Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

World Rally Championship 2014


Recommended Posts

La stagione 2014 del WRC vedrà  il rientro in veste ufficiale della Hyundai: dopo l'infelice parentesi del 2000-2003 (con miglior piazzamento due quarti posti: Kenneth Eriksson ad Australia 2000 e Alister McRae al RAC 2001) la Casa coreana porterà  in gara tre i20, affidate a Thierry Neuville, Juho Hà¤nninen e probabilmente a Bryan Bouffier (vincitore al Monte nel 2011). La squadra da battere sarà  ovviamente quella campione in carica, quella Volkswagen che vedrà  ancora, sulle due Polo, Sébastien Ogier e Jari-Matti Latvala. Dal canto suo, la Citroà«n dopo il definitivo abbandono di Sébastien Loeb sembrava avere chiuso l'accordo con Robert Kubica, neo-campione della classe WRC-2, ma proprio oggi è arrivata l'ufficialità  dell'arrivo di Mads à˜stberg, che affiancherà  quindi Kris Meeke e Khalid Al Qassimi. Kubica sembra dunque indirizzato, soprattutto dopo le recenti dichiarazioni di Malcolm Wilson, verso la Ford: con il polacco dovrebbe tornare tra le fila del team inglese anche Mikko Hirvonen, che con la Fiesta vinse al Monte nel 2010. La Casa americana, inoltre, vedrà  in gara anche Martin Prokop, confermato dal team ceco Jipocar.

 

Una sola variazione per quanto riguarda il calendario: esce di scena l'Acropoli, per fare spazio al ritorno della Polonia. Confermato anche il Rally d'Italia in Sardegna, che rappresenterà  la sesta prova in calendario.

 

16-18 gennaio Montecarlo

5-8 febbraio Svezia

6-9 marzo Messico

3-6 aprile Portogallo

8-11 maggio Argentina

6-8 giugno Italia

27-29 giugno Polonia

1-3 agosto Finlandia

22-24 agosto Germania

12-14 settembre Australia

3-5 ottobre Francia

24-26 ottobre Spagna

14-16 novembre Gran Bretagna

 

 

Volkswagen Motorsport, Volkswagen Polo R: Sébastien Ogier, Jari-Matti Latvala

Citroà«n World Rally TeamCitroà«n DS3: Kris MeekeMads à˜stberg, Khalid Al Qassimi

M-Sport World Rally Team, Ford Fiesta: Robert Kubica? Mikko Hirvonen?

Jipocar Czech National Team, Ford Fiesta: Martin Prokop

Hyundai Motorsport, Hyundai i20: Thierry NeuvilleJuho Hà¤nninen, Bryan Bouffier?

Link to post
Share on other sites

  • Replies 232
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

FORD FIESTA 2014    

E devo dire che questi ragazzi hanno proprio un coraggio di ferro   Le macchine attuali saranno pure le meno affascinanti e potenti della storia del WRC, ma per guidarle in queste condizioni ci vuo

"L'importante è non fare il 99% ma il 110%. Meglio in testa a rally e poi fai incidente o capottare: se tu fare 99% solo decimo o undicesimo, tu mai vince e nessuno conosce per te. Se tu fare maximum

Per il momento non hanno ancora delirato definitivamente. Ma non escludiamo novità  "eclatanti", dopo che hanno pensato alla Formula 1 e (in parte) al WTCC passeranno a parlare anche di WRC e WEC.

Link to post
Share on other sites

Kubica ha firmato per M-Sport.

 

(ANSA) - LONDRA, 13 DIC - Nel 2014 Robert Kubica sarà  al volante della Ford Fiesta RS e guiderà  il team M-Sport nel mondiale rally. L'annuncio del pilota polacco mette la parola fine a un ritorno, almeno nell'immediato, in F1. Nel 2011 subì un drammatico incidente in Italia, dopo un lungo periodo di inattività  è tornato a correre qualche rally. Il mese scorso in Galles, Kubica uscì illeso da un incidente al volante di una Citroen. E il finlandese Mikko Hirvonen il prossimo anno lascerà  la Citroen per tornare in Ford.Kubica ha firmato per M-Sport.

 

66daca53873f3a478e195f9874a76043.jpg

Edited by Luke36
Link to post
Share on other sites

Ecco la Hyundai i20 che sarà  sponsorizzata Shell. Neuville sarà  pilota fisso, sul secondo esemplare si alterneranno Hà¤nninen, Daniel Sordo e Chris Atkinson.

 

33167_la_hyundai_svela_la_i20_wrc_e_la_s

 

ecco-la-hyundai-i20-wrc-in-versione-defi

 

ecco-la-hyundai-i20-wrc-in-versione-defi

Link to post
Share on other sites

Kubica correrà  sotto le insegne del team Lotos, perché la M-Sport ha annunciato Hirvonen e il giovane inglese Elfyn Evans. Annunciata anche la presenza della terza Volkswagen ufficiale, con Andreas Mikkelsen.

 

Volkswagen MotorsportVolkswagen Polo RSébastien Ogier - Jari-Matti Latvala - Andreas Mikkelsen

Citroà«n World Rally TeamCitroà«n DS3Kris Meeke - Mads à˜stberg - Khalid Al Qassimi

M-Sport World Rally TeamFord Fiesta: Mikko Hirvonen - Elfyn Evans

Jipocar Czech National TeamFord FiestaMartin Prokop

Lotos Team WRCFord Fiesta: Robert Kubica

Hyundai World Rally TeamHyundai i20Thierry Neuville - Juho Hà¤nninen, Daniel Sordo, Chris Atkinson

Link to post
Share on other sites

Delecour al Montecarlo con una Fiesta RS WRC

Il francese punta a migliorare il sesto posto ottenuto nell'ultima apparizione, nel 2012

 

Nonostante abbia ormai spento 51 candeline, Francois Delecour non sembra avere la minima intenzione di appendere il casco al chiodo. Anzi, il pilota francese nei primi giorni di gennaio si regalerà  una nuova uscita nel Mondiale Rally, partecipando al Rally di Montecarlo al volante di una Ford Fiesta RS WRC della M-Sport.

 

A dividere l'abitacolo con lui ci sarà  il fido Dominique Savignoni e l'obiettivo di entrambi è di provare a migliorare il sesto posto ottenuto nell'ultima apparizione, risalente al 2012. Nel mezzo poi i due hanno corso sia nel Campionato Europeo che nel Campionato di Romania, nel quale ha brillato particolarmente.

 

"Devo essere realista, ma mi piacerebbe puntare al quinto posto e questa sarà  una grande sfida. Ma togliere Loeb dall'equazione ci permette di sperare di farcela" ha scherzato Delecour, che si appresta ad affrontare il suo 17esimo Montecarlo. "Contando anche che per la Hyundai si tratta della prima gara, credo che il quinto posto possa essere alla nostra portata. L'importante comunque sarà  diversi perchè amo questo rally e non vedo l'ora di cominciare".

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33317/wrc-francois-delecour-al-rally-di-montecarlo-con-una-ford-fiesta-rs-wrc

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ott Tanak torna nel Mondiale Rally con la DMACK

Il pilota estone disputerà  nove gare in classe WRC2 e tre in WRC, tutte su una Ford

 

La stagione 2014 vedrà  il ritorno sulla scena del Mondiale Rally di Ott Tanak. Il pilota estone, sicuramente molto talentuoso e veloce, ma troppo spesso incline agli errori, è entrato a far parte della formazione della DMACK, uno dei gommisti del campionato, che per lui ha pianificato un programma di 12 gare a cavallo tra WRC e WRC2.

 

L'impegno maggiore sarà  nella classe minore, nella quale si presenterà  al via di ben nove eventi iridati con una Ford Fiesta R5. Tre invece le presenze pianificate al volante della Ford Fiesta RS WRC, che sarà  gestita dalla M-Sport, stessa squadra per cui aveva corso anche nel 2012.

 

"Dopo un anno di lontananza dal Mondiale Rally, sono molto felice di poter tornare con un programma solido: grazie alla DMACK ed alla M-Sport potrò partecipare praticamente a tutto il campionato. Inoltre conosco bene la DMACK, visto che ho disputato con loro la mia prima corsa su una WRC, quindi sono convinto di poter fare bene" ha commentato il 26enne.

 

A difendere i colori della DMACK nella stagione 2014 ci sarà  anche il finlandese Jari Ketomaa: pure lui sarà  impegnato in classe WRC2 al volante di una Ford Fiesta R5.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33338/ott-tanak-torna-nel-mondiale-rally-nel-2014-con-la-dmack-e-la-m-sport

 

 

 

 

Volkswagen MotorsportVolkswagen Polo RSébastien Ogier - Jari-Matti Latvala Andreas Mikkelsen

Citroà«n World Rally TeamCitroà«n DS3Kris Meeke - Mads à˜stberg - Khalid Al Qassimi

M-Sport World Rally TeamFord FiestaMikko Hirvonen - Elfyn Evans - Franà§ois Delecour

Jipocar Czech National TeamFord FiestaMartin Prokop

Lotos Team WRCFord FiestaRobert Kubica

DMACK Racing TeamFord FiestaOtt Tà¤nak

Hyundai World Rally TeamHyundai i20Thierry Neuville - Juho Hà¤nninenDaniel SordoChris Atkinson

Link to post
Share on other sites

14 WRC al via del Rally di Montecarlo:

 

1 Sébastien Ogier Volkswagen Motorsport Volkswagen Polo R

2 Jari-Matti Latvala Volkswagen Motorsport Volkswagen Polo R

3 Kris Meeke Citroà«n World Rally Team Citroà«n DS3

Mads à˜stberg Citroà«n World Rally Team Citroà«n DS3

5 Mikko Hirvonen M-Sport World Rally Team Ford Fiesta

6 Elfyn Evans M-Sport World Rally Team Ford Fiesta

7 Thierry Neuville Hyundai Shell World Rally Team Hyundai i20

8 Daniel Sordo Hyundai Shell World Rally Team Hyundai i20

9 Andreas Mikkelsen Volkswagen Motorsport II Volkswagen Polo R

10 Robert Kubica RK Racing Team Ford Fiesta

11 Bryan Bouffier M-Sport World Rally Team Ford Fiesta

12 Franà§ois Delecour Delecour Racing Ford Fiesta

21 Martin Prokop Jipocar Czech National Team Ford Fiesta

22 Jaroslav Melichà¡rek Slovakia World Rally Team Ford Fiesta

 

7 sono le WRC-2

31 Yuriy Protasov Protasov Racing Ford Fiesta R5

32 Armin Kremer Stohl Racing Ford Fiesta R5

33 Massimiliano Rendina Rallyproject.com Mitsubishi Lancer Evo X

34 Jourdan Serderidis Serderidis Racing Ford Fiesta R5

35 Julien Maurin Maurin Racing Ford Fiesta RRC

36 Robert Barrable Barrable Racing Ford Fiesta R5

37 Lorenzo Bertelli FWRT Ford Fiesta R5

 

Una sola WRC-3

51 Quéntin Gilbert Gilbert Racing Citroà«n DS3 R3T

 

 

84 partecipanti in tutto.

Link to post
Share on other sites

Si parla di uno spostamento del tracciato del Rally d'Italia.

Dalla Costa Smeralda si dovrebbe scendere verso la Riviera del Corallo (Alghero e dintorni) perché così vogliono team e sponsor.

Come caratteristiche di tracciato non dovrebbe differire più di tanto dagli ultimi Rally o pseudo tali che si sono disputati negli ultimi anni.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Non seguo molto il WRC ma ultimamente ho notato un gran numero di piloti arabi e dintorni soprattutto nel WRC2. Mi chiedo: è una questione di soldi o ci sanno fare?

Ho notato la domanda solo adesso. I vari arabi che vediamo in gara non sono tanto talentuosi, l'unico buono è Al-Attiyah che però (neanche a torto) preferisce darsi ai Raid.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ho notato la domanda solo adesso. I vari arabi che vediamo in gara non sono tanto talentuosi, l'unico buono è Al-Attiyah che però (neanche a torto) preferisce darsi ai Raid.

 

Al Attiyah è uno "buono" considerando il basso livello dei piloti del mondiale.

Link to post
Share on other sites

Non mi pare che il livello della Dakar sia basso. Non so quanto tempo sia che non corre nel WRC.

Sul livello del Mondiale sono comunque d'accordo, quest'anno spero che la Hyundai vada forte in modo che Neuville e Hà¤nninen possano mettersi in mostra degnamente.

Link to post
Share on other sites
  • R18 changed the title to World Rally Championship 2014

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By leopnd
      ACI Rally Monza



      www.wrc.com
    • By sundance76
      Nonostante fosse lontanissimo dalla filosofia dei rally "all'europea", il Safari da moltissimi era considerato il più duro, il più imprevedibile, il più difficile dei rallyes.
      Non so se riusciranno a farlo disputare nel 2021, e non so nemmeno in quale formato, ma l'epopea di questo rally è una delle cose più entusiasmanti della mia passione automobilistica:
       
    • By sundance76
      La Mercedes era tornata gradatamente alle competizioni con le sue berline vincendo soprattutto gare in cui la resistenza sulla lunghissima distanza erano determinanti, come il raid Londra-Sidney 1977 e poi nei massacranti rallyes extraeuropei di campionato mondiale, come il Safari Kenya e il Costa d'Avorio, dove la robustezza dei suoi modelli aveva trovato terreno ideale. Dopo alcune gare di "collaudo", la Mercedes 450 SLC aveva vinto, occupando le prime quattro posizioni, il rally di Costa d'Avorio 1979, ultima gara del mondiale. Quell'anno i duellanti per il titolo piloti, Waldegard e Mikkola, avevano disputato tutte le gare con la Ford Escort (vincitrice del titolo costruttori), ma nelle due gare africane del Safari e Costa d'Avorio aveva utilizzato appunto le Mercedes.
      Nel 1980, il campione in carica Waldegard viene assunto dalla Mercedes a tempo (quasi) pieno, per una stagione d'apprendistato nei rallyes di tipo "europeo" cioé quelli considerati "sprint" (di 700 km di p.s. cosa che oggi , coi ridicolissimi rallyes di 250 km, sembra fantascienza). Lo svedese, dopo aver corso le prime due gare con la Fiat 131 (terzo a Montecarlo e in Svezia) passa sulla ingombrante 500 SLC, senza grossi risultati, se si eccettua un 2° posto di Mikkola (ingaggiato una tantum) al Nuova Zelanda, fino a che Waldegard vince l'ultimo rally in calendario, il Costa d'Avorio,  a dicembre, a giochi ormai fatti, con la "vecchia" Fiat 131 già campione per la terza volta e con Walter Rohrl al suo primo titolo (4 vittorie stagionali, uguagliato il record di Ove Andersson del '71, sì, quello che dirigeva il team Toyota in F1 negli anni 2000).
      Intanto, dopo il Tour de Corse, in cui si era matematicamente laureato  campione del mondo, la Mercedes aveva già annunciato di aver ingaggiato Walter Rohrl per il 1981.
      A questo punto, nel novembre 1980 su AS si leggeva:
      “…Rohrl piloterà una 500 SL , si tratta della versione Hard-Top più corta di 30 cm della SLC attualmente usata e disputerà cinque rallies mondiali e precisamente il Safari, Argentina, Brasile, Bandama e Acropolis, inoltre in più due rallies per la scuderia Kassel……..cioè il Montecarlo e il Portogallo
      Inoltre Rohrl avrà in programma quattro gare del campionato tedesco….e inoltre dovrà effettuare delle prove con la piccola nuova Mercedes che monterà un motore 2,3 litri, 4 valvole per cilindro, e doppio albero a camme in testa che dovrebbe sviluppare circa 300 CV per un peso ben inferiore a 1000 kg….”

      Eppure, come facevano notare alcuni addetti ai lavori, la 500 SLC le aveva già prese pesantemente nel 1980 dalla 131 e quindi in MB sapevano chiaramente che non era competitiva, e dalla 500 SL pur più corta e più leggera non si potevano certo aspettare miracoli.
      Successivamente, durante alcuni test promozionali, Rohrl ebbe un pericoloso incidente con la Mercedes, ma senza danni all’equipaggio.
      A dicembre, Waldegard come detto vince con la Mercedes in Costa d’Avorio, e tutto pareva pronto per il primo mondiale disputato a tempo pieno nell’81.
      Ma ecco che, il 18 dicembre 1980, scoppia la “bomba”: la Mercedes si ritira dalle competizioni e lascia liberi Rohrl e Waldegard, che di fatto restano a piedi.
      Ecco il servizio su AS n.52/1 del 30 dicembre ’80 / 6 gennaio ’81:
       



    • By leopnd
      2020 Rally Italia Sardegna



      www.rallyitaliasardegna.com
    • By sundance76
      Per chi  la storia la vuol conoscere, propongo la piacevolissima lettura dell'incredibile e avvincente cronaca di corsa del rally della Costa d'Avorio 1982 (quasi cinquemila km di corsa), gara decisiva per l'assegnazione del titolo mondiale tra Walter Rohrl (Opel Ascona, 2 ruote motrici) e Michéle Mouton (la prima donna a vincere gare del mondiale rally, su Audi Quattro a trazione integrale).
       
      Poi si confronti il tutto con le recenti lamentele dei piloti per il rally di Sardegna di un mese fa, che criticavano una tappa di 200 (dico duecento) km, che, si badi bene, era il totale tra trasferimenti e delle prove speciali. A tali lamentele, la stessa Mouton (quella che nell'82 lottava per il Mondiale e che oggi fa parte della FIA nella commissione rally) ha risposto che ci sono anche altri mestieri e che nessuno gli ha ordinato di fare i piloti da rally...
       
       
       

       

  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...