Jump to content
  • Sono in questa pagina   0 members

    • No registered users viewing this page.

Fernando Alonso


Ayrton4ever

Recommended Posts

Neanche li clicco i link da te riportati, mi sono bastati un paio di commenti su Twitter ieri...
Per farla breve: Alonso e' uno stronzo ingratto che ha voltato le spalle alla McLaren, ai tifosi, alla famiglia ed andra' a girare a sinistra a Indianapolis, che poi' lo puo' fare chiunque... Ecco... Grazie. Ciao.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Solite chiacchiere disinformate, soliti pregiudizi sulla IndyCar e sulle corse su ovale in generale e, aggiungerei, solita avversione nei confronti di Alonso.

Bisogna chiaramente augurare tanta fortuna a Fernando, perché deve imparare a correre su questo tipo di pista e non è uno scherzo. Specie perché il 28 maggio ci sarà gente col sangue agli occhi e pronta a non fare alcun tipo di complimento, considerando che la Indy 500 è una corsa che vale una carriera e ci sono piloti già considerati al top che ancora non l'hanno vinta (chi ha detto Will Power?). Vedendola "alla larga", il pacchetto Andretti-Honda è buono, i giapponesi hanno colmato il gap da Chevrolet e ora direi che stanno pure in vantaggio, ma non dimentichiamo che quella di Alonso è la sesta (!!!) macchina portata in gara dal grande Michael, l'avrebbe dovuta guidare Stefan Wilson per intenderci. Ci dovrà mettere anche molto del suo, però sappiamo quanto Alonso sia bravo a gestire le gare, sia che debba spingere dal primo all'ultimo chilometro sia che invece debba pensare a risparmiare la macchina (d'altronde ne ha dovute risparmiare di McLaren in questi ultimi due anni... :asd:). Per me si troverà bene, il talento c'è e non rimarrà nascosto a lungo.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Gli intenditori di pippe! Genialoidi alla tastiera, altro che divanopoli, questi si che ne sano di corse...

E bene, udite, udite, anch'io un po' tifero' Alonso, anche se, mi sta antipatico da sempre, pero', come pilota, giu' il capello e massimo rispetto per le palle quadrate che ha mostrato con questa sfida.

#MamaAnchIoVorreiGirareASinistraPerTuttaLaSera

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Comunque anche nella fogna non è che stanno messi benissimo, eh...

Utenti (alcuni anche di "alto grado") che fanno domande idiote degne di un bambino di seconda elementare tipo "quanto dura la gara" o "ma è una gara che si corre ogni anno?"...

Capisco non avere interesse, ma almeno curiamo le basi...

Cioè, io in un forum che tratta di motorsport mi vergognerei a postare domande simili. Se non ho "familiarità" con l'argomento quantomeno, prima, provvedo ad informarmi un po'...

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Fernando Alonso (@alo_oficial): Excited. I love RACING. I'm just a RACER. Indy 500 here we come!!!

Marco Andretti (@MarcoAndretti): Welcome to the team @alo_oficial. This is big for the sport!

Alexander Rossi (@AlexanderRossi): Welcome to the crew @alo_oficial. Look forward to working with you next month...

Ryan Hunter-Reay (@RyanHunterReay): Welcome to the team @alo_oficial!! The epitome of a true racer. Huge undertaking, big crossover taking it head on. Look fwd to working w/you

Scott Dixon (@scottdixon9): This is Mega! Welcome Alonso. Your going to love it! #IndyCar #Indy500

James Hinchcliffe (@hinchtown): Between news of @alo_oficial running the #Indy500 and all the United Airlines memes, the internet is pretty awesome today.

Tony Kanaan (@TonyKanaan): Welcome to the greatest race in the world @alo_oficial. You will have a lot fun.

Josef Newgarden (@josefnewgarden): Welcome @alo_oficial and @McLarenF1 to the greatest race in the world. #Indy500

Juan Pablo Montoya (@jpmontoya): What good news to have @alo_oficial on @IndyCar for the #Indy500. There we will see each other.

Oriol Servia (@oriolservia): Hey @jimmiejohnson, I have a feeling this @alo_oficial announcement has increased a little itch you may have... ;)

Simon Pagenaud (@simonpagenaud): Fantastic news this am! Excited to race @alo_oficial & @McLarenF1 in #indianapolis500 with @FollowAndretti this year! #alonsoinindy

Graham Rahal (@GrahamRahal): Not gonna lie, pretty pumped to see @alo_oficial in @indycar for the #Indy500. Nice work by @ZBrownCEO & @McLarenF1! Welcome Fernando!

Conor Daly (@conordaly22): Who is taking @alo_oficial to Long's Bakery first? #Indy500 #tradition

Max Chilton (@maxchilton): Welcome to the fastest motor race in the world @alo_oficial!Great to have a world champion on the grid.

Indianapolis Motor Speedway (@IMS): "This is not fake news." Here @IMS, Hulman Co. President & CEO Mark Miles welcomes @alo_oficial to @IndyCar & the #Indy500!

John Oreovicz (@indyoreo): @alo_oficial running the Indy 500 is the biggest IndyCar driver announcement since @nigelmansell for the 1993 season.

Andrew Benson (@andrewbensonf1): @alo_oficial what an absolute legend. Could he win Indy 500 at first attempt? Graham Hill did it. ALO wants to win Monaco, Indy & Le Mans

Andretti Autosport (@FollowAndretti): Happy Wednesday! We have some BIG news for you this morning. Welcome to our #Indy500 family @McLarenF1 @McLarenIndy & @alo_oficial!

Media

David Malsher (@DavidMalsher), motorsport.com: “Fernando Alonso’s presence would have caused a stir if he had simply visited Indy – or indeed, any IndyCar race – as a mere spectator. His plan to actually compete in the 101st Indianapolis 500, foregoing the Monaco GP as Clark and Chapman did more than half a century ago, is beyond amazing. And, there is no way Alonso is doing this just for the experience. He’s deadly serious about trying to claim motorsport’s Triple Crown of Monaco (which he claimed with Renault in 2006 and McLaren in ’07), the Indy 500 and the 24 Hours of Le Mans.”

Tony DiZinno (@TonyDiZinno), NBCSports.com: “It’s hard to see this as anything other than a massive positive for a race where one extra driver can make a big difference. And for Alonso, it’s a masterstroke in terms of writing a chapter of his career where he knows he’s going into a big challenge, is taking it with open arms, and has the support of his team, his engine manufacturer and one of the most famous last names in motorsport all at his side. We don’t know where he’ll finish in May, but in terms of an announcement, Alonso, McLaren, Honda, Andretti and Indianapolis have already won.”

Jim Ayello (@JamesAyello), Indianapolis Star: “The legacy and luster of the Indianapolis 500 proved too alluring for Fernando Alonso to withstand any longer. The two-time Formula One champion and three-time runner-up could no longer resist the thrill of driving on motor sports’ grandest stage on this side of the Atlantic Ocean, even though it meant missing another monumental race.”

Laurence Edmondson (EdmondsonESPNF1), F1 Editor, ESPN.com: “If you had to pick a driver to represent Formula One at the Indy 500, it would be Fernando Alonso. Intelligent, determined and above all fast, Alonso has what it takes to adapt to a completely new car in a limited timeframe and be competitive.”

Chris Medland (@ChrisMedlandF1), RACER.com: “He will know the challenge facing him, but Alonso has all the tools he needs in order to be competitive at the Brickyard. Throughout various eras of Formula 1 he has proven himself adaptable to each type of chassis, boasting incredible sensitivity to the way his car evolves during a race, and being able to drive around its weaknesses with seemingly little impact on his speed. They are skills that command the highest respect from his rivals … Heading to the 500 isn't part of a swansong for Alonso, it's an opportunity to prove himself in a different arena. He will command instant respect, and earn it from any doubters once the flag drops. Whether his hunger for a competitive car is satisfied remains to be seen, but rest assured his presence will mean millions of international viewers will swap Monaco for Indianapolis on the Sunday evening to see how he gets on.”

Bruce Martin (@BruceMartin_500), Autoweek: “For those who think Alonso has no chance to be competitive or have a shot at winning the Indy 500, just refer to last year’s race when rookie driver Alexander Rossi scored a shocking victory in only his second oval race. And that first race came on the short oval at Phoenix Raceway -- not the four-cornered, high-speed 2.5-mile Indianapolis Motor Speedway. Also, don’t forget about NASCAR Cup driver Kurt Busch’s impressive performance in the 98th Indianapolis 500 in 2014 when he finished sixth and was named Indianapolis 500 Rookie of the Year. It’s true, Busch makes a living driving in circles in NASCAR, but the stock car is much heavier and drives far differently than the much-faster Honda in the Verizon IndyCar Series.”

Michelle R. Martinelli (@MMartinelli4), USA TODAY: “The Indy 500 – scheduled for Sunday, May 28 – is also the same day as Formula One’s Monaco Grand Prix, but the iconic street race’s two-time winner explained he’s skipping it to chase something bigger. The Triple Crown of Motorsport: The Indy 500, the 24 Hours of Le Mans in France and the Monaco Grand Prix. It’s a daunting challenge for Alonso, but he said he’s “immensely excited,” comparing the Indy 500’s prestige to that of only the other two legs of the Triple Crown. If the 35-year-old driver can adjust – never having raced an Indy car or on a superspeedway – and win in Indianapolis, he’ll be one step closer to being only the second Triple Crown winner in racing history.”

Giles Richards (@Giles_Richards), The Guardian: “Whatever the ultimate rationale, and doubtless a complex combination of factors are at play here, it is impossible not to be thrilled at the chance to see Alonso take on the challenge of the Brickyard, and it is a bold decision from his team to allow him to do so – a new direction for them both and a shock that deserves not a little awe.”

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Auguro ad Alonso tutto il bene per questa emozionante avventura, e anche a me piacerebbe avere più spesso scambi di piloti tra le diverse categorie. L'unica cosa, mi lascia un po' perplesso l'esordio diretto alla 500 miglia senza prima provare un avvicinamento più graduale agli ovali. Avrei preferito un Fernando a Le Mans subito (non che sia più facile, semplicemente credo sia qualcosa di più vicino a ciò che ha fatto fino ad oggi), alla indy secondo me rischia un po' troppo, soprattutto non avendo tempo di prepararsi (in mezzo ci sono comunque i we di F1). Fernando si è già giocato 2-3 vite in F1...gli auguro di essere un gatto  

Edited by Nemo981
Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, The Rabbit ha scritto:

In effetti le Honda che curano Formula 1 e IndyCar sono cose ben distinte: Honda giapponese per la prima, Honda USA per la seconda.

Per il resto quoto tutto. I piloti "americani" hanno spesso la colpa di correre le gare che "girano in tondo". Ma non ho mai prestato tanta attenzione a chi ragiona così, perché questi non hanno la minima idea di cosa significhi correre gare su ovale, di che preparazione fisica e mentale ci sia dietro e di quale attenzione ci voglia per calcolare le strategie esatte.

Motivo per cui esprimevo le preoccupazioni di sopra circa l'impresa di Alonso. Non vorrei che la (giusta) frustrazione e la fame di dimostrare il suo (indubbio) valore unito ad una estemporanea trovata di marketing della mclaren-honda (per tirarsi fuori dal pantano di figure barbine che sta facendo in F1) lo abbiano trascinato in un impresa troppo abborracciata. Non dubito che con la giusta preparazione possa pure fare bene (anche se come fatto notare da qualcuno ci sono specialisti della categoria che la 500 non l'hanno ancora vinta), ma con gli ovali non si scherza e prendere la 500 miglia come una gita di piacere è pericoloso...  

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Nemo981 ha scritto:

Motivo per cui esprimevo le preoccupazioni di sopra circa l'impresa di Alonso. Non vorrei che la (giusta) frustrazione e la fame di dimostrare il suo (indubbio) valore unito ad una estemporanea trovata di marketing della mclaren-honda (per tirarsi fuori dal pantano di figure barbine che sta facendo in F1) lo abbiano trascinato in un impresa troppo abborracciata. Non dubito che con la giusta preparazione possa pure fare bene (anche se come fatto notare da qualcuno ci sono specialisti della categoria che la 500 non l'hanno ancora vinta), ma con gli ovali non si scherza e prendere la 500 miglia come una gita di piacere è pericoloso...  

Non penso che Alonso abbia preso la 500 miglia come una gita di piacere. Diciamo che non ha nulla da perdere: sta correndo un tipo di gara che non ha mai fatto e non penso che farà grande differenza se vinca o si schianti (magari non al primo giro, ecco :asd: ). Poi va ricordato che non è impossibile adattarsi o vincere una gara su ovale quasi senza esperienza. L'ha fatto l'anno scorso Alexander Rossi che era praticamente privo di esperienza.

Link to comment
Share on other sites

Vabbè con la "gita di piacere" ho esagerato, certo, ma volevo dire che comunque la cosa è parecchio improvvisata. E mettici che fernando certamente non è uno che si accontenta di partecipare o fare la comparsata, magari va la è vuole pure spaccare il mondo. E' questo che genera i miei timori. Vomunque sia vedremo, ovviamente farò il tifo per lui, che sia in ogni caso una bella esperienza

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Nemo981 ha scritto:

Vabbè con la "gita di piacere" ho esagerato, certo, ma volevo dire che comunque la cosa è parecchio improvvisata. E mettici che fernando certamente non è uno che si accontenta di partecipare o fare la comparsata, magari va la è vuole pure spaccare il mondo. E' questo che genera i miei timori. Vomunque sia vedremo, ovviamente farò il tifo per lui, che sia in ogni caso una bella esperienza

Io Nemo, come scrissi ad inizio stagione facendo una disamina dei piloti in pista, farò il tifo per le Coyne, le Foyt e le Carpenter. 

Dixon a mio avviso resta il meglio di tutti sempre ma ormai è già un semi Dio, Kanaan è un buon vino ma non ce lo vedo, Castroneves sarebbe uno schiaffo al mondo. L'uomo che in oltre un secolo ha vinta la 500 3 volte ma non ha mai vinto un titolo, le Penske non mi stanno troppo simpatiche tranne Newgarden. A sto punto punto su Montoya, almeno si può riprendere delle soddisfazioni, visto che il titolo non può più vincerlo. 

Degli Andretti, mah.... sono molto scettico. Magari potrebbe darsi che tutta la squadra, con ben 6 piloti in pista sia la più gettonata del lotto. Con 2 Campioni del Mondo: Hunter-Reay e Alonso, una vecchia volpe come Sato, un veterano come Marco e 2 giovani come Rossi e Harvey potrebbero avere tutte le armi per portare a casa la gara. Del resto come non veniva considerato un rookie Barrichello nel 2012 non mi sento certo di considerare neppure Alonso un rookie. 

Restano le Schmidt e Hinchliffe deve togliersi ancora il dente del 2011 al muro dell'ultima curva. 

Quindi quest'anno proietterò come ogni stagione la 500 miglia in ottica campionato. Punterò nella speranza di una Coyne (magari proprio quella), la Foyt di Munoz o addirittura la Carpenter di Hildebrand. 

La vittoria di Alonso potrebbe essere bellissima ma da una parte metterebbe ancor di più in una luce sbagliata la INDY che verrebbe vista nuovamente come la corsa che vincono tutti....

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, aleabr ha scritto:

La vittoria di Alonso potrebbe essere bellissima ma da una parte metterebbe ancor di più in una luce sbagliata la INDY che verrebbe vista nuovamente come la corsa che vincono tutti....

In effetti mi ha sempre colpito l'accessibilità di questa gara, immagino faccia parte della visione aperta delle corse USA ma la si potrebbe leggere come bisogno di prestigio/visibilità.

Il fatto che il percorso inverso sia inconcepibile, contribuisce all'idea di una F1 su un livello superiore, in quanto iperselettiva e accessibile a pochi, men che meno a stagione in corso.

Se poi uno arriva e vince, tanti saluti...

Link to comment
Share on other sites

La questione dell'esperienza è molto fuorviante: l'anno scorso Rossi (uno a caso insomma) ha percorso qualcosa come 1900 km di test durante i giorni di prove che hanno preceduto la 500 Miglia: per fare un confronto, Alonso ha percorso meno di 900 km nei test prestagionali di quest'anno con la McLaren. Insomma, avrà tutto il tempo del mondo per ambientarsi con la vettura, la pista e le problematiche che Indianapolis porta con sé.

Per quanto riguarda il debutto proprio ad Indianapolis, devo dire che non c'erano molte alternative: è vero che prima di Indy c'è Phoenix, ma il modo di correre su un ovale corto e su un superspeedway sono completamente diversi.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

A me, pur non essendo (almeno credo) del tutto ignorante in materia, la via americana di concepire le corse e le automobili in generale non è mai piaciuta granchè. I motivi sono diversi, e non voglio dilungarmi troppo. Ciononostante, la "sfida" di Alonso è interessantissima, e da seguire con attenzione. Penso ci vogliano soprattutto due palle da bowling così per prendere ed andare a Indy, specie considerando che l'alternativa era il "tranquillo" (fra virgolette, per carità) GP di Monaco. :asd: Gli faccio un grosso in bocca al lupo, meglio però non fare lo sbaglio di vederlo già vincitore, sarà dura anche per un Campione come lui risultare subito competitivo al massimo livello su un tipo di vettura e di pista tanto diverse da quelle cui è abituato.

Edited by Schumy81
Link to comment
Share on other sites

Scusate, ma forse ci dimentichiamo una cosa. Alonso è un pilota con un'esperienza immensa. E la pista di Indy in fondo è solo un altro circuito. Se con una F1 e un circuito tipico ci potrebbe mettere 5 giri ad assimilarlo, qui, sorretto dai consigli della squadra, avrà tutto il tempo di imparare. Le prove saranno importanti e speriamo non piova, ma poi avrà la gara medesima durante il suo svolgimento per prendere totale confidenza col mezzo e i suoi limiti.

D'altronde esempi precedenti non mancano: Mansell prima della 500 miglia aveva corso solo, sfracellandosi, a Phoenix, ovale corto. E non vorrei sbagliare, ma Graham Hill era debuttante e vinse, Stewart fece vedere i sorci verdi a tutti finché resse la macchina ecc.

Ci sono le premesse affinché un così grosso campione possa fare molto bene.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...