Jump to content

MauroC

Appassionati
  • Content Count

    2,711
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

MauroC last won the day on August 29 2018

MauroC had the most liked content!

Community Reputation

3,038 Buono

2 Followers

About MauroC

  • Birthday 05/13/1975

Informazioni di Profilo

  • From
    Milano
  • Following F1 since
    1988
  • Driver
    Luigi Rivellini
  • Former Driver
    J-Pierre Sarti
  • Team
    Andrea Moda
  • Track
    Mexico City old
  • Best Race
    Newbury 2003

Recent Profile Visitors

1,808 profile views
  1. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Su questo non sono d’accordo, i precedenti dicono che il regolamento può essere applicato con una certa discrezionalità, se avessero lasciato correre, sarebbe semplicemente finito nel mucchio.
  2. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Per le “carognate”, se ci tengono proprio, avrebbe più senso utilizzare i punti patente. Nel caso di penalizzazione per accumulo punti, si andrebbe a colpire una condotta reiterata e non il singolo episodio e un’eventuale errore di valutazione, avrebbe un coefficiente di incidenza molto più basso.
  3. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    In realtà il “non poteva sbagliare così” fu usato a sostegno della tesi di manovra dolosa, essenziale per dare la penalità. In ogni caso fu un processo alle intenzioni a tutti gli effetti. Puoi pensarlo ma non puoi penalizzare qualcuno perché “secondo me l’ha fatto apposta”.
  4. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Sarebbe un’opzione più dignitosa, in Svizzera lo hanno fatto.
  5. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Sei sicuro di questo? Il regolamento prevede penalità a priori per ogni tipo di errore che generi pericolo? A me non risulta. Spero che ti renderai conto che la tua filosofia in determinati casi può portare ad un aumento del rischio, soprattutto per un fondamentalista della sicurezza questo dovrebbe essere ancora più inaccettabile. Vettel poteva: a) fare la manovra più naturale per tentare di recuperare la vettura massimizzando le probabilità di riuscita b) tentare una manovra impossibile aumentando esponenzialmente le probabilità di incidente. Dunque se scegli a) vieni penalizzato, se scegli b) e causi un incidente, nessuna penalità. Questo in nome della sicurezza, of course.
  6. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Hai una filosofia opposta alla mia, ok. Forse ho usato il termine “volontarietà” in modo improprio, quello che dico, nel caso specifico, esisteva un modo più sicuro per rientrare? Perché se non c’era, e lo sostengono praticamente tutti i piloti, di che si sta parlando? Penalità per non aver fatto una cosa impossibile? Veramente, è fuori da ogni logica. Voglio sperare che si sia trattato di un errore di valutazione, cioè che abbiano giudicato possibili delle manovre alternative. Se invece la linea è “penalizziamo ogni errore che genera pericolo potenziale”... beh magari a te piacerà ma dal mio punto di vista siamo proprio alla deriva.
  7. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Le regole contemplano la volontarietà di una manovra? Vettel, una volta commesso l’errore, indubbiamente involontario, aveva la possibilità di compiere una manovra differente? Perché per me sta qui il punto. Se non sei in grado di dimostrare la volontarietà di un’azione, devi concedere il beneficio del dubbio al pilota e lasciare correre. Anche con queste regole. Bisogna fare attenzione nel rincorrere la sicurezza andando a punire situazioni involontariamente “unsafe” perché nel tentativo di tenersi stretto in uscita, Vettel avrebbe potuto tranquillamente andare in spin, stamparsi contro le barriere ed Hamilton su di lui. In quel tipo di dinamica cos’era più sicuro? Lasciare scivolare la vettura verso l’esterno e riprenderne il controllo o tentare una traiettoria contro ogni legge fisica? Verstappen in Giappone aveva scelta, qui Vettel no. Se questa non è una discriminante nell’applicazione del regolamento, allora andiamo a punire chi tampona quello davanti anche se gli si sono rotti i freni.
  8. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Questo è uno dei fattori chiave della deriva regolamentare attuale.
  9. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    A me sta roba della SNAI sembra allucinante... ma possono farlo? http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/f1/2019/06/10/f1snaiha-vinto-vettelscommesse-pagate_65fd793d-4c3d-4006-89a6-0dc463f9909b.html
  10. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    A parte i dementi di feisbuc, direi che l’hanno fatto un po’ tutti i commentatori... anche perché gli argomenti sono quelli. Poi è ovvio che a tenere banco c’è stata la questione della penalità. L’errore di Vettel, il recupero rocambolesco, i dritti di Hamilton al tornantino sono stati gli ingredienti principali di una battaglia che si era fatta entusiasmante, proprio la frustrazione per non averne potuto vivere il seguito ha amplificato notevolmente i malumori per una decisione arbitrale più che discutibile. Su Leclerc, la Ferrari continua a perseverare nella ricerca del colpo ad effetto (qui nella ricerca di una SC), quando a mio parere sarebbe stato potenzialmente più incisivo cercare di tenerlo più vicino possibile all’inglese. La giustificazione del vuoto di comunicazione con Charles sulla penalità è piuttosto imbarazzante, sono anch’io sono convinto che se si fosse fatto troppo sotto gli avrebbero chiesto di rallentare, in modo più o meno trasparente (fuel saving?). Possiamo interrogarci sul perché di questa decisione, segno di debolezza a mio parere, evidentemente temevano che Charles, avrebbe cercato di stare dentro i 5” anche davanti ad una richiesta precisa. O magari hanno voluto scongiurare questo rischio evitando di aggiungere ulteriore benzina su un fuoco già bello vispo.
  11. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Non farei troppa dietrologia, non penso sia stata molto ragionata come decisione, penso che abbiano semplicemente attuato una procedura utilizzando un determinato metro di giudizio. Il clamore di questa decisione potrebbe far rivalutare alcune impostazioni? C’è da augurarselo ma non mi sento molto ottimista. Riguardo all’appello credo che si tratti di un mezzo per fare rumore possibile, nè più nè meno.
  12. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Capisco l’intento di sensibilizzazione ma trovo fuori luogo e di cattivo gusto pubblicare questa merda. La rete è piena di dementi, l’abbiamo capito, se ho voglia di leggere merdate me le vado a cercare altrove... qui dentro conto di poterne fare a meno.
  13. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    D’altronde: summum ius, summa iniuria. Per dirla con Cicerone, una applicazione acritica del diritto - che non tenga conto delle circostanze a cui le sue norme devono essere applicate nel singolo caso e delle finalità reali a cui esse dovrebbero tendere - ne uccide lo spirito e può facilmente portare a commettere ingiustizie o addirittura costituire strumento per perpetrare l’ingiustizia.
  14. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    http://autosprint.corrieredellosport.it/news/sterzi-a-parte/2019/06/10-2186325/chi_vuole_una_f_1_per_voci_bianche_si_dia_alla_lirica/
  15. MauroC

    07. Gran Premio del Canada 2019 | Montreal

    Dal mio punto di vista la questione regolamentare nemmeno si dovrebbe porre. Il fatto è che ormai troppo spesso viene ignorata l’accidentalità di certe situazioni. Se un pilota va in spin in mezzo al rettilineo (tipo Kimi in Cina), causa una situazione di pericolo enorme, eppure nessuno si sogna di penalizzarlo (per ora... e grazie al cielo). Mi sono ritrovato più volte ad esprimere rammarico per il fatto che il concetto di “incidente di gara” stia morendo... questa è una volta in più (senza nemmeno l’incidente).
×