Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

:down:  è oltretutto veramente di bassa lega e mi spiace molto che un tipo così faccia parte di un mondo che mi appassiona

 e che ancora riesca ad avere credito

e.... meglio finire così

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Replies 102
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Quando Flavio Briatore è arrivato alla Benetton, nel 1989, nessuno lo conosceva in Italia se non la magistratura. Per il pubblico della F1 era uno sconosciuto che vendeva abbigliamento di marca. Ve

Il fatto che uno come Briatore,con il suo passato e presente,si permetta di "dare lezioni" e che soprattutto queste "lectio magistralis" vengano pure prese in considerazione è lo specchio dell'itaGLia

Albi hai ragione ma purtroppo questo e' anche il paese dove si intitola un'aula ( del senato mi pare ) a uno che con un estintore cercava di far del male alle forze dell'ordine .....

Posted Images

:down:  è oltretutto veramente di bassa lega e mi spiace molto che un tipo così faccia parte di un mondo che mi appassiona

 e che ancora riesca ad avere credito

e.... meglio finire così

La regola è: dove girano i soldi si accumula la brutta gente. Speriamo si sia creato uno schermo per tenere alla larga persone così dalle gare :)

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Quando divento capo del mondo istituisco pene corporali medioevali per chi usa l'espressione vu' cumprà . 

 

Potremmo sempre chiamarli "Bingo Bongo" come faceva "il piu' grande statista italiano degli ultimi 50 anni"(cit.)

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

 

Anche se è OT con l'argomento del thread, in questa intervista ha ragione da vendere. E mi duole da morire ammetterlo relativamente a un personaggio di questo "calibro", ma spesso Briatore ha dimostrato di esser uno dotato di lungimiranza e intuito da far invidia a tantissimi (in diversi ambiti). 

 

Mi sono spesso domandato cosa riuscirebbe a concludere uno dotato delle stesse qualità  del tribula, che però decidesse di andare avanti senza impastarsi le mani a destra e a sinistra..

Link to post
Share on other sites

Anche se è OT con l'argomento del thread, in questa intervista ha ragione da vendere. E mi duole da morire ammetterlo relativamente a un personaggio di questo "calibro", ma spesso Briatore ha dimostrato di esser uno dotato di lungimiranza e intuito da far invidia a tantissimi (in diversi ambiti). 

 

Mi sono spesso domandato cosa riuscirebbe a concludere uno dotato delle stesse qualità  del tribula, che però decidesse di andare avanti senza impastarsi le mani a destra e a sinistra..

 

In questo paese (e credo non solo in questo) con le mani pulite non vai avanti da nessuna parte..

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Anche se è OT con l'argomento del thread, in questa intervista ha ragione da vendere. E mi duole da morire ammetterlo relativamente a un personaggio di questo "calibro", ma spesso Briatore ha dimostrato di esser uno dotato di lungimiranza e intuito da far invidia a tantissimi (in diversi ambiti).

Mi sono spesso domandato cosa riuscirebbe a concludere uno dotato delle stesse qualità  del tribula, che però decidesse di andare avanti senza impastarsi le mani a destra e a sinistra..

A parole TUTTI hanno ragione da vendere. A parole.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Alberto, sono d'accordo con te sul personaggio e tutte le considerazioni fatte ma il senso di ciò che dice Briatore è giusto; c'è un immobilismo spaventoso anche tra chi sfrutta il turismo. Si spenna il turista e non si fa nulla per invogliarlo a tornare. Abito a Firenze, città  visitata da quasi tutti una volta, da quasi nessuno per due o più volte.

 

E dire che avremmo i mezzi per sfruttare certe bellezze e non facciamo pagare l'acqua al ristorante 5-6 Euro (vero Francia e Germania?)....

 

PS Altro discorso giusto è sulla Puglia, l'ho visto coi miei occhi quest'anno

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Alberto, sono d'accordo con te sul personaggio e tutte le considerazioni fatte ma il senso di ciò che dice Briatore è giusto; c'è un immobilismo spaventoso anche tra chi sfrutta il turismo. Si spenna il turista e non si fa nulla per invogliarlo a tornare. Abito a Firenze, città  visitata da quasi tutti una volta, da quasi nessuno per due o più volte.

 

E dire che avremmo i mezzi per sfruttare certe bellezze e non facciamo pagare l'acqua al ristorante 5-6 Euro (vero Francia e Germania?)....

 

PS Altro discorso giusto è sulla Puglia, l'ho visto coi miei occhi quest'anno

 

Sul turismo mi trovi daccordissimo:a parte la riviera adriatico/romagnola l'attenzione verso il turista in Italia è la stessa degli americani per i tacchini il giorno del Ringraziamento.

 

Ed a proposito,vero che in Francia(a Parigi) puoi anche pagare una bottiglia di acqua 5 Euro....ma io a Firenze 2 anni fa ho pagato un cono gelato(2 palline) 8 euro(!!!) ed infatti....col ciufolo che ci torno.

 

Nel Salento mi hanno chiesto 100 euro al giorno per 2 posti sotto un gazebo sulla spiaggia(cazzo,pagavo 40 euro al giorno l'appartamento...).

 

E per finire una cosa "nostrana" :a Varese,oltre ai laghi ,abbiamo una cosa da vedere,il Sacro Monte(www.sacromonte.it),dichiarato patrimonio Unesco.Bene,nei giorni di Ferragosto la funicolare che sale in cima era chiusa.....e da queste parti,da Maggio a Settembre, la zona pullula di olandesi,tedeschi,francesi....

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

esatto, pensa alla Gran Bretagna o gli USA con il nostro patrimonio artistico e culturale, vivrebbero solo di quello!

 

proprio ieri il tg1 faceva vedere che era chiusa gran parte degli scavi archeologici di Cuma (con regolare nastro bianco-rosso) e nessun cartello informativo per i turisti.

 

A Monaco di Baviera la settimana scorsa alla Alte Pinakotheke c'erano varie sale chiuse ma il biglietto era stato ridotto, infatti ho pagato 4 Euro, nei quali erano incluse le mappe per il museo e l'audioguida (data senza presentare documento o niente). Veramente uno spreco, che servirebbe non poco in questi periodi di crisi. Altro che "con la cultura non si mangia" di tremontiana memoria! non si mangia perchè non si vuole mangiare altrimenti ci sarebbe la fila, basterebbe organizzarsi e qui Flavio c'ha ragione.

 

Sui mezzi di organizzazione Flavio ha le sue idee e io le mie....

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Il fatto che uno come Briatore,con il suo passato e presente,si permetta di "dare lezioni" e che soprattutto queste "lectio magistralis" vengano pure prese in considerazione è lo specchio dell'itaGLia....

 

Perche' Briatore SEMBRA uno in gamba,quando in realta' la usa "posizione" se l'è guadagnata grazie ai suoi amici mafiosi,alle intimidazioni ed ai ricatti....

 

Dove cazzo sarebbero queste "qualita'???

 

E' come se ,in una gara di 100 mt,un avversario partisse 10 mt prima della linea del traguardo....

 

Ma questo è il paese delle statue ai morti in latitanza(Craxi) e dove un condannato in via definitiva per associazione mafiosa (DEll'Utri) è stato definito "eroe" da un ex presidente del consiglio(sic.)

 

Nessuno ha difeso il personaggio, anzi, ripeto, duole dover riconoscere le capacità  di un tipo del genere. E credo che nessuno si sognerebbe di idolatrarlo o definirlo "eroe" , semplicemente le sue capacità  imprenditoriali e/o manageriali negli anni sono state di assoluto rilievo (in diversi ambiti). Che poi abbia avuto le possibilità  di sfruttare tali doti solo grazie ad agganci poco puliti è un altro discorso, e infatti da lì partiva la mia considerazione amara sul fatto che uno pulito, seppur con le stesse ottime capacità , probabilmente non sarebbe mai arrivato nei posti che contavano. 

 

 

Appunto

 

Intendevo dire che secondo me tanti nemmeno a parole dicono la cosa giusta. Briatore in riferimento alla situazione turistica in Versilia , come conferma Giacomo, ci ha visto giusto (purtroppo).  

 

OT:

@Ayrton4ever : io ci sono stato a Firenze e potessi tornerei anche domani, non mi sono trovato poi cosi male. Comunque magari è un caso, mentre per Forte dei Marmi e zone simili è allucinante, basta esserci stato una volta per capire che la situazione che descrive il Tribula è verissima (soprattutto quel clima odioso di "sopportazione del turista")

/OT

Link to post
Share on other sites

Che poi la cosa divertente della Versilia è un'altra: se a Firenze c'è il centro storico, in Versilia non c'è nulla solo la spiaggia e dietro le Apuane ma il mare è, per distacco, il più brutto della Toscana. Se mi dovessero chiedere consigli direi di andare ovunque ma non lì: l'Elba, la zona a Sud di Livorno con Calafuria, Quercianella, Castiglioncello, il grossetano selvaggio ma bellissimo, ora anche il Giglio...

 

@Ale: contento che sia stato bene, chi vuol venire a trovarmi mi trova (Alberto compreso, prometto di farti spendere meno per il gelato)

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

esatto, pensa alla Gran Bretagna o gli USA con il nostro patrimonio artistico e culturale, vivrebbero solo di quello!

 

proprio ieri il tg1 faceva vedere che era chiusa gran parte degli scavi archeologici di Cuma (con regolare nastro bianco-rosso) e nessun cartello informativo per i turisti.

 

A Monaco di Baviera la settimana scorsa alla Alte Pinakotheke c'erano varie sale chiuse ma il biglietto era stato ridotto, infatti ho pagato 4 Euro, nei quali erano incluse le mappe per il museo e l'audioguida (data senza presentare documento o niente). Veramente uno spreco, che servirebbe non poco in questi periodi di crisi. Altro che "con la cultura non si mangia" di tremontiana memoria! non si mangia perchè non si vuole mangiare altrimenti ci sarebbe la fila, basterebbe organizzarsi e qui Flavio c'ha ragione.

 

Sui mezzi di organizzazione Flavio ha le sue idee e io le mie....

 

 

Aggiungo:ho avuto la fortuna di visitare un po' di Inghilterra al di fuori dei classici luoghi;beh,in ogni paesino della parte sudorientale che ha ospitato basi della RAF durante la 2°GM c'è un museo dedicato a tale base ed alla Battaglia d'Inghilterra ed il biglietto si acquista a costi irrisori (1 sterlina...compreso nel prezzo il the delle cinque...).

 

Per non parlare dell' Imperial War Museum a Londra la cui entrata è gratuita(come in tutti i musei gestiti dallo stato in Gran Bretagna):che differenza con i 12 Euro di biglietto per entrare a Volandia (Museo dell'aviazione vicino a Malpensa...utto sommato uno dei Musei a tema piu' all'avanguardia in Italia).

 

Concludo:le mie origini materne sono valsassinesi(montagne del lecchese);la zona da 60 anni prospera sul turismo sfruttando la vicinanza di Milano.A tutt'oggi sulle strade della Valsassina campeggiano scritte che "invitano " i milanesi a starsene a casa propria....e pensare che senza i turisti starebbero ancora nelle baite con Nebbia ed Heidi...

Edited by Albi66
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Sul turismo mi trovi daccordissimo:a parte la riviera adriatico/romagnola l'attenzione verso il turista in Italia è la stessa degli americani per i tacchini il giorno del Ringraziamento.

 

Ed a proposito,vero che in Francia(a Parigi) puoi anche pagare una bottiglia di acqua 5 Euro....ma io a Firenze 2 anni fa ho pagato un cono gelato(2 palline) 8 euro(!!!) ed infatti....col ciufolo che ci torno.

 

Nel Salento mi hanno chiesto 100 euro al giorno per 2 posti sotto un gazebo sulla spiaggia(cazzo,pagavo 40 euro al giorno l'appartamento...).

 

E per finire una cosa "nostrana" :a Varese,oltre ai laghi ,abbiamo una cosa da vedere,il Sacro Monte(www.sacromonte.it),dichiarato patrimonio Unesco.Bene,nei giorni di Ferragosto la funicolare che sale in cima era chiusa.....e da queste parti,da Maggio a Settembre, la zona pullula di olandesi,tedeschi,francesi....

 

Sulla funicolare del Sacromonte,mi trovano d'accordo....freddo,temporali,vento e poi la grandinata di ferragosto....chi era quel pazzoide che avrebbe preso la funicolare con il rischio di prendersi un bel fulmine sulla testa?.

Edited by RoccoL
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sulla funicolare del Sacromonte,mi trovano d'accordo....freddo,temporali,vento e poi la grandinata di ferragosto....chi era quel pazzoide che avrebbe preso la funicolare con il rischio di prendersi un bel fulmine sulla testa?.

Le centinaia di olandesi e tedeschi che sono saliti fino alla stazione di partenza per trovarla chiusa.

Prescindendo dal fatto che il pomeriggio di Ferragosto, A Varese, era soleggiato, la chiusura della funicolare era PROGRAMMATA

Link to post
Share on other sites

Le centinaia di olandesi e tedeschi che sono saliti fino alla stazione di partenza per trovarla chiusa.

Prescindendo dal fatto che il pomeriggio di Ferragosto, A Varese, era soleggiato, la chiusura della funicolare era PROGRAMMATA

 

Se era programmata il discorso cambia.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...