Vai al contenuto

keru32

Appassionati
  • Numero messaggi

    425
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

366 Novello

Che riguarda keru32

  • Compleanno 19/06/1992

Informazioni di Profilo

  • Luogo
    Verona
  • Segue la F1 dal
    2000
  • Pilota
    KIM,VET,ROS
  • Pilota passato
    MSC
  • Team
    Ferrari
  • Circuito
    Spa
  • Best Race
    Brasile 2008

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

734 ospiti/utenti
  1. keru32

    Radio Paddock 2019

    Incredibile come nel giro di 3 giorni dalla "dipartita" di Arrivabene saltino fuori, anche su riviste autorevoli, descrizioni alla Stalin. Nei 4 anni precedenti tutti muti o quasi.
  2. keru32

    Radio Paddock 2019

    Sono d'accordo sul doppio ruolo. Binotto è un ottimo tecnico, ed è giusto che continui a ricoprirlo. È giusto che sia lui nelle riunioni tecniche della FIA a far sentire la voce del comparto tecnico Ferrari. Sarà in grado di farlo? Forse sì forse no, ma di certo un fallimento manageriale non dipenderà dalla sua riconfermata responsabilità sulla parte tecnica.
  3. keru32

    Radio Paddock 2018

    Però a questo punto si può dire che il pitstop obbligatorio fa il paio col DRS quale artificio pro spettacolo fine a sè stesso. E in ogni caso come evidenziato nonostante drs, pit obbligatorio e obbligo del q2, Ricciardo ha vinto con la PU rotta rimanendo sempre davanti, quindi questi vincoli si possono pure togliere
  4. keru32

    Radio Paddock 2018

    Bastava tenere mescole e colori dello scorso anno, eliminando magari i due estremi, e sarebbe stato tutto abbastanza chiaro. Dipendesse da me poi ci sarebbero soltanto tre gomme (le medie, le soft e le ultra dell'anno scorso) da portare a ogni gp, senza regola di cambio obbligatorio o partenza con gomma usata in q2.
  5. keru32

    Radio Paddock 2018

    Se ora qualcuno ci capisce più di prima lo voglio conoscere.
  6. Mah, secondo me questo annullamento è sbagliato. La mia opinione è che finché i piloti più esperti sono in pista, e magari davanti, la pista è praticabile, perchè se loro sono sù e altri cadono, è una mera questione di giudizio ed esperienza (non giravano mica doppiati i vari Rossi, Dovizioso, Pedrosa e pure Lorenzo, che notoriamente sull'acqua è un po' un gatto). Molti secondo me poi sul bagnato cadono perchè pensano di essere nella condizione (e forse nell'obbligo) di dover fare la differenza in uno scenario dove chi ha più coraggio fa la differenza. Ma non è affatto vero. In gare normali sull'asciutto può benissimo essere che uno parta sesto, e rimanga per tutta la gara sesto senza mai avere l'opportunità di arrivare nemmeno quarto. Ed è del tutto normale, e non ci si prende grandi rischi per fare la differenza. Il pacchetto è quello e si fa il possibile per portare a casa il risultato. Sul bagnato invece si sentono tutti (o quasi) in grado di fare qualcosa di "speciale", si corrono rischi enormi, e questo porta a cadute a raffica
  7. Da non sottovalutare le possibilità di pioggia che rispetto a ieri sono salite di molto
  8. Guardando i parziali del Q3, si può quasi dire che questa pista è la "nuova vecchia Hockenheim". La nuova regina della coperta corta, con una differenziazione nei settori che raramente si vede altrove.
  9. Peccato per la qualifica di Raikkonen...sui livelli di Ericsson qui per distacco dal compagno di squadra. Entrambi i ferraristi sul lato sporco...gran problema. In ogni i caso considerando il Renault, credo che le RB domani avranno vita durissima, non li vedo come favoriti per la vittoria. È anche vero che probabilmente sarà l'unica squadra a poter contare su due punte.
  10. Di certo considerando il rettifilo, la scia e lo sporco, domani è meglio partire terzo che secondo, e probabilmente anche che primo...
  11. Hamilton, Vettel e Verstappen potevano qualificarsi con le rosse senza reali rischi. Domani i primi 6 partiranno tutti con le ultra, quindi alla pari
  12. Chissà se qualcuno proverà a fare il q2 con le rosse. Se i delta detti da Isola sono corretti, immagino sia almeno teoricamente possibile.
  13. keru32

    18. Gran Premio degli Stati Uniti 2018 | Austin

    Questo è certo. Il mancato lavoro del venerdì ha portato ad assetti "azzardati", e si è visto. Spero solo che nessuno vista la gara di oggi prenda sul serio il consiglio di Vanzini di togliere il venerdì di prove per avere gare più caotiche e imprevedibili.
  14. keru32

    18. Gran Premio degli Stati Uniti 2018 | Austin

    No non credo, la Ferrari era molto veloce in rettilineo oggi (e le velocità di punta lo confermano). Inoltre nella prima parte di gara Vettel ha dimostrato che se si aveva un passo superiore si passava con quella macchina
  15. keru32

    18. Gran Premio degli Stati Uniti 2018 | Austin

    Strategie difficili da interpretare. Giusto secondo me per Hamilton rientrare durante VSC e mettere le Soft. Faccio fatica a capire perchè Raikkonen non sia rientrato, considerando che aveva a disposizione ben due set nuovi di Supersoft, oltre al treno di Soft. Io fossi stato Hamilton o Raikkonen sarei in egual modo rientrato per mettere Soft, con l'idea di fermarmi a 20 giri dalla fine per mettere un treno di Super. In ogni caso Hamilton è rientrato mentre Raikkonen no. A questo punto però non capisco quello che è successo dopo. Fossi stato Hamilton sarei rientrato ai box per mettere ulteriori Soft arrivato a 2.5 secondi da Raikkonen, sicuro si poter fare undercut considerando il passo del finlandese con Ultra finite. Non capisco perchè Hamilton non lo abbia fatto. Non capisco poi perchè non lo abbiano fatto rientrare prima. Gli ultimi giri che gli hanno fatto fare sulle prime Soft sono stati orrendi. Che senso aveva? Magari poi paghi nel finale, ma magari anche no perchè esce una safety e si va al box di nuovo. Inspiegabile lasciare fuori Hamilton in quegli ultimi giri con un passo imbarazzante. Di certo ci ha perso la gara. Verstappen garone eccezionale. Vettel gran gara pure lui, con una strategia decente ha contenuto il distacco dai primi. Errore con Ricciardo ma ci sta, ormai nessuno si gioca più nulla e quindi possono saltar fuori incidenti di gara.
×