Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

Ufficiale: la Michelin torna in MotoGp dal 2016

Questa mattina la Dorna ha annunciato che sarà  l'azienda francese il fornitore unico al posto della Bridgestone

All'inizio del mese di maggio 2014 Dorna, in accordo con la FIM, ha indetto una gara d'appalto per i produttori di pneumatici interessati a diventare fornitore ufficiale della MotoGp a partire dalla stagione 2016, quando la Bridgestone abbandonerà  la scena della classe regina alla conclusione del contratto che ha da poco rinnovato per un altro anno.

I produttori di pneumatici interessati erano stati messi nelle condizioni di richiedere le specifiche tecniche al Managing Director di Dorna, Javier Alonso; dei tre fornitori in lizza, Michelin si è aggiudicata il bando prima della scadenza del 22 maggio.

Il passo successivo nel processo sarà  l'elaborazione di un accordo commerciale tra Dorna e Michelin, come fornitore ufficiale di pneumatici, avendo già  il produttore francese dato prova delle sue capacità  tecniche per rispondere alle esigenze dell’impegnativo programma corse dei Grand Prix.

Del resto, quello dell'azienda francese sarà  solamente un ritorno e non un debutto assoluto, visto che fino al 2008 ha partecipato alla MotoGp in regime di concorrenza proprio con la Bridgestone, che poi era divenuta invece il fornitore unico.

http://www.omnicorse.it/magazine/38129/ufficiale-la-michelin-torna-in-motogp-dal-2016-come-fornitore-unico-di-gomme

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Replies 672
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Quando leggo questi mirabili capolavori di giornalismo mi torna alla mente un pezzo di questo articolo scritto da Riccardo Turcato dopo la morte di Simonsen a Le Mans   "Mi fanno piu schifo, sincera

Simoncelli,al di la del suo naturale e genuino modo di fare, è stato venduto come un prodotto televisivo,da vivo e ,soprattutto da morto.... 

La f1 da un piano serioso è stata portata a livelli bimbiminkieski mai visti. Tremo al pensiero di cosa possano fare con un prodotto che a quei livelli c'è gia.

Posted Images

Evidentemente va di moda introdurre nella Hall of Fame i piloti morti in pista. Tomizawa non ce l'hanno messo?

 

Ne parlammo tempo fa, ci hanno messo Simoncelli per la stessa motivazione di Kato.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Quella di Simoncelli nella Hall Of Fame è platealmente una mossa pubblicitaria, con tutto il bene che gli si può volere, non merita assolutamente questo riconoscimento per quanto ha fatto vedere in pista.

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Quoto tutti gli ultimi tre interventi pessima mossa , l'autodromo di Misano intitolato a lui era già  abbastanza e li cmq ero d'accordo perché alla fine era di Coriano a un tiro di sputo da Misano

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Evidentemente va di moda introdurre nella Hall of Fame i piloti morti in pista. Tomizawa non ce l'hanno messo?

 

Ne parlammo tempo fa, ci hanno messo Simoncelli per la stessa motivazione di Kato.

 

 

...della categoria mediatica...perche' dei piloti morti in pista di altre categorie non frega un cazzo a nessuno....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sta cosa di Simoncelli, con tutto il rispetto, ma mi fa accapponare la pelle. In pista non ha dimostrato NULLA che valesse un onore del genere, è solo stato molto popolare. Non che andasse piano, ci mancherebbe, ed era veramente simpatico ma siamo allo sfruttamento commerciale della sua popolarità  fino all'osso.

Michelin e Rossi non si sono lasciati benissimo, per usare un eufemismo. Se non erro la gomma di Valencia 2006 non era proprio una primizia, e se non ricordo male Rossi disse (schiettamente) tutto il peggio possibile di Michelin per tutto il 2007 (e pretese le Bridgestone con cui batté Stoner l'anno dopo). Secondo me a Valentino non mette affatto di buon umore la cosa, però come ha fatto pace con Yamaha e Jarvis potrà  penso fare lo stesso anche coi francesi.

Evidentemente va di moda introdurre nella Hall of Fame i piloti morti in pista. Tomizawa non ce l'hanno messo?

Ne parlammo tempo fa, ci hanno messo Simoncelli per la stessa motivazione di Kato.

Quella di Simoncelli nella Hall Of Fame è platealmente una mossa pubblicitaria, con tutto il bene che gli si può volere, non merita assolutamente questo riconoscimento per quanto ha fatto vedere in pista.

Purtroppo sono d'accordo.

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

D'accordo con tutti. Avevo grande simpatia per Simoncelli e dopo quell'incidente mi ci sono voluti giorni per riprendermi dallo shock, però la Hall of Fame è un'altra cosa. Alla fine si rischia di diventare ridicoli con tutti questi riconoscimenti postumi.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Tutte le Hall of Fame lasciano il tempo che trovano, lo dimostra il fatto che John Surtees (4 volte iridato della 500 e campione del mondo di F1) e Giacomo Agostini (ripeto, Giacomo Agostini) vi sono entrati appena due anni fa.

 

Detto questo, è evidente che ci siano dietro degli interessi commerciali. Se questi interessi servono a far stare un po' meglio delle persone, beh, ben vegano.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tutte le Hall of Fame lasciano il tempo che trovano, lo dimostra il fatto che John Surtees (4 volte iridato della 500 e campione del mondo di F1) e Giacomo Agostini (ripeto, Giacomo Agostini) vi sono entrati appena due anni fa.

 

Detto questo, è evidente che ci siano dietro degli interessi commerciali. Se questi interessi servono a far stare un po' meglio delle persone, beh, ben vegano.

 

 

Daccordissimo.

Link to post
Share on other sites

Molto bravo Rins, che finalmente inizia ad avere l'ottimo rendimento della passata stagione conquistando un'ottima pole position nonostante una caduta che probabilmente gli ha impedito di migliorare ulteriormente il suo tempo. Alle sue spalle Miller e Kornefil, limita i danni Fenati che completa la prima fila in quarta posizione.

 

Per quanto riguarda gli altri italiani: Antonelli 13mo, 14mo Petrucci e 17mo Bagnaia.

Link to post
Share on other sites

Tutte le Hall of Fame lasciano il tempo che trovano, lo dimostra il fatto che John Surtees (4 volte iridato della 500 e campione del mondo di F1) e Giacomo Agostini (ripeto, Giacomo Agostini) vi sono entrati appena due anni fa.

 

Detto questo, è evidente che ci siano dietro degli interessi commerciali. Se questi interessi servono a far stare un po' meglio delle persone, beh, ben vegano.

 

Sono completamente d'accordo a metà  con te  :D

 

le due cose non le si possono mischiare, la hall of fame è per chi la gloria se l'è guadagnata sul campo, accidenti allora perchè si chiamerebbe così sennò? e comunque dovrebbe essere al di sopra di qualsiasi interesse commerciale o di simpatia

Per questo quando leggo cose come la recente entrata del povero Marco mi da fastidio, molto

 

Ben venga sempre e comunque la beneficenza e l'aiuto in genere verso chi ne ha bisogno, ma non serve far parte di nessuna lista "di eletti" per poterlo fare 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Ben venga sempre e comunque la beneficenza e l'aiuto in genere verso chi ne ha bisogno, ma non serve far parte di nessuna lista "di eletti" per poterlo fare 

 

Basta dare alle varie Halls of Fame il valore qualitativo che meritano, cioè niente.

Ripeto, se fino a ieri non c'era uno come Ago...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Non è così facile, e il loro valore sarebbe indubbiamente e qualitativamente più veritiero se venissero fatte da gente qualitativamente seria e veritiera 

 

Guarda il Pallone d'oro. Stessa cosa.

Link to post
Share on other sites
  • R18 changed the title to Motomondiale 2014

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...