Vai al contenuto

Lotus

Appassionati
  • Numero messaggi

    4.083
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

2.858 Buono

9 che ti seguono

Informazioni di Profilo

  • Luogo
    near Modena
  • Segue la F1 dal
    '72
  • Pilota
    vari... XD
  • Pilota passato
    Ronnie e Gilles
  • Team
    Team Lotus vero
  • Circuito
    Nordschleife
  • Best Race
    Zeltweg 1978

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

1.560 ospiti/utenti
  1. Lotus

    McLaren

    Già... l'ombra... ho letto sul web l'ennesimo commento seriale sull'Alonso sfascia armonie e team da parte di un noto armonizzatore quale Nelson Piquet, l'intervistatore avrebbe dovuto sorridere a quell parole... ma il problema non è quello della senescenza arrembante del buon Nelson ma il fatto che ai tempi d'oro della F1 piloti dal carattere "tosto" e accentratore - quel che oggi si imputa ad Alo come aspetto negativo - sarebbero stati definiti campioni, punto e basta. La regola era quella... campione dalla forte personalità cerca di accentrare su di se l'attenzione del team ai danni del collega... atteggiamento tipico proprio del buon Nelson, se ricordo bene. E così Senna... Lauda ( Clay R. dovette andar via da Ferrari ), Gilles ( fuoco e fiamme contro i "colleghi" ); piloti come Scheckter, proprio per la loro personalità "scialba", dopo aver vinto la lotteria della vita sull'auto più performante del momento e per le sfighe altrui, si ritirarono presto... non avendo praticamente mercato. La differenza reale sta nei "dirigenti", nei TM di allora ( Furia, Colin, Tyrrel... poi Dennis e tanti altri ) e i facsimile imbelli di oggi, Toto & le tate ed il buon Christian Horner su tutti: gente completamente incapace di governare la baracca - come dimenticare il mitico Boullier ? - totalmente in balia di campioncini arroganti e viziati, ogni riferimento a Max V. che pone il veto a una minaccia quale Sainz (!!! ) è voluto. Tutto questo come avrebbe detto lo sfasciatore armonico Alonso - via radio mondo-diffusione ovviamente - "It's ridiculous"
  2. Lotus

    McLaren

    Vabbè, ora Mr. Zak ci fa vedere di che pasta è fatto... la squadra, senza il seminatore seriale di F1zizzanie, risorgerà dalle ceneri come una splendida, Arabissima, Fenice.
  3. Lotus

    12. Gran Premio d'Ungheria 2018 | Hungaroring

    Pensa che cosa potrebbe fare, appunto, una coppia di piloti come Alo e Sainz con quella vettura... Grosjean è un sopravalutato ma anche il figlio del buon Jan non è tutto quel diamante grezzo che vorrebbero far apparire... Con questa macchina potrebbero raccogliere di più, sicuramente.
  4. Lotus

    12. Gran Premio d'Ungheria 2018 | Hungaroring

    Mi ha impressionato che Vettel non riuscisse a passare Bottas... con gomme più fresche e performanti. Va bene la pista di cacca ma credo che con prestazioni di motore e vettura superiori oggi Seb dovesse passare prima.
  5. Lotus

    12. Gran Premio d'Ungheria 2018 | Hungaroring

    Vettel sotto pressione di solito fa più kasini... vedremo. Anche per me la partenza sarà fondamentale... se Kimi non apre la vedo dura, ma se apre Bottas rischia di coprire Hamilton... che questa volta non deve sbagliare nulla, solo partire bene.
  6. Lotus

    Radio Paddock 2018

    Mah, io non nego che non sono mai stato affascinato dall'uomo. Certo, ha salvato dal baratro la ditta ma l'ha fatto a prezzo di scelte durissime per l'Italia, sia dal punto di vista industriale sia da quello economico. Non ne ho mai messo in dubbio la valenza in quanto manager né ho sollevato obiezioni di carattere "morali" per tutta la serie di operazioni con cui ha sottratto all'economia e sopratutto alle Finanze il primo gruppo industriale del paese. Per assolvere un compito era stato arruolato da U. A. nella galassia della famiglia e quel compito lo ha assolto nel migliore dei modi. Prima in SGS poi in FIAT-FCA. Ma il famoso detto "quel che è buono per gli Agnelli è buono anche per l'Italia" è praticamente un ossimoro, non ha portato fortuna prima e tantomeno, con la ritirata strategica tra Amsterdam-Londra-Detroit "alla conquista del mondo" ne porterà in futuro, secondo me. All'Italia, s'intende. FCA diventa sempre più CA e la F - Lancia è defunta ormai, Maserati ed Alfa resteranno marchi alla "Mercury" GM style, per i polli patiti del lusso - si perderà nei meandri di qualche joint-venture sino-coreana, magari vedremo una Ioniq 500 style . Ed è quel che premeva all'azionista, direi Mission Accomplished. Per quanto riguarda Ferrari.. speriamo che i nipoti ( si, ci metto anche quel mattacchione di Lapo, la passione per l'auto c'è l'ha, qualche cosa potrebbe fare ) siano cresciuti abbastanza per non modificare sostanzialmente un meccanismo che se "seguito" con l'ottica giusta ( "danno non fare, lascia che qualcun altro sia a guidare" LCDM docet ) si governa da se. Direi che l'ex AD di PM potrebbe essere la persona giusta, ma avrei preferito un uomo di prodotto, alla Felisa... come appunto Altavilla; ma forse è proprio quello che J. Elkann non voleva... speròm.
  7. Lotus

    Donne E Motori

    Intendo le foto promozionali che fa per il suo Brunello, si capisce!
  8. Lotus

    Donne E Motori

    la compagna del nuovo AD qualcuno l'ha già messa?
  9. Lotus

    11. Gran Premio di Germania 2018 | Hockenheim

    Domenico, non son d'accordo del tutto... è vero, Lewis sull'acqua va forte... ma stessa cosa si è detta, per anni, per quanto riguarda Seb. La discriminante vera a favore di queste super rimonte ( parti 14°, in dieci giri sei 5°/4°) è data dall'enorme differenza di potenziale che 4 vetture hanno ormai sul resto della truppa. In condizioni "normali", cioè con delle prestazioni motoristiche più livellate, come prima dell'era ibrida ma anche del periodo "soffiato" dei motori Renault Red Bull vincenti, una gara di rimonta eccezionale sarebbe finita nei punti, come quella fatta da Ricciardo, diciamo. Con queste differenze abissali di prestazioni è scontato che, pioggia o non pioggia, una Ferrari o una Merc arrivino al limite del podio anche partendo dalla diciottesima piazza ormai... se poi ci mettiamo Safety Car e strategia gomme azzeccata è chiaro che vinci se il tuo diretto competitore va fuori strada, con l'abolizione del divieto dei giochi di squadra a meno che non ti chiami Grosjean o Ericsson il gioco è fatto... Poi certo ricordiamo epopee simili negli anni passati, anche in quelli d'oro; è vero succedeva anche allora... ma a fine gara scoprivi - quando la RAI trasmetteva in differita, se trasmetteva - che l'eroe di turno aveva agguantato il quarto posto partendo ventesimo perché in dieci o undici si erano ritirati tra rotture e incidenti vari.
  10. Lotus

    11. Gran Premio di Germania 2018 | Hockenheim

    PS senza polemica e fuori contesto: Dagostino su Marchionne ci aveva visto giusto, altro che spalla... Su oggi: chi è causa del suo mal ( ogni riferimento alla Mercedes è perfettamente voluto ) pianga se stesso.
  11. Lotus

    11. Gran Premio di Germania 2018 | Hockenheim

    lui non lancia motorini, eh! Vi ricordate nel vecchio forum chi aveva in firma quella frase? rotfl
  12. Non dimenticherò mai che per colpa di questo svizzero naturalizzato francese Alonso e Ferrari si sono giocati un bel mondiale. Ed il bello è che è pure abbastanza presuntuoso... Grosjean: “Non c’è motivo per cui non potrei essere campione del mondo” https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/grosjean-non-ce-motivo-cui-non-potrei-campione-del-mondo-379790.html
  13. Ho letto che l'altoatesino di lingua ( e simpatia ) alemanna, dopo l'ennesimo incontro di lotta libera allestito dal suo pilota ha apostrofato Alonso dandogli del "piagnone"... incredibile, davvero. Con la macchina "miracolata" che hanno... si ocupasse della coppia assortita di piloti che "gestisce", un pluridecorato sfascia carrozze ed un figlio d'arte che ha fatto della scorrettezza e del litigio costante con i colleghi la sua cifra stilistica.
  14. Non ci resta che contare sulla grosjeanata quotidiana per avere un po' di brividi e spettacolo...
  15. ed infatti il DRS mortifica tutti i piloti, appiattisce le reali qualità di ognuno e contribuisce a falsare, costantemente, le gare di questa F1. Poi, certo, che sia stato codificato per dare una possibilità di sorpasso in più in un periodo in cui stare in scia - in rettilineo! - era impossibile è vero... ma la F1 ora è cambiata - come avete detto Vettel stava in scia a Bottas con DRS aperto in curva , può ulteriormente cambiare... basterebbe eliminare una volta per tutte le appendici, proibire i diffusori vari e riportare le auto a contare sopratutto sul grip meccanico rispetto a quello aerodinamico. PS anche eliminare il carbonio - proibendolo proprio - da tutti settori al di fuori della cella di sicurezza, chassis, telaio, come volete chiamarlo, sarebbe cosa buona e giusta. Con questi mezzi da 30.000 manettini e passa non sapremo più fra poco se il pilota è un campione di guida o di livello d'attenzione e di tempi di reazione. E' evidente che a molti di voi piaccia la tecnologia... piace anche a me... ma questa tecnologia ( DRS, appendici varie,superfreni carbonio... ) è deleteria per lo spettacolo nel suo insieme. la perdita costante di appeal e pubblico del prodotto F1 lo dimostra appieno, secondo il mio parere.
×