Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Radio Paddock Luglio 2014 - Notizie dal Circus


Recommended Posts

Come ha detto Davide, per il pubblico che fa lo sforzo - economico - di venire a seguire la corsa in circuito, l'attuale format è migliore proprio perché vede le vetture girare (tutte, non solo le Tyrrell/Minardi) sin dall'inizio. Io mi ricordo le mezz'ore con inquadrature sul pubblico annoiato (quello in pista, non chi sta a casa e ha la possibilità  di usare il telecomando) e con la pena dei telecronisti che a un certo punto non sapevano che altro aggiungere per continuare a parlare nel "deserto". Il medium televisivo non è il principale beneficiario di questo cambiamento.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 355
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Il ragionamento, da un certo punto di vista, non fa una piega. La F1 è un prodotto (chi lo chiama ancora sport, se ne deve assumere la responsabilità ) da vendere e quindi il proprietario lo vende a c

L'abbiamo ripetuto fino alla nausa... L'attuale problema delle qualifiche non è il format, sono tutta la serie di stronzate che girano attorno ad esso.... Se rimetti piloti e team nella condizione di

Forse sta minacciando il suicidio

Come ha detto Davide, per il pubblico che fa lo sforzo - economico - di venire a seguire la corsa in circuito, l'attuale format è migliore proprio perché vede le vetture girare (tutte, non solo le Tyrrell/Minardi) sin dall'inizio. Io mi ricordo le mezz'ore con inquadrature sul pubblico annoiato (quello in pista, non chi sta a casa e ha la possibilità  di usare il telecomando) e con la pena dei telecronisti che a un certo punto non sapevano che altro aggiungere per continuare a parlare nel "deserto". Il medium televisivo non è il principale beneficiario di questo cambiamento.

 

C'ero. Monza 1995:Mika Salo con la Tyrrell al sabato fu il primo ad uscire e mancavano 20 minuti alla fine delle prove.

 

Al pubblico,me compreso,non fregava una mazza (visto quello che costava il biglietto) di assistere alle "vere" qualifiche di una volta.....

Edited by Albi66
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Si sarebbe potuto riportare in auge quella regola antica secondo cui il miglior tempo non veniva convalidato se non si era percorso un numero minimo di giri nelle prove.

 

Regola senza senso, secondo me, nonostante il suo status vintage... Ma sono opinioni...

 

La qualifica, per come la vedo io, deve essere prestazione pura e il sistema attuale potrebbe essere un buon compromesso (ovviamente se non fosse incastonata nel letamaio attuale di regole e regoline idiote... parlo principalmente di "significato") se applicato ai regolamenti di qualche decina d'anni fa... 

Con regole "serie" ti obbligherebbe a tirare in tutte e 3 le sessioni, con poco margine d'errore (ma comunque con la possibilità  di rimediare) e, alla fine, trovarti a lottare per la pole position solo ed esclusivamente contro le vetture più veloci e senza rischi di trovarti la lumaca in mezzo ai coglioni nel momento decisivo....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

C'ero. Monza 1995:Mika Salo con la Tyrrell al sabato fu il primo ad uscire e mancavano 20 minuti alla fine delle prove.

 

Al pubblico,me compreso,non fregava una mazza (visto quello che costava il biglietto) di assistere alle "vere" qualifiche di una volta.....

 

Ma allora perchè non compravi il biglietto solo per la gara? Sul programma c'era scritto "53 giri certi", al contrario delle prove.

Link to post
Share on other sites

C'ero. Monza 1995:Mika Salo con la Tyrrell al sabato fu il primo ad uscire e mancavano 20 minuti alla fine delle prove.

 

Al pubblico,me compreso,non fregava una mazza (visto quello che costava il biglietto) di assistere alle "vere" qualifiche di una volta.....

 

Non è che era il 96? Anche nel 96, il mio primo gp live, il primo ad uscire (dopo parecchi minuti di attesa) fu Mika Salo con la Tyrrell...

Link to post
Share on other sites

Non è che era il 96? Anche nel 96, il mio primo gp live, il primo ad uscire (dopo parecchi minuti di attesa) fu Mika Salo con la Tyrrell...

 

Mi sa che hai ragione...

Link to post
Share on other sites

Ma allora perchè non compravi il biglietto solo per la gara? Sul programma c'era scritto "53 giri certi", al contrario delle prove.

 

Avevo comprato il biglietto per i 3 gg....ma non è quello il punto.

 

Qualsiasi stortura va(andava bene) perche' erano i "good old days?

 

A me la regola che "costringe" le auto a girare non dispiace affatto.E' tutto il resto(pseudomonomarca,pseudo vocazione ecologista,sorpassi farlocchi) che non mi piace

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Ma scusate, se e quando Briatore (l'ha ripetuto un mese fa) riuscirà  a imporre la sua bastardissima schifosissima idea di eliminare il Gran Premio in favore di due minigare con griglie invertite per i primi otto, come CAZZO farete a guardare ancora questo monomarca evoluto in gimcana televisiva???

 

E non mi venite a dire "la passione è così tanta che la vedrò lo stesso"!!!!

 

Piuttosto, si dovrebbe dire "l'insipienza, l'ignoranza e la voglia di casino incomprensibile è così tanta che mi divertirò ancor di più".

 

Almeno sarebbe più onesto...

 

Per la serie registriamoci i GP 2014 perché in futuro potremmo addirittura invidiarli :asd:

 

E qui voglio fare una piccolissima riflessione: nel 90% dei casi l'interesse in queste qualifiche si accende nei 10-12 minuti della Q3, perchè salvo cataclismi tutti i top driver riescono ad approdare tranquillamente all'ultima fase delle qualifiche. Ma allora cosa c'è di differente rispetto alla cara vecchia ora di sessione tutti in pista? Anche all'epoca l'interesse era catalizzato negli ultimi minuti di prove, con qualche acuto durante il resto della sessione, proprio come ora c'è qualche acuto quando i più veloci entrano in pista per Q1 e Q2.

 

Mi sembra che il maggior spettacolo di questo format di qualifiche kecipiace rispetto a quello arretrato e retrogrado kenonicipiace sia puramente illusorio

 

Chiedi a Raikkonen e al muretto Ferrari cosa pensano di questa frase :asd:

Link to post
Share on other sites

C'ero. Monza 1995:Mika Salo con la Tyrrell al sabato fu il primo ad uscire e mancavano 20 minuti alla fine delle prove.

 

Al pubblico,me compreso,non fregava una mazza (visto quello che costava il biglietto) di assistere alle "vere" qualifiche di una volta.....

Salo è stato il primo a scendere il pista il sabato a Monza '96 e in quel caso è uscito dai box dopo 14 minuti, altro che 40...

Link to post
Share on other sites

Avevo comprato il biglietto per i 3 gg....ma non è quello il punto.

 

Qualsiasi stortura va(andava bene) perche' erano i "good old days?

 

A me la regola che "costringe" le auto a girare non dispiace affatto.E' tutto il resto(pseudomonomarca,pseudo vocazione ecologista,sorpassi farlocchi) che non mi piace

 

A me la regola che costringe le auto a girare invece pare banalizzare qualsiasi giro di qualifica. Inoltre non ho mai osannato le storture "antiche" (tipo i qualificati d'ufficio o i treni di gomme da qualifica soltanto alle "star"), anzi, questa è fuori bersaglio, caro Albi.

Link to post
Share on other sites

Salo è stato il primo a scendere il pista il sabato a Monza '96 e in quel caso è uscito dai box dopo 14 minuti, altro che 40...

 

Dal vivo mi ricordavo l'attesa piu' lunga... :)

 

Sara' che ero a Monza dal Giovedi sera....

Link to post
Share on other sites

Regola senza senso, secondo me, nonostante il suo status vintage... Ma sono opinioni...

 

 

 

Era una regola di sicurezza. Prima di correre la gara, era opportuno che il pilota facesse un numero minimo di giri sul percorso, per comprenderne caratteristiche e criticità .

Link to post
Share on other sites

Ma scusate, se e quando Briatore (l'ha ripetuto un mese fa) riuscirà  a imporre la sua bastardissima schifosissima idea di eliminare il Gran Premio in favore di due minigare con griglie invertite per i primi otto, come farete a guardare ancora questo monomarca evoluto in gimcana televisiva???

non credo che la guarderò

Link to post
Share on other sites

Per il BoP proporrei la formula "uno vale uno", ovvero un kg in più nella gara successiva (il termine Gran Premio è decisamente fuori luogo) per ogni punto guadagnato in quella precedente: 25 kg, al primo, 18 al secondo e così via fino al decimo classificato.

 

Abbonatevi, gente! Non fate mancare a B&B il vostro sostegno! :asd:

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Torno un attimo al discorso delle qualifiche:

-Quando si poteva usare il muletto (anche più di uno per pilota volendo...)

-Quando si potevano usare  i motori/cambi/gomme che si volevano

-Quando il limite era il 107% per cento del tempo per qualificarsi e no il 104%

-Quando non c'erano parco chiuso e robe simili

-Quando non ci siamo inventati le peggior ca££ate per fermare la Ferrari e Schumacher

 

TUTTI uscivano praticamente subito

 

Addirittura, dopo l'abolizione delle gomme da qualifica, fu posto il famoso limite dei 12 giri per evitare il troppo traffico.

E comunque ai team minori non dispiaceva uscire per primi per guadagnarsi un pò di riprese TV in più. 

A parte Raikkonnen in Ungheria chi è che guarda le Catheram, Marussia etc nel Q1? :asd:

 

Riassumendo: si son fatte regole che costringono a girare il meno possibile per risparmiare gomme,motori,cambi e per "rimediare" si obbliga a girare in 3 mini-qualifiche

 

Ps. Spero il papiro sia comprensibile, mi sà  che ho scritto un po' in ostrogoto

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Tobias Grà¼ner F1 @tgruener

#F1 Good news: "There will be no standing Safety-car restarts 2015", says Bernie Ecclestone. AMuS exclusive: ams.to/KK

Oggi forse è meglio stare in casa, ho paura che mi cada un meteorite in testa. Penso sia la prima buona notizia da... quanti anni? Sono quasi commosso!

Che poi è una non-notizia, a questo punto, perché non cambia nulla rispetto all'attuale regolamento, ma mi accontento perché almeno non si peggiora ulteriormente...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.



×
×
  • Create New...