Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
R18

Virgin Australia Supercars Championship 2016

Recommended Posts

YouTube, ma una cosa proprio scarna perché in 15 minuti di video ce n'erano tipo 5 di introduzione e altri 5 di pubblicità alla fine :asd: c'era giusto giusto l'essenziale :asd: 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

UiJ7AD5.jpg

cs3qdQO.jpg

...e comunque, poca figa in giro...

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono riuscito a recuperarle, ma si sono disputate anche le due gare della Gold Coast 600. Prima corsa vinta da van Gisbergen/Prémat su McLaughlin/Wall e Whincup/Dumbrell, con la vettura #88 che si è invece aggiudicata la seconda gara precedendo la gemella #97 e la Volvo #33. 

SVG e Prémat si sono quindi aggiudicati la Enduro Cup con 840 punti contro i 681 di Davison/Webb e i 602 di McLaughlin/Wall.

In classifica generale, con le quattro sprint di Pukekohe e le due gare di Homebush da disputare, van Gisbergen ha 2812 punti e il suo primo (forse unico) avversario è Whincup con 2664. Lowndes è terzo ma ha perso davvero troppo terreno nei tre weekend più importanti dell'anno, trovandosi ora a 2427. Cede ormai le armi Winterbottom, ora sesto con 2139 punti e quasi raggiunto da Mostert, distante appena 100 punti nonostante un inizio di campionato tragicomico.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dal 2017, il nuovo direttore tecnico del team Triple Eight sarà niente meno che Sam Michael, al posto di Ludo Lacroix.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Whincup vince due gare a Pukekohe ma esce dalla Nuova Zelanda decisamente battuto. Questo a causa del grosso errore di gara-3, che ha provocato lo scontro proprio con van Gisbergen e gli è costato un drive through.

Doppio duello davvero bellissimo: i primi due giri di gara-2 e i due immediatamente precedenti il contatto di gara-3 sono stati da cardiopalma. SVG con quattro podi su quattro si è portato a casa una buona fetta di titolo, perché i punti di vantaggio sono 181 su 300 da assegnare. 

Lowndes si è tolto di mezzo con un altro weekend deludente, soprattutto al sabato.

Bella la vittoria di Winterbottom in gara-3, frutto di una partenza strabiliante. Anche Mostert non se l'è cavata male, 149 punti di distacco da Frosty con tutta la sfiga di inizio stagione sono davvero pochi. Continuo ad ignorare la ragione per cui sulla Prodrive #6, anche l'anno prossimo, ci sarà Waters.

Non mi è dispiaciuto questo format delle quattro gare supersprint, concezione decisamente più europea delle corse turismo, nonostante tutto sommato la battaglia per le vittorie in gara sia stata pressoché nulla e si sia concentrata interamente nelle retrovie. Caspita, sto arrivando ad apprezzare maggiormente le gare endurance anche nel turismo, al posto delle sprint :asd: 

Sul difficile cittadino di Homebush, quindi, sarà van Gisbergen contro Whincup, l'allievo contro il maestro. Il 3-4 dicembre sapremo chi sarà il campione 2016.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vista Gara 1 a Sydney:

Figuriamoci se il campionato poteva concludersi con una gara normale. :asd: 

Van Gisbergen sbaglia tutto nei primi 10 giri e rischia di mandare all'aria la festa, prima partendo malino e subendo quattro sorpassi, poi un contatto con Winterbottom (incolpevole SVG) lo manda lungo alla chicane. Nel tentativo di rimonta centra Winterbottom con un tentativo di sorpasso "ambizioso" ( :asd: ), tra l'altro lucidità meno di zero considerato che Frosty era in netta difficoltà con le gomme e avrebbe ceduto di lì a poco. Penalità giusta e si ritrova dopo la prima serie di pit in fondo al gruppo mentre il compagno/rivale guida facilmente la corsa. 

Un ringraziamento sentito a Dale Wood lo deve aver fatto a fine gara :asd:, il pilota Nissan va a sbattere al 50esimo giro circa e viene chiamata la SC che di fatto permette a SVG di rientrare in lotta per le posizioni che contano. Poi si scatena, con gomme più fresche supera tutti guadagnando la terza posizione e vincendo il titolo. Complimenti a lui. 

Complimenti al contrario per T.Kelly che butta nel cesso uno dei risultati migliori della stagione tentando una resistenza totalmente casuale su SVG. :asd: 

Invece complimenti veri per Courtney che come al solito in bagarre non molla un centimetro. Peccato per il lungo alla prima curva dell'ultimo giro, ma davvero ha fatto sudare sette camicie a SVG. 

Gara come spesso accade splendida. Vedere queste macchine volare (letteralmente) sui cordoli in un cittadino è una goduria. 

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Appena vista anche io. SVG fortunato in questa gara ma il titolo è meritatissimo, alla prima occasione su una macchina al 100% competitiva non si è fatto sfuggire l'obiettivo avendo ragione di due compagni di squadra non esattamente scarsi. Whincup ha dominato e fatto il suo dovere.

Non ho trovato così incomprensibile la resistenza di Kelly, l'attacco di van Gisbergen non era poi così convinto e questo, sicuramente, perché sapeva che anche Kelly con le gomme era messo bene e poteva rispondere. Certo è che Todd si è sminchiato un bel risultato. Il team radio del #97 a tre giri dalla fine emblematico su che razza di mastino sia Courtney, che difatti dopo avere subìto il sorpasso ha pure risposto.

Lowndes invece si è rovinato la gara facendosi passare stupidamente da Holdsworth dopo la seconda sosta. Strategia azzeccata al 110% per Tander, invece, devono avere calcolato tutto al centesimo per giocarsela così bene col carburante.

Wood avrebbe fatto la felicità di Rizzica, se fosse stata una gara di GP2 :asd: 

74 giri volati, peccato che questo circuito esca dal calendario.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, The Rabbit ha scritto:

Appena vista anche io. SVG fortunato in questa gara ma il titolo è meritatissimo, alla prima occasione su una macchina al 100% competitiva non si è fatto sfuggire l'obiettivo avendo ragione di due compagni di squadra non esattamente scarsi. Whincup ha dominato e fatto il suo dovere.

Non ho trovato così incomprensibile la resistenza di Kelly, l'attacco di van Gisbergen non era poi così convinto e questo, sicuramente, perché sapeva che anche Kelly con le gomme era messo bene e poteva rispondere. Certo è che Todd si è sminchiato un bel risultato. Il team radio del #97 a tre giri dalla fine emblematico su che razza di mastino sia Courtney, che difatti dopo avere subìto il sorpasso ha pure risposto.

Lowndes invece si è rovinato la gara facendosi passare stupidamente da Holdsworth dopo la seconda sosta. Strategia azzeccata al 110% per Tander, invece, devono avere calcolato tutto al centesimo per giocarsela così bene col carburante.

Wood avrebbe fatto la felicità di Rizzica, se fosse stata una gara di GP2 :asd: 

74 giri volati, peccato che questo circuito esca dal calendario.

Azz non sapevo uscisse dal calendario. Peccato. -_-

Guarda la resistenza di Kelly l'ho trovata folle perché era dietro mezza macchina netta (o quasi) rispetto a SVG, proprio perché entrambi erano con gomme della stessa vita per me era impossibile resistere, diciamo che Todd si è giocato la posizione nel sorpasso non portato a termine su Lowndes.

Comunque: :asd: 

Considerato come è andata poteva accodarsi e giocarsela dopo quando lo scatenato Courtney non faceva passare neanche uno spillo. :asd: 

 

Holden di un livello superiore alle concorrenti. Va beh non è poi una novità. :asd: 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Impressionante il boato, c'è sempre un sacco di gente a vedere queste gare. Dall'immagine aerea comunque si vede che van Gisbergen frena prima di Kelly, probabilmente perché non voleva rischiare più di tanto, ma d'altra parte è pure Kelly ad esagerare la staccata. Poteva e doveva giocarsela meglio. 

Holden è tornata nettamente prima forza col ritiro ufficiale di Ford. Quest'anno Winterbottom e Mostert hanno subìto molto il ritardo delle Falcon col passare delle gare, presumo che dall'anno prossimo con l'intero sforzo di Holden concentrato su Triple Eight la forbice si allargherà ancora di più. Prodrive intanto si è portata a casa anche Jason Bright, di ritorno dopo 11 anni, vediamo se con una macchina più competitiva sarà ancora capace di giocarsi le sue carte.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spettacolare anche gara-2, specie il finale dopo un paio di neutralizzazioni in sequenza. Van Gisbergen la chiude con un bel successo su Tander e Reynolds, quest'ultimo fantastico nel difendersi dall'assalto di uno scatenato Whincup nel finale. Whincup che, del resto, paga una sosta effettuata forzatamente nello stesso momento del compagno di squadra, durante la prima Safety Car. Sfortunato Courtney, che dal comando preso con la prima sosta grazie ad un eccelso undercut si è ritrovato indietro per avere effettuato il secondo pitstop in regime di pista libera. Quarta posizione per McLaughlin, che soffia a Lowndes la terza in campionato.

Un'altra stagione entusiasmante, van Gisbergen eroe dei due mondi tra  il titolo vinto qui e quello conquistato nella Blancpain Endurance con la McLaren, chissà che tra qualche anno non venga a correre in pianta stabile in Europa. Whincup cercherà sicuramente di prendersi la rivincita nel 2017 e non è assolutamente detto che finisca come quest'anno. Buon piazzamento finale anche per Mostert, che ad inizio stagione era lontanissimo in classifica e poi ha concluso settimo a poco più di 100 punti da Winterbottom, che invece è stato anche leader della generale durante questa stagione. Un grande peccato per Reynolds, che proprio domenica ha dimostrato di esserci ancora, speriamo che con un anno sulle spalle anche Erebus riesca ad ingranare con questa Holden "del concessionario". Ho qualche dubbio su quale sarà la resa di McLaughlin con Johnson-Penske, dovrà inventarsi altri miracoli mi sa. Ad ogni modo, anche la stagione 2017 sarà tutta da vedere.

Menzione d'onore per lo stato in cui era ridotta la Ford di Coulthard a fine gara, aveva più scotch che carrozzeria dopo il tonfo con Waters :asd:  A tal proposito, decisamente lenti i commissari a segnalare la vettura #6 che si era stampata contro le protezioni.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Courtney è stato sfortunatissimo, l'hanno fatto rientrare al pit sicuri che uscisse la SC nel giro corrente ed invece è entrata un giro dopo. :asd: 

Di fatto ci hanno tolto la possibilità di vedere un SVG VS Courtney bis, peccato, ci hanno pensato comunque Whincup e Reynolds a creare spettacolo. Memorabile l'uscita di Jamie dall'ultima curva dell'ultimo giro. :asd: 

 

Il trionfo di van Gisbergen:

Shane-van-Gisbergen-with-Supercars-trophy-4Dec16-1-770x470.jpg

Shane-van-Gisbergen-700x467.jpg

15326508_713908465431062_4473038278799623523_n_700x465.jpg

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/12/2016 at 20:44 , The Rabbit ha scritto:

Impressionante il boato.

A proposito di boati, mi sono imbattuto in questa cosa qui: 

E io che pensavo di aver visto tutto dopo gara 2 sempre ad Adelaide quest'anno. :asd: Non avevo visto niente. :asd: 

Scusate se ho postato un video del 2014 nel topic 2016 ma non ho potuto farne a meno. :asd: 

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sì, uno dei momenti più alti degli ultimi anni di questo campionato :zizi: Whincup fallì contro Scotty come quest'anno contro Courtney, ma diciamo che se lo può permettere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che Volvo esordì davvero bene, peccato sia finita così. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, TexasTerror ha scritto:

Certo che Volvo esordì davvero bene, peccato sia finita così. 

Purtroppo pare che contrastare il dualismo Holden-Ford sia durissima. Volvo è stata competitiva ma incostante, Nissan talvolta fatica ad uscire da centro gruppo, Mercedes invece ha capito ben presto che non ce n'era. D'altronde queste due Case hanno accumulato un'esperienza senza eguali in questo campionato e, a quanto ho capito in queste due stagioni, qui non si improvvisa nulla, pure un pilota veloce come Dahlgren nel 2014 era sempre a fondo gruppo mentre McLaughlin con la stessa macchina vinceva anche le gare...

Vedremo se con i nuovi regolamenti tecnici cambierà qualcosa, a quanto ho letto Ford vuole pensionare la Falcon per la Mustang, che senza appoggi ufficiali rischia di non essere questo granché.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Accedi per seguirlo  

×