Vai al contenuto
alessandrosecchi

A-T-S 100 1962

Recommended Posts

ATS_100_'62_v8_1,5lt..jpg

DATI GENERALI

Scuderia Automobili Turismo e Sport
Anno di produzione 1962
Motore A-T-S 100 V8 1500 cc
Elettronica 
Telaio Traliccio tubolare in acciaio
Carburante e lubrificanti 
Pneumatici Dunlop
Luogo di produzione Pontecchio Marconi (ITA) Google Maps
Progettista Carlo Chiti
Impiegata nel 1962 (solo test)
Piloti Phil Hill

  • Like 1
  • Love 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ats-launch.png

15 dicembre 1962 Presentazione

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti

30 ottobre 1961 ... fine mese e giorno in cui in Ferrari si regolano i conti economici con i dipendenti. Quel giorno, a due mesi dalla conquista del Mondiale da parte di Phil Hill con la Ferrari 156 ''sharknose'', otto persone lo fanno per l'ultima volta ed un comunicato della SEFAC - Società Esercizio Fabbriche Automobili e Corse - chiarisce che: Bizzarrini Giotto Ing. direzione controllo e collaudi, Chiti Carlo Ing direzione progettazione e corse, Gardini Gerolamo Rag. direzione commerciale, Giberti Federico Per. Ind. direzione produzione ed approvvigionamenti, Della Casa Ermanno Rag. direzione amministrativa, Galassi Fausto Ing. direzione fonderia e metallurgia, Tavoni Romolo Rag. direzione sportiva, Selmi Enzo Rag. direzione personale, hanno interrotto il loro rapporto di lavoro con l'azienda inviando lettera raccomandata al presidente e consigliere delegato Ferrari Enzo ed al Consiglio di Amministrazione della Società. Le dimissioni sono motivate da un atto di solidarietà nei confronti del Rag. Gardini, il quale era stato invitato a non ripresentarsi in Ditta a seguito di accuse ritenute irriguardose nei confronti dell'Ing. Ferrari, pronunciate in un pubblico locale alla presenza del signor Luigi Chinetti, distributore generale per gli Stati Uniti delle Automobili Ferrari. etc etc etc

In realtà le ''accuse irriguardose'' nei confronti dell'Ing. Ferrari erano lamemtele più che motivate dalle ingerenze della moglie Laura che aveva iniziato a seguire la squadra nei suoi spostamenti sui teatri di gara; Tavoni stesso se ne era lamentato facendo presenze che non si trattava di intromissioni nelle questioni tecni che e/o sportive, ma di critiche che spesso esulavano dal contesto facendo riferimento a situazioni di cui la stessa non poteva, ma soprattutto non avrebbe dovuto, essere a conoscenza. Il tutto era sfociato nel fatidico schiaffo dato dalla stessa signora Laura a Gardini al termine di un alterco nato da futili motivi. E lo stesso Ferrari aveva rimarcato che si trattava di un problema più suo che loro e che in qualità di dipendenti non avevano voce in capitolo. Lo ''schiaffo'' fu probabilmente la goccia e gli otto, tutti molto giovani ma ancor di più uniti da un contesto lavorativo decisamente particolare commettono l'ingenuità di fare l'unica cosa che non avrebbero mai dovuto fare ... si fanno rappresentare da un legale e scrivono la famosa raccomandata evitando l'incontro personale con il Drake.  Tavoni tentò successivamente una riconciliazione con lo stesso Ferrari (ed infatti Galassi, Gardini e Giberti furono ripresi pur se non ebbero più la ''direzione'' di alcun reparto) e Ferrari ribadì al suo ex DS, che gli chiedeva di rientrare anche come terza categoria, ''... le sue parole mi fanno piacere, significa che sul suo conto non mi sono sbagliato, ma ho capito di aver avuto la pretesa di trasformare dei caporali in generali: vi ho dato i galloni, ma non siete in grado di comandare, così ho deciso di fare a meno di tutti voi, lei compreso ...''

Nessuno lo può sapere ma l'ATS è pronta a venire al mondo ...

alla prossima

Franz

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il finale di questa storia non combacia con quella raccontata da Tavoni nell'intervista... Come si fa? 

La verità sta sempre nel mezzo? :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Salve a tutti

queste sono le parole di Ferrari (il virgolettato riportato nel libro di Michael John Lazzari) quelle cui ti riferisci sono le parole di Tavoni ... la verità é sottile, plastica e malleabile ed ognuno dice la sua. Ci sono molte testimonianze su entrambi e per quello che mi riguarda opto per quella sopra riportata (mia sensazione supportata da niente) proprio per la rispondenza al carattere dei personaggi. Forse non fu un tentativo di riconciliazione, magari si trattò più di una mediazione ma di sicuro se il Drake avesse schioccato le dita Tavoni si sarebbe messo a saltare ... opinioni (leggo e magari interpreto condizionato dalle spesore dei personaggi quindi mi prendo le mie licenze) e come tali opinabili. Del resto lo stesso Tavoni ammise l'errore della raccomandata (attribuendosi la colpa di non aver insistito per ottenere l'incontro con Ferrari, piegandosi alla volontà di Bizzarini e Chiti). Ferrari è ritornato spesso su questioni controverse e di cui circolavano versioni ''diverse'' mentre su questa si è speso pochissimo; la sostanza è l'abbandono di un gruppo di direttori che si lanciarono in una bellissima e romanzesca avventura che avrebbe meritato altri risultati ... e torniamo alla giovane età alle intemperanze ed alla incapacità di pianificare e comandare nel proprio ambito. 

alla prossima puntata ...

Franz

PS

qualcuno non ha ancora spostato le pagine di AS

@leopnd

 

Modificato da znarfdellago
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inopinabile chiave di lettura di cui condivido le sensazioni...

E a questo punto il dividere i post non credo più sia cosa giusta, praticamente è un'unica storia... su due pagine. ;) 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

×