Jump to content
Sign in to follow this  
R18

24 Heures du Mans 2014

Recommended Posts


Orribile il suppostone...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella giornata test domina la Toyota

ma i distacchi sono serratissimi

 

A due settimane dal via, la 24 Ore più famosa del mondo si presenta al mondo con la disputa della giornata test, l'occasione per le squadre di testare gli ultimi particolari in vista della gara e permettere ai rookie di poter avere il via libera con la disputa dei dieci giri necessari. 
A dominare la giornata, ed è una novità  da queste parti, è stata la Toyota che è riuscita a piazzare due TS040 Hybrid davanti a tutti. Alle spalle del poleman di giornata Sébastien Buemi, che ha realizzato il miglior crono con 3'23"014, si è infatti issato Kazuki Nakajima che ha portato la vettura numero 7 ad un solo decimo dal compagno.

 

Alle spalle dei due prototipi giapponesi due Audi e-tron con l'ottimo Marco Bonanomi che è stato capace di impattare lo stesso tempo del Re di Le Mans Tom Kristensen. E poi stata la Porsche di Dumas-Jani-Lieb che ha compleatto la top-five di giornata.

 

Ma più dei riscontri cronometrici fini a se stessi, a colpire è l'altissima competitività  dei sette prototipi ibridi in gara. Talmente vicini in termini cronometrici che lasciano sin d'ora immaginare una 24 Ore combattutissima e, con l'arrivo della Porsche, è lecito aspettarsi una delle competizioni più tirate della storia.

 

E se tra le vetture di vertice la lotta è serrata, nelle altre categorie, se possibile, è ancora più agguerrita, con tanti equipaggi a lottare più sui decimi che sui secondi.

 

In LMP2 è così stata la Morgan-Nissan n. 26 del team G-Drive che è risultata la più veloce con il tempo di 3'37"795, crono fatto segnare da Roman Rusinov. Secondo riscontro cronometrico per la Oreca n. 48 del Murphy Prototypes e terzo per l'Alpine di Panciatici-Gommendy-Chatin.

 

Battaglia grossa, e non poteva essere diversamente, anche tra le vetture GTE. Tra le Pro è stata la Porsche "ufficiale" di Makowiecki-Holzer-Lietz che l'ha spuntata sulla prima delle Ferrari in gara, quella dell'equipaggio con Bruni-Vilander-Fisichella, mentre un bravissimo Federico Leo ha portato al terzo posto la 458 Italia del Ram Racing.

 

Buone notizie anche nella categoria AM dove a issarsi in vetta è stata la Ferrari del team 8 Stars con Ruberti e Roda a fare da primattori (e addirittura il pilota di Legnago con 3'57"403 si è inserito tra le prime due auto della categoria PRO…). Alle loro spalle un altro italiano sugli scudi: Andrea Bertolini con la Ferrari del team russo SMP e a completare un trittico che parla d'azzurro ci ha pensato Marco Cioci con la vettura schierata da AF Corse.

 

Giornata test, domenica 1 giugno 2014

1 - Davidson-Lapierre-Buemi (Toyota TS040 Hybrid) - Toyota - 3'23"014

2 - Wurz-Sarrazin-Nakajima (Toyota TS040 Hybrid) - Toyota - 3'23"156

3 - Bonanomi-Albuquerque (Audi R18 e-tron) - Audi - 3'24"453

3 - Di Grassi-Duval-Kristensen (Audi R18 e-tron) - Audi - 3'24"453

5 - Dumas-Jani-Lieb (Porsche 919 Hybrid) - Porsche - 3'24"692

6 - Fassler-Lotterer-Treluyer (Audi R18 e-tron) - Audi - 3'24"757

7 - Bernhard-Webber-Hartley (Porsche 919 Hybrid) - Porsche - 3'24"911

8 - Prost-Heidfeld-Beche (Rebellion R One-Toyota) - Rebellion - 3'31"700

9 - Belicchi-Leimer-Krahamer (Rebellion R One-Toyota) - Rebellion - 3'33"043

10 - Rusinov-Pla-Canal (Morgan-Nissan) - G Drive - 3'37"795 (1° LMP2)

11 - Berthon-Kapadia-Gonzalez-Chandock (Oreca 03-Nissan) - Murphy Prototipes - 3'38"286

12 - Chatin-Webb-Panciatici (Alpine A450-Nissan) - Signatech - 3'39"026

13 - Brundle-Mardenborough-Shulzhitsky (Ligier JS P2-Nissan) - OAK - 3'39"191

14 - Howson-Bradley-Imperatori (Oreca 03-Nissan) - KCMG - 3'39"475

15 - Frey-Mailleux-Lancaster (Oreca 03-Nissan) - Race Performance - 3'39"568

16 - Dolan-Tincknell-Gené (Zytek Z11SN-Nissan) - Jota - 3'39"849

17 - Capillaire-Rast-Charouz-Vanthoor (Oreca 03-Nissan) - Loeb Racing - 3'40"171

18 - Thiriet-Badey-Gommendy (Ligier JS P2-Nissan) - Thiriet By TDS - 3'40"908

19 - Ladygin-Minassian-Mediani (Oreca 03-Nissan) - SMP - 3'41"033

20 - Kimber Smith-Dyson-McMurry (Zytek Z11SN-Nissan) - Caterham - 3'41"086

21 - Klien-Hirsch-Brandela (Morgan-Judd) - Newblood By Morand - 3'41"656

22 - Schell-Leutwiller-Roussel (Morgan-Nissan) - Pegasus - 3'43"156

23 - Munemman-Latif-Winslow-Norris Jones (Zytek Z11SN-Nissan) - Graves - 3'43"261

24 - Ladygin-Zlobin-Salo (Oreca 03-Nissan) - SMP - 3'43"499

25 - Ragues-Taylor-Ihara (Morgan-Judd) - Larbre Competition - 3'43"924

26 - Cheng-Tung-Fong (Ligier JS P2-HPD) - OAK - 3'45"260

27 - Reip-Erdos (Nissan Zeod RC) - Nissan - 3'54"145

28 - Holzer-Makowiecki-Lietz (Porsche 911) - Manthey - 3'57"260 (1° GTE Pro)

29 - Ruberti-Montecalvo-Roda (Ferrari 458) - 8 Star - 3'57"403 (1° GTEAm)

30 - Bruni-Vilander-Fisichella (Ferrari 458) - AF Corse - 3'57"483

31 - Bertolini-Shaitar-Basov (Ferrari 458) - SMP - 3'57"569

32 - Griffin-Parente-Leo (Ferrari 458) - RAM - 3'57"933

33 - Gavin-Milner-Westbrook (Chevrolet Corvette C7) - Corvette - 3'58"403

34 - Perez Companc-Cioci-Venturi (Ferrari 458) - AF Corse - 3'58"440

35 - Mann-Giammaria (Ferrari 458) - AF Corse - 3'58"565

36 - Rigon-Calado-Beretta (Ferrari 458) - AF Corse - 3'58"905

37 - Wyatt-Rugolo-Bird (Ferrari 458) - AF Corse - 3'58"917

38 - Magnussen-Garcia-Taylor (Chevrolet Corvette C7) - Corvette - 3'59"192

39 - Barthez-Pons-Ayari (Ferrari 458) - Sofrev ASP - 3'59"246

40 - Mowlew-Hamilton (Ferrari 458) - RAM - 3'59"248

41 - Ried-Alqubaisi-Bachler-Long (Porsche 911 RSR) - Proton - 3'59"413

42 - Turner-Mucke-Senna (Aston Martin Vantage) - Aston Martin - 3'59"561

43 - Perrodo-Collard (Porsche 911 GT3-RSR) - Prospeed - 3'59"601

44 - Poulsen-Hansson-Thiim (Aston Martin Vantage) - Aston Martin - 3'59"903

45 - Dempsey-Foster-Bachler-Long (Porsche 911 RSR) - Dempsey -3'59"966

46 - MacDowall-O'Young-Rees (Aston Martin Vantage) - Aston Martin - 3'59"996

47 - Alfaisal-Neiman-Pumpelly (Ferrari 458) - JMW - 4'00"458

48 - Dalla Lana-Lamy-Nygaard (Aston Martin Vantage) - Aston Martin - 4'00"571

49 - Pilet-Bergmeister-Tandy (Porsche 911) - Manthey - 4'00"846

50 - Maris-Helary (Porsche 911 GT3-RSR) - Imsa - 4'02"292

51 - Rich-Nakano-Matschull (Ferrari 458) - Taisan - 4'02"499

52 - Narac-Armindo-Hallyday (Porsche 911 GT3-RSR) - Imsa - 4'05"075

53 - Cameron (Ferrari 458) - AF Corse - 4'08"608

54 - Mallegol-Blank-Bachelier (Ferrari 458) - AF Corse - 4'12"276

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=44926&cat=15

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare quei nuovi dossi non c'entrano niente.

Intanto motorsport-total ipotizza stint da 14 giri per Toyota, 13 per Audi.

post-275-0-88240800-1401726602_thumb.jpe

Edited by Mistral

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare quei nuovi dossi non c'entrano niente.

Non hai capito.

Quando le vetture raggiungono le 88 miglia orarie si attiva il flusso canalizzatore

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma questo ragazzo c'è nato col sorriso :)

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi vuole vedere in tv la 24 Ore, segnalo che essa si vedrà  in chiaro su Eurosport Deutschland, su Astra.

Gli orari sono i seguenti

 

Sabato 14 giugno dalle ore 14:45 alle 16:30, e dalle 18:30 alle 23:30;

Domenica 15 giugno dalle ore 00:30 alle 8:30, e dalle 9:15 alle 15:15.

Edited by Campioni88
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche sul canale italiano si vedrà , non so se agli stessi orari però.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul canale italiano dicono che trasmetteranno tutte le 24 ore e le qualifiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dindo mi parla di ALMENO 100CV in meno di Audi nei confronti di Toyota.

mi dice poi :

- nelle libere Porsche ha deluso perchè pur velocissima sul dritto è molto lenta nelle curve

- quelli di Toyota hanno scherzato ..... più volte nei giri di rientro accendevano 2 viola e poi rientravano ai box

- Audi di sicuro la più veloce nelle curve ma non basta proprio

- sul consumo sembra che Toyota sia avanti a tutti.

STOP.

La classe da 2 MJ sembra molto penalizzante in effetti, se ne erano lamentati in Audi a inizio stagione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il consumo era punto forte di Toyota già  l'anno scorso. Quest'anno dilagano.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  



×
×
  • Create New...