Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

European F3 Championship 2014


Recommended Posts

MHSzNPi.jpg

 

Peccato che l'ingresso al paddock fosse completamente gratuito per tutti :asd:

Comunque erano due pullman, tutti rigorosamente con maglietta cappellino e striscione, cori da stadio e tanta ma proprio tanta ignoranza, tipo pretendere di entrare nel Parco Chiuso "perchè sono amico di Antonio" oppure "Hai visto, tiene pure lo sponsor Casperscai".

 

Poi vagli a spiegare che l'autodromo non si chiama più Dino Ferrari dal 1988...

come sempre "si fanno" (non dico ci facciamo perché mi dissocio) distinguere ovunque

Link to post
Share on other sites

  • Replies 237
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma soprattutto

In effetti lo strapotere di motore di Verstappen in gara 2 è stato imbarazzante. Alla Rivazza era ben dietro a Giovinazzi eppure sotto alla bandiera lo ha bruciato. Un controllino fatto bene alla ben

Baldisserri era impegnato al muretto, prima per la gara della F4 e poi per la qualifica 2 della F3. Vedo di beccarlo domattina.   Nel paddock ci sono anche Ghinzarlo e Dindo. Quest'ultimo, quando

Posted Images

Hockenheim, qualifica 1: Verstappen, settima pole

 

Settima pole stagione per Max Verstappen nella penultima qualifica 2014. Sul circuito di Hockenheim, nella sessione valevole per lo schieramento di partenza di gara 1, l'olandese del team Van Amersfoort alla guida della Dallara-Volkswagen ha beffato per un soffio, 18 millesimi, Lucas Auer che con la Dallara-Mercedes del team Mucke aveva dominato le libere. Seconda fila tutta per il team Carlin con Tom Blomqvist, che con Verstappen si gioca il titolo di vice campione, terzo davanti al compagno Antonio Giovinazzi, sempre pungente.

 

àˆ quinto un buon Jordan King, con la terza Dallara di Carlin mentre il neo campione FIA F.3 Esteban Ocon è sesto in quella che è la sua terza peggior qualifica del campionato. Solo tredicesimo Antonio Fuoco mentre Michele Beretta partirà  ventesimo, appena dietro al nuovo compagno in Eurointernational Stefano Coletti, in arrivo dalla GP2 e presente a Hockenheim per garantirsi il "pass" per la classica di fine anno a Macao, alla quale il monegasco non vuole mancare.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Max Verstappen (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 1'32"002

Lucas Auer (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'32"020

2. fila

Tom Blomqvist (Dallara-VW) - Carlin - 1'32"076

Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 1'32"341

3. fila

Jordan King (Dallara-VW) - Carlin - 1'32"379

Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'32"414

4. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'32"485

Sean Gelael (Dallara-VW) - Carlin - 1'32"535

5. fila

Felix Serralles (Dallara-Mercedes) - West Tec - 1'32"676

Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 1'32"760

6. fila

Edward Jones (Dallara-VW) - Carlin - 1'32"810

Roy Nissany (Dallara-Mercedes) . Mucke - 1'32"815

7. fila

Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'32"846

Tatiana Calderon (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1'33"031

8. fila

Nick Cassidy (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'33"044

Jules Szymkowiak (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 1'33"152

9. fila

Dennis Van de Laar (Dallara-Mercedes) - Prema - 1'33"211

Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1'33"436

10. fila

Stefano Coletti (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'33"516

Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Eurointernational - 1'33"736

11. fila

Alexander Toril (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'33"823

Richard Goddard (Dallara-Nissan) - T Sport - 1'33"897

12. fila

Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) - Zeller - 1'34"051

Wing Chung Chang (Dallara-Mercedes) - West Tec - 1'34"241

13. fila

Jake Dennis (Dallara-VW) - Carlin - 1'33"274

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=48680&cat=7

Link to post
Share on other sites

Hockenheim: qualifica 2: la risposta di Blomqvist

 

Tom Blomqvist risponde a Max Versteppen. Nella seconda sessione di qualifica valida per gara due e gara tre, il pilota della Carlin Motorsport ha siglato il miglior tempo proprio nelle battute finali dopo un crescendo che lo ha portato dapprima in terza posizione e poi in pole. Non pago, l'inglese ha ulteriormente abbassato il suo tempo lasciando Antonio Giovinazzi a 335 millesimi. La lotta per il platonico titolo di vice campione, rimasto l'unico motivo di interesse, dunque si infiamma visto che il neo acquisto della Toro Rosso non è andato più in là  della nona posizione nella qualifica valida per gara due dietro anche a Tatiana Calderon. Tom Blomqvist inoltre, scatterà  dalla pole anche in gara tre mentre Verstappen dovrà  rimontare dall'ottavo posto. Insomma i motivi di interesse per le gare di domani non sembrano mancare

 

Come detto, Antonio Giovinazzi partirà  secondo in gara due mentre per la terza frazione non è andato più in là  del quarto posto. Un peccato perché l'italiano ha mostrato un buon passo. Velocissimo nelle libere, Lucas Auer (a cui la matematica da ancora chanches per il secondo posto finale), ha siglato la terza prestazione mentre in gara tre partirà  in prima fila. Quarto Jordan King che ha chiuso davanti a Felix Rosenqvist e al neo campione della serie Esteban Ocon che ha siglato la sesta prestazione. Rosenqvist partirà  terzo nella terza frazione, King quinto e Ocon ancora sesto. Due settimi posti per Antonio Fuoco mentre il “deb” Stefano Coletti ha siglato la ventunesima posizione per entrambe le gare. Ventiduesimo e ventitreesimo posto per Michele Beretta. Da segnalare un'interruzione per un'uscita di Nick Cassidy.

 

Lo schieramento di partenza di gara 2

1. fila

Tom Blomqvist (Dallara-VW) – Carlin – 1'31”817

Antonio Giovinazzi (Dallara–VW) – Carlin - 1'32”152

2. fila

Lucas Auer (Dallara–Mercedes) – Mucke – 1'32”245

Jordan King (Dallara–VW) – Carlin – 1'32”403

3. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) – Mucke – 1'32”414

Esteban Ocon (Dallara–Mercedes) – Prema - 1'32”422

4. fila

Antonio Fuoco (Dallara–Mercedes) – Pream – 1'32”433

Tatiana Calderon (Dallara–Mercedes) – Zeller - 1'32”754

5. fila

Max Verstappen (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'32”832

Sean Galael (Dallara–VW) – Carlin - 1'32”840

6. fila

Roy Nissany (Dallara–Mercedes) – Mucke – 1'32”922

Gustavo Menezes (Dallara–VW) – Van Amersfoort - 1'32”950

7. fila

Dennis Van de Laar (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'33”000

Edward Jones (Dallara–VW) – Carlin - 1'33”039

8. fila

Felix Sérrallés (Dallara–Mercedes) – West Tec – 1'33”177

Santino Ferrucci (Dallara–Mercedes) – Fortec - 1'33”321

9. fila

Jules Szymkowiak (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'33”391

Richard Goddard (Dallara–Nissan) – T Sport – 1'33”890

10. fila

Alexander Toril (Dallara–Nissan) – T Sport - 1'33”894

Stefano Coletti (Dallara–Mercedes) – Eurointernational – 1'34”028

11. fila

Michele Beretta (Dallara–Mercedes) – Eurointernational - 1'34”362

Sandro Zeller (Dallara–Mercedes) – Zeller – 1'34”397

12. fila

Wing Chung Chang (Dallara–Mercedes) – West Tec - 1'34”448

Nick Cassidy (Dallara–Nissan) – T Sport – s.t.

13. fila

Jake Dennis (Dallara–VW) – Carlin - 1'33”472 **

 

Penalizzato di 10 posizioni per cambio motore

 

 

Lo schieramento di partenza di gara 3 è determinato dai migliori secondi tempi della qualifica 2

1. fila

Tom Blomqvist (Dallara-VW) – Carlin – 1'31”987

Lucas Auer (Dallara–Mercedes) – Mucke – 1'32”286

2. fila

Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) – Mucke – 1'32”429

Antonio Giovinazzi (Dallara–VW) – Carlin - 1'32”545

3. fila

Jordan King (Dallara–VW) – Carlin – 1'32”669

Esteban Ocon (Dallara–Mercedes) – Prema - 1'32”710

4. fila

Antonio Fuoco (Dallara–Mercedes) – Pream – 1'32”763

Max Verstappen (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'32”846

5. fila

Sean Galael (Dallara–VW) – Carlin – 1'32”848

Gustavo Menzes (Dallara–VW) – Van Amersfoort - 1'33”113

6. fila

Edward Jones (Dallara–VW) – Carlin - 1'33”201

Roy Nissany (Dallara–Mercedes) – Mucke – 1'33”330

7. fila

Felix Sérrallés (Dallara–Mercedes) – West Tec – 1'33”333

Dennis van de Laar (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'33”356

8. fila

Jules Szymkowiak (Dallara–VW) – Van Amersfoort – 1'33”392

Tatiana Calderon (Dallara–Mercedes) – Zeller - 1'33”456

9. fila

Santino Ferrucci (Dallara–Mercedes) – Fortec - 1'33”513

Richard Goddard (Dallara–Nissan) – T Sport – 1'33”949

10. fila

Alexander Toril (Dallara–Nissan) – T Sport - 1'34”012

Stefano Coletti (Dallara–Mercedes) – Eurointernational – 1'34”088

11. fila

Wing Chung Chang (Dallara–Mercedes) – West Tec - 1'34”550

Michele Beretta (Dallara–Mercedes) – Eurointernational - 1'34”558

12. fila

Sandro Zeller (Dallara–Mercedes) – Zeller – 1'34”563

Nick Cassidy (Dallara–Nissan) – T Sport – s.t.

13. fila

Jake Dennis (Dallara–VW) – Carlin - 1'33”627 **

 

** Penalizzato di 10 posizioni per cambio motore

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=48682&cat=7

Link to post
Share on other sites

Hockenheim, gara 1: a Verstappen il primo round

 

Gli inglesi la definiscono una vittoria “from light to flag”. Un modo per definire un successo mai stato in dubbio fin dai primi metri. Così è stato per Max Verstappen che si è aggiudicato la prima delle tre corse ad Hockenheim. L'olandese è scattato molto bene dalla pole mantenendo il comando alla prima virata, evitando poi di cadere nelle trappole del tornantino, da sempre teatro di attacchi e toccate. Passati i primi metri, il pilota di Van Amersfoort ha via via guadagnato terreno. Raggiunto un margine di sicurezza ha badato a non forzare e a non commettere errori fino al traguardo. Con la vittoria numero dieci, l'olandese ha così guadagnato punti nella lotta per il ruolo di vice campione. Fra lui e Tom Blomqvist ci son ora tredici punti a favore di Max.

 

Blomqvist infatti, ha chiuso al terzo posto al termine di una gara estremamente lineare. Prima del britannico è però arrivato un ottimo Lucas Auer. Veloce fin dalle libere, l'austriaco ha mantenuto la seconda posizione in partenza. Nelle prime tornate ha dato la sensazione di poter raggiungere Verstappen, ma è stata solo un'illusione e così si è accodato accontentandosi di un secondo posto molto buono. Come detto, terzo è arrivato Blomqvist. Anche per lui la gara si è decisa in partenza. Passati i momenti caldi ha badato al risultato. Tom scatterà  però in pole nelle prossime due gare ed avrà  la possibilità  di recuperare punti a Verstappen visto che l'olandese partirà  indietro.

 

Quarto Antonio Giovinazzi autore di una bella gara nella quale ha preceduto Felix Rosenqvist capace in partenza di recuperare posizioni. Sesto posto per Jordan King. Il britannico si è preso la posizione sorpassando il neo campione della serie Esteban Ocon dopo che questi ha lasciato aperta la porta al tornantino. Il neo campione ha provato a replicare, ma ha desistito quasi subito. Quattordicesimo posto finale per Antonio Fuoco che era risalito fino all'undicesima posizione prima di perdere ancora posizioni. Ritirati Stfano Coletti e Michele Beretta con quest'ultimo che ha picchiato contro le barriere dopo essere arrivato largo alla prima curva.

 

Sabato 18 ottobre 2014, gara 1

1 - Max Verstappen (Dallara-VW) – Van Amersfoort– 22 giri 34'20”525

2 – Lucas Auer (Dallara-Mercedes) – Mucke – 3”783

3 – Tom Blomqvist (Dallara-VW) – Carlin – 10”143

4 – Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) – Carlin – 11”659

5 – Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) – Mucke – 14”467

6 – Jordan King (Dallara-VW) – Carlin – 16”260

7 – Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) – Prema – 18”622

8 – Gustavo Menezes (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 22”142

9 – Felix Serrallés (Dallara-Mercedes) – West Tec – 27”519

10 – Sean Galael (Dallara-VW) – Carlin – 30”659

11 – Roy Nssany (Dallara-Mercedes) – Mucke – 33”090

12 – Tatiana Calderòn (Dallara-Mercedes) – Zeller – 37”674

13 – Edward Jones (Dallara-VW) – Carlin – 39”268

14 – Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) – Prema – 41”054

15 – Jake Dennis (Dallara-Vw) – Carlin – 42”228

16 – Nick Cassidy (Dallara-Nissan) – T Sport – 46”531

17 – Dennis van de Laar (Dallara-Mercedes) – Prema – 50”599

18 – Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) – Zeller – 1'01”327

19 – Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) - Fortec – 1'03”308

20 – Richard Goddard (Dallara-Nissan) – T Sport – 1'03”876

21 – Alexandre Toril (Dallara-Nissan) – T Sport – 1'05”066

22 – Jules Szymkowiak (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 1 giro

 

Giro più veloce Max Verstappen 1'33”085

 

Ritirati

8° giro – Michele Beretta

13° giro – Wing Chung Chang

16° giro – Stefano Coletti

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=48688&cat=7

Link to post
Share on other sites

Noto che Coletti rimedia sempre delle figurone quando si impegna in Formula 3, mi pare fosse così anche l'anno scorso

 

Anche Domenico Luiso.

 

Ho appena saputo che a Hockenheim c'è la Curva do Sud

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Hockenheim - Gara 2

Blomqvist si rifà , Prema campione

 

Tom Blomqvist non ha aspettato a lungo ed ha risposto subito a Max Verstappen. Nella seconda gara il britannico ha vinto fotocopiando quanto fatto in mattinata dall'olandese. Per lui però, qualche emozione in più. Scattato benissimo, il pilota della Carlin ha cominciato a dettare il ritmo ed in breve ha preso un margine di sicurezza. Questo almeno fino al sesto giro, quando ha dovuto rallentare per la safety-car, entrata a raccogliere i troppi detriti lasciati in pista dall'ala posteriore di Michele Beretta. Al restart, Tom è rimasto freddo. Ha mantenuto la leadership ed ha incrementato il suo vantaggio fino a ricostruire quel margine che lo ha messo al sicuro fino alla bandiera a scacchi. Una vittoria pesante la sua perché gli permette di scavalcare Verstappen nella classifica generale e prendersi il secondo posto.

 

Alle sue spalle la lotta non è mancata e alla fine ha premiato Antonio Giovinazzi con una piazza d'onore meritata. Scattato secondo, l'italiano era stato passato in partenza da Lucas Auer che si era posizionato alle spalle del leader. Quando sembrava che le posizioni fossero cristallizzate, l'austriaco ha sbagliato la frenata e Antonio ha ripreso la posizione che ha mantenuto fino alla fine di una gara chiusa con la bandiera rossa a metà  dell'ultimo giro per l'incidente fra Antonio Fuoco e Jake Dennis. Le monoposto dei due erano infatti in posizione pericolosa.

 

Terzo quindi Lucas Auer che, dopo la bella partenza ha da recriminare per quell'errore che gli ha fatto perdere un ottimo piazzamento. Quarto posto per un più pimpante Estaban Ocon. Nelle prime fasi di gara, il neo campione si è reso protagonista di un sorpasso su Jordan King che è stato costretto ad allargare, e si è ritrovato così con l'ala anteriore danneggiata. Per lui obbligatoria la sosta ai box per la sostituzione e addio sogni di un buon piazzamento. Ocon ha preceduto Verstappen, decisamente in ombra dopo la perentoria vittoria di stamattina. Sbarazzatosi in un solo giro di Tatiana Calderon e Felix Rosenqvist si è poi piantato in quinta posizione senza tentare nessun sorpasso. Rosenqvist ha finito al sesto posto.

 

Settimo posto per Roy Nissany davanti all'ottima Tatiana Calderon, a Gustavo Menezes e Dennis van de Laar che ha chiuso la top ten. Da dimenticare la gara degli altri piloti italiani. Fuoco è stato tamponato e mandato in testacoda al primo giro da Sean Galael. Prodottosi in una bella rimonta, culminata con uno splendido sorpasso a Santino Ferucci, ha poi rovinato tutto urtando Dennis e ritirandosi. Stessa sorte per Beretta che ha perso l'ala posteriore dopo un tamponamento e per Stefano Coletti fermo ai box dopo pochi giri. Per fortuna a tenere alti i colori italiani ci ha pensato la Prema diventata campione fra i team già  in gara uno. Ma non c'erano molti dubbi...

 

Sabato 18 ottobre 2014, gara 2

1 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) – Carlin – 19 giri 30'37”664

2 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) – Carlin – 3”903

3 - Lucas Auer (Dallara-Mercedes) – Mucke – 5”283

4 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) – Prema – 5”986

5 - Max Verstappen(Dallara-VW) – Van Amersfoort - 8”093

6 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) – Mucke – 9”418

7 - Roy Nssany (Dallara-Mercedes) – Mucke – 12”165

8 - Tatiana Calderòn (Dallara-Mercedes) – Zeller – 13”469

9 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 16”583

10 - Dennis van de Laar (Dallara-Mercedes) – Prema – 20”189

11 - Felix Serrallés (Dallara-Mercedes) – West Tec – 23”932

12 - Jake Dennis (Dallara-VW) – Carlin – 24”577

13 - Antonio Fuoco (Dallara-Mercedes) – Prema – 24”996

14 - Jordan King (Dallara-VW) – Carlin – 26”924

15 – Edward Jones (Dallara-VW) – Carlin – 28”895

16 – Jules Szymkowiak (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 30”959

17 – Alexander Toril (Dallara-Nissan) – Tsport – 31”633

18 – Santino Ferrucci (Dallara-Mercedes) – Fortec – 32”716

19 – Sean Galael (Dallara-VW) – Carlin – 35”421

20 - Nick Cassidy (Dallara-Nissan) – T Sport – 36”774

21 – Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) – Zeller – 39”896

22 – Richard Goddard (Dallara-Nissan) – T Sport - 422565

 

Giro più veloce Tom Blomqvist 1'33”423

 

Ritirati

8° giro – Stefano Coletti

16° giro – Michele Beretta

19° giro – Wing Chung Chang

 

Il campionato

1.Ocon 472; 2.Blomqvist 405; 3.Verstappen 403; 4.Auer 340; 5.Fuoco 255; 6.Giovinazzi 228; 7.King 199; 8.Rosenqvist 186; 9.Dennis 174; 10.Latifi 128.

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=48696&cat=7

Link to post
Share on other sites

Hockenheim, gara 3: Auer chiude la stagione

 

Mancava solo lui. Dopo essere stato veloce per buona parte del fine settimana, Luca Auer ha finalmente tradotto il suo potenziale in una vittoria sonante. Nell'ultima gara della stagione, l'austriaco del team Mucke che scattava dalla prima fila ha avuto un approccio aggressivo fin dallo spegnimento del semaforo (il primo via è stato interrotto per un problema alla vettura di Gustavo Menezes) ed ha provato subito a passare il poleman Tom Blomqvist. Dopo un primo attacco, il pilota di Mucke è riuscito a passare prima del Motodrom prendendo la leadership della gara.

 

I propositi di fuga hanno però dovuto attendere perché, al tornantino, Tatiana Calderon ha centrato Felix Serralles e Jules Szymkowiak causando l'ingresso della safety-car. Al restart, l'austriaco ha dovuto guardarsi le spalle da Blomqvist, deciso a riprendere la posizione. Il britannico però, ha fallito la manovra e Auer, da quel momento in poi, è risultato imprendibile per tutti fino alla bandiera a scacchi. Vivace la gara alle sue spalle con Jordan King che si è messo in evidenza dapprima grazie ad una super partenza che dal quinto lo ha portato al terzo posto, e poi nei giri finali quando ha completato la rimonta su Tom Blomqvist che ha passato in extremis con un contatto.

 

Blomqvist si è così accontentato del terzo posto che però significa il titolo platonico di vice campione della serie visto che è arrivato davanti a Max Verstappen. Quarto Felix Rosenqvist, che per buona parte della gara ha lottato con Antonio Giovinazzi. L'italiano ha avuto anche l'occasione di passare, ma ha dovuto desistere dopo un passaggio sul cordolo. I due hanno così finito in questo ordine. Peccato per Giovinazzi che forse avrebbe meritato qualcosa di più in un fine settimana che lo ha visto sempre veloce. Max Verstappen ha chiuso sesto dopo una prestazione tutto sommato opaca. L'olandese si è messo in luce solo nel sorpasso su Esteban Ocon. Una manovra spettacolare all'ingresso del Motodrom nella quale l'olandese, all'esterno, ha affiancato il francese per poi passarlo alla curva successiva in favore di traiettoria. Un sorpasso grintoso e di classe giusto per ribadire che lui è “il prescelto”. Peccato fosse solo per il sesto posto.

 

Ocon è così arrivato settimo davanti Edward Jones, Sean Galael, e a Dennis van de Laar che ha chiuso la top ten ed ha portato a casa ancora un punto. Buona la gara di Michele Beretta che ha terminato al quattordicesimo posto dopo dei bei duelli, mentre Stefano Coletti ha dovuto ritirarsi ancora una volta. Dopo l'incidente di gara 2 ad Antonio Fuoco è stato riscontrata una frattura ad un dito e per questo non ha corso. Alla fine podio per tutti. Vincitori della gara e del campionato con René Rosin della Prema a ribadire che l'Italia gioca sempre un ruolo importante nell'automobilismo che conta.

 

Domenica 19 ottobre 2014, gara 3

1 – Lucas Auer (Dallara-Mercedes) – Mucke – 21 giri 34'16”838

2 - Jordan King (Dallara-VW) – Carlin – 3”380

3 - Tom Blomqvist (Dallara-VW) – Carlin – 4”574

4 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) – Mucke – 7”906

5 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) – Carlin – 8”707

6 - Max Verstappen(Dallara-Vw) – Van Amersfoort – 12”635

7 - Esteban Ocon (Dallara-Mercedes) – Prema – 13”810

8 - Sean Galael (Dallara-VW) – Carlin – 19”055

9 - Edward Jones (Dallara-VW) – Carlin – 23”002

10 - Dennis van de Laar (Dallara-Mercedes) – Prema – 26”806

11 - Jake Dennis (Dallara-Vw) – Carlin – 31”340

12 - Richard Goddard (Dallara-Nissan) – T Sport – 32”473

13 - Roy Nssany (Dallara-Mercedes) – Mucke – 35”338

14 – Michele Beretta (Dallara-Mercedes – Eurointernational – 38”219

15 – Santino Ferruci (Dallara -Mercedes) – Fortec – 39”030

16 – Gustavo Menezes (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 45”182

17 – Sandro Zeller (Dallara-Mercedes) – Zeller – 46”500

18 – Nick Cassidy (Dallara-Nissan) – T Sport – 52”702

19 – Wing Chung Chang (Dallara-Mercedes) – West Tec – 1'04”054

20 – Jules Szymkowiak (Dallara-VW) – Van Amersfoort – 1 giro

 

Giro più veloce Luca Auer 1'32”970

 

Ritirati

1° giro – Tatiana Calderon

1° giro – Felix Serralles

18° giro – Stefano Coletti

19° giro – Alexander Toril

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=48703&cat=7

Link to post
Share on other sites

Classifica piloti:

1. Esteban Ocon 478

2. Tom Blomqvist 420

3. Max Verstappen 411

4. Lucas Auer 365

5. Antonio Fuoco 255

6. Antonio Giovinazzi 238

7. Jordan King 217

8. Felix Rosenqvist 188

9. Jake Dennis 174

10. Nicholas Latifi 128

11. Gustavo Menezes 91

12. Félix Serrallés 82

13. Edward Jones 70

14. Dennis van de Laar 38

15. Tatiana Calderà³n 29

16. Mitchell Gilbert 28

17. Roy Nissany 26

18. Sean Gelael 25

19. Santino Ferrucci 24

20. Jules Szymkowiak 17

21. John Bryant-Meisner 6

22. Felipe Guimarà£es 5

23. Richard Goddard 3

24. Hector Hurst 3

25. Alexander Toril 1

26. Riccardo Agostini 1

 

Classifica team:

1. Prema Powerteam 740

2. Jagonya Ayam Motorsport 704

3. Mà¼cke Motorsport 605

4. van Amersfoort Racing 539

5. Carlin Motorsport 418

6. Team West-Tec 130

7. Fortec Motorsport 75

8. Jo Zeller Racing 49

9. Eurointernational 36

10. T-Sport Racing 23

11. Double R Racing 14

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...