Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

European F3 Championship 2014


Recommended Posts

Il figlio di Jos a quanto si dice è bravo.

 

Non ne faccio un problema di bravura o meno, quanto al fatto che anche la F3, che è relativamente a "buon mercato" (circa 400.000 euro per una stagione) se vuole riempire lo schieramento lo deve solo ai figli di papà .

 

I campionati nazionali sono stati cancellati (anche il BF3!!!). Negli anni 90 in Italia c'erano dai 40 iscritti in su, si correvano 2 o anche 3 batterie a seconda degli autodromi.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

  • Replies 237
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma soprattutto

In effetti lo strapotere di motore di Verstappen in gara 2 è stato imbarazzante. Alla Rivazza era ben dietro a Giovinazzi eppure sotto alla bandiera lo ha bruciato. Un controllino fatto bene alla ben

Baldisserri era impegnato al muretto, prima per la gara della F4 e poi per la qualifica 2 della F3. Vedo di beccarlo domattina.   Nel paddock ci sono anche Ghinzarlo e Dindo. Quest'ultimo, quando

Posted Images

Non ne faccio un problema di bravura o meno, quanto al fatto che anche la F3, che è relativamente a "buon mercato" (circa 400.000 euro per una stagione) se vuole riempire lo schieramento lo deve solo ai figli di papà .

 

I campionati nazionali sono stati cancellati (anche il BF3!!!). Negli anni 90 in Italia c'erano dai 40 iscritti in su, si correvano 2 o anche 3 batterie a seconda degli autodromi.

 

 

E' la grande politica della riduzione dei costi ,sbandierata da uno(Todt) che ha vissuto gli ultimi suoi 25 anni di carriera "agonistica" in megastrutture faraoniche i cui ultimi problemi erano quelli di budget...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Non ne faccio un problema di bravura o meno, quanto al fatto che anche la F3, che è relativamente a "buon mercato" (circa 400.000 euro per una stagione) se vuole riempire lo schieramento lo deve solo ai figli di papà .

 

I campionati nazionali sono stati cancellati (anche il BF3!!!). Negli anni 90 in Italia c'erano dai 40 iscritti in su, si correvano 2 o anche 3 batterie a seconda degli autodromi.

Infatti quello che dici non è sbagliato, dicevo solo che tra i tanti figli di papà  presenti Max Verstappen mi sembra il più valido, era solo un osservazione, condivido quanto hai scritto.

Link to post
Share on other sites

Budapest, gara 2: Ocon trionfa in scioltezza

 

Dominio totale di Esteban Ocon nella gara 2 del FIA Formula 3 European, che ha aperto ad una doppietta targata Prema sul circuito ungherese di Budapest. Una vittoria mai messa in discussione, quella del pilota del programma Junior Lotus, che non ha lasciato nulla, se non le briciole, agli avversari. L’ottima partenza dalla pole position, lo ha messo in condizione di fare la sua gara, imponendo agli avversari un ritmo insostenibile e creando fin dalle prime tornate un grande divario, quindi chiudendo col considerevole vantaggio di 6"977 sul compagno di squadra Antonio Fuoco sotto la bandiera a scacchi.

 

Il 18enne pilota cosentino di casa Prema è stato autore di una gara pulita e senza errori, mantenendo un ottimo passo durante i 21 giri di gara e riuscendo a tenere testa al “pressing” di Lucas Auer nelle tornate finali, con quest’ultimo che, tuttavia, non ha mai dato l’impressione di essere realmente in grado di superarlo, anche grazie alle risposte del pilota FDA. Terzo posto di Auer, quindi, davanti al compagno di squadra Felix Rosenqvist, il quale ha tenuto a distanza il vincitore di gara 1, Tom Blomqvist, con il figlio d’arte che non è mai riuscito ad avvicinarsi alle due monoposto Mucke, ma risultando comunque il migliore del team Carlin, davanti al compagno di scuderia Antonio Giovinazzi.

 

Stavolta protagonista in negativo, Max Verstappen ha pagato cara la sua irruenza, andando ripetutamente oltre il cordolo della curva 4. Passaggi che hanno costretto i commissari ad imporgli un drive-through, che l’ha fatto precipitare fino alla 16esima posizione, davanti a Jake Dennis. La partenza anticipata di quest’ultimo, che l’aveva lanciato dalla nona alla quarta piazza alla prima curva, ha insospettito i commissari, i quali, dopo una breve investigazione, gli hanno comminato la stessa penalità  dell’olandese. Gli stewards hanno inoltre punito, per lo stesso motivo, anche Richard Goddard, Alexander Toril, Jules Szymkowiak e Sean Gelael, quest’ultim protagonista anche di un testacoda all’uscita della chicane.

 

Domenica 1 giugno 2014, gara 2

1 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 21 giri in 34'14"307

2 - Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 6"977

3 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 7"373

4 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 8"294

5 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 9"449

6 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 12"957

7 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 13"473

8 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 25"804

9 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 26"769

10 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 28"559

11 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 29"086

12 - Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 30"844

13 - Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 33"778

14 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 34"479

15 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Jo Zeller - 34"987

16 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 39"234

17 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 40"163

18 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Jo Zeller - 54"569

19 - Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 54"978

20 - Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 59"340

21 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 1'01"572

22 - Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'03"029

23 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'05"301

24 - Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1 giro

 

Giro più veloce: Esteban Ocon in 1'37"049

 

Ritirati

1° giro - Jordan King

 

Il campionato

1.Ocon 207 punti; 2.Blomqvist 142; 3.Auer 122; 4.Fuoco 85; 5.Rosenqvist 76; 6.King 70; 7.Giovinazzi 69; 8.Verstappen 68; 9.Dennis 54; 10.Latifi 48.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=44919&cat=7

Link to post
Share on other sites

Budapest, gara 3: Ocon danza nella pioggia

 

Niente da fare: Esteban Ocon è stato irraggiungibile per tutti anche nella seconda gara odierna del FIA Formula 3 European Championship, la terza in programma nel weekend magiaro dell’Hungaroring, a Budapest. Corsa accorciata dalla pioggia, che ha fatto capolino nelle prime battute, prima di aumentare d’intensità  dal 14esimo giro, costringendo il direttore di gara a far uscire immediatamente la safety-car, quindi ad esporre la bandiera rossa al giro numero 17, congelando di conseguenza la classifica finale con tre tornate d’anticipo rispetto alle 21 previste.

 

Il pilota transalpino della Prema, nonostante lo stop anticipato del contagiri, ha letteralmente danzato nella pioggia - caduta flebilmente nelle prime tornate di gara, salvo poi aumentare d’intensità  nelle fasi finali – non solo controllando la corsa senza alcun problema, ma costruendo un vantaggio considerevole sul compagno di squadra Antonio Fuoco. La partenza sbagliata dell’italiano, della quale ne hanno approfittato sia Lucas Auer sia Felix Rosenqvist, lo ha costretto a rimboccarsi le maniche, mettendosi subito all’inseguimento delle due monoposto del team Mucke e ritrovando, pochi giri dopo, la terza posizione ai danni di Auer.

 

Rosenqvist, fino all’ottavo giro davanti a Fuoco, si è poi auto-eliminato dalla corsa al podio (lasciando il terzo gradino al compagno di squadra) per aver ripetutamente superato i limiti del tracciato, richiamando l’attenzione dei commissari, i quali gli hanno inflitto un drive through che gli ha fatto salutare le posizioni di vertice, chiudendo 17esimo. Amaro ritiro per Sandro Zeller, colpito da Alexander Toril al settimo giro, che gli ha irrimediabilmente danneggiato la sospensione anteriore-destra. Ancora peggio è andata a Jordan King, con il team del pilota britannico (Carlin) che ha preferito evitare la sostituzione del propulsore Volkswagen – e la conseguente penalità  di 10 posizioni nelle prossime tre gare di Spa-Francorchamps -, inviando l’unità  al preparatore Spiess per la riparazione.

 

Domenica 1 giugno 2014, gara 3

1 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 17 giri 28'11"326

2 - Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 4"756

3 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 5"663

4 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 6"875

5 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 8"390

6 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 8"901

7 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 11"142

8 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 14"162

9 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 16"124

10 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 17"034

11 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 20"588

12 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 22"059

13 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 23"961

14 - Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 24"849

15 - Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 25"133

16 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Jo Zeller - 26"264

17 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 26"910

18 - Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 30"480

19 - Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 35"497

20 - Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 35"817

21 - Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 39"909

22 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 41"710

23 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 46"194

 

Ritirati

7° giro - Sandro Zeller

 

Il campionato

1.Ocon 232 punti; 2.Blomqvist 150; 3.Auer 137; 4.Fuoco 103; 5.Verstappen 80; 6.Giovinazzi 79; 7.Rosenqvist 76; 8.King 70; 9.Dennis 56; 10.Latifi 49.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=44927&cat=7

Link to post
Share on other sites

Questa è la prima gara della stagione che vedo.

 

Ci sono:

- il figlio di Stig Blomqvist

- il nipote di Gerhard Berger

- il figlio di Jos Verstappen

- il figlio di Chanok Nissany

- il figlio di Jo Zeller

- il figlio del sciùr Beretta, quello dei salami

 

:up:

 

 

Ecco un altro esempio.

Fuoco è buono? Non lo so (mi dicono che sia molto ben paraculato), però intanto si può permettere un manager che è ben dentro a un certo ambiente.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Verissimo questo, ma anche in GP2 ce ne sono tanti.

 

Stéphane Richelmi è figlio di un ex-pilota del WRC, Jean-Pierre;

Daniel Abt è figlio di Hans-Jà¼rgen e nipote di Christian, co-proprietari (anzi, ora lo è solo il padre di Daniel) del più importante team Audi nel DTM;

René Binder è figlio di Hans Binder, ex-pilota di Formula 1;

André Negrà£o è fratello di Alexandre, già  pilota conosciuto;

Johnny Cecotto non c'è nemmeno bisogno di dirlo;

Conor Daly è figlio di un altro ex-Formula 1, Derek;

Jolyon Palmer è figlio di Jonathan;

Arthur Pic è fratello di Charles, che ha corso con la Caterham fino all'altroieri.

 

Diciamo che l'alternativa al valigione pieno di sch€i è la raccomandazione di un parente. A mio avviso è meno grave che Cecotto raccomandi suo figlio piuttosto che l'intero Venezuela dia soldi per correre a Serenelli ad esempio :asd:

 

Fuoco e Marciello hanno l'FDA dietro, che garantisce sempre un posto al sole, per me entrambi non sono sprovveduti però.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Spa - Qualifica 1

Magico Ocon in pole, Fuoco terzo

 

Magico Esteban Ocon a Spa. Il francese del team Prema continua nel suo momento d'oro e anche sull'impegnativo tracciato belga ha fatto valere la propria legge al volante della fida Dallara-Mercedes. Il debuttante Ocon, leader del campionato FIA F.3, ha conquistato la sesta pole stagionale nella qualifica 1 e partirà  dal palo in gara 1. Secondo con merito il rookie più rookie di tutti, Max Verstappen. L'olandese che arriva dal karting, primo nei turni liberi del mattino, con la Dallara-Volkswagen di Van Amersfoort si è piazzato secondo ad appena 61 millesimi da Ocon.

 

Molto bene Antonio Fuoco. Il campione 2013 della F.Renault ALPS ha concluso al terzo posto con la seconda Dallara-Mercedes della Prema. Appena 176 millesimi il divario dal compagno Ocon. Buon quarto considerando i problemi avuti al mattino col cambio, Lucas Auer con la Dallara-Mercedes di Mucke. Sorprendente il quinto posto di Gustavo Menezes, compagno di Verstappen. L'americano è alla sua migliore prestazione in qualifica stagionale dopo la settima posizione ottenuta in qualifica 2 a Budapest. Dividerà  la terza fila con Tom Blomqvist, un po' sottotono considerando che proprio a Spa l'inglese del team Carlin deve dare tutto per non perdere il contatto da Ocon nella classifica generale che lo vede secondo.

 

Negativa anche la qualifica di Felix Rosenqvist, soltanto settimo davanti al rookie Jake Dennis. Tredicesimo Antonio Giovinazzi, anche lui piuttosto lontano dalle posizioni nelle quali ci si aspettava di vederlo. Positiva la prima qualifica svolta dal debuttante Santino Ferrucci, l'americano che arriva dal karting e che dopo una breve esperienza nella F.3 tedesca con Eurointernational si è piazzato sedicesimo. Ultima fila per Jordan King che ha subìto una foratura. Non ha partecipato alla sessione Dennis Van de Laar: l'olandese del team Prema si è girato nel turno libero a Pouhon ed è stato centrato pericolosamente da Goddard. Nell'urto, il telaio di Van de Laar si è seriamente danneggiato. Pilota incolume.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'10"049

Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'10"110

2. fila

Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'10"225

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'10"340

3. fila

Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'10"572

Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 2'10"601

4. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'10"625

Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 2'10"659

5. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'10"834

Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'10"933

6. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'10"976

Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'10"983

7. fila

Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 2'11"123

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 2'11"411

8. fila

Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 2'11"553

Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'11"576

9. fila

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'11"623

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'11"770

10. fila

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Zeller - 2'11"811

Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 2'11"813

11. fila

John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 2'11"854

Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'12"218

12. fila

Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'12"406

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 2'12"630

13. fila

Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 2'12"753

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45132&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spa, qualifica 2: Menezes in pole

Beretta in top ten, Fuoco KO

 

Il meteo di Spa non si smentisce e dopo aver lasciato le cose tranquille nella prima qualifica, ha deciso di rimescolare le carte all'improvviso. All'inizio della qualifica 2, ha cominciato a piovere in alcuni punti del tracciato, ma tutti sono scesi in pista con le gomme slick. A farne le spese subito sono stati Mitchell Gilbert e Antonio Fuoco, che hanno sbattuto. L'italiano è riuscito a rientrare in pit-lane, ma il crash-box e la sospensione posteriore sinistra erano irrimediabilmente danneggiati. Era dunque fondamentale trovare il momento giusto per segnare il tempo ideale e questo lo ha indovinato all'ultimo passaggio Gustavo Menezes.

 

L'americano, 19 anni, quarto nella F.3 tedesca 2013, ha infatti siglato a sorpresa la pole con la Dallara-VW del team Van Amersfoort. La squadra olandese monopolizza la prima fila di gara 2 perché secondo si è piazzato un ottimo Max Verstappen davanti a Esteban Ocon (Prema) e John Bryant-Meisner (Fortec), una novità  nelle posizioni di vertice. Notevole la prestazione di Michele Beretta che per la prima volta quest'anno, e in condizioni di pista non facili, ha saputo prendersi la top ten siglando il decimo tempo con la vettura della Eurointernational.

 

Per quanto riguarda gara 3, la pole è finita a Ocon che ha segnato il miglior secondo giro veloce e al suo fianco avrà  Bryant-Meisner mentre Beretta ha fatto ancora meglio ed è ottavo. Bene anche Tatiana Calderon, undicesima e ottava. Max Verstappen è invece risultato quinto. Crollo totale invece del team Carlin che forse per un errore di set-up ha visto tutti i suoi piloti nelle ultimissime file, soprattutto in difficoltà  Tom Blomqvist, secondo in campionato.

 

Lo schieramento di partenza di gara 2

1. fila

Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'25"458

Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'26"616

2. fila

Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'27"380

John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 2'27"647

3. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'27"767

Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'28"456

4. fila

Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 2'28"901

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'29"082

5. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'29"215

Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'29"447

6. fila

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'29"466

Jules Sziymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'29"754

7. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'29"932

Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'30"342

8. fila

Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 2'30"517

Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'30"709

9. fila

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'31"030

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'31"206

10. fila

Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 2'31"494

Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 2'31"751

11. fila

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 2'32"005

Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 2'32"333

12. fila

Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 2'32"699

Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - no time

13. fila

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - no time

 

 

Lo schieramento di partenza di gara 3 

1. fila

Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'27"897

John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 2'28"320

2. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'28"404

Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 2'29"038

3. fila

Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'29"710

Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'30"495

4. fila

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'30"495

Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'30"827

5. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 2'30"978

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'31"026

6. fila

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'31"033

Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2'31"047

7. fila

Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2'31"236

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'31"655

8. fila

Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 2'31"986

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 2'32"586

9. fila

Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 2'32"785

Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 2'32"785

10. fila

Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 2'32"861

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 2'33"396

11. fila

Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 2'33"579

Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 2'34"856

12. fila

Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 2'34"981

Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - no time

13. fila

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - no time

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45137&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spa - Gara 1

Splende la stella di Verstappen

 

Determinato, attento, grintoso, duro. Max Verstappen si è imposto così nella prima gara del FIA F.3 a Spa. L'olandese ha preso il comando a Les Combes dopo che Esteban Ocon aveva guadagnato la testa, partendo dalla pole, alla Source. Ma sul rettifilo del Kemmel, Ocon si è trovato stretto tra Lucas Auer (a destra) e Antonio Fuoco (a sinistra). All'imbocco della variante, Fuoco ha impostato la traiettoria, ma così facendo ha chiuso Ocon rompendogli la sospensione anteriore sinistra. Gara subito finita per il francese leader del campionato.

 

Verstappen ha preso le redini della corse per non mollarle più. Auer, secondo, ha navigato sempre a 8 decimi, un secondo, di distacco. Dopo la safety-car intervenuta per l'incidente a Les Combes tra Santino Ferrucci e Antonio Giovinazzi (botto piuttosto violento, piloti che si incolpavano l'un con l'altro) all'ultimissimo giro Auer si è fatto sotto a Verstappen ed ha sferrato l'attacco sul Kemmel. Ma mentre sembrava poterlo affiancare, l'olandese gli ha chiuso con durezza la porta.

 

Terzo posto per Jake Dennis che al penultimo giro, dopo avere occupato sempre la quarta piazza, ha superato Felix Rosenqvist. Lo svedese è poi scivolato al settimo posto. Grintosa gara di Tom Blomqvist, quarto dopo essere stato costretto a girare largo alla prima curva dopo il via. L'inglese ha recuperato punti importanti su Ocon. Bel quinto posto finale per Fuoco che ha avuto ragione di Felix Serralles. Peccato per Giovinazzi e il debuttante Ferrucci, che nel momento del contatto lottavano per la tredicesima piazza. Michele Beretta ha affrontato vari duelli, si è dato un gran da fare, ma all'ultimo giro ha perso due posizioni.

 

Sabato 21 giugno 2014, gara 1

1 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 15 giri

2 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 0"817

3 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 4"225

4 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 4"670

5 - Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 7"392

6 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 7"799

7 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 9"427

8 - Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 13"047

9 - Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 14"230

10 - Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 14"893

11 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 19"667

12 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 20"169

13 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 21"277

14 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 21"841

15 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 22"462

16 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 23"240

17 - Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 25"584

18 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 26"183

19 - Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 27"905

20 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 29"256

21 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 31"463

22 - Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 32"505

 

Giro più veloce: Max Verstappen 2'11"111

 

Ritirati

5° giro - Antonio Giovinazzi

5° giro - Santino Ferrucci

2° giro - Alexander Toril

0 giri - Esteban Ocon

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45145&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spa - Gara 2

Verstappen continua ad impressionare

 

Non contento di aver vinto la prima gara di Spa, Max Verstappen con la Dallara-Volkswagen del team Van Amersfoort si è imposto con autorità  anche nella seconda corsa. Partito dalla seconda piazzola, Verstappen ha resistito agli attacchi di un volitivo Esteban Ocon e al 1° passaggio era già  davanti al gruppo avendo superato il poleman Gustavo Menezes. Ocon però, gli è stato incollato per quasi tutta la corsa, ma non ha mai trovato lo spunto per averne ragione, neanche dopo la safety-car intervenuta per un violento impatto contro le gomme di Les Combes di Felix Serralles, spinto fuori da Lucas Auer che era montato sul cordolo interno perdendo poi la linea ideale.

 

Verstappen incanta ancora su uno dei tracciati più difficili del campionato e il merito va anche al team Van Amersfoort capace di portare Menezes al terzo posto finale. Ocon dopo il ritiro in gara 1, ha incassato 18 punti d'oro considerando che il suo diretto inseguitore nella classifica generale, Tom Blomqvist, nelle due corse ne ha recuperati 16. Alle spalle dei primi tre, è accaduto praticamente di tutto. Oltre al brutto incidente di Serralles, si è assistito a un gran numero di duelli e sorpassi tanto che era praticamente impossibile tenere un contagiri.

 

Felix Rosenqvist ha concluso quarto davanti a una strepitosa Tatiana Calderon, capace di rimanere al vertice dopo la bella qualifica. Grande il recupero di Jake Dennis, quinto da ventiduesimo che era in griglia di partenza. Notevole anche il recupero di Blomqvist, settimo da ventitreesimo. Ottavo Antonio Giovinazzi da diciannovesimo al via e che si è ben ripreso dopo l'incidente di gara 1 con Santino Ferrucci, che non è partito per la vettura troppo danneggiata.

 

Fuori dai punti, che avrebbero meritato, Alexander Toril e John Bryan-Meisner, con lo spagnolo che ha mandato in testacoda lo svedese nel finale a Les Combes. Michele Beretta, che partiva dalla quinta fila, alla frenata di Les Combes al 1° giro ha tamponato Jules Szymkowiak. Subito KO anche Antonio Fuoco che partiva ultimo dopo l'incidente immediato in qualifica 2.

 

Sabato 21 giugno 2014, gara 2

1 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 15 giri 35'48"572

2 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 0"805

3 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 1"842

4 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 3"021

5 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 7"992

6 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 9"257

7 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 11"609

8 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 12"113

9 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 13"221

10 - Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 13"411

11 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 14"250

12 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 14"948

13 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 16"418

14 - Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 17"332

15 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 17"688

16 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 18"400

17 - Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 20"427

18 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 24"494

 

Giro più veloce: Esteban Ocon 2'11"410

 

Ritirati

13° giro - Alexander Toril

8° giro - Felix Serralles

8° giro - Lucas Auer

2° giro - Felipe Guimaraes

1° giro - Antonio Fuoco

1° giro - Michele Beretta

1° giro - Jules Szymkowiak

 

Il campionato

1.Ocon 250; 2.Blomqvist 166; 3.Auer 155; 4.Verstappen 130; 5.Fuoco 113; 6.Blomqvist 94; 7.Giovinazzi 81; 8.Dennis 79; 9.King 72; 10.Latifi 55.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45154&cat=7

Link to post
Share on other sites

Spa - Gara 3

Storica tripletta di Verstappen

 

Incredibile tripletta di Max Verstappen nella tappa belga di Spa del FIA F.3. Non pago delle due vittorie ottenute sabato nelle prime due gare, l'olandese del team Van Amersfoort ha centrato con la Dallara-Volkswagen il terzo successo nella terza corsa resistendo ai continui attacchi di Esteban Ocon. Verstappen pareva un pilota consumato, esperto, e non un ragazzo che soltanto pochi mesi fa correva nel karting, seppur a livello mondiale. Il doppio sorpasso con il quale al 1° giro si è impossessato del primo posto, all'esterno a Les Combes su John Bryant-Meisner e Ocon, è stato da antologia e finirà  sicuramente nelle immagini di archivio della categoria. Così come da applausi è stata la replica immediata all'attacco con sorpasso di Ocon sempre a Les Combes. Semplicemente imbattibile, questo il Verstappen che si è presentato a Spa.

 

Ocon, del team Prema, si è quindi dovuto accontentare di un altro secondo posto che, sebbene non lo abbia troppo soddisfatto, almeno a giudicare dal volto non allegro sul podio, gli ha portato altri 18 punti dopo quelli di gara 2, bottino che gli consente di allungare ulteriormente su Tom Blomqvist. L'inglese del team Carlin, dalla dodicesima fila si è prodigato in una spettacolare rimonta che lo ha portato al sesto posto finale. Ma in casa Carlin dovranno riflettere non poco per quell'errore in qualifica 2 che ha pesantemente condizionato non solo la seconda e la terza corsa di Blomqvist, ma anche quella di tutti gli altri loro piloti.

 

Il terzo gradino del podio non è sfuggito a Gustavo Menezes, che con l'altra vettura del team Van Amersfoort, ha ripetuto il risultato di gara 2 sfruttando al meglio l'ottimo lavoro svolto in qualifica 2. Bel quarto posto per Felix Serralles che premia il team West Tec per il lavoro svolto nel recuperare la vettura estremamente danneggiata in gara 2 dopo il contatto con Lucas Auer a Les Combes. Notevole anche la prestazione di Nicholas Latifi, quinto per il team Prema dopo aver vissuto vari duelli ed aver resistito all'assalto finale di Blomqvist. Bello anche il recupero dalle retrovie di Jake Dennis, settimo.

 

Undicesimo Antonio Giovinazzi, protagonista di un contatto all'ultima variante che ha eliminato un arrabbiato Hector Hurst. Dopo aver saltato gara 2, Santino Ferrucci di Eurointernational si è presentato al via chiudendo sedicesimo davanti ad Antonio Fuoco, rimasto incastrato nelle retrovie dopo un drive through per non avere rispettato le bandiere gialle. Per Fuoco, un fine settimana che ha ricordato quello negativo di Pau, salvato in parte dal quinto posto di gara 1. Ha concluso ventesimo Michele Beretta che partiva ottavo e nei primi chilomeetri di corsa ha subito pers posizioni.

 

Domenica 22 giugno 2014, gara 3

1 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 15 giri 35'47"919

2 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 0"495

3 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 2"266

4 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 3"090

5 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 3"912

6 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 4"230

7 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 5"284

8 - Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 6"108

9 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 7"525

10 - Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 9"188

11 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 10"083

12 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 10"527

13 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 12"423

14 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 12"950

15 - Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 13"053

16 - Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 13"399

17 - Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 14"067

18 - Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 17"219

19 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 17"851

20 - Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 18"782

21 - Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 23"040

22 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 43"446

23 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1 giro

 

Giro più veloce: Esteban Ocon 2'11"280

 

Ritirati

10° giro - Felipe Guimaraes

8° giro - Hector Hurst

6° giro - Sandro Zeller

 

Il campionato

1.Ocon 268; 2.Blomqvist 174; 3.Auer, Verstappen 155; 5.Fuoco 113; 6.Blomqvist 96; 7.Dennis 85; 8.Giovinazzi 81; 9.King 73; 10.Latifi 65.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45163&cat=7

Link to post
Share on other sites

Ieri ho visto gara 2.

 

Verstappen è certamente il migliore tra i vari "figli di", però ho avuto la sensazione che Ocon si sia accontentato.

 

Ottimo anche Blomqvist jr. Il fatto che sul dritto non riuscisse a prendere la scia a Latifi spiega molte cose.

 

Molto brava anche Tati Calderon, soprattutto considerando che si correva a Spa, mica a Binetto.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Beh Ocon con il vantaggio che ha può certamente permetterselo. Verstappen sta crescendo in maniera impressionante, mai avrei creduto un rookie in Formula 3 così forte, a Spa per giunta.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Nel Consiglio Mondiale di oggi si è parlato anche della Formula 3. Dall'anno prossimo ci sarà  una serie in Medio Oriente in prova unica, che si disputerà  a gennaio in Bahrain.

 

Inoltre l'omologazione dei telai 2012-2015 è stata estesa al 2017, per ridurre i costi. Altre modifiche sono state apportate al regolamento tecnico, ma verranno svelate più avanti.

Link to post
Share on other sites

Norisring, qualifica 1: Rosenqvist in pole

 

Felix Rosenqvist ha strappato, all’ultimo giro utile, la prima pole position del weekend, in particolare quella per gara 1 del FIA Formula 3 al Norisring. Lo svedese, al termine di una tiratissima sessione di qualifica, ha fermato i cronometri in 48"082, appena tre millesimi meno rispetto al leader di campionato Esteban Ocon, che così si dovrà  accontentare di scattare dalla seconda piazzola. Il pilota della Prema ha navigato nelle posizioni basse della classifica nella prima fase, prima di fare sul serio nei minuti finali ed aggiudicarsi, così, un posto in prima fila.

 

Ma se il pilota del Junior team Lotus F.1 ha messo sull’asfalto di Norimberga una grande velocità , non altrettanta ne è stata espressa da Antonio Fuoco, finito fuori dalla top-10 insieme ai compagni di squadra Nicholas Latifi e Dennis van de Laar. Buona, intanto, la prova anche da parte del sedicenne Max Verstappen (Van Amersfoort), il quale non ha fatto che confermare l’ottimo passo mostrato durante le prove libere, dove si è imposto in entrambe le sessioni, chiudendo davanti al figlio d’arte Tom Blomqvist, che nel finale ha lasciato per strada due decimi rivelatesi preziosissimi. Terza fila tutta Mucke con Lucas Auer e Roy Nissany che dopo varie disavventure al Norisring ha ingranato la marcia giusta.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 48"082

Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"085

2. fila

Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 48"093

Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 48"262

3. fila

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 48"321

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 48"432

4. fila

Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 48"437

Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 48"439

5. fila

Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 48"466

Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 48"470

6. fila

Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"489

Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 48"495

7. fila

Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 48"509

Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"576

8. fila

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 48"646

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 48"650

9. fila

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Zeller - 48"704

Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 48"797

10. fila

Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 48"835

Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 48"838

11. fila

Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 48"858

Felipe Guimaraes (Dallara-Mercedes) - Double R - 48"903

12. fila

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 48"955

Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 48"979

13. fila

John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 49"051

Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 49"342

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45241&cat=7

Link to post
Share on other sites

Norisring, gara 1: Verstappen fa ancora centro

 

Quarto successo di fila per Max Verstappen nell’Europeo FIA di Formula 3. Nella prima gara del Norisring ha nuovamente battuto Esteban Ocon come accaduto in gara 2 e 3 a Spa. Sul breve e veloce cittadino tedesco, lo spettacolo non è mancato ancora una volta, con una corsa caotica che ha riservato tante sorprese. Fin dalla partenza: Felix Rosenqvist ha difeso bene la sua pole position sullo scatenato francese di casa Prema, chiudendo in testa una prima tornata che, però, è stata condizionata dalla prima di quattro safety car, entrata subito per un contatto tra Felipe Guimaraes e Dennis Van de Laar.

 

Alla ripartenza, con un’accelerazione improvvisa, il driver del team Mucke ha preso alcuni decimi di margine sul pilota junior Lotus F.1 transalpino, che però non ha mollato niente e, al decimo giro, gli ha tirato la staccata, passando momentaneamente in testa. Per due tornate, perché nel frattempo il rientrante Verstappen, figlio dell’ex F.1 Jos, è andato a completare una piccola rimonta dalla quarta piazza, superando proprio Ocon alla fine del 12esimo giro e issandosi definitivamente in testa, nonostante altre due neutralizzazioni ed altrettante ripartenze.

 

Vittoria per il 16enne Verstappen, quindi, maturata sotto il sole di Norimberga e dopo aver mostrato i muscoli in bagarre, peraltro superando in campionato per cinque lunghezze Tom Blomqvist, finito decimo e rallentato nei primi giri da un contatto con Ocon (innocuo per il francese), nel quale ha rimediato un’ala anteriore danneggiata. Bene anche Lucas Auer, salito sul terzo gradino del podio davanti all’altra Prema guidata da un veloce Nicholas Latifi, quest’ultimo autore anche di un bel sorpasso su Rosenqvist al 22esimo giro.

 

Giornata che più nera non si può, invece, per i colori italiani. Nessuno dei nostri alfieri, infatti, ha visto la bandiera a scacchi tra i muretti e i guard-rail del tracciato cittadino tedesco. Le prime avvisaglie si sono intraviste fin dal via, con Antonio Giovinazzi scampato all’incidente che ha costretto alla resa Van de Laar e FGuimaraes alla prima curva. àˆ stato poi il turno di Antonio Fuoco, che, nel tentativo di superare Gustavo Menezes nello stesso tornantino a fine rettifilo, al quinto giro si è “incastrato” sulla monoposto dell’avversario, facendo uscire ancora la safety car.

 

Quasi a metà  gara, ancora (suo malgrado) protagonista Giovinazzi, che non è riuscito ad evitare nuovi guai, stavolta provocati dalla lady Tatiana Calderon. La colombiana ha inspiegabilmente rallentato in uscita dal tornante e in piena traiettoria, fcendosi tamponare proprio dall’italiano della Carlin, letteralmente decollato. Nel finale, incolpevole kappaò anche per il pilota dell’Eurointernational, Michele Beretta, colpito al tornantino da "kamikaze" Jules Szymkowiak, mentre occupava un prezioso posto in zona punti, peraltro a 5 minuti dalla bandiera a scacchi.

 

Sabato 28 giugno 2014, gara 1

1 - Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 37 giri in 35'15"791

2 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 1"125

3 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 3"432

4 - Nicholas Latifi (Dallara-Mercedes) - Prema - 6"464

5 - Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 7"013

6 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 7"687

7 - Roy Nissany (Dallara-Mercedes) - Mucke - 9"229

8 - Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 11"065

9 - Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 12"216

10 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 12"878

11 - Mitchell Gilbert (Dallara-Mercedes) - Fortec - 15"400

12 - Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 21"832

13 - Hector Hurst (Dallara-Mercedes) - West Tec - 22"002

14 - Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 22"482

15 - John Bryant-Meisner (Dallara-Mercedes) - Fortec - 22"826

16 - Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 32"776

17 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 33"968

18 - Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 4 giri

 

Ritirati

30° giro - Michele Beretta

27° giro - Jordan King

16° giro - Tatiana Calderon

15° giro - Antonio Giovinazzi

5° giro - Gustavo Menezes

5° giro - Antonio Fuoco

1° giro - Dennis van de Laar

1° giro - Felipe Guimaraes

 

Il campionato

1.Ocon 286 punti; 2.Verstappen 180; 3.Blomqvist 175; 4.Auer 170; 5.Fuoco 113; 6.Rosenqvist 104; 7.Dennis 95; 8.Giovinazzi 81; 9.Latifi 77; 10.King 73.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45252&cat=7

Link to post
Share on other sites

Certo che se uno che ha vantaggi simili non ottiene comunque podi e/o vittorie significa che non è tanto buono. Dovrebbe essere di buona famiglia, dato che ha corso anche per Target lo conosci sicuramente meglio di me.

 

In Prema il potenziale fenomeno in casa ce l'hanno, ma non è di rosso vestito :asd:

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...