Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

  • Replies 120
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sono immensamente felice che Stoneman abbia vinto la gara

Hilmer nel panico, anche Mason ha centrato Bryant-Meisner.   Ma che senso ha questa categoria?

Ma questa cosa quanto legale è? (Mettere la gara su youtube intendo, non la gp3  )

Cambio anche al team Hilmer. Sebastian Balthasar, già  protagonista nella Formula Acceleration 1, sostituisce Nikolay Martsenko.

Link to post
Share on other sites

Silverstone, libere: emerge Yelloly

 

Miglior tempo nelle prove libere della GP3 disputatesi a Silverstone per Nick Yelloly. L’inglese del team Status GP ha infatti fermato il cronometro a 1’47”504 andandosi a prendere la prima posizione scavalcando la coppia ART composta da Dino Zamparelli e Marvin Kirchhofer che avevano invece aperto le danze. Primo portacolori Carlin in classifica Emil Bernstorff, mentre a sorpresa Alex Lynn non è andato oltre l’undicesima piazza. La sessione però è stata interrotta per un incidente di Stoneman nel finale, salvo riprendere con ancora quattro minuti utili. Notevoli progressi anche per Jann Mardenborough, miglior pilota Arden in graduatoria con il quinto tempo, davanti allo svizzero-greco Alex Fontana ed al finlandese Patrick Kujala. Chiudono la top-10 Alfonso Celis (Status), Matheo Tuscher (Jenzer) e la prima Dallara del team Trident affidata alle mani del sudafricano Roman De Beer. Sedicesimo Riccardo Agostini. Un problema al cambio ha invece rallentato il norvegese Pal Varhaug, lo scorso week-end protagonista sul podio dell'Auto GP a Imola.

 

Venerdì 4 luglio 2014, libere

1 - Nick Yelloly - Status - 1'47"504 – 16 giri

2 - Dino Zamparelli - ART - 1'47"798 - 15

3 - Marvin Kirchhofer - ART - 1'47"934 – 16

4 - Emil Bernstorff - Carlin - 1'48"137 - 15

5 - Jann Mardenborough - Arden - 1'48"199 - 14

6 - Alex Fontana - ART - 1'48"244 - 15

7 - Patrick Kujala - Manor - 1'48"316 - 14

8 - Alfonso Celis - Status - 1'48"518 - 15

9 - Matheo Tuscher - Jenzer - 1'48"586 - 11

10 - Roman De Beer - Trident - 1'48"605 - 15

11 - Alex Lynn - Carlin - 1'48"706 - 12

12 - Adderly Fong - Jenzer - 1'48"840 - 14

13 - Richie Stanaway - Status - 1'48"918 - 11

14 - Robert Visoiu - Arden - 1'48"949 - 16

15 - Luis Sa Silva - Carlin - 1'49"133 - 13

16 - Riccardo Agostini - Hilmer - 1'49"283 - 15

17 - Nelson Mason - Hilmer - 1'49"366 - 14

18 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 1'49"428 - 11

19 – Mitchell Gilbert - Trident - 1'49"812 - 14

20 - Ryan Cullen - Manor - 1'49"934 - 14

21 - Patric Niederhauser - Arden - 1'50"124 - 15

22 - Victor Carbone - Trident - 1'50"555 - 16

23 - Dean Stoneman - Manor - 1'50"604 - 9

24 - Santiago Urrutia - Koiranen - 1'51"414 - 12

25 - Pal Varhaug - Jenzer - 1'52"349 - 14

26 – Sebastian Balthasar - Hilmer - 1'52"697 - 16

27 - Carmen Jorda - Koiranen - 1'55"008 - 13

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45339&cat=55

Link to post
Share on other sites

GP3, Silverstone, prima pole in carriera per Eriksson

 

Si è interrotta proprio a Silverstone, nella sua pista di casa, la striscia positiva in qualifica di Alex Lynn, autore delle prime due pole position stagionali in Spagna e in Austria: al termine di una sessione condizionata dalle avverse condizioni meteo e da una lunga interruzione causata da un incidente che ha visto coinvolti Mitch Gilbert e Sebastian Balthasar, entrambi all’esordio assoluto nella categoria, è stato infatti lo svedese Jimmy Eriksson a prevalere, precedendo di 3 decimi lo stesso Lynn; per Eriksson, secondo in classifica alle spalle proprio di Lynn e autore di 3 podi nelle prime 4 gare della stagione, si tratta della prima pole in carriera in GP3.

 

In seconda fila alle spalle della coppia di testa partirà  la coppia della ART Grand Prix composta da Marvin Kirchhofer e Dino Zamparelli, staccati tra loro di soli 7 millesimi ma ad oltre un secondo da Eriksson; seguono poi Mardenborough, Bernstorff, Stanaway e Yelloly, tutti racchiusi in pochi decimi di secondo.

 

Ottimo nono tempo per Riccardo Agostini, unico italiano impegnato in GP3, che è risultato di gran lunga il migliore tra i piloti della Hilmer Motorsport; al suo fianco in decima posizione partirà  il messicano Alfonso Celis jr, che in questa prima parte di stagione non ha certo brillato (il suo miglior risultato è stato un 18° posto in gara-1 a Barcellona) ma che a Silverstone si è fatto vedere nelle parti alte della classifica: prima del decimo tempo di oggi, infatti, Celis aveva conquistato l’ottavo tempo nel turno di libere di ieri.

 

Agostini e Celis, che oggi pomeriggio scatteranno dalla quinta fila, non sono che i leader di un gruppetto di 10 piloti racchiusi in poco più di mezzo secondo che, oltre a loro, comprende Visoiu, Kujala, Varhaug, Fontana, Tuscher, Stoneman, De Beer e Sa Silva. Più staccato Nelson Mason, compagno di squadra di Agostini, al 19° posto davanti a Niederhauser, Cullen, Fong, Urrutia, Carbone e a Carmen Jorda. Non hanno invece un tempo cronometrato, a causa dell’incidente che li ha visti per protagonisti all’inizio della sessione, Sebastian Balthasar e Mitch Gilbert.

 

Gara-1 della GP3 prenderà  il via alle ore 17:20; l’evento, come sempre, verrà  trasmesso in diretta da Sky Sport F1 con collegamento a partire dalle 17:10

 

http://www.passionea300allora.it/2014/07/05/gp3-silverstone-prima-pole-in-carriera-per-eriksson/

Link to post
Share on other sites

Silverstone, gara 1: la prima di Eriksson

 

Prima vittoria nella GP3 Series per Jimmy Eriksson a Silverstone. Il ventitreenne di Tomelilla, Svezia, ha ottimamente fatto seguito ai tre podi finora conquistati con il team Koiranen. Eriksson, autore della pole, ha mantenuto la prima posizione in partenza, allungando su Alex Lynn. L’inglese ha progressivamente rosicchiato il vantaggio del rivale nel finale, ma senza poter arrivare al sorpasso.

 

Alle spalle di Lynn si è piazzato, confermando per la top-3 i risultati della qualifica, il rookie Marvin Kirchhà¶fer seguito da Emil Bernstorff, autore di un bel recupero, alla pari di Nick Yelloly, leader delle libere e Riccardo Agostini. Il veneto dunque, alla sua seconda apparizione nella categoria, senza aver mai preso in mano questa Dallara prima nei test, ha agguanatato la zona punti. Punti anche per Richie Stanaway, Dino Zamparelli, bravo a recuperare dopo la penalità  del post-qualifica, Jann Mardenborough e Dean Stoneman. Quindicesimo il ticinese Alex Fontana.

 

Sabato 5 luglio 2014, gara 1

1 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 15 giri

2 - Alex Lynn - Carlin - 0"958

3 - Marvin Kirchhofer - ART - 7"150

4 - Emil Bernstorff - Carlin - 9"882

5 - Nick Yelloly - Status - 10"937

6 - Riccardo Agostini - Hilmer - 12"774

7 - Richie Stanaway - Status - 14"413

8 - Dino Zamparelli - ART - 16"895

9 - Jann Mardenborough - Arden - 18"661

10 - Dean Stoneman - Manor - 20"132

11 - Pal Varhaug - Jenzer - 24"887

12 - Patrick Kujala - Manor - 25"530

13 - Patric Niederhauser - Arden - 28"616

14 - Matheo Tuscher - Jenzer - 29"400

15 - Alex Fontana - ART - 29"701

16 - Alfonso Celis - Status - 33"436

17 - Roman De Beer - Trident - 35"407

18 - Luis Sa Silva - Carlin - 39"583

19 - Ryan Cullen - Manor - 46"549

20 - Robert Visoiu - Arden - 47"035

21 - Adderly Fong - Jenzer - 47"55

22 - Sebastian Balthasar - Hilmer - 48"303

23 - Victor Carbone - Trident - 1’10”180

24 - Carmen Jorda - Koiranen - 1’35”243

25 - Nelson Mason - Hilmer - 2 giri

 

Giro più veloce: Alex Lynn - 1’48”963

 

Ritirati

1° giro - Santiago Urrutia

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45370&cat=55

Link to post
Share on other sites

Beh, sicuramente gara più bella della stagione, con tanti sorpassi, il che è abbastanza inusuale per questa categoria.

Al via Zamparelli vanifica la pole position scivolando addirittura in quinta piazza, male Eriksson e Lynn che dopo la prima curva sono rispettivamente 11mo e 12mo. In testa alla gara si porta Stanaway, seguito da Bernstorff, Yelloly e Kirchhofer.

 

Alla Chapel, Fontana ne combina un'altra delle sue, mettendo fuori gioco Kujala rompendogli una sospensione. Bernstorff sembra averne per poter puntare alla vittoria, ma esce male da una curva e viene infilato da Yelloly, bravo ad approfittarne.

 

Nelle retrovie altro contatto, tra Varhaug, Niederhauser e Eriksson a me è sembrata colpa di quest'ultimo, in ogni caso tutti e 3 ritirati con Lynn che in un colpo solo passa da 12mo a 9no.

A questo punto l'inglese può esprimere il suo ritmo e va a prendersi Mardenborough, superandolo con una bellissima manovra all'esterno, intanto sia Stoneman che Agostini avevano sopravanzato Zamparelli, autore di una gara davvero pessima.

 

Stanaway prende il largo e ipoteca la vittoria, mentre Lynn si accoda al gruppetto di Stoneman e inizia ad attaccare Zamparelli con insistenza, rischiando anche troppo.

 

Passa qualche giro, Stoneman è costretto al ritiro per un problema tecnico e Lynn sorpassa Dino con un'altra bella manovra portandosi in sesta posizione.

 

Finisce così, con una doppietta per la Status.

Link to post
Share on other sites
Nelle retrovie altro contatto, tra Varhaug, Niederhauser e Eriksson a me è sembrata colpa di quest'ultimo, in ogni caso tutti e 3 ritirati con Lynn che in un colpo solo passa da 12mo a 9no.

A questo punto l'inglese può esprimere il suo ritmo e va a prendersi Mardenborough, superandolo con una bellissima manovra all'esterno, intanto sia Stoneman che Agostini avevano sopravanzato Zamparelli, autore di una gara davvero pessima.

Può essere che la colpa fosse di Eriksson, però Varhaug non sarebbe mai dovuto essere in quella posizione perchè aveva recuperato una posizione su Niederhauser tagliando la Becketts (ah, maledetto asfalto...)

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

GP3, Silverstone, Stanaway fa sua gara-2

 

Si è concluso con una doppietta della Status Grand Prix il weekend inglese della GP3 series: sul tracciato di Silverstone la compagine canadese ha piazzato ai primi due posti il neozelandese Richie Stanaway e il britannico Nick Yelloly al termine di una gara-2 molto interessante, soprattutto per quel che riguarda le posizioni di rincalzo. Partito dalla seconda posizione dopo il settimo posto di ieri, Stanaway ha approfittato della pessima partenza di Zamparelli per portarsi al comando della gara, posizione che ha mantenuto fino al traguardo. Per Stanaway è la seconda vittoria in GP3: la prima l’aveva conquistata nell’ormai lontano 2011 quando conquistò gara-2 a Spa nel suo primo weekend in carriera nella categoria.

 

Alle sue spalle si è piazzato il compagno di squadra Yelloly che al primo giro era riuscito a recuperare una posizione, passando dalla quarta posizione in griglia alla terza, e che poi nel corso del secondo giro si è liberato di Emil Bernstorff guadagnando la piazza d’onore; l’inglese del team Carlin, dopo aver subìto il sorpasso da parte di Yelloly, si è poi mantenuto a tiro del duo Status conquistando un’altro podio dopo i due conquistati a Zeltweg.

 

Quarto posto finale per Marvin Kirchhofer che si conferma come uno dei piloti più costanti di questo campionato (5 gare su 6 concluse a punti) davanti a Riccardo Agostini, autore di un brutto avvio dalla terza posizione ma allo stesso tempo protagonista di una grande gara di rimonta che l’ha portato ad effettuare alcuni bei sorpassi come quello alla Copse nel corso del penultimo giro che gli è valso la quinta posizione finale ai danni di Dean Stoneman, rallentato successivamente da problemi meccanici alla sua vettura.

 

Alle spalle di Agostini si è classificato il leader del campionato Alex Lynn, che con questo risultato consolida la sua leadership in classifica: l’inglese, giunto secondo ieri in gara-1, è partito malissimo scivolando ben presto in dodicesima posizione alle spalle di Jimmy Eriksson, il vincitore di gara-1 nonché suo principale sfidante nella lotta al titolo. La gara di Lynn si è sbloccata solo verso metà  gara, quando una collisione multipla alla curva Vale ha eliminato dalla gara Varhaug, Niederhauser e lo stesso Eriksson; l’inglese della Carlin si è così trovato al nono posto e nel rapido volgere di alcune tornate si è liberato di Mardenborough portandosi sotto al gruppetto composto da Stoneman, Agostini, e Zamparelli; l’uscita di scena di Stoneman e un altro gran sorpasso su Zamparelli gli ha permesso di conquistare la sesta posizione finale proprio davanti al connazionale della Marussia Manor; chiude la zona punti Matheo Tuscher davanti a Luis Sà  Silva e ad Alfonso Celis jr.

 

Col risultato di oggi Lynn rafforza la sua leadership in classifica portandosi a 86 punti contro i 78 di Eriksson e i 68 di Stanaway; quarta posizione per Bernstorff con 58 punti davanti a Kirchhofer, quinto a 49. Il quinto posto di oggi permette a Riccardo Agostini di scavalcare Roman De Beer portandosi in undicesima posizione con 14 punti, due in meno di Patrick Kujala, eliminato oggi da una collisione al primo giro con Alex Fontana.

 

La GP3 tornerà  in azione tra due settimane sul circuito di Hockenheim in occasione del Gran Premio di Germania di Formula 1.

 

http://www.passionea300allora.it/2014/07/06/gp3-silverstone-stanaway-fa-sua-gara-2/

Link to post
Share on other sites

Silverstone – Tre piloti penalizzati in Germania

 

Sono tre i piloti che riceveranno cinque posizioni di penalità  nella prossima gara che la GP3 disputerà  ad Hockenheim, in Germania. Jimmy Eriksson, Pal Varhaug e Alex Fontana sono stati ritenuti colpevoli di aver infranto il regolamento. Lo svedese per il triplice contatto con Patric Niederhauser e Varhaug, mentre lo stesso norvegese ha tagliato la curva 12. Lo svizzero invece è stato ritenuto responsabile dell’incidente con Patric Kujala. 

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=45392&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Gran pole di Marvin sul circuito di casa, in prima fila con lui ci sarà  Lynn di una continuità  impressionante che domani avrà  modo di allungare ulteriormente in campionato su Eriksson, che parte quinta. Seconda fila per Yelloly e Bernstorff.

 

Agostini soltanto 15mo

Link to post
Share on other sites

Hockenheim, qualifica: Kirchhofer beffa Lynn

 

Prima pole position in GP3 per Marvin Kirchhofer. Il tedesco, campione in carica della Formula 3 nazionale, ha conquistato il miglior tempo al termine della sessione di qualifica andata in scena questo fine settimana ad Hockenheim. Con il crono di 1’28”647 Marvin ha preceduto di 59 millesimi Alex Lynn, che gli partirà  al fianco questo pomeriggio. Ottima seconda fila per Nick Yelloly, di Status, e per la Dallara del team Carlin di Emil Bernstorff. Partirà  quinto un eccellente Mitchell Gilbert. L’inglese, in forze alla Trident, dopo aver accusato un infortunio a Silverstone è tornato in azione in Germania ed oltre ad una grande qualifica, approfitterà  della penalizzazione di Jimmy Eriksson, ottenuta per un contatto in Inghilterra. Ha perso posizioni negli ultimi minuti Alex Fontana, che col primo set di gomma si era portato in quarta piazza.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Marvin Kirchhofer - ART - 1'28"647

Alex Lynn - Carlin - 1'28"706

2. fila

Nick Yelloly - Status - 1'28"749

Emil Bernstorff - Carlin - 1'28"910

3. fila

Mitchell Gilbert - Trident - 1'28"995

Dino Zamparelli - ART - 1'29"133

4. fila

Richie Stanaway - Status - 1'29"205

Matheo Tuscher - Jenzer - 1'29"212

5. fila

Dean Stoneman - Manor - 1'29"247

Jimmy Eriksson - Koiranen - 1'28"949*

6. fila

Roman De Beer - Trident - 1'29"338

Robert Visoiu - Arden - 1'29"400

7. fila

Jann Mardenborough - Arden - 1'29"405

Riccardo Agostini - Hilmer - 1'29"516

8. fila

Alfonso Celis - Status - 1'29"531

Alex Fontana - ART - 1'29"329*

9. fila

Patric Niederhauser - Arden - 1'29"672

Sebastian Balthasar - Hilmer - 1'29"849

10. fila

Luis Sa Silva - Carlin - 1'29"951

Nelson Mason - Hilmer - 1'30"082

11. fila

Ryan Cullen - Manor - 1'30"180

Patrick Kujala - Manor - 1'30"272

12. fila

Adderly Fong - Jenzer - 1'30"646

Pal Varhaug - Jenzer - 1'29"870**

13. fila

Santiago Urrutia - Koiranen - 1'30"977

Victor Carbone - Trident - 1'31"219

14. fila

Carmen Jorda - Koiranen - 1'32"951

 

* Penalizzati per i contatti di Silverstone (5 pos.)

** Penalizzato per il mancato rispetto dei limiti della pista (5 pos.)

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=46506&cat=55

Link to post
Share on other sites

Bravo Mardenborough a sfruttare al meglio la pole position andando a vincere in scioltezza questa Gara 2, precedendo Zamparelli (ottima partenza per lui) e Eriksson, che forse poteva sfruttare meglio quest'occasione per recuperare dei punti su Lynn. Un Alex che comunque si difende molto bene, conquistando un ottimo quarto posto con una manovra molto intelligente al tornantino nel primo giro che gli ha permesso di recuperare 4 posizioni contemporaneamente.

 

Male Kirchoffer che, come detto nel suo thread, ha speronato Berstorff. Agostini fuori dai punti per un soffio.

Link to post
Share on other sites

Hockenheim, gara 1: Kirchhofer vince in casa

 

Successo casalingo per Marvin Kirchhofer al termine della gara andata in scena ad Hockenheim. Il tedesco della ART ha facilmente dominato la corsa gestendo gli attacchi di Alex Lynn alla prima curva, che resta indisturbato leader di campionato grazie al secondo posto. Chiude il podio, dopo aver avuto uno scatto migliore di Nick Yelloly che lo precedeva in griglia, l’inglese Emil Bernstorff, con la Dallara di Carlin. Bella battaglia negli ultimi giri per il quinto posto che ha visto il confronto tra Dean Stoneman e l’italoinglese Dino Zamparelli.

 

Chiude settimo, dopo una bella rimonta, Jimmy Eriksson, che nel primo giro aveva anche danneggiato il baffo anteriore destro del proprio alettone anteriore. Ottavo Jann Mardenborough, che partirà  in pole position domani, posizione a cui ambiva anche Riccardo Agostini, nono, autore di una bella gara ancora una volta. Rimonta anche Alex Fontana, che si riprende l’undicesima posizione che aveva al termine delle qualifiche. Alex era tuttavia scattato sedicesimo per la penalità  derivante da Silverstone.

 

Sabato 19 luglio 2014, gara 1

1 - Marvin Kirchhofer - ART – 18 giri 27’47”577

2 - Alex Lynn - Carlin - 3"359

3 - Emil Bernstorff - Carlin – 4”459

4 - Nick Yelloly - Status - 9"770

5 - Dean Stoneman - Manor - 12"928

6 - Dino Zamparelli - ART - 14"922

7 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 16"792

8 - Jann Mardenborough - Arden - 17"173

9 - Riccardo Agostini - Hilmer - 18"231

10 - Robert Visoiu - Arden - 18"752

11 - Alex Fontana - ART - 20"483

12 - Patric Niederhauser - Arden - 29"000

13 - Richie Stanaway - Status - 29"462

14 - Mitchell Gilbert - Trident - 29"672

15 - Adderly Fong - Jenzer - 29"873

16 - Nelson Mason - Hilmer - 32"628

17 - Luis Sa Silva - Carlin - 36"620

18 - Matheo Tuscher - Jenzer - 37"224

19 - Pal Varhaug - Jenzer - 37"444

20 - Ryan Cullen - Manor - 37"635

21 - Roman De Beer - Trident - 41"959

22 - Santiago Urrutia - Koiranen - 46"976

23 - Victor Carbone - Trident - 47"277

24 - Sebastian Balthasar - Hilmer - 1'21"218

25 - Patrick Kujala - Manor – 2 giri

 

Giro veloce: Marvin Kirchhofer 1’31”521

 

Ritirati

7° giro - Carmen Jorda

1° giro - Alfonso Celis

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=46519&cat=55

Link to post
Share on other sites

Hockenheim, gara 2: Mardenborough in scioltezza

 

Jann Mardenborough conquista la prima vittoria in GP3. L’inglese, portacolori della Arden riporta così la squadra d’oltremanica ad un successo che mancava da Abu Dhabi 2013, quando ad imporsi fu il campione Daniil Kvyat. Jann, parte del programma Nissan, si era trovato a partire in pole position grazie all’inversione della griglia prevista sull’arrivo di gara 1, dove era giunto ottavo. Alle sue spalle ha chiuso il connazionale Dino Zamparelli, che mantiene così la ART sul podio dopo la vittoria di Marvin Kirchhofer di ieri. Proprio il tedesco è stato uno dei tre piloti penalizzati al termine della gara.

 

Ritiratosi per un contatto con Emil Bernstorff, Marvin partirà  a Budapest cinque posizioni indietro sulla griglia, come Pal Varhaug. Lo svedese è stato ritenuto colpevole di un contatto evitabile ai danni di Sebastian Balthasar. Per Pal si tratta della seconda penalità  di questo genere dopo Silverstone. Sul podio era salito Jimmy Eriksson, che è però stato punito successivamente con l’aggiunta al tempo gara di 20 secondi per non aver rispettato la bandiere gialle. Tutto questo a favore di Alex Lynn, che per la prima volta in GP3 sale sul podio in entrambe le corse. Ancora a punti Riccardo Agostini, ottavo, mentre ha dovuto recuperare dopo una brutta partenza Alex Fontana, che ha concluso tredicesimo.

 

Domenica 20 luglio 2014, gara 2

1 - Jann Mardenborough - Arden – 18 giri 27’48"880

2 - Dino Zamparelli - ART - 3"860

3 - Alex Lynn - Carlin - 7"087

4 - Dean Stoneman - Manor - 8"688

5 - Nick Yelloly - Status - 9"169

6 - Patric Niederhauser - Arden - 10"046

7 - Richie Stanaway - Status - 13"158

8 - Riccardo Agostini - Hilmer - 13"502

9 - Robert Visoiu - Arden - 14"251

10 - Luis Sa Silva - Carlin - 15"999

11 - Matheo Tuscher - Jenzer - 21"983

12 - Adderly Fong - Jenzer - 22"949

13 - Alex Fontana - ART - 23"343

14 - Nelson Mason - Hilmer - 24"801

15 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 26"196 *

16 - Patrick Kujala - Manor – 27”467

17 - Roman De Beer - Trident - 29"522

18 - Santiago Urrutia - Koiranen - 30"129

19 - Ryan Cullen - Manor - 42"308

20 - Victor Carbone - Trident - 43"252

21 - Sebastian Balthasar - Hilmer - 43"815

22 - Carmen Jorda – Koiranen – 1’09”384

23 - Alfonso Celis – Status – 1 giro

 

Giro veloce: Jann Bardenborough 1’31”198

 

Ritirati

12° giro - Mitchell Gilbert

8° giro - Emil Bernstorff

7° giro - Marvin Kirchhofer

0 giri - Pal Varhaug

 

*Indica penalità  di 20 secondi

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=46539&cat=55

Link to post
Share on other sites

E se la GP2 non interessa, figurarsi la GP3...

 

 

Budapest, gara 1: Stanaway trionfa

 

Vittoria di Richie Stanaway al termine di gara 1 a Budapest. Dopo la pole position, il neozelandese si è preso anche il successo rilanciandosi in campionato, dopo aver controllato uno scatenato Robert Visoiu. Il romeno della Arden, partito bene dalla seconda fila, si è subito portato all’inseguimento di Stanaway grazie anche ad un avvio lento di Alex Lynn dalla prima fila. I due hanno fatto il vuoto alle loro spalle, ma nonostante un passo superiore della Dallara del team Arden, Robert non è riuscito a controllare le fasi salienti di gara.

 

Nel penultimo giro infatti, con Stanaway in crisi di gomme, quando si è avvicinato alla vettura della Status si è fatto trarre in inganno nella traiettoria andando a perdere la linea ideale e finendo sull’erba. Non si è fatto attendere Nick Yelloly, che ha infilato il Visoiu per il secondo posto, regalando la doppietta al team Status. Il romeno ha quindi terminato terzo sulla pista che lo aveva visto vincere gara 2 nel 2013. Quarto Lynn, autore di una corsa al di sotto delle aspettative, ma che ha ridotto i danni visto che alle sue spalle hanno chiuso il compagno in seno alla Carlin Emil Bernstorff e lo svizzero di Arden Patric Niederhauser.

 

I due si sono scambiati la quinta posizione nel sedicesimo passaggio. Ha perso terreno nell’ultimo giro Santiago Urrutia, fermo con la vettura di Koiranen dopo la bandiera a scacchi, chiudendo dodicesimo. L’uruguagio era stato molto aggressivo al via, andandosi a prendere la nona piazza superando anche il compagno Jimmy Eriksson. In prima fila per gara 2 scatteranno l’italo-inglese Dino Zamparelli ed il vincitore della scorsa gara ad Hockenheim, Jann Mardenborough.

 

Sabato 26 luglio 2014, gara 1

1 - Richie Stanaway - Status – 17 giri 27'36"453

2 - Nick Yelloly - Status – 2"606

3 - Robert Visoiu - Arden – 2”833

4 - Alex Lynn - Carlin – 3"997

5 - Emil Bernstorff – Carlin – 4”314

6 - Patric Niederhauser - Arden – 5"762

7 - Jann Mardenborough - Arden – 6"352

8 - Dino Zamparelli - ART – 12"039

9 - Dean Stoneman - Manor – 18"093

10 - Jimmy Eriksson - Koiranen – 18"762

11 - Marvin Kirchhofer – ART – 20”182

12 - Santiago Urrutia - Koiranen – 20"361

13 - Patrick Kujala - Manor – 21”650

14 - Alex Fontana - ART – 22"048

15 - Roman De Beer - Trident – 24"933

16 - Alfonso Celis – Status – 26”700

17 - Luis Sa Silva - Carlin – 26"976

18 - Riccardo Agostini - Hilmer – 27"363

19 - Nelson Mason - Hilmer – 29"576

20 - Mitchell Gilbert – Trident – 30”627

21 - Pal Varhaug – Jenzer – 30”946

22 - Matheo Tuscher - Jenzer – 31"655

23 - Christopher Hoher - Jenzer – 31"922

24 - Ryan Cullen - Manor – 33"168

25 - Carmen Jorda – Koiranen – 1’12”000

 

Giro veloce: Jann Mardenborough 1'36"271

 

Ritirato

11° giro - Sebastian Balthasar

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=46630&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest, gara 2: Niederhauser torna al successo

 

Ritorna alla vittoria Patric Niederhauser. Lo svizzero della Arden ha costruito questa gara nei primi 100 metri, con uno scatto fulmineo dalla seconda fila che ha bruciato Dino Zamparelli e Jann Mardenborough, che lo hanno in quest’ordine accompagnato sul podio. Patric ha poi allungato nei confronti di Zamparelli, costruendosi un margine sufficiente a garantirgli il ritorno alla vittoria dopo due anni di digiuno. Ancora un buon risultato per Zamparelli. L’italoinglese, costante ed accorto in gara 1, riesce nella corsa della domenica a trovarsi davanti con la griglia invertita e giocarsi le sue chance.

 

Dopo la vittoria di Hockenheim, torna sul podio Mardenborough, dando così alla Arden la garanzia di aver avuto tutti e tre i piloti alla premiazioni finali dopo il terzo posto di Visoiu ieri. Il rumeno ha concluso quinto, alle spalle di Alex Lynn, che per la prima volta non è riuscito a salire nemmeno una volta sul podio. Sesto Richie Stanaway, autore al terzo giro del sorpasso su Dean Stoneman che gli ha permesso di ottenere la posizione. L’inglese poi perderà  all’ultimo passaggio anche la settima piazza a favore di Emil Bernstorff. Chiude in diciannovesima posizione un difficile week-end Riccardo Agostini, mentre l’unico ritirato è Santiago Urrutia, finito in testacoda al terzo giro.

 

Domenica 27 luglio 2014, gara 2

1 - Patric Niederhauser - Arden – 17 giri 27'31"893

2 - Dino Zamparelli - ART – 1"504

3 - Jann Mardenborough - Arden – 7"440

4 - Alex Lynn - Carlin – 8"154

5 - Robert Visoiu - Arden – 10"364

6 - Richie Stanaway - Status – 16”174

7 - Emil Bernstorff – Carlin – 19”246

8 - Dean Stoneman - Manor – 22"681

9 - Marvin Kirchhofer – ART – 22”872

10 - Patrick Kujala - Manor – 23”576

11 - Nick Yelloly - Status – 24"172

12 - Roman De Beer - Trident – 25"698

13 - Alex Fontana - ART – 26"022

14 - Pal Varhaug – Jenzer – 26”498

15 - Matheo Tuscher - Jenzer – 27"468

16 - Jimmy Eriksson - Koiranen – 30"125

17 - Sebastian Balthasar – Hilmer – 30”422

18 - Luis Sa Silva - Carlin – 30"513

19 - Riccardo Agostini - Hilmer – 32"967

20 - Nelson Mason - Hilmer – 33"501

21 - Ryan Cullen - Manor – 33"911

22 - Alfonso Celis – Status – 35”422

23 - Christopher Hoher - Jenzer – 35"953

24 - Mitchell Gilbert – Trident – 44”764

25 - Carmen Jorda – Koiranen – 55”061

 

Giro veloce: Mitch Gilbert 1'35"758

 

Ritirato

Santiago Urrutia

 

Il Campionato

1. Lynn 134 punti; 2. Stanaway 103; 3. Eriksson e Bernstorff 85; 5. Kirchhofer 80; 6. Yelloly 74; 7. Zamparelli 61; 8. Stoneman 43; 9. Mardenborough 41; 10. Niederhauser 37

 

http://italiaracing.net/notizia.asp?id=46636&cat=55

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...