Jump to content

Recommended Posts

Formula Tangenti. Ecclestone pagò dieci milioni di dollari a Prost

Nel processo fiscale inglese sul caso Gribowky (le tangenti pagate in Germania da Ecclestone per aggiudicarsi il Circus), il vecchio Bernie lancia una bomba nel paddock: “Soldi anche Prost e Jordan, per il patto della concordia”. Trema il Circus. Se Bernie pagava nel 1998, perché non dovrebbe aver pagato anche oggi che la torta è grande il doppio? Red Bull, Mercedes e Ferrari hanno firmato da poco il rinnovo di quello stesso contratto.

http://mensurati.blogautore.repubblica.it/2013/11/08/formula-tangenti-bernie-pagai-dieci-milioni-di-dollari-a-prost/?ref=HRLV-1

Link to post
Share on other sites

ah ma l'ha scritto il grande giornalista Marco Mensurati... quello che prova a incastrare la Lazio per il calcio-scommesse da due anni e non ha trovato mezza prova...

 

Boh può essere ma non mi torna per due motivi:

1. perchè Ecclestone lo vedo più nella parte di quello che riceve che non in quella di chi paga 

2. perchè non capisco come faccia ad ammettere una cosa simile in un processo dopo averne subito un altro uguale 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Tiro su questa discussione perchè non ne ho trovata un'altra su Ecclestone.

 

Non vedevo un gran premio da prima del 15 giugno, è andata bene perchè il primo che ho rivisto è stato divertente.

 

Però. C'è un "però". L'immagine che ho tratto della Formula 1 è quella della Corea del Nord, nè più ne meno.

 

Un dittatore con poteri di vita e di "morte" su chi gli sta intorno, schiavi plaudenti il caro leader, dichiarazioni ripetute e indispettite sul fatto che tutto vada bene, nessun dissenso. 

 

E soprattutto culto della personalità : striscioni patetici di ®ingraziamento alternati a enormi scritte da padrin.... paternalistiche che ti ricordano di pensare prima di guidare.

 

Anche il più sonnolente telespettatore (chi scrive) si è accorto che vengono sempre più esposti per coprire i sempre più frequenti vuoti in tribuna. Anche il più distaccato osservatore (sempre chi scrive) è tentato di mandare a quel paese il tutto per i sorpassi con i bottoncini.

 

Grazie per questi ultimi 30 anni Kim!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tiro su questa discussione perchè non ne ho trovata un'altra su Ecclestone.

 

Non vedevo un gran premio da prima del 15 giugno, è andata bene perchè il primo che ho rivisto è stato divertente.

 

Però. C'è un "però". L'immagine che ho tratto della Formula 1 è quella della Corea del Nord, nè più ne meno.

 

Un dittatore con poteri di vita e di "morte" su chi gli sta intorno, schiavi plaudenti il caro leader, dichiarazioni ripetute e indispettite sul fatto che tutto vada bene, nessun dissenso. 

 

E soprattutto culto della personalità : striscioni patetici di ®ingraziamento alternati a enormi scritte da padrin.... paternalistiche che ti ricordano di pensare prima di guidare.

 

Anche il più sonnolente telespettatore (chi scrive) si è accorto che vengono sempre più esposti per coprire i sempre più frequenti vuoti in tribuna. Anche il più distaccato osservatore (sempre chi scrive) è tentato di mandare a quel paese il tutto per i sorpassi con i bottoncini.

 

Grazie per questi ultimi 30 anni Kim!

 

Eccheccazzo...dopo aver vinto il torneo di scopone scentifico post grigliata ero tutto eccitato all'idea di vedermi la gara registrata domani sera....

 

Uff.....

 

:D  ;)

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tiro su questa discussione perchè non ne ho trovata un'altra su Ecclestone.

 

Non vedevo un gran premio da prima del 15 giugno, è andata bene perchè il primo che ho rivisto è stato divertente.

 

Però. C'è un "però". L'immagine che ho tratto della Formula 1 è quella della Corea del Nord, nè più ne meno.

 

Un dittatore con poteri di vita e di "morte" su chi gli sta intorno, schiavi plaudenti il caro leader, dichiarazioni ripetute e indispettite sul fatto che tutto vada bene, nessun dissenso. 

 

E soprattutto culto della personalità : striscioni patetici di ®ingraziamento alternati a enormi scritte da padrin.... paternalistiche che ti ricordano di pensare prima di guidare.

 

Anche il più sonnolente telespettatore (chi scrive) si è accorto che vengono sempre più esposti per coprire i sempre più frequenti vuoti in tribuna. Anche il più distaccato osservatore (sempre chi scrive) è tentato di mandare a quel paese il tutto per i sorpassi con i bottoncini.

 

Grazie per questi ultimi 30 anni Kim!

 

Ho di recente acquistato e visto questo documentario. 1

 

Oltre a far vedere l'evoluzione della sicurezza , esplicitamente per le parole di Ecclestone dice che sostanzialmente viene trasformato un ambiente molto libero dove gli autodromi e organizzatori facevano soldi a palate in un ambiente dittatoriale per portare si sicurezza, organizzazione ma anche soldi ai team e accentrare il potere su ecclestone.

 

Inoltre nel documentario si vede proprio l'inversione di tendenza avvenuta con Bianchi in merito alla sicurezza.

Link to post
Share on other sites

Tiro su questa discussione perchè non ne ho trovata un'altra su Ecclestone.

 

Non vedevo un gran premio da prima del 15 giugno, è andata bene perchè il primo che ho rivisto è stato divertente.

 

Però. C'è un "però". L'immagine che ho tratto della Formula 1 è quella della Corea del Nord, nè più ne meno.

 

Un dittatore con poteri di vita e di "morte" su chi gli sta intorno, schiavi plaudenti il caro leader, dichiarazioni ripetute e indispettite sul fatto che tutto vada bene, nessun dissenso. 

 

E soprattutto culto della personalità : striscioni patetici di ®ingraziamento alternati a enormi scritte da padrin.... paternalistiche che ti ricordano di pensare prima di guidare.

 

Anche il più sonnolente telespettatore (chi scrive) si è accorto che vengono sempre più esposti per coprire i sempre più frequenti vuoti in tribuna. Anche il più distaccato osservatore (sempre chi scrive) è tentato di mandare a quel paese il tutto per i sorpassi con i bottoncini.

 

Grazie per questi ultimi 30 anni Kim!

 

Pensa che io non guardavo un gp dalla seconda gara stagionale!

Questa volta mi è andata di c**o :D

 

Mi chiedo solo come e perchè i team permettano a Bernie di continuare  a fare i suoi interessi sopra a quelli dei team stessi.

 

Probabilmente ha riempito le tasche personali di un bel pò di gente!

 

 

Ma quando mai

Inviato dal mio GT-S5830i con Tapatalk 2

 

 

Dopo due anni, è ancora li!!  :(
Mi sa tanto che hai pienamente ragione  :D
Edited by isomax89
Link to post
Share on other sites

Mi chiedo solo come e perchè i team permettano a Bernie di continuare  a fare i suoi interessi sopra a quelli dei team stessi.

 

Probabilmente ha riempito le tasche personali di un bel pò di gente!

 

Perchè nel fare i propri fa anche quelli dei team... Vediamo Arrivabene se è solo fuffa oppure ha anche sostanza nelle critiche.

Link to post
Share on other sites

Perchè nel fare i propri fa anche quelli dei team... Vediamo Arrivabene se è solo fuffa oppure ha anche sostanza nelle critiche.

 

Non mi risulta. Basti pensare in che condizioni versa la F1 attuale.

 

Ad eccezione dei top team, tutti gli altri sono in grosse difficoltà  economiche.

 

Ti faccio un esempio, la vendita dei diritti TV alle pay TV a chi pensi abbia giovato?

Link to post
Share on other sites

Ho di recente acquistato e visto questo documentario. 1

 

Oltre a far vedere l'evoluzione della sicurezza , esplicitamente per le parole di Ecclestone dice che sostanzialmente viene trasformato un ambiente molto libero dove gli autodromi e organizzatori facevano soldi a palate in un ambiente dittatoriale per portare si sicurezza, organizzazione ma anche soldi ai team e accentrare il potere su ecclestone.

 

Inoltre nel documentario si vede proprio l'inversione di tendenza avvenuta con Bianchi in merito alla sicurezza.

 

Non mi pare proprio.

 

La F1 pre-Ecclestone era già  diventata così costosa che gli organizzatori di GP non potevano più assicurare l'autonoma sopravvivenza delle scuderie soltanto con gli ingaggi e i premi di arrivo (in sostanza provenienti dall'incasso dei biglietti, visto che non esistevano i diritti tv). Ecco perchè già  nel '68 viene permesso l'ingresso di sponsor non tecnici.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Non mi pare proprio.

 

La F1 pre-Ecclestone era già  diventata così costosa che gli organizzatori di GP non potevano più assicurare l'autonoma sopravvivenza delle scuderie soltanto con gli ingaggi e i premi di arrivo (in sostanza provenienti dall'incasso dei biglietti, visto che non esistevano i diritti tv). Ecco perchè già  nel '68 viene permesso l'ingresso di sponsor non tecnici.

 

Si ma non essendoci Ecclestone i guadagni erano degli autodromi (compresi quelli dei diritti TV fino a metà  anni settanta). Ecclestone fa da filtro tra team e autodromi chiedendo in anticipo cifre folli per poter organizzare l'evento. I team ne guadagnano in soldi sicuri provenienti dai diritti TV indipendentemente da come va l'evento. La vendita dei diritti a TV private serve per aumentare ancora di più il movimento di denaro. Chissà  come mai nessuno protesta.

Link to post
Share on other sites
  • leopnd changed the title to Bernie Ecclestone

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...