Jump to content

Radio Paddock Marzo 2014 - Notizie dal Circus


Recommended Posts


(ANSA) - ROMA, 8 MAR - ''Magari, dopo una stagione senza essere stato pagato, Raikkonen avrà  più stimoli; sicuramente, dover risparmiare benzina favorisce lui più di Alonso, che è abituato a spingere in ogni giro'': il canadese Jacques Villeneuve, all'autodromo di Monza per la presentazione del palinsesto di Sky dedicato alla Formula 1, dedica una battuta al nuovo ferrarista, sottolineando poi che ''è la prima volta che vedo Kimi cosi concentrato: chissà ? Forse sta preparando una delle sue migliori stagioni''.
 

 

Ma JV dice seriamente ? Possibile che Kimi non sia stato pagato lo scorso anno ? E poi che teoria stramba è ? Lo pagano su Sky per dire queste fregnacce ?

Link to post
Share on other sites

(ANSA) - ROMA, 8 MAR - ''Magari, dopo una stagione senza essere stato pagato, Raikkonen avrà  più stimoli; sicuramente, dover risparmiare benzina favorisce lui più di Alonso, che è abituato a spingere in ogni giro'': il canadese Jacques Villeneuve, all'autodromo di Monza per la presentazione del palinsesto di Sky dedicato alla Formula 1, dedica una battuta al nuovo ferrarista, sottolineando poi che ''è la prima volta che vedo Kimi cosi concentrato: chissà ? Forse sta preparando una delle sue migliori stagioni''.

 

 

Ma JV dice seriamente ? Possibile che Kimi non sia stato pagato lo scorso anno ? E poi che teoria stramba è ? Lo pagano su Sky per dire queste fregnacce ?

 

Non bisogna stare troppo indietro ai titoli sintetici dei giornali.

 

L'intervista completa:

 

MONZA - Punta di diamante di Sky. Nella "casa dei motori", come si definisce la televisione a pagamento dopo aver acquisito i diritti del motomondiale da affiancare a quelli della F1 già  in proprio possesso, Jacques Villeneuve, figlio del grande Gilles, ma fenomeno di suo, con un titolo mondiale conquistato nel 1997 con la Williams, è sicuramente l'opinionista a quattro ruote più illustre. Al di là  della competenza, ha un pregio: con la lingua frena come quando guidava. Praticamente mai. Fra sette giorni si parte, prima gara il 16 marzo in Australia. 

Villeneuve come vede la F1 di quest'anno?

"Un autentico casino. Le squadre non ci stanno capendo nulla, anche noi esperti, ex piloti e tecnici, all'inizio comprenderemo molto poco. M'immagino per i telespettatori a casa quanto sarà  difficile".

Si deduce che la grande rivoluzione, con un regolamento pieno zeppo di novità , non le piaccia.

"Non ho detto questo. Un po' mi attrae e un po' no. Bene il ritorno al turbo, ma non limitato nella potenza. Ottima l'idea del serbatoio ridotto, di costringere i piloti a risparmiare benzina. Ma dovrebbero farlo da soli, non con l'aiuto dell'elettronica. Così è troppo facile".

Tanto vincerà  ancora Vettel.

"Non credo proprio, Anzi, al momento mi sembra impossibile. La Red Bull ha problemi enormi con il motore Renault, difficilmente risolvibili in poco tempo. Con una battuta mi verrebbe da dire: cosa partono a fare per l'Australia? Riescono a malapena a percorrere mezzo gran premio e in più sono lentissime".

Hanno già  annunciato di voler correre ai ripari. A Barcellona, alla quinta gara, presenteranno una nuova vettura, una versione B.

"Bravi, ma il problema non è la macchina, è il motore. E' lì che devono lavorare e mi sembrano decisamente indietro. Con una macchina migliorata possono percorrere 30 giri anziché 15, ma rimangono poco competitivi" 

Se è così, allora chi vince?

"Sarei banale, se dicessi la Mercedes. In questo momento è la grande favorita, la macchina migliore di tutti. Gira molto e con buoni tempi, è rapida il giusto. Una sola incognita: i piloti".

In che senso?

"Hamilton e Rosberg non sono amici, sembrano lavorare ognuno per conto proprio, ma non si fanno nemmeno la guerra. Mi pare tutto troppo piatto, senza guizzi. Invece fra piloti ci si deve minacciare e spingere. In pista, ovvio. Non è richiesta l'amicizia, ma la competizione".

Se è così, allora la Ferrari è a posto, avendo deciso di riportare a Maranello Raikkonen e di affiancarlo ad Alonso.

"Io credo che possa essere una scelta giusta. Non si aiuteranno, ma si stimoleranno. Sono due campioni del mondo, è evidente che in partenza la squadra non può puntare su uno o sull'altro. Può farlo solo nelle ultime due gare. Stando attenta ad un'altra novità  di quest'anno: i punti doppi all'ultimo gp. Cosa che può tenere tutti in gioco".

Ma davvero lei non crede che sia comunque Alonso la prima guida?

"Avete visto come si è comportato Raikkonen con la Lotus quando Grosjean ha cominciato ad andare più veloce? Si metteva sempre di traverso, disturbava. Lo chiamate "Iceman", ma anche lui ha sangue nelle vene. In pista tutti siamo caldi".

Lei non è mai stato tenero con Raikkonen.

"Per la prima volta lo vedo lavorare sul serio. Forse gli ha fatto bene non essere pagato per un anno. Teniamo presente che questo nuovo regolamento lo favorisce. Lui non ha mai spinto per tutta la gara, sa risparmiare benzina, si è imposto quando c'era da sopravvivere. Non è come Alonso che schiaccia come un forsennato per tutto il tempo".

Quindi in partenza meglio puntare su Raikkonen?

"Potrebbe essere, ma Alonso sa usare il cervello. Se è quello di due anni fa è più forte di Kimi, se è quello del 2013 no".

Secondo lei, a parte tutto, i tifosi della Ferrari possono sognare?

"Possono e devono. Al momento la rossa non è la macchina migliore, ma non è neanche così tanto indietro. Può recuperare. Molto si capirà  dopo cinque gare. Quando non si parlerà  più solo del motore, "del power unit", ma di nuovo anche di sviluppo e aerodinamica". 

E finirà  l'effetto Williams?

"Io con loro ho vinto un Mondiale nel 1997, sanno come si fa a salire sul tetto del mondo. Hanno capacità , esperienza, ci sono squadra, uomini e macchina. Bisogna vedere se hanno trovato anche i soldi per lo sviluppo. Attenzione però: se si trovano davanti, sono rivali scomodi, Capaci di resuscitare anche un pilota che sembrava finito come Massa".

Come sta vivendo il dramma di Schumacher?

"Cercando di pensare alla sua famiglia e di esserle vicino. Io non sono tipo da messaggi ipocriti, in pista eravamo avversari e lo sanno tutti. Lui correva senza alcun rispetto per gli altri, però è sempre stato un pilota fortissimo. Era molto difficile batterlo. E se ci riuscivi, gioia ed emozione erano enormi".

 

FONTE: http://www.repubblica.it/sport/formulauno/2014/03/08/news/villeneuve_mondiale_2014-80551893/?ref=HRLV-2

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Arrestato Domenico Barili, l'uomo Parmalat che portò Lauda dalla Ferrari alla Brabham di Ecclestone e inventò il cappellino che Niki indossò per 25 anni (non gratuitamente).

 

Ovviamente anche lui ha subito avuto un malore.

 

 

 

In effetti uno dell'ambiente già  vari anni fa mi "illuminò" sulla "qualità " di quel personaggio....

Link to post
Share on other sites

Ah una domanda: perché in molti circuiti molto spesso c'è un circuito in miniatura molto simile?

 

https://www.cubby.com/pl/Immagine+352.png/_1a4a8b3a56b7441dbc3703743d69488b

Link to post
Share on other sites

Ah una domanda: perché in molti circuiti molto spesso c'è un circuito in miniatura molto simile?

https://www.cubby.com/pl/Immagine+352.png/_1a4a8b3a56b7441dbc3703743d69488b

Noleggio kart

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Quelli della FIA sono fantastici, per risolvere i problemi o ne creano di nuovi o, se va bene, scelgono sempre la strada più complicata. Non basterebbe portare il limite di consumo a 110 kg per risolvere il problema dei piloti che corrono al risparmio?

 

E pensare che personalmente trovo già  corte le gare di 305 km e vorrei portarle a 350/400 km...

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

La mer.da ormai non ha freni, invade qualsiasi anfratto. 

 

http://www.blogf1.it/2014/03/24/la-fia-valuta-gare-piu-corte-per-ravvivare-lo-spettacolo/

 

 

Quelli della FIA sono fantastici, per risolvere i problemi o ne creano di nuovi o, se va bene, scelgono sempre la strada più complicata. Non basterebbe portare il limite di consumo a 110 kg per risolvere il problema dei piloti che corrono al risparmio?

 

E pensare che personalmente trovo già  corte le gare di 305 km e vorrei portarle a 350/400 km...

 

Boni, domenica sera parte la indycar :asd:

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Fa schifo come cosa, ma se devono abbattere i consumi, allora devono accorciare per permettere ai piloti di andare tutti forte. Sia chiaro che non sto giustificando o apprezzando la cosa, ma dico solo che rischia di essere una diretta ed inevitabile conseguenza del regolamento a cui si è giunti oggi.

Edited by Ferrari F1
Link to post
Share on other sites

Iniziano i primi passi verso le idee scellerate di Briatore.

Verissimo, da qui ad arrivare alle due manche con griglia invertita è un attimo

 

Fa schifo come cosa, ma se devono abbattere i consumi, allora devono accorciare per permettere ai piloti di andare tutti forte.

Questa situazione è frutto di un pasticcio regolamentare che non ha eguali: l'unico modo per risolverlo sarebbe cestinare in blocco l'attuale regolamento e scriverne uno completamente nuovo a partire da zero, in primis per capire COSA vogliono le alte sfere della Formula 1 da questa categoria (perchè io, sinceramente, non l'ho ancora capito). Vogliono ridurre i consumi delle vetture ma allo stesso tempo vogliono gare combattute dal primo all'ultimo giro, con piloti che spremono al massimo la loro vetture; vogliono una Formula 1 che sia di aiuto nello sviluppo di nuove tecnologie per la produzione di serie, ma allo stesso tempo azzerano i test e proibiscono lo sviluppo dei motori; vogliono più spetakkoloo!!1!!eleven!!!undici! per il pubblico ma decidono (forse) di accorciare le gare, così inevitabilmente lo spetakkoloo!!1!!eleven!!!undici! dura di meno. Non so, è una contraddizione vivente (o forse morente) questa F1

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Quelli della FIA sono fantastici, per risolvere i problemi o ne creano di nuovi o, se va bene, scelgono sempre la strada più complicata. Non basterebbe portare il limite di consumo a 110 kg per risolvere il problema dei piloti che corrono al risparmio?

E pensare che personalmente trovo già  corte le gare di 305 km e vorrei portarle a 350/400 km...

esatto. e come se uno, vedendo una macchia nera sul muro, si mettesse a dipingerlo tutto di nero invece che coprire di bianco la zona con la macchia.

Inviato dal mio GT-P5110 utilizzando Tapatalk

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.


×
×
  • Create New...