Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Quando i top danno il top (giù il cappello!)


Recommended Posts

Mansell ad Imola 1989:il Leone si spara un 360 a 300 all'ora sull'erba alla Villeneuve,grazie ad una incomprensione con Berger.....il giro dopo sigla il GPV della gara.....

Link to post
Share on other sites

Damon Hill

Non esageriamo, lui nell'Olimpo dei grandissimi non ci entra ma anche questo pilota tanto bistrattato (il sottoscritto in prima linea) ha fatto il suo garone da applausi:

GP di ungheria '97, of course.

Una bella manciata di punti/rispetto anche per Damon, via :)

Link to post
Share on other sites

Damon Hill

Non esageriamo, lui nell'Olimpo dei grandissimi non ci entra ma anche questo pilota tanto bistrattato (il sottoscritto in prima linea) ha fatto il suo garone da applausi:

GP di ungheria '97, of course.

Una bella manciata di punti/rispetto anche per Damon, via :)

pensavo si parlasse di top anche perchè se andiamo a vedere le gare singole/buoni risultati vien fuori un elenco infinito

Link to post
Share on other sites

Mansell ad Imola 1989:il Leone si spara un 360 a 300 all'ora sull'erba alla Villeneuve,grazie ad una incomprensione con Berger.....il giro dopo sigla il GPV della gara.....

 

Era il 1990 e non fu un'incomprensione: l'Inglese cercava il sorpasso e l'Austriaco lo accompagnò oltre i limiti della pista.

Link to post
Share on other sites

pensavo si parlasse di top anche perchè se andiamo a vedere le gare singole/buoni risultati vien fuori un elenco infinito

Hai ragione, si parlava anche di rivalutazioni ma questa è parecchio tirata x i capelli...
Link to post
Share on other sites

Per tornare over the top...

Alonso

Oh, a me è sempre piaciuto, in minardi faceva delle robe pazzesche ed è stato il primo serio candidato a detronizzare il re.

Io colloco la sua consacrazione in ungheria 2006, nn ricordo di averne visti altri a tener testa a schumi con quelle condizioni meteo, più o meno a parità  di macchina.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sebastian

Altro baby fenomeno che imho merita di entrare tra i big a prescindere dagli ultimi 3 mondiali vinti.

Per lui dico la drammatica abu dhabi 2010.

Perché ha fatto un garone e perché, al contrario del suo compagno di box, quando il gioco si è fatto duro, ma duro sul serio, ha saputo giocare. e bene.

Il primo pensiero (diciamo il primo pensiero lucido perché i primissimi non sono ripetibili :asd:) dopo quella gara è stato "ecco che ha scollinato, d'ora in poi c'è la discesa"

Link to post
Share on other sites

Sebastian

Altro baby fenomeno che imho merita di entrare tra i big a prescindere dagli ultimi 3 mondiali vinti.

Per lui dico la drammatica abu dhabi 2010.

Perché ha fatto un garone e perché, al contrario del suo compagno di box, quando il gioco si è fatto duro, ma duro sul serio, ha saputo giocare. e bene.

Il primo pensiero (diciamo il primo pensiero lucido perché i primissimi non sono ripetibili :asd:) dopo quella gara è stato "ecco che ha scollinato, d'ora in poi c'è la discesa"

 

Più che Abu Dhabi 2010 direi Interlagos 2012. Al di là  della sculata nel non rompere la macchina, la gara l'ha raddrizzata poi lui prendendo i punti necessari a vincere il mondiale.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Più che Abu Dhabi 2010 direi Interlagos 2012. Al di là  della sculata nel non rompere la macchina, la gara l'ha raddrizzata poi lui prendendo i punti necessari a vincere il mondiale.

Ricordiamo gli errori dal muretto non sempre perfetto ad Interlagos.

Link to post
Share on other sites

Il 2010 per me è stato più significativo: mondiale estremamente equilibrato, che Vettel ha disputato in crescendo, pur soffrendo maggiori noie tecniche o sfighe rispetto a webber. Ma mano che il gioco si faceva duro a webber veniva il "braccino" (o piedino, fate voi) mentre Vettel martellava.

La cosa che mi ha impressionato, oltre a doti velocistiche degne di nota, è stata la solidità  mentale nei momenti decisivi.

Il 2012 mi ha impressionato meno, sia perché appunto aveva scollinato, sia per manifesta superiorità  del mezzo (affidabilità  a parte).

Comunque anche ad interlagos 2012 ha dimostrato di essere uno dotato di nervi saldi nei momenti che contano (oltre a una notevole dose di culo ovviamente).

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Il ragazzino

Hamilton, ART o non ART, dopo SiIlverstone e Istanbul 2006 era chiaro che sarebbe diventato un grande.

Sono d'accordo, nel 2006 parlando di F1 con amici più interessati alle 2 ruote mi ero sbilanciato: "l'anno prossimo arriva uno che potrebbe diventare il Valentino Rossi della F1"

E non ha certo disatteso le aspettative. Probabilmente è il più velocissimissimissimo dei velocissimi maaaaa... Se c'è una cosa che ancora deve dimostrare, a mio modestissimo parere, è di saper tenere botta nel momento clou. Perché sia nel 2007 (ma era pur sempre un deb), sia nel 2008, quando ci si giocava tutto all'ultimo, ci ha messo parecchio del suo per mettersi nei guai. Il fatto che una volta gli abbia detto bene e una volta no è ininfluente.

Dunque LA sua gara conto di vederla quest'anno e come dicono ad Espoo: wait and see... :)

Link to post
Share on other sites

pensavo si parlasse di top anche perchè se andiamo a vedere le gare singole/buoni risultati vien fuori un elenco infinito

 

 

Barrichello (per quanto non sia un top) ad Hockenheim nel 2000

 

Questa forse rientra nell'elenco di cui sopra :)

Link to post
Share on other sites

Il ragazzino

Sono d'accordo, nel 2006 parlando di F1 con amici più interessati alle 2 ruote mi ero sbilanciato: "l'anno prossimo arriva uno che potrebbe diventare il Valentino Rossi della F1"

E non ha certo disatteso le aspettative. Probabilmente è il più velocissimissimissimo dei velocissimi maaaaa... Se c'è una cosa che ancora deve dimostrare, a mio modestissimo parere, è di saper tenere botta nel momento clou. Perché sia nel 2007 (ma era pur sempre un deb), sia nel 2008, quando ci si giocava tutto all'ultimo, ci ha messo parecchio del suo per mettersi nei guai. Il fatto che una volta gli abbia detto bene e una volta no è ininfluente.

Dunque LA sua gara conto di vederla quest'anno e come dicono ad Espoo: wait and see... :)

No per me ha disatteso le premesse dopo uno stupendo 2007 e 2008 dove pure io pensavo di trovarmi di fronte al vero erede sei Senna e Schumacher la cura Button e ora pure rosberg fanno vedere che non sarà  mai un Valentino Rossi della F1 i fenomeni sono altri imho

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Si io mi riferivo al debutto dove ha mantenuto le promesse e anzi, x me è andato anche oltre le aspettative. Ha mostrato poi molti limiti.

Il 2014 potrebbe essere l'anno della verità  :)

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Bon, la mia lista di Big sarebbe anche finita, mancherebbero giusto un paio di nomi anche loro borderline come Hamilton.

Kimi

Un grande ma forse non grandissimissimo... Comunque di garoni ne ha fatti parecchi ed è forse il combattente più pulito della sua epoca, per lui sono indeciso tra suzuka 2005 o spa 2009...

Button

Non è che non mi piaccia lui, è che non mi piacciono gli eccessivi incensamenti delle sue presunte doti di visione oltre la sfera dello spazio e del tempo.

Insomma, la sua visione di gara è sicuramente ampia ma non sovrannaturale, mi sembra che su questo aspetto si sia ricamato fin troppo.

Ci sono circostanze in cui le possibilità  di azzeccare una strategia sono esattamente al 50% e imho le sue scelte non fanno eccezione. Il fatto è che quando ci prende si dice "solita gara visionaria" e quando non c'azzecca... Vabbè non se ne accorge nessuno o quasi. Più che altro ci sarebbe da chiedersi perché così spesso debba andare alla ricerca di strategie alternative.

In ogni caso si è dimostrato un pilota più veloce e concreto rispetto a quanto ci si potesse aspettare e Montreal 2011 è stata veramente una perla da incorniciare. :up:

Link to post
Share on other sites

Dopo spa 95 i gusti cambiano, sempre maggiore l'ammirazione verso quelli forti, anche se spesso brutti e cattivi e un occhio più cinico verso i calimeri piagnoni del maperchécapitanotutteame

il giochino continua: esiste un istante in cui tizio o caio hanno dimostrato di meritare di stare tra i big?

Villeneuve jr

Altro antipatico doc che tra l'altro recitava la parte del "buono" proprio quando ero appena passato al lato oscuro... :asd:

Che era uno forte si era visto subito, il miglior debuttante fino a quel momento e l'unico che io ricordi in grado di passare dalla indy alla F1 collezionando belle figure.

interlagos 1996, bellissima vittoria condita da un sublime sorpasso all'esterno ai danni del kaiser.

Purtroppo in seguito ha subito un processo di svalutazione ma il suo segno l'ha lasciato.

 

Sono contento di vedere che qualcuno ricorda..  anche se quella vittoria con tanto di sorpassone all'esterno su Schumacher fu in Portogallo.

Di Jacques, oltre le gare che hai menzionato tu (Portogallo 1996 ed il debutto  in Australia nel 1996 con pole,giro più veloce e quasi vittoria) ci sono state altre gare importanti.

Ovviamente Jerez 1997 dove ,in una situazione difficile, recuperò e si inventò letteralmente un sorpasso rischiando tutto ,direi alla "Gilles", in pochi oggi rischierebbero quel sorpasso.

Ed inoltre ricordo il Gp di Germania del 1998 dove con la Williams Mecachrome,riuscì a tenere testa alle McLaren di Hakienen e Coulthard,e per poco non vinse,purtroppo nel momento topico ebbe un problema col differenziale.... Da citare anche il Gp di Spagna 1999 dove con la Bar Supertec si  issò al terzo posto davanti alle due Ferrari per lungo tempo ,prima del ritiro, il Gp di Spagna 2001 dove con una grande gara (anche se in pochi se ne accorsero) diede il primo podio alla BAR (terzo posto che bissò nello stesso anno in Germania)

Ultimo ricordo che mi fece pensare "questo ha due p***e così" fu un giro di qualifica a Monza nel 1998 dove si classificò secondo,con una vettura con poco motore e completamente scarica,quasi senza alettoni ,su pista umida,non so come fece a tenere la macchina...

Edited by Jax
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sul sorpasso di Estoril 1996 è comunque giusto ricordare che Schumacher fu ostacolato da un doppiato proprio all'uscita del curvone.

 

Onore comunque al merito di JV che ebbe l'idea e le palle di provarci

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Sono contento di vedere che qualcuno ricorda.. anche se quella vittoria con tanto di sorpassone all'esterno su Schumacher fu in Portogallo.

... CUT ...

Grazie per la precisazione, è stato un lapsus, pensavo estoril e scrivevo interlagos... Brutto invecchiare :P
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Per quanto riguarda Damon Hill,ritengo che possa essere considerato un top al pari di Button,visto che ha vinto un campionato del mondo e ne ha perso un altro in modo discutibile nel 1994.

Sicuramente era un pilota poco appariscente e non molto bravo nei duelli ravvicinati ma era indubbiamente veloce e consistente oltre che molto bravo negli assetti e nello sviluppo della vettura.

Le sue gare migliori sono state Suzuka 1994 dove vinse sotto un diluvio davanti a Schumacher,avvicinando il mondiale,Ungheria 1997 dove con quell'arrows yamaha (con le gomme Bridgestone) stava per realizare un qualcosa di epico , e poi c'è Spa 1998,dove diede la prima vittoria alla Jordan in F1,in una gara pazza,ma in cui ebbe il merito di stare sempre tra i primi tre,anzi in partenza (la seconda) diventò primo...

Un pilota non spettacolare  e non  un campionissimo,ma comunque un pilota campione (perchè ha vinto un mondiale) e vincente ,un professionista i sicuro affidamento,non particolarmente estroso o con chissà  quali punte,ma  molto solido con "colpi" buoni in tutto.

Un altro pilota non campione ,ma comunque un top driver degli anni novanta e primi duemila è stato Jean Alesi,che era una specie di Hill agli antipodi : era più forte nel duello ravvicinato (era uno dei migliori in assoluto in questo aspetto),sulla pioggia,in staccata,ma era meno veloce a pista libera,nelle qualifiche,negli assetti,ed aveva scarso rispetto del mezzo meccanico; Jean era nettamente uno dei piloti più talentuosi del suo tempo e lo confermò in una Ferrari addirittura peggiore di quella attuale,andò poi in una Benetton che aveva finito il suo ciclo, e dimostrò il suo valore in Sauber e Prost,ancora pieno di voglia e fame di quei successi sportivi che purtroppo non hanno arricchito il suo comunque lusinghiero palmares di podi e piazzamenti...

Di Alesi ricordo diverse gare, la "classica" Canada 1995, Nurborgring 1995 (dove con una strategia migliore avrebbe potuto vincere) ,Monza 1995 dove si ritirò a 7 giri dalla fine per colpa di un "cuscinetto" (qualcosa che si vede raramente in F1) ,Suzuka 1995 dove effettuò dei sorpassi bellissimi su pista umida,Monza 1996 in Benetton ,dove si dovette inchinare a Schumacher e alle nuove strategie Ferrari,Monza 1997 battuto dalla McLaren di Coulthard con errore dei meccanici Benetton..

Ricordo anche molte gare in Sauber, come  Spa 1998 dove conquistò il suo ultimo podio in carriera ,Monaco 1998 dove dovette ritirarsi quando era in quarta posizione ,le prime file del 1998 e del 1999 e tante altre gare ancora in Prost,dove nel 2000 a Monaco fece fuoco e fiamme con la cenerentola del circus qualificandosi settimo per poi ritirarsi ancora una volta,e altri GP nel 2001come a  Monaco , Canada, Germania e Spa.

Insomma gare in cui non corse sempre per vincere ma in cui il manico lo si vedeva eccome.....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 years later...

Rispolvero questo vecchio thread per rendere merito alla gara di Max Verstappen.

Credo che dopo Brasile 2016 l'esercito degli "aspettiamo e vediamo" possa ritenere di aver aspettato abbastanza e possa riconoscere di aver visto in azione un pilota con un talento fuori dal comune. :) 

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
  • R18 changed the title to Quando i top danno il top (giù il cappello!)

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By Osrevinu
      Gran Premio Del Made In Italy E Dell'Emilia Romagna 2021

      http://www.autodromoimola.it/
    • By sundance76
      Il titolo sembra provocatorio, ma non lo è, a beneficio dei più giovani (e curiosi).
      Probabilmente non tutti sanno che l'attuale Campionato di F1 inizia proprio nel 1981, anno in cui fu istituito il "FIA F1 World Championship" che mette in palio due titoli mondiali: il "Mondiale Piloti F1" e il "Mondiale Costruttori F1" (attenzione alla dicitura "F1").

      Dal 1950 al 1980 si chiamava solo "World Championship for Drivers" cioè "Mondiale Piloti" (o Con-d-u-ttori, cioè corridori) e non prevedeva il nome "F1" nella dicitura ufficiale, perchè in tutto l'intero automobilismo era l'unico Titolo Mondiale riservato ai Piloti, e poteva essere assegnato anche tramite macchine diverse dalle F1.
      Infatti nel 1952 e 1953 il Mondiale Piloti fu assegnato per mezzo di macchine di F2, e per 11 anni anche la Indy 500 concorreva al punteggio, nonostante i suoi regolamenti tecnici differenti, rispondenti alla F. USAC, e fino ai primi anni '70 gli organizzatori, se mancava il numero minimo di macchine, potevano ammettere sulla griglia anche le F2.
      Inoltre dal 1958 al 1980 il riconoscimento per i team era solo una "Coppa Internazionale Costruttori", non un Mondiale (il vero Mondiale Marche fino al 1980 era assegnato con le biposto del Campionato Sport-Prototipi, che a sua volta non prevedeva un titolo piloti). Non esistevano ancora i Mondiali Rally, Turismo, ecc. ecc.

      Nel 1980 la FIA-FISA, dopo una tregua durante la guerra con la FOCA (squadre inglesi), affermò ufficialmente che il torneo iniziato nel 1950 chiamato "Mondiale Conduttori (cioè Piloti)" e la "Coppa Internazionale Costruttori" erano letteralmente "suppressed", e nasceva il "FIA F1 World Championship" che metteva in palio appunto due nuovi titoli, il "Mondiale F1 Piloti" e il "Mondiale F1 Costruttori" divenuto vero titolo Mondiale e non più una semplice Coppa Internazionale come era prima...

      Dal "libro giallo" della FIA 1981:

      GENERAL REGULATIONS 

      1 -- In application of the decisions taken during the FIA Rio Congress of 15th April 1980, the FISA is organising the new FIA Formula 1 World Championship from 1st January 1981. As a result, the old World Championship for Drivers is suppressed. 

      2 -- The new Formula 1 World Championship, which is the property of the FIA, will have 2 World Championship titles, one for Drivers and one for Constructors." 



      Capite? Dal 1981 la dizione "F1" entra obbligatoriamente nella titolazione, assieme a "FIA", per rimarcare che dal 1981 la proprietà del Campionato è della FIA.

      Ovviamente la FIA mantenne un solidissimo legame col precedente "Mondiale Piloti" durato fino al 1980, così si continuò a correre con gli stessi regolamenti, le stesse auto, le stesse piste, e i bonus acquisiti nell'80 valevano anche per l'81. E anche sulla Coppa di Campione a fine stagione c'erano ancora tutti i nomi degli iridati precedenti al 1981.

      E' un pò come accadde tra il 1949 e il 1950: venne istituito il "Mondiale Piloti" (senza la dicitura ufficiale "F1" che designava solo il regolamento tecnico delle monoposto della categoria massima in circuito) ma si continuò a correre con le stesse macchine, piste e regolamenti che c'erano nel 1949, anzi, quasi gli stessi del 1938-39, visto che l'Alfetta campione nel 50-51 era la stessa che nel '38 correva nella categoria cadetta.

      Implicazioni pratiche ce ne sono poche, ma teoricamente ci possiamo sbizzarrire:

      - Ascari è sì il primo "Campione del Mondo Piloti" della Ferrari, ma non è "campione iridato di F1" perchè nel 52-53 correva con le F2.

      - Fangio potrebbe essere il primo Campione del Mondo con vetture di F1 della Ferrari, ma ci sono dispute perchè la sua D50 era in realtà una Lancia modificata.

      - Allora potrebbero esserlo Hawthorn nel '58 e tutti gli altri fino a Scheckter nel '79: sì, ma come detto, il loro titolo mondiale non aveva la dicitura ufficiale "F1" nella titolazione. Essi erano semplicemente "Campioni del Mondo Piloti", seppur eletti con macchine di F1.

      - Quindi Piquet nell'81 è il primo "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" così come la Williams è la prima marca "Campione del Mondo Costruttori F1 della FIA".

      - Schumacher diviene così il primo esplicito "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" con la Ferrari.

      - i veri Campionati MONDIALI Costruttori si contano dal 1981, quindi ad esempio la Ferrari ne assomma 10, più altre 6 Coppe Costruttori dal 1958 al 1980... 

      - Niki Lauda diviene quindi l'unico ad aver vinto sia il vecchio "Mondiale Conduttori", sia il nuovo "Mondiale F1 della FIA".

      Divertente, no?
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...