Vai al contenuto
alessandrosecchi

Alta GP

Recommended Posts

Inviata (modificato)

 

Alta GP '50-51.png

DATI GENERALI

Scuderia Concorrente privato
Anno di produzione 1946
Motore Alta GP L4 1500 cc sovralimentato
Elettronica 
Telaio Traliccio tubolare in acciaio
Carburante e lubrificanti 
Pneumatici Dunlop
Luogo di produzione Surbiton (GBR) Google Maps
Progettista Geoff Taylor
Impiegata nel 1946, 1948, 1949, 1950, 1951, 1952 e 1953
Piloti George Abecassis, John Heath, Joe Kelly, Geoff Crossley

STATISTICHE

GP Disputati 3 (+19 fuori campionato)
Podi 0 (+1 fuori campionato)

 

Alta GP

Geoffrey Taylor è stato un personaggio davvero straordinario, capace di realizzare vetture assai competitive nonostante il budget perennemente limitato di cui disponeva e progettando non soltanto il telaio ma anche motori e cambio. La sua prima automobile risale al 1928 e fu costruita nella stalla della casa del padre. Il nome Alta derivò da una curiosa contrazione del termine Alberta, quest'ultimo scelto semplicemente da Taylor per il suo suono "piacevole" e senza alcun significato effettivo. Le sue vetture furono presenti in una varietà di eventi in campo britannico fin dalla fine degli anni '20 e conquistarono il primo significativo risultato a Limerick, nel 1935, con il terzo posto di Peter Whitehead. Nel 1932, una Alta – la quarta vettura costruita da Taylor che però aveva il curioso vezzo di siglare anche le parti di ricambio o i motori che assemblava e quindi fu catalogata come "Alta 14" – aveva anche partecipato, senza fortuna alla 24 Ore di Le Mans nelle mani del pilota francese John-Ludovic Ford. Dopo il Conflitto Mondiale, Geoff cominciò a pianificare il "grande salto" nei Grand Prix e dopo tre anni di gestazione mise a punto la sua “Alta GP”. Di fatto la "GP" era storicamente la prima vettura da Grand Prix inglese costruita nel dopoguerra ed una delle prime in assoluto in Europa, nonostante le difficoltà e l'austerity imposte dalla situazione post-bellica. Era la naturale evoluzione della versione "IS" con un motore dotato di compressore ed ulteriori sviluppi al cambio e sospensioni. Come tradizione, fu venduta al fedele cliente-pilota George E. Abecassis, esordendo nel 1948 a St. Helier con il socio di questi John Heath. Al primo esemplare, siglato "GP1", ne seguirono altri due: la "GP2" molto simile alla precedente con piccole differenze al telaio e al cambio e la "GP3" caratterizzata dall'introduzione di un compressore a doppio stadio. Anche queste due vetture furono prodotte in esemplare unico su ordine di due clienti-piloti, Geoff Crossley e Joe Kelly. Le successive difficoltà finanziarie di Taylor e il cambio dei regolamenti tecnici determinarono l'accantonamento del modello GP e la "GP4" che era in corso di costruzione verso la fine del 1951 fu riconvertita nella "F2/3" acquistata da F. J. Stokes. Nel 1950 Taylor divenne anche fornitore di motori, stringendo un accordo con la HWM del solito Abecassis. Più tradi, nel 1955, firmò un fortunatissimo accordo con la Connaught per fornire i motori della nuova "Type B", vettura che ebbe un buon successo nelle categorie minori e che regalò alla scuderia inglese i migliori risultati anche in F.1. Fu l'ultimo capitolo della storia sportiva della Alta che chiuse definitivamente i battenti nel 1960. Taylor morì nel 1966.

GP-1.jpg

GP-2.jpg

   ( Massimo Piciotti )

Modificato da V6DINO
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornata, 27/04/2018

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

×