Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

mi sembra assurdo che Yamaha si dia la zappa sui piedi quest'anno penalizzando invece Jorge.

 

Spesso la logica dei giapponesi è un mistero che nemmeno il Giacobbo più performante potrebbe spiegare.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • Replies 106
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Se fosse scritta sul contratto non lo posso sapere, ma un dubbio ce l'ho. Non dimentichiamo che Rossi veniva da tre anni disastrosi ed era stato "lasciato libero" dalla Yamaha alla quale aveva posto

Ovviamente.   Purtroppo (o per fortuna) negli ultimi 20 anni sono riuscito ad entrare in molte "dinamiche" del motorsport, sia a 2 che a 4 ruote e ho sentito con le mie orecchie manager più o meno i

Spesso la logica dei giapponesi è un mistero che nemmeno il Giacobbo più performante potrebbe spiegare.

Biaggi 2005 dopo quello mi aspetto di tutto.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

 

Ma anche quando Macio si giocava il mondiale con Rossi e l'assistenza HRC ce l'aveva solo Sete. E Fausto zitto, in pubblico.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Ma anche quando Macio si giocava il mondiale con Rossi e l'assistenza HRC ce l'aveva solo Sete. E Fausto zitto, in pubblico.

Bravissimo, Melandri vinceva in Turchia e Biaggi arrancava una cosa impossibile vista la differenza di talento tra i due...

Poi il tempo è stato galantuomo...

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Io i motivi dell'inizio nero di Jorge non li ho mai capiti. Un pilota del suo talento non può non riuscire ad adattarsi ad una moto non così differente da quella dell'anno scorso. Probabilmente ha pensato di cambiare aria e in Yamaha lo hanno intuito, ma poi lui sembra avere anche perso di lucidità  (Losail e Austin sono stati errori imperdonabili). Anche l'effetto Mà¡rquez potrebbe essere stato influente.

E resta incomprensibile anche la differenza tra il Rossi 2013 e questo. L'anno scorso da seconda guida faticava a battere Crutchlow e Bautista, ora va a podio e si gioca le gare, per quanto possa ancora domare i suoi avversari più giovani. A 35 anni essere ancora a questi livelli è pazzesco secondo me, anche se per l'anno prossimo nutro perplessità .

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Io sono tendenzialmente dell'idea di Gio, però mi viene da pensare che quest'anno Jorge sia stato più che altro un po' cotto. Ci sta assolutamente il trattamento da seconda guida per Rossi lo scorso anno (pagato molto meno, ingaggiato più per marketing che altro), anche pensando a sua padre Graziano che diceva sempre che era un anno di preparazione per il 2014 dove avrebbe lottato per il titolo, ma mi sembra assurdo che Yamaha si dia la zappa sui piedi quest'anno penalizzando invece Jorge. Ok che forse voleva levare le tende, ma non vedo come sul suo contratto potesse esserci scritto nulla di simile.

 

Secondo me Lorenzo quest'anno è partito col piede sbagliato (se in Qatar non fosse cascato alla prima curva...), si è preparato sul serio male, e ha davvero pensato di lasciare la squadra. Insomma, mi sembra abbia un po' sclerato quando ha visto che la situazione tecnica era ancora più difficile dello scorso anno, dove aveva dato tutto e di più. Rossi, a parità  di trattamento, gli arriva dietro ma non a una quaresima, un po' come si stava inziando a vedere nel 2010.

 

Sono sostanzialmente daccordo, a parte l' ultimo concetto sul 2010 dove i 2 erano vicini in campionato prima dell' infortunio dell' italiano

 

Questa cosa di Lorenzo "cotto" è un mantra che non ha ragione d'essere se solo si conosce un minimo la storia e la personalita' di Jorge

 

Cotto no, ma magari con motivazioni diverse, forse si...

 

 

Io i motivi dell'inizio nero di Jorge non li ho mai capiti. Un pilota del suo talento non può non riuscire ad adattarsi ad una moto non così differente da quella dell'anno scorso. Probabilmente ha pensato di cambiare aria e in Yamaha lo hanno intuito, ma poi lui sembra avere anche perso di lucidità  (Losail e Austin sono stati errori imperdonabili). Anche l'effetto Mà¡rquez potrebbe essere stato influente.

E resta incomprensibile anche la differenza tra il Rossi 2013 e questo. L'anno scorso da seconda guida faticava a battere Crutchlow e Bautista, ora va a podio e si gioca le gare, per quanto possa ancora domare i suoi avversari più giovani. A 35 anni essere ancora a questi livelli è pazzesco secondo me, anche se per l'anno prossimo nutro perplessità .

 

Quotissimo

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...