Vai al contenuto
driver29

March 701

Recommended Posts


March 701.jpg

DATI GENERALI

Scuderia: March Engineering
Anno di produzione: 1969
Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993 cc
Elettronica:
Telaio: Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti: STP
Pneumatici: Firestone
Luogo di produzione: Bicester (GBR) Google Maps
Progettista: Robin Herd e Peter Wright
Impiegata nel: 1970 e 1971
Piloti: Chris Amon, Jo Siffert, John Cannon e Derek Bell

STATISTICHE

GP Disputati: 13 (+3 fuori campionato)
Miglior risultato:
Vittorie: 0 (+1 fuori campionato)
Podi: 3 (+1 fuori campionato)
Pole Position: 0
Giri Più Veloci: 1

March 701:

Non mancava certo l'ambizione ai quattro di amici accomunati dall'età, circa trent'anni, e da una smisurata passione per le corse, che seduti al tavolo di un bar di Bicester decisero di mettere in piedi una factory meccanica. Si trattava di Max Mosley e Alan Rees, ex-piloti, e degli ingegneri Graham Coaker e Robin Herd. Era il 1969 e dall'acronimo ricavato dalle loro iniziali presero per la loro "creatura" il nome March. Mosley e Rees si occupavano rispettivamente delle questioni commerciali e di quelle sportive, mentre Coaker ed Herd seguivano la produzione e la progettazione.

L'obiettivo che si posero era a dir poco sfidante: costruire vetture da corsa per la F.1, la F.2 e la F.3 anche con lo scopo di venderle a clienti-piloti. Fu così che dopo la prima “693” del '69 – tutte le March furono siglate con un numero a tre cifre che esprimeva l'anno e la categoria per cui furono costruite – la March costruì subito la “701” per la F.1, con un progetto in grande stile che prevedeva l'assemblaggio di diversi esemplari ed una scuderia ufficiale affiancata da numerose scuderie private assistite direttamente dalla factory. Fra queste la più importante era senza dubbio quella del Campione del Mondo '69 Jackye Stewart, passato alla March dopo che Ken Tyrrell aveva polemicamente lasciato la Matra. Passarono solo tre mesi dalla decisione di costruire la “701” alla sua prima discesa in pista. Un tempo brevissimo che testimoniava la determinazione e la sagacia di Herd e dei suoi tre soci. L'inizio fu a dir poco esaltante con tre vittorie di Stewart ed Amon nelle prime quattro gare disputate, compresi i due appuntamenti fuori campionato di Silverstone e Brands Hatch. Ma lo sviluppo della vettura nel corso della stagione ebbe poco successo e gradatamente i risultati peggiorarono. La "701" resta comunque il "prototipo" della Cosworth-car dei primi anni '70, ispirando numerose successive interpretazioni sul tema.

701-1.jpg

701-2.jpg

701-3.jpg

701-4.jpg

701-5.jpg

701-6.jpg

   ( Massimo Piciotti )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

×