

8 – Rio Haryanto – Campos – 1’49”639

9 - Artem Markelov – Russian Time – 1’49”645

10 - Andrè Negrao – Aredn – 1’49”669

11 – Nobuharu Matsushita – ART – 1’49”690

12 – Dino Zamparelli – Status – 1’49”833

13 - Nathaneal Berthon – Lazarus – 1’49”836

14 - Emil Bernstorff – Hilmer – 1’49”857

15 - Nicholas Latifi – Hilmer – 1’49”883

16 – Jazeman Jafaar – Racing Engineering – 1’49”956

17 – Norman Nato – Russian Time – 1’50”010

18 - Marlon Stockinger – MP – 1’50”040

19 - Zoel Amberg – Trident – 1’50”076

20 – Alex Lynn – Carlin – 1’50”138

21 – Sandy Stuvik – ART – 1’50”189

22 - Julian Leal – Carlin – 1’50”190

23 – Kevin Ceccon – Rapax – 1’50”226

24 – Simon Trummer – Racing Engineering – 1’50”604

25 – Beitske Visser – Lazarus – 1’50”799

26 – Sergey Sirotkin – Rapax – 1’51”937

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49198&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina, 5° turno: Nessuno ferma Gasly

 

Pierre Gasly è un fiume in piena, seguendo l’onda dei pilota Red Bull alla ribalta delle cronache in questa ultima settimana. Prima il titolo di Alex Lynn in GP3, poi l’ingaggio di Carlos Sainz alla Toro Rosso con il conseguente debutto in Formula 1 dello spagnolo, ed ora uno straripante Gasly che difficilmente può fare meglio di così. Come da due giorni a questa parte infatti il francese della Dams è stato velocissimo, andandosi a prendere questa mattina il miglior tempo in 1’49”346, rifilando mezzo secondo alla concorrenza. Il segreto di questo margine sta anche nelle costanza, perché la squadra transalpina ha infatti avuto modo di avere per tre giorni la coppia di piloti che verosimilmente schiererà  il prossimo anno, Gasly appunto, ed il giovane Esteban Ocon, campione della Formula 3 Europea e parte del programma giovani della Lotus. Il secondo tempo invece stamane lo ha conquistato Jordan King. L’inglese si è trovato decisamente a suo agio con la MP Motorsport, precedendo addirittura Ocon in classifica.

 

Resta una garanzia il team Campos, con Rio Haryanto quarto, come anche Raffaele Marciello, che tornato in Racing Engineering dopo aver girato con Status ieri, si è classificato quinto. Bene, come da pronostico ieri, le Rapax. A dividere Sergey Sirotkin e Kevin Ceccon in classifica ci sono infatti soli 6 millesimi, con la compagine veneta in grado di piazzare entrambe le vettura in sesta e settima piazza. Passato alla Hilmer, dopo due giorni in Trident, Renè Binder conclude la mattinata all’ottavo posto, mentre è nono il campione GP3 Lynn, oggi in forze alla ART. Un debutto incerto quello di Alex ieri con Carlin: “Sono quelle situazioni strane in cui tu sai di saper guidare, sai che la macchina è buona, ma in cui non riesci a trovare la prestazione”. Si conferma in top-10 anche la Lazarus con Nathaneal Berthon.

 

Sabato 29 novembre 2014, 5° turno

1 - Pierre Gasly – Dams – 1’49”346 – 29 giri

2 - Jordan King – MP – 1’49”891 - 23

3 - Esteban Ocon – Dams – 1’49”939 - 24

4 – Rio Haryanto – Campos – 1’49”943 - 35

5 – Raffaele Marciello – Racin Engineering – 1’49”993 - 27

6 – Sergey Sirotkin – Rapax – 1’50”057 - 19

7 – Kevin Ceccon – Rapax – 1’50”063 - 21

8 - Renè Binder – Hilmer – 1’50”081 - 29

9 – Alex Lynn – ART – 1’50”132 - 28

10 - Nathaneal Berthon – Lazarus – 1’50”221 - 33

11 - Arthur Pic – Campos – 1’50”255 - 26

12 – Norman Nato – Arden – 1’50”299 - 27

13 – Mitch Evans – Racing Engineering – 1’50”303 - 33

14 - Emil Bernstorff – Carlin – 1’50”510 - 30

15 - Artem Markelov – Russian Time – 1’50”501 - 22

16 - Julian Leal – Carlin – 1’50”589 - 28

17 – Kimiya Sato – Russian Time – 1’50”618 - 18

18 - Andrè Negrao – Aredn – 1’50”626 - 18

19 - Marlon Stockinger – MP – 1’50”691 - 31

20 - Nicolas Latifi – Hilmer – 1’50”794 - 23

21 – Simon Trummer – Trident – 1’50”817 - 31

22 – Dino Zamparelli – Status – 1’50”825 - 25

23 – Beitske Visser – Lazarus – 1’51”156 - 30

24 – Pal Varhaug – Status – 1’51”742 - 26

25 – Sandy Stuvik – ART – 1’51”785 - 35

26 – Luis Sa Silva – Trident – 1’51”821 – 34

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49203&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yas Marina - 6° turno

Gasly e Dams insaziabili

 

Sembra proprio che a Pierre Gasly la pista di Yas Marina piaccia molto, tanto quanto la Dallara-Renault della GP2 Series, dato che in quattro sessioni sulle sei disputate ad Abu Dhabi ha conquistato il miglior tempo. Nel sesto turno il primato è stato di 1’48”231, lasciando ancora una volta a mezzo secondo il riscontro del compagno Esteban Ocon. Un terzetto francese quello di questo sesto ed ultimo turn,o che vede anche Arthur Pic salire sul podio virtuale, pur con otto decimi di ritardo dal connazionale al volante della Dallara di casa Dams. Qualche pensiero forse lo avrà  Stoffel Vandoorne, presente nel paddock anche se non al volante della sua vettura, dato che per il prossimo anno i suoi diretti avversari nella lotta per il titolo sembrano essere decisamente incattiviti.

 

Chiude sugli scudi anche il team MP, che porta nuovamente al vertice l’inglese Jordan King (quarto) con cui già  in passato aveva creato un buon feeling in Formula Renault ed Auto GP. Dopo l’incidente di ieri si è rifatto con gli interessi Sergey Sirotkin, che ha concluso con la Dallara del team Rapax al quinto posto. Undicesima la vettura gemella di Kevin Ceccon, rallentato dal traffico nel momento decisivo della sessione.

 

Si è rivisto tra i primi anche Dino Zamparelli, che ha difeso i colori della Status, come ancora una volta in top-10 hanno chiuso Rio Haryanto (Campos), Nathaneal Berthon (Lazarus) e Raffaele Marciello (Racing Engineering). Enigmatico apprendistato per Alex Lynn, decimo oggi con la monoposto di ART, ma fiducioso di potersi migliorare con il passare del tempo per puntare ad essere competitivo.

 

Sabato 29 novembre 2014, 6° turno

1 - Pierre Gasly – Dams – 1’48”231

2 - Esteban Ocon – Dams – 1’48”798

3 - Arthur Pic – Campos – 1’49”091

4 - Jordan King – MP – 1’49”129

5 – Sergey Sirotkin – Rapax – 1’49”200

6 – Rio Haryanto – Campos – 1’49”206

7 – Dino Zamparelli – Status – 1’49”265

8 - Nathaneal Berthon – Lazarus – 1’49”266

9 – Raffaele Marciello – Racing Engineering – 1’49”285

10 – Alex Lynn – ART – 1’49”306

11 – Kevin Ceccon – Rapax – 1’49”369

12 - Artem Markelov – Russian Time – 1’49”492

13 – Norman Nato – Arden – 1’49”537

14 - Andrè Negrao – Aredn – 1’49”577

15 – Mitch Evans – Racing Engineering – 1’49”595

16 - Nicholas Latifi – Hilmer – 1’49”607

17 - Emil Bernstorff – Carlin – 1’49”628

18 - Marlon Stockinger – MP – 1’49”672

19 - Renè Binder – Hilmer – 1’50”004

20 - Julian Leal – Carlin – 1’50”026

21 – Kimiya Sato – Russian Time – 1’50”165

22 – Pal Varhaug – Status – 1’50”217

23 – Luis Sa Silva – Trident – 1’50”313

24 – Simon Trummer – Trident – 1’50”436

25 – Sandy Stuvik – ART – 1’50”480

26 – Beitske Visser – Lazarus – 1’50”624

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=49207&cat=4

Share this post


Link to post
Share on other sites

DAMS: Pierre Gasly? Esteban Ocon?

CarlinJulià¡n LealLuà­s Sà¡ Silva? Alexander Lynn? Emil Bernstorff?

ART: Nobuharu Matsushita? Koudai Tsukakoshi? Stoffel Vandoorne? Sandy Stuvik? Alexander Lynn?

Racing Engineering: Nicholas Latifi? Norman Nato? Jazeman Jaafar? Raffaele Marciello? Mitchell Evans?

Russian Time: Mitchell Evans? Artem Markelov? Norman Nato? Kimiya Sato?

Trident: René Binder? Zoà«l Amberg? Simon Trummer? Luà­s Sà¡ Silva?

Campos: Arthur Pic - Jazeman Jaafar? Rio Haryanto?

MP: Danià«l de Jong? Marlon Stà¶ckinger? Jordan King?

Rapax: Sandy Stuvik? Emil Bernstorff? Sergey Sirotkin? Kevin Ceccon?

ArdenAndré Negrà£oJordan King? Norman Nato?

Hilmer: Daniel Abt? Marvin Kirchhà¶fer? Nicholas Latifi? Emil Bernstorff? René Binder?

Lazarus: Nathanaà«l Berthon? Sergio Campana? Beitske Visser?

Status: Rio Haryanto? Richard Stanaway? Raffaele Marciello? Dino Zamparelli? Pà¥l Varhaug?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermato il calendario e anche le date dei test precampionato: 9-11 marzo ad Abu Dhabi e 1-3 aprile a Sakhir.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, che facesse un altro anno di GP2 mi sembrava ovvio. Novità  sulla squadra? Va bene che la DAMS è stato il team dominante negli ultimi anni, ma lui e la ART hanno fatto quel che hanno voluto da Spa in poi, sarebbe un peccato rompere proprio ora questo rapporto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi ART, anche perché è un team subordinato alla Honda. Aspettiamo l'ufficialità  comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Insieme all'ufficialità  da terzo pilota Sauber, Marciello ha confermato il rinnovo con Racing Engineering

 

DAMS: Pierre Gasly? Esteban Ocon?

CarlinJulià¡n Leal - Luà­s Sà¡ Silva? Alexander Lynn? Emil Bernstorff?

ART: Nobuharu Matsushita? Koudai Tsukakoshi? Stoffel Vandoorne? Sandy Stuvik? Alexander Lynn?

Racing EngineeringRaffaele MarcielloNicholas Latifi? Norman Nato? Jazeman Jaafar? Mitchell Evans?

Russian Time: Mitchell Evans? Artem Markelov? Norman Nato? Kimiya Sato?

Trident: René Binder? Zoà«l Amberg? Simon Trummer? Luà­s Sà¡ Silva?

CamposArthur Pic - Jazeman Jaafar? Rio Haryanto?

MP: Danià«l de Jong? Marlon Stà¶ckinger? Jordan King?

Rapax: Sandy Stuvik? Emil Bernstorff? Sergey Sirotkin? Kevin Ceccon?

ArdenAndré Negrà£o - Jordan King? Norman Nato?

Hilmer: Daniel Abt? Marvin Kirchhà¶fer? Nicholas Latifi? Emil Bernstorff? René Binder?

Lazarus: Nathanaà«l Berthon? Sergio Campana? Beitske Visser?

Status: Rio Haryanto? Richard Stanaway? Dino Zamparelli? Pà¥l Varhaug?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lynn e Gasly con DAMS. Deduco che entrambe le vetture saranno marchiate Red Bull.

 

DAMS: Pierre Gasly - Alexander Lynn

CarlinJulià¡n Leal - Luà­s Sà¡ Silva? Emil Bernstorff?

ART: Nobuharu Matsushita? Koudai Tsukakoshi? Stoffel Vandoorne? Sandy Stuvik?

Racing EngineeringRaffaele Marciello - Nicholas Latifi? Norman Nato? Jazeman Jaafar? Mitchell Evans?

Russian Time: Mitchell Evans? Artem Markelov? Norman Nato? Kimiya Sato?

Trident: René Binder? Zoà«l Amberg? Simon Trummer? Luà­s Sà¡ Silva?

CamposArthur Pic - Jazeman Jaafar? Rio Haryanto?

MP: Danià«l de Jong? Marlon Stà¶ckinger? Jordan King?

Rapax: Sandy Stuvik? Emil Bernstorff? Sergey Sirotkin? Kevin Ceccon?

ArdenAndré Negrà£o - Jordan King? Norman Nato?

Hilmer: Daniel Abt? Marvin Kirchhà¶fer? Nicholas Latifi? Emil Bernstorff? René Binder?

Lazarus: Nathanaà«l Berthon? Sergio Campana? Beitske Visser?

Status: Rio Haryanto? Richard Stanaway? Dino Zamparelli? Pà¥l Varhaug?

Share this post


Link to post
Share on other sites

DAMSPierre Gasly - Alexander Lynn

CarlinJulià¡n Leal - Luà­s Sà¡ Silva? Emil Bernstorff?

ARTStoffel VandoorneNobuharu Matsushita? Koudai Tsukakoshi? Sandy Stuvik?

Racing EngineeringRaffaele Marciello - Nicholas Latifi? Norman Nato? Jazeman Jaafar? Mitchell Evans?

Russian Time: Mitchell Evans? Artem Markelov? Norman Nato? Kimiya Sato?

Trident: René Binder? Zoà«l Amberg? Simon Trummer? Luà­s Sà¡ Silva?

CamposArthur Pic - Jazeman Jaafar? Rio Haryanto?

MP: Danià«l de Jong? Marlon Stà¶ckinger? Jordan King?

Rapax: Sandy Stuvik? Emil Bernstorff? Sergey Sirotkin? Kevin Ceccon?

ArdenAndré Negrà£o - Jordan King? Norman Nato?

Hilmer: Daniel Abt? Marvin Kirchhà¶fer? Nicholas Latifi? Emil Bernstorff? René Binder?

Lazarus: Nathanaà«l Berthon? Sergio Campana? Beitske Visser?

Status: Rio Haryanto? Richard Stanaway? Dino Zamparelli? Pà¥l Varhaug?

 

Il livello comunque qui sembra alzarsi sempre di più. Oltre a Marciello e Vandoorne si aggiungono Gasly e Lynn, con Evans probabilmente riconfermato e buoni outsider (tra i quali il già  confermato Pic) può venire fuori un bel 2015.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il livello comunque qui sembra alzarsi sempre di più. Oltre a Marciello e Vandoorne si aggiungono Gasly e Lynn, con Evans probabilmente riconfermato e buoni outsider (tra i quali il già  confermato Pic) può venire fuori un bel 2015.

E ci credo, stanno facendo di tutto per ammazzare le WSR

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con i punteggi per la superlicenza la FIA ha messo ben in chiaro le cose, per chi ancora avesse qualche dubbio. Intanto si vocifera che la nuova Formula 2 andrebbe proprio a sostituire la GP2, almeno si eviterebbe una nuova serie propedeutica tra le tante che già  ci sono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi se hai vinto la GP2 l'anno scorso prendi x punti, se la vinci quest'anno ne prendi y visto che si chiama Formula 2?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quest'anno sarà  ancora GP2, poi si vedrà . àˆ anche vero che per la superlicenza la FIA ha assegnato punteggio diverso alle due categorie, ma sembra che la Formula 2 possa anche prenderne il posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spero che almeno nel 2016 con il cambio di nome cambino anche le vetture, questo è il quinto anno con le GP2/11. C'è gente che guida la stessa identica macchina da una vita praticamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spero che almeno nel 2016 con il cambio di nome cambino anche le vetture, questo è il quinto anno con le GP2/11. C'è gente che guida la stessa identica macchina da una vita praticamente.

Valsecchi, Leimer, Palmer... :)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi che quest'anno non sarà  un veterano a vincere, anche se mi aspetto un Leal protagonista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Similar Content

    • By R18
      Sembrava che la GP2 dovesse cedere il passo alla nuova Formula 2 dal 2017, ma così non sarà. La categoria cadetta che segue il Circus iridato rimarrà al suo posto anche il prossimo anno, che sarà (finalmente) anche l'ultimo del pacchetto Dallara GP2/11-Mecachrome. Sul fronte tecnico, le GP2 non utilizzeranno lo stesso regolamento della Formula 1 per quanto riguarda gli pneumatici.
      Calendario ancora da svelare, ma è plausibile che le piste possano rimanere le stesse di quest'anno, fatta eccezione per Hockenheim che non ospiterà più il Gran Premio di Germania l'anno prossimo. L'unico dubbio riguarda un eventuale ritorno a Sochi. 
      Mercoledì con i primi test di Abu Dhabi ci potremo fare anche un'idea dei piloti interessati alla categoria per il 2017. Per il momento i primi annunci ufficiali sono arrivati da Prema, con il duo FDA Leclerc-Fuoco, e da MP Motorsport, che ha ingaggiato il terzo classificato di Macao Câmara, che sarà ovviamente marchiato Red Bull. Si hanno notizie certe della dipartita di Gasly (in quanto campione), Marciello, Lynn e de Jong. Tra i team tornerà, dopo un anno di stop dovuto a problemi finanziari, Hilmer Motorsport.
    • By R18
      E siamo alla conclusione. Giovinazzi, Gasly o Marciello, chi vincerà? http://www.passionea300allora.it/gp2-gp-abu-dhabi-anteprima/
      Non vorrei sembrare di parte, ma #JagonyaAyam.
    • By R18
      Penultimo appuntamento della stagione, si torna a Sepang dopo due anni di "pausa": http://www.passionea300allora.it/gp2-gp-malesia-anteprima/
    • By R18
      Tutti a tifare per Giovinazzi e Marciello, che a Monza vanno a caccia di Pierre Gasly in testa alla classifica: http://www.passionea300allora.it/gp2-gp-italia-anteprima/
    • By R18
      Riparte la caccia al titolo cadetto, dopo le vacanze: http://www.passionea300allora.it/gp2-gp-belgio-anteprima/
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...