Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

Mà¡rquez conquista la pole in Moto3 davanti ad un grande Bastianini e a Rins. Solo nono Miller, addirittura sedicesimo Fenati.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 127
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

La cosa che mi piace di più di Rossi è che sta davvero dando tutto per colmare quel gap e fregare Marquez. Oggi il telecronista del canale sudamericano che stavo guardando a un certo punto ha detto ch

Gran gara..e comunque tanto di cappello x rossi per esser tornato così competitivo..non me l aspettavo..gran campione gran voglia Inviato dal mio GT-S7500 con Tapatalk 2

Pedrosa ha dimostrato una volta di più che nel duello rusticano può solo farsi male da solo.

Posted Images

Sarò impopolare e di parte, ma lo dico lo stesso:

 

Sono queste le cose che, in fondo, mi fanno pensare che Marquez sia ancora un po' lo stesso del "passato", un fenomeno che però ha nell'arroganza il suo unico punto debole.
Pensa troppo di essere davvero il migliore rispetto agli altri e nelle (rare) volte in cui qualcuno riesce a mettergli le ruote davanti, diventa improvvisamente vulnerabile, incline all'errore. Era capitato l'anno scorso con i lunghi a Jerez, Misano, Aragona, il warm-up di Silverstone(!), la caduta del Mugello. E' capitato quest'anno alla partenza di Le Mans, a Jerez in quella manciata di curve in cui Rossi gli è rimasto davanti.
Se su certi aspetti ha dimostrato grande maturità , su questo rimane ancora un gradino dietro rispetto a quello che è a livello di guida, ossia un fenomeno.
Poi, per carità , errore che ci sta, soprattutto quando sei al limite per una pole, però non è un caso, secondo me.
Comunque, caduta "veniale" alla curva 1 e pole per Pedrosa che salva uno dei record di Doohan e soprattutto trova un po' di orgoglio personale. Molto bene anche Lorenzo, secondo e con un ottimo T4. Bradl apre la seconda fila seguendo Daniel, mentre Rossi risale proprio con l'ultimo giro a disposizione, dopo un turno passato nelle retrovie. Risale nel finale anche Aleix, ma in generale la gomma morbida non permette di fare la differenza come su altre piste.
Iannone e Bautista battono nettamente Crutchclow in Q1, con Alvaro caduto ad inizio Q2: highside nel cambio di direzione in salita e portato via in barella, speriamo nulla di grave.

Va peggio a Rins che nelle prove della Moto3 (dominate da un grande Alex Marquez, mentre le KTM - Bastianini a parte - soffrono molto, con Miller e Fenati in terza e sesta fila) si frattura 4 dita del piede sinistro (e poteva andare molto peggio, caduta che mi ha ricordato quella di Lorenzo in Cina nel 2008, quando si fratturò entrambe le caviglie o una roba del genere).

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Barcellona, Qualifiche: Rabat profeta in patria

Esteve Rabat ha dominato anche e Qualifiche della Moto 2 e domani partirà  in pole. Secondo Mika Kallio.

 

Esteve Rabat inarrestabile al Montmelò. Il catalano, dopo aver dominato le prime tre sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna, ha colto anche la pole position con il tempo di 1'46"569, dunque domani partirà  davanti a tutti nella pista di casa.

 

"Tito" ha martellato tempi record sin dall'inizio delle Qualifiche, limando decimi su decimi a ogni passaggio e arrivando a staccare il secondo in classifica di quasi cinque decimi. Rabat sembra non soffrire la pressione arrecata dall'ambiente, anzi, pone lui stesso in condizioni critiche gli avversari, costretti a inseguirlo da lontano.

 

Dietro l'imprendibile Rabat, si è classificato Mika Kallio, compagno di squadra del catalano. Il finlandese ha però subito un pesante ritardo dal tempo di riferimento delle qualifiche, così come avvenuto per tutto il fine settimana spagnolo.

 

Terzo posto per Maverick Vià±ales, che è riuscito a compiere un buon passo avanti nelle prestazioni dopo il terzo turno di prove libere, risultato dunque decisivo per cogliere la prima fila nel Gran Premio di casa. Sandro Cortese si è classificato al quarto posto, ma non è riuscito a migliorarsi nei minuti finali a causa di una caduta a tre minuti dal termine delle Qualifiche.

 

Quinto posto per Jonas Folger (Kalex), il quale ha preceduto il primo degli italiani in griglia, Mattia Pasini. Il nostro connazionale è stato autore di un'ottima qualifica, ma anche di una scivolata avvenuta a tempo scaduto. Pasini non ha riportato alcun danno fisico, mentre la sua Kalex dovrà  essere riparata causa danni riportati dall'impatto con la sabbia della via di fuga.

 

Thomas Luthi si è confermato anche in queste Qualifiche nella Top Ten della Moto 2, spezzando l'egemonia delle Kalex, che hanno occupato sei delle prime sette posizioni della griglia. Ottavo posto per il francese Johann Zarco (Caterham-Suter), nono il britannico Sam Lowes con la prima delle Speed Up e decimo lo svizzero Dominique à„gerter (Suter).

 

Il secondo degli italiani in griglia di partenza è Franco Morbidelli (Kalex), che partirà  in dodicesima posizione. Tredicesimo posto per Alex De Angelis mentre è andata peggio a Simone Corsi: il romano dovrà  infatti partire dalla sedicesima casella.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/38882/moto2-qualifiche-barcellona-rabat-profeta-in-patria

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Marquez ha sfruttato il tappo iniziale di Bastianini per mettere subito decimi fra se e gli inseguitori. In questa maniera si è potuto togliere dal discorso scia e sta capitalizzando il suo ritmo gara delle libere.

Dietro, lotta senza esclusiione di colpi tra Bastianini stesso, i rimontanti Fenati e Vazquez, Ajo, Miller (che rimane nelle ultime posizioni del gruppo, sta provando ad emergere ora che la lotta si è fatta più intenso ed il ritmo più blando), Binder, Vinales, nonchè Bagnaia.

Antonelli ovviamente caduto; Problemi tecnici per Rins dopo una manciata di giri mentre si stava giocando il secondo posto.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Nel gruppetto dietro sembra che Vazquez e Fenati siano quelli che abbiano qualcosa in più rispetto agli altri in questa fase, ma non riescono a staccarsi dal gruppetto.

Bastianini sempre attivo, si sono rifatti sotto Vinder e Vinales dopo aver rifiatato un attimo.

Miller sempre nella coda di questo gruppetto, sembra proprio che meglio del 7°-8° non riesca a fare oggi.

Dietro, intanto, altro gruppone in lotta per l'11° posto, tra cui si segnalano Kornfeil e Oliveira, piloti che ti aspettavi più avanti.

Link to post
Share on other sites

Marquez si sta godendo la corsa, più di tre secondi sul gruppetto del secondo posto.

Ora sono rimasti in 7: Vazquez, Fenati, Vinales, Bastianini, Vinales, Ajo e Miller. McPhee (autore di un paio GV nella prima parte di corsa) e Bagnaia (rientrato nel gruppone sfruttando il principio della lotta nei primissimi passaggi) si sono staccati.

Continua il lavoro di Fenati e Vazquez nl cercare di prendersi in anticipo il podio.

E attenzione, adesso hanno mantenuto un vantaggio di 4-5 decimi dopo il rettilieo. Se riescono a fare un altro giro senza disturbarsi (e non tirare la prima staccata come ha appena fatto Vazquez) potrebbero finalmente staccare gli altri.

Vinales e Miller decisamente impiccati, il primo probabilmente ha chiesto troppo le gomme all'inizio.

Link to post
Share on other sites

Finita, Marquez si traveste da fratello maggiore e prende tutti a mazzate, sfruttando il tappo iniziale di Bastianini per prendersi il margine sufficiente da non dover essere risucchiato con il gioco delle scie.

Dietro, la spunta Bastianini su Vazquez, mentre Miller limita brillantemente i danni con un 4° posto onestamente insperato fino al penultimo giro. Fenati solo 5°, solo perchè con un errorino al tornantino ha perso l'opportunità  di fare un risultato migliore. Come detto, il passo per il podio c'era, era una corsa dove bisognava sfruttare le difficoltà  di Miller ed invece è stato l'australiano a capitalizzare.

Numero di Ajo all'ultimo giro, rimasto in piedi per miracolo.

Link to post
Share on other sites

Diverse cadute nel rimo giro della Moto2. Subito fuori Morbidelli, Krummenacher e Corsi in un contatto al via. Out anche Lowes. Lungo di Folger alla curva 1, ma è riuscito comunque a tornare in pista in settima posizione.

Fuori anche Cortese.

E ora pure Salom, che era partito bene e si trovava in top6. Sfortunato Folger, che nel tentativo di evitare Salom finisce anche lui fuori pista, cadendo.

Davanti Vinales si trova nel panino del team VDS, con Rabat davanti. Poi Aegerter, Luthi e Pasini.

Link to post
Share on other sites

Corsa che ha trovato una sua dimensione, con la coppia Rabat-Vinales a dettare il passo. Kallio che è sempre lì, a 5-6 decimi dai primi due. Poi Aegerter e Luthi a formare un'altra coppia.

Più indietro Pasini, ormai ripreso e passato da Torres. Poco distanti anche Zarco, Cardus, De Angelis.

Ecco, Rabat inizia ad ingranare, allungo su Vinales.

Link to post
Share on other sites

13 giri alla fine, i primi due girano tra il 47.3 e il 47.5, con Vinales che comunque fatica per rimanere in corsa per la vittoria.

Kallio non è riuscito a reggere il ritmo ed è stato ripreso da Luthi e Aegerter. Il terzetto si trova a quasi tre secondi dai primi due.

Dietro, Zarco ha passato e stacato Pasini per il settimo posto, mentre il terzetto Pasini-De Angelis-Cardus mi pare compatto.

Link to post
Share on other sites

Rabat allunga in maniera definitiva su Vinales, salvo sorprese con le gomme. Gap sul secondo e mezzo.

Dietro ai primi due, si è formata la coppia Luthi-Aegerter, che si trova ad avere un piccolo margine su un'altra coppia, composta da Kallio e il rimontante Torres. Più indietro Zarco, che mantiene un margine di sicurezza su Pasini, che sta venendo lentamente ripreso dalla coppia Cardus-De Angelis.

Per l'11° posto c'è un gruppo abbastanza nutrito.

Ennesimo sorpasso alla curva 1, stavolta tocca a Torres guadagnare una posizione su Kallio e provare a rientrare in corsa per il podio. 9 giri alla conclusione.

Link to post
Share on other sites

Torres incontenibile, stacca Kallio e riprende gli altri due, passando Aegerter alla curva 1. Il tutto in poco meno di due giri.

Oddio, Torres cade alla Caixa, con la sua moto che colpisce l'incolpevole Aegerter. Jordi Torres ovviamente ritirato, Aegerter è riuscito a riprendere la pista, rientrando dietro al terzetto Pasini-Cardus-De Angelis (tutti leggermente sgranati tra di loro).

NIente da fare per Aegerter, che non riesce più a guidare la sua moto e finisce fuori dai punti.

Intanto Kallio continua a faticare e viene ripreso anche da Zarco, nell'unica battaglia in corso tra le prime posizioni.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...