Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

De Angelis - Patrese - Alboreto - Nannini - Modena


Recommended Posts


In ottica mondiale?.

 

Modena.

Alboreto.

Patrese.

Nannini.

De Angelis.

...se poi andiamo a guardare per chi tifavo il discorso cambia.....Brambilla e De Cesaris su tutti.

Link to post
Share on other sites

De Angelis che ha bastonato Mansell dietro a Modena e Nannini, de gustibus, ma...

 

Patrese,

 

Alboreto,

 

De Angelis,

 

Modena,

 

Nannini.

 

 

Luca,premesso che parliamo di piloti di livello eccelso o quasi(altro che Valsecchi o anche Filippi....) il Mansell "bastonato"(occhio che parli come Meda....  :D ) era ancora il "Mansueto" e non il "Leone".

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

De Angelis, senza ombra di dubbio.

 

Non dimentichiamo che l'ingerenza di papà  De Angelis e del suo avvocato sono stati una sliding door fondamentale per le carriere di Elio e Gilles.

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

De Angelis, senza ombra di dubbio.

 

Non dimentichiamo che l'ingerenza di papà  De Angelis e del suo avvocato sono stati una sliding door fondamentale per le carriere di Elio e Gilles.

fu lui che disse a Enzo Ferrari: "Vi ho portato un futuro campione del mondo"?

Link to post
Share on other sites

Beh, io non potrei mai mettere davanti a tutto qualcuno che non sia Alboreto. Era da Mondiale e non l'ha vinto per motivi non ascrivibili a lui.

Poi De Angelis e Patrese. Storie diverse, piloti con luci e ombre (vedi anche le ingerenze della famiglia De Angelis già  giustamente citate), ma entrambi piloti di valore. Erano da titolo? Non credo, non almeno contro i 'mostri sacri' di allora. Certo che Patrese nel '92 non ha potuto nemmeno lottare per contratto...

Modena è forse il talento più cristallino. E sprecato. Difficile dire se sarebbe stato da titolo, visto che non ha mai avuto una macchina per conquistare solo qualche vittoria.

Infine, il mitico 'Nano'. Veloce ma non so fino a che punto continuo e 'affamato'.  

Ma in questo elenco non manca Capelli?...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Giacomo Fisichella ha battuto sonoramente tutti i compagni di squadra eccetto Alonso...di certo non era inferiore a Nannini e Modena, con tutto il rispetto per Modena che conosco pure visto che mio zio era suo sponsor...

 

poi ci metto Martini e Morbidelli, Martini per me era fortissimo, ma non ha mai avuto occasioni, Capelli che lo reputo inferiore le ha avute...

 

di certo vuoi la crisi economica, ma non abbiamo un pilota all'altezza di questi nominati.

 

Cmq come dice Quintapiena l'unico che era da titolo a conti fatti è stato Alboreto. De Angelis ha trovato Senna sulla sua strada e ancor peggio la morte, Patrese era inferiore ai mostri sacri, certo nel 1991 andava quanto e più di Mansell spesso battendolo in qualifica 9-7

 

Piccola parentesi, magari nel topic di Mansell, ma quando sento parlare piloti che hanno corso con lui, non vedo mai toni entusiastici, Patrese e Berger erano convinti di batterlo o meglio di non essergli inferiori, mentre di Senna e Schumacher ne parlano come invincibili.

Edited by Muresan80
Link to post
Share on other sites

Sì ne ho messi solo 5 ma non ho dimenticato Capelli, De Cesaris, Caffi.....

 

@Mure: Fisichella da titolo, non sono molto d'accordo

 

Ivan,a punti alla 2° gara in F.1 su una Tyrrell,senza test,con 30 monoposto in pista e 6 piloti a punti.....

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Un attimo, chiariamo il senso del topic: io ho paragonato questi tre piloti italiani solo perchè sono stati gli unici a correre insieme e ad avere macchine in grado di vincere gare e campionati o quantomeno averne la possibilità .

 

Ho aggiunto poi Nannini perchè contemporaneo e bloccato nel momento della massima crescita.

Modena l'ho messo perchè tutti quelli che lo hanno visto correre nei kart, formula 3 o 3000, dicono che sia un enorme talento inesploso.

 

Poi è chiaro che ce ne fossero altri tipo Martini che adoro per la prefazione del libro di Gio (con relativi nastri).

Link to post
Share on other sites

Un attimo, chiariamo il senso del topic: io ho paragonato questi tre piloti italiani solo perchè sono stati gli unici a correre insieme e ad avere macchine in grado di vincere gare e campionati o quantomeno averne la possibilità .

 

Ho aggiunto poi Nannini perchè contemporaneo e bloccato nel momento della massima crescita.

Modena l'ho messo perchè tutti quelli che lo hanno visto correre nei kart, formula 3 o 3000, dicono che sia un enorme talento inesploso.

 

Poi è chiaro che ce ne fossero altri tipo Martini che adoro per la prefazione del libro di Gio (con relativi nastri).

 

 

Giacomelli ,a mio parere, era al livello dei primi 5 piloti citati da Giacomo.

Non dimentichiamoci che parti' da Brescia come.....tornitore per andare a correre in Inghilterra e torno' da dominatore della British F.3.

 

Un gradino sotto metto Cheever

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Luca,premesso che parliamo di piloti di livello eccelso o quasi(altro che Valsecchi o anche Filippi....) il Mansell "bastonato"(occhio che parli come Meda....  :D ) era ancora il "Mansueto" e non il "Leone".

 

Era pur sempre Mansell, non uno capitato lì per caso dalla F3000 o dalla F3.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

fu lui che disse a Enzo Ferrari: "Vi ho portato un futuro campione del mondo"?

 

Non so. So che dopo il botto del Fuji c'era lui in una stanza e Gilles in un'altra con Gozzi che faceva la spola tra loro e il Vecchio. A un certo punto quest'ultimo si stufò della supponenza e dei mille cavilli che voleva l'avvocato di Elio e si tenne Gilles.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Io ero tifoso di Riccardo ma metterei allo un gradino più su Michele ed Elio.

 

Nannini se non avesse avuto l'incidente avrebbe potuto far una signora carriera mentre Modena forse come talento era superiore ai primi tre ma ha fatto scelte sbagliate.

 

Anche Capelli secondo me come già  detto era un signor pilota.

Link to post
Share on other sites

Anch'io ritengo che tra quelli indicati, Alboreto e De Angelis fossero i più completi; un pelo sotto Patrese e poi Modena che però non è quasi mai riuscito a dimostrare il suo talento, mentre Nannini mi ha sempre dato l'idea di uno si veloce ma che non avesse l'ossessione per la vittoria, come l'avevano i Senna, i Prost, i Mansell e così via.

Nannini mi ha spesso dato la sensazione che si divertisse ma consapevole che la vita avesse altri divertimenti ..... più talento di lui secondo me lo avevano Capelli, Martini, Zanardi e Pantano

Link to post
Share on other sites

Io credo che Stefano Modena sia un punto interrogativo enorme, che per gli eventi occorsi rimarrà  sempre tale.Una bellissima domanda che lascia intravedere un profilo nell ombra di quello che sarebbe potuto essere.Secondo me, a sensazione, davvero un qualcosa di grande.Peccato...

Nannini lo inquadro piu come un "gentleman" dotato di manico e valore, sul fatto che poi avrebbe avuto stoffa e qualità  , oltre che fame e costanza per diventare campione del mondo..non lo so...

Alboreto, Patrese, e de Angelis mi rimangono su un gradino "diverso" cmq, rispetto al senese.Un gradino piu alto intendo..

 

Su Capelli, credo che stoffa e valore ci fosse.Ma anche sfiga, e probabilmente un carattere un pò remissivo.....non so..mi piacerebbe tantissimo sapere bene la storia dell appiedamento del 92....

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By AleImpe
      "Meno show finti e più genio" I fan vogliono la F1 anni '70-'80
       
      Gli appassionati chiedono competizione fra gommisti, regole elastiche per la creatività  e bocciano le ali mobili
       
      Mettiamola così, che diventa tutto molto chiaro: l'ingorda F1 è in crisi di audience e contenuti e idee ed Ecclestone è come il comandante del Titanic che sa degli iceberg ma non di quello grande e notturno che lo attende.
       
      I capi dei team, a loro volta, sembrano i violinisti che suonano e suonano mentre tutto affonda. La riprova è arrivata dai primi commenti riservati al mega sondaggio indetto fra gli appassionati dai piloti (la Gpda) e il sito Motorsport.com per capire se questo sport piaccia ancora e che cosa serva per migliorarlo.
      Dalla ricerca è emerso che l'80% degli appassionati è contro il fornitore unico di gomme e la Pirelli non se ne abbia. àˆ venuto anche fuori che in tv mica la si vede tanto questa F1 e Sky e le grandi pay non se ne abbiano pure loro. Perché questo è. Non solo. L'età  media dei 220mila che hanno partecipato è 37 anni, per cui ci sono gli anzianotti ma anche i ventenni. E, fra questi, c'è chi ha eletto a macchine più belle da vedere quelle degli anni Duemila e non di oggi. Un pubblico per il quale i piloti più forti di sempre sono Senna, Schumi e Prost. I tifosi hanno persino detto che il pilota più amato di oggi è Kimi e di Hamilton e Rosberg non c'è traccia sul loro podio.
      La dimostrazione che il mega sondaggio non sia campato per aria viene poi dal purismo motoristico-sportivo di certe risposte. Come quella sul monofornitore in quanto questa formula va ovviamente contro il concetto di competizione tecnica insito in ogni vero appassionato di motori; o quella sul ritorno dei rifornimenti (d'accordo il 60%), o la bocciatura delle ali mobili (ok solo per il 45% degli interpellati). Molti poi i tifosi che hanno benedetto la voglia di motori rumorosi e regole meno stringenti che lascino spazio alla fantasia dei tecnici e alla creazione di monoposto strane. Di fatto proprio come avveniva nei mitici '60 e '70 e '80 in quel Circus pieno di geniali garagisti.
      Ma si diceva della cecità  dei violinisti. «Se guardiamo ai tempi della rivalità  Bridgestone-Michelin, tutti all'epoca ne avevano sofferto e quanto alle gomme dure peggiorano le corse...» così Horner, boss Red Bull; «il ritorno ai rifornimenti limiterebbe le strategie» ritiene invece Wolff, capo Mercedes. Per quel simpaticone di Lowdon, presidente della Manor, «i tifosi sono preda d'amnesie...». Unico coi piedi un briciolo per terra nonostante sia anche lui sul Titanic, il team principal McLaren Boullier: «Il pubblico ha bocciato le ali mobili? In effetti quando guardo i vecchi Gp vedo pochi sorpassi... e gare molto belle».
      Fatto sta, dopo queste parole, tutti con il violino sotto il mento e... via a suonare. Domenica si corre.
      da http://www.ilgiornale.it/news/sport/meno-show-finti-e-pi-genio-i-fan-vogliono-f1-anni-70-80-1147263.html?utm_source=Facebook&utm_medium=Link&utm_content=%22Meno%2Bshow%2Bfinti%2Be%2Bpi%C3%B9%2Bgenio%22%2BI%2Bfan%2Bvogliono%2Bla%2BF1%2Banni%2B%2770-%2780%2B-%2BIlGiornale.it&utm_campaign=Facebook+Page
       
      Adesso i Sorpassi si fanno con il Drs!!!!
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...