Vai al contenuto

V6DINO

Staff
  • Numero messaggi

    3.239
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    76

Contenuti inviati da V6DINO

  1. V6DINO

    First 891

    DATI GENERALI Scuderia First Racing Anno di produzione 1989 Motore Judd CV V8 3500 cc. Telaio Monoscocca in fibra di carbonio Pneumatici Goodyear Luogo di produzione Torino (ITA) google.maps Progettista Ricardo Divila Impiegata nel 1989 Piloti Gabriele Tarquini STATISTICHE GP Disputati 0 First F189 I nuovi regolamenti previsti dalla FIA per il 1989 che eliminavano i costosi e potenti motori turbo, sembravano far pensare ad una Formula Uno molto meno costosa e quindi più accessibile anche da piccole scuderie. Furono così diversi i protagonisti della F.3000 che progettarono il grande salto per il 1989. Fra questi anche la First Racing di Lamberto Leoni, pilota di lungo corso, che dal 1986 aveva calcato le scene della ex-F.2 con buon successo, riportando diverse vittorie e facendo correre piloti di sicuro talento come Marco Apicella, Fabrizio Giovanardi, Pierluigi Martini e Gabriele Tarquini, oltre allo stesso Leoni. Il progetto F189 nacque nel 1988 dopo che Leoni ne aveva affidata la direzione a Richard Divila, ex-progettista Fittipaldi, che si mise al lavoro per approntare una monoposto piuttosto tradizionale intorno al motore Judd. Gabriele Tarquini fu da subito designato come pilota titolare e la vettura fu pronta per i primi test nell'inverno del 1988 a Monza. Purtroppo Divila era stato nel frattempo ingaggiato dalla Ligier come direttore tecnico e aveva così lasciato il suo progetto dopo solo un paio di mesi nelle mani di Gianni Marelli. Tarquini partecipò al Motor Show di Bologna in una gara-esibizione indoor, il Memorial Attilio Bettega, e la First ricevette così il suo battesimo in pista con discreti riscontri, vivendo il suo momento di notorietà. Purtroppo però le difficoltà economiche cominciarono a farsi sentire ancora prima di iniziare l'avventura mondiale vera e propria: il progetto di una seconda vettura che doveva essere affidata prima a Julian Bailey e poi all'esperto Colin Bennett fu abbandonato e così nella entry-list ufficiale della FIA la First presentava una sola macchina, quella per Tarquini, cui fu assegnato il numero 42. Il telaio della vettura era stato costruito a partire dalla March 87 di F.3000 e lo stesso Divila, che rivide la sua vettura finita per la prima volta a Bologna, espresse diverse riserve sulla sua effettiva sicurezza: il crash test FIA non superato pochi giorni prima della partenza per il Brasile, sede del primo Gran Premio stagionale, confermò quei timori. Leoni non aveva né il tempo, né le risorse economiche per modificare la sua vettura, renderla a norma e ritentare il crash test: così la sua iscrizione ad Interlagos rimase lettera morta. La First si dedicò ancora alla F.3000 fino alla stagione 1991, al termine della quale chiuse definitivamente i battesti. Lamberto Leoni si diede alla motonautica. Il telaio F189, grazie all'interessamento di Marelli, fu acquistato da Ernesto Vita e divenne, senza maggiore fortuna, la Life L190.
  2. V6DINO

    Matra MS84 '69

    DATI GENERALI Scuderie: Matra International - Tyrrell Racing Anno di produzione: 1969 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio (4 ruote motrici) Carburante e lubrificanti: Elf Pneumatici: Dunlop Luogo di Produzione: Romorantin-Lanthenay e Vélizy-Villacoublay (FRA) Progettista: Gérard Ducarouge, Bernard Boyer Impiegata nel: 1969 Piloti: Johnny Servoz-Gavin, Jean-Pierre Beltoise STATISTICHE GP Disputati: 4 Miglior risultato: J.Servoz-Gavin, 6* posto nel GP Canada 1969, a -6 giri dal vincitore Note La Matra MS84 fu l'unica vettura F1 a trazione integrale nella storia a conquistare punti validi per il Campionato Mondiale. MS84 Come la coeva Lotus 63, anche la Matra MS84 era una vettura sperimentale e rappresentava il tentativo, peraltro non nuovo nella storia della F.1, di introdurre la trazione integrale nella meccanica delle vetture da competizione su pista. Nonostante anche questo progetto, come del resto gli altri legati similari, non abbia raggiunto i risultati sperati, la MS84 resta tuttavia l'unica vettura 4WD ad aver ottenuto un piazzamento a punti nella storia del Campionato del Mondo: il sesto posto di Johnny Servoz-Gavin al GP del Canada 1969. ( Massimo Piciotti )
  3. V6DINO

    Matra MS84 '69

    ??. Se è scollegata non è 4x4
  4. V6DINO

    Dakar 2019

    mha, 33 litri dove li mettono? forse sulla schiena .
  5. V6DINO

    Dakar 2019

    Ragazzi avrei una curiosità, visto che di tecnica si trova poco o niente... Vedo che le moto hanno dei serbatoi piuttosto piccoli, quanta strada riescono a fare?
  6. V6DINO

    Jordan EJ13 '03

    DATI GENERALI Scuderia: Jordan Ford Anno di produzione: 2003 Motore: Ford Cosworth RS1 V10 2998cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Elf, Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: Gary Anderson, Henri Durand, John McQuillam, Nicolò Petrucci Impiegata nel: 2003 Piloti: 11 Giancarlo Fisichella, 12 Ralph Firman, 12-36 Zsolt Baumgartner, 36 Bjorn Wirdheim, 36 Satoshi Motoyama STATISTICHE GP Disputati: 16 Vittorie: 1 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Jordan, 9° posto nel Campionato Costruttori 2003 EJ13 Perso lo sponsor più munifico, persi i motori Honda e gran parte del budget disponibile, Eddie Jordan si trovò all'inizio del 2003 in difficoltà economiche. L'irlandese dovette ripiegare sui propulsori Ford Cosworth accettando una fornitura di una versione non di ultima generazione riservata alla Jaguar e fu costretto a sviluppare la nuova vettura senza stravolgere il progetto dell'anno precedente che già non si era rivelato strabiliante. Con queste premesse e con lo scarso tempo a disposizione per la messa a punto dovuto al ritardo con cui l'accordo per i motori fu siglato, non può sorprendere il fatto che la "EJ13" si sia rivelata come una vettura da fondo classifica, incapace di permettere a Giancarlo Fisichella, confermato, e al suo nuovo compagno di team Ralph Firman di raccogliere buoni piazzamenti. In questo grigiore generale si collocò tuttavia lo straordinario week-end del Gran Premio del Brasile, una gara che si può tranquillamente definire come il canto del cigno della Jordan. Quel giorno Giancarlo Fisichella sotto una pioggia torrenziale che aveva livellato le prestazioni, riuscì a compiere una gara eccezionale e fu fortunato protagonista quando un cruento incidente con protagonisti Fernando Alonso e Mark Webber gettò lo scompiglio nel gruppo. La gara fu interrotta dopo 54 dei 71 giri previsti e la classifica fu stilata non senza difficoltà, cercando di ricostruire la situazione in pista. Inizialmente assegnata a Kimi Raikkonen per un errore di cronometraggio, la vittoria fu poi correttamente data a Fisichella che così colse il primo successo della sua carriera ed il quarto ed ultimo nella storia della Jordan. ( Massimo Piciotti )
  7. V6DINO

    Jordan EJ12 '02

    DATI GENERALI Scuderia: DHL Jordan Honda Anno di produzione: 2002 Motore: Honda RA002E V10 3000cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: Eghbal Hamidy, Gary Anderson Impiegata nel: 2002 Piloti: 9 Giancarlo Fisichella, 10 Takuma Sato STATISTICHE GP Disputati: 17 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Jordan, 6° posto nel Campionato Costruttori 2002 EJ12 Nonostante un budget ancora di tutto rispetto ed il rinnovo nella fornitura dei motori Honda ufficiali in concorrenza con la BAR, la "EJ12" segnò ancora una volta il passo rispetto alle migliori vetture del lotto, relegando la scuderia di Eddie Jordan ad un ruolo di comprimaria. Nonostante gli interventi importanti sull'avantreno della vettura, sulla distribuzione dei pesi e sulla leggerezza complessiva del telaio, i risultati in pista restarono deludenti e, se possibile, ancora inferiori rispetto alla già travagliata stagione 2001. Tallone d'Achille della vettura era senza dubbio l'affidabilità: numerosi cedimenti meccanici di varia natura costrinsero diverse volte Giancarlo Fisichella alla resa ed il suo compagno di squadra, il giapponese Sato voluto da Honda, finì per raccogliere in tutta la stagione due soli miseri punti. Al termine della stagione la Honda annuncia ufficialmente il suo ingresso nella compagine azionaria della BAR, che avrà dal 2003 l'esclusiva nella fornitura dei motori. Il ridimensionamento economico e tecnico della Jordan imbocca così un cammino non più reversibile. ( Massimo Piciotti )
  8. V6DINO

    Midland M16 '06

    DATI GENERALI Scuderia: MF1 Racing Anno di produzione: 2006 Motore: Toyota RVX-06 V8 2398cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Esso, Mobil Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: John McQuillam, James Key Impiegata nel: 2006 Piloti: 18 Tiago Monteiro, 19 Christijan Albers, 39 Markus Winkelhock, 39 Giorgio Mondini, 39 Adrian Sutil STATISTICHE GP Disputati: 15 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Monteiro, 9° posto nel GP di Ungheria 2006 Midland M16 Alex Shnaider, presidente del gruppo Midland, uno dei più importanti colossi russi nell'industria dell'acciaio, della cantieristica e delle costruzioni, aveva annunciato nel marzo del 2004 che aveva intenzione di creare la prima scuderia russa in F.1. Per il suo intento aveva battuto diverse strade, fino a giungere nell'inverno di quello stesso anno a rilevare da Eddie Jordan le strutture ed i diritti della sua scuderia per una cifra intorno ai 60 milioni di dollari. L'intento di Shnaider era decisamente ambizioso, quello di entrare nel giro di pochi anni nel novero dei top team. Purtroppo fra il dire ed il fare c'è di mezzo l'esperienza, la conoscenza delle corse e la tecnica che un team giovane, sebbene finanziariamente solido, non aveva. La "M16" era una vettura concepita in continuità con la Jordan EJ15 con cui condivideva gran parte del team tecnico e realizzativo, con la promozione a chief-designer di James Key, che successivamente sarà titolare del medesimo incarico in Force India, Sauber, Toro Rosso e McLaren. Il motore Toyota era il medesimo utilizzato dalla scuderia ufficiale giapponese, ma nonostante le aspettative notevoli, le prestazioni della vettura furono del tutto deludenti. La stagione si concluderà senza nemmeno un piazzamento a punti. Ma la pazienza non era la virtù migliore di Shnaider. Fu così che, di fronte alla totale assenza di risultati, già a metà stagione 2006 cominciò a circolare nel paddock la voce che la Midland fosse in vendita. Quando il team principal Trevor Carlin lasciò l'incarico seguito poco dopo dal direttore tecnico Mark Smith, i dubbi divennero certezze. La MF1 Racing fu ceduta il 9 settembre alla azienda automobilistica olandese Spyker per 106,6 milioni di dollari e finì la stagione colorata di arancione. ( Massimo Piciotti )
  9. V6DINO

    Midland M16 '06

    Sarebbe giusto dire: la Jordan EJ15B, ridipinta
  10. V6DINO

    March Cg891

    DATI GENERALI Scuderia: Leyton House March Racing Team Anno di produzione: 1989 Motore: Judd CV V8 3496cc. Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio e kevlar Carburante e lubrificanti: BP Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Bicester (GBR) Progettista: Adrian Newey e Gustav Brunner Impiegata nel: 1989 Piloti: Ivan Capelli, Mauricio Gugelmin STATISTICHE GP Disputati: 14 Giri Più Veloci: 1 Miglior risultato: 7° posto in 3 GP
  11. V6DINO

    Kojima KE007 '76

    Si è la prima versione...
  12. V6DINO

    1993 Ligier F1

    Did you do it in 1995? This is a digital drawing, what program did you use?
  13. V6DINO

    Midland M16 Spyker '06

    DATI GENERALI Scuderia: Spyker MF1 Racing Anno di produzione: 2006 Motore: Toyota RVX-06 V8 2398cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Esso, Mobil Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: John McQuillam, James Key Impiegata nel: 2006 Piloti: 18 Tiago Monteiro, 19 Christijan Albers, 39 Alexander Premat, 39 Ernesto Viso, 39 Adrian Sutil STATISTICHE GP Disputati: 3 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato:
  14. V6DINO

    Maserati 250F '54

    DATI GENERALI Scuderia Officine Alfieri Maserati Anno di produzione 1954 Motore Maserati 250 F1 6L 2494 cc Telaio Traliccio tubolare in acciaio Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Modena google.maps Progettista Vittorio Bellentani e Gioacchino Colombo Impiegata nel 1954, 1955 e 1956 Piloti Juan Manuel Fangio, Onofre Marimon, Sergio Mantovani, Alberto Ascari, Luigi Villoresi, Roberto Mieres, Stirling Moss, Harry Schell, Luigi Musso, Louis Rosier, Francisco Godia-Sales, Jean Behra, Carlos Menditeguy, Clemar Bucci, Cesare Perdisa, Andrè Simon, Horace Gould, Chico Landi, Gerino Gerini, Josè-Froilan Gonzalez, Pablo Gulle e Luigi Piotti STATISTICHE GP Disputati 15 (+19 fuori campionato) Vittorie 2 (+8 fuori campionato) Podi 8 (+19 fuori campionato) Pole Position 1 Giri Più Veloci 5
  15. V6DINO

    Maserati - Osca

    DATI GENERALI Scuderia Ecurie Siam Anno di produzione 1948 Motore OSCA Tipo 4500 V12 4500 cc Telaio traliccio tubolare in acciaio Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Modena google.maps Progettista Alberto Massimino Impiegata nel 1951 Piloti Prince Bira STATISTICHE GP Disputati 1 (+4 fuori campionato) Vittorie 0 (+1 fuori campionato) Podi 0 (+1 fuori campionato) Pole Position 0 Giri Più Veloci 0
  16. V6DINO

    Teams Indianapolis 1950-1960

    ?? I do not understand what you are asking for, but this is a project still to be developed ... soon.
  17. V6DINO

    Midland M16 Spyker '06

    ...è sempre interpretabile (per i giornalisti) ma già all'epoca esisteva la regola della "proprietà intellettuale" del progetto e non si poteva cambiare nome alla vettura. La Spyker "vera" sarà in pista dal 2007. Anche se sempre di ex Jordan si tratta...
  18. V6DINO

    Midland M16 Spyker '06

    Dai Alex, questo non è un "lavorare"... con il lavoro si guadagna, con questo si fatica a prendere un grazie.
  19. V6DINO

    Midland M16 '06

    yes, in this setting it is high up on the body in front of the pilot ...
  20. V6DINO

    Honda RA271

    DATI GENERALI Scuderia: Honda R&D Company Anno di produzione: 1964 Motore: Honda RA271E V12 1495cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: BP Pneumatici: Dunlop Luogo di Produzione: Yaesu (JPN) Progettista: Yoshio Nakamura, Shoichi Sano Impiegata nel: 1964 Piloti: Ronnie Bucknum STATISTICHE GP Disputati: 3 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: 13° posto GP Germania RA271 Anno di produzione: 1964 Luogo di produzione: Tokyo, Giappone Designer: Yoshio Nakamura, Shoichi Sano Esemplari costruiti: 1 La carriera sportiva della RA271 fu piuttosto breve e si risolse nell'arco di tre Gran Premi, ma la vettura riveste una importanza notevole. Derivata dalla precedente RA270 del 1963 che fu usata come prototipo, la 271 fu la prima Honda a presentarsi in pista in una gara di F.1 ed in assoluto la prima vettura giapponese a farlo.La Honda, nella caratteristica livrea bianca e rossa, rimase sulle scene per cinque stagioni, cogliendo due vittorie con Ritchie Ginther e John Surtees, ma uscendo di scena al termine della stagione '68 segnata dalle polemiche in seguito all'incidente mortale di Rouen a causa del quale morì il campione francese Jo Schlesser alla guida della innovativa e discussa RA302.
  21. V6DINO

    Jordan EJ15B '05

    DATI GENERALI Scuderia: Jordan Grand Prix Anno di produzione: 2005 Motore: Toyota RVX-05 V10 2998cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Esso, Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: John McQuillam, Simon Phillips, Nicolò Petrucci Impiegata nel: 2005 Piloti: 18 Tiago Monteiro, 19 Narain Karthikeyan, 39 Sakon Yamamoto STATISTICHE GP Disputati: 5 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Monteiro, 8° posto nel GP del Belgio 2005 EJ15B Ultima versione aggiornata della EJ15, la "B" fu portata in pista a Monza da Monteiro ed utilizzata nelle ultime cinque gare della stagione dalla Midland-Jordan. I tre chassis EJ15 modificati furono anche portati in pista per i primi test in vista della nuova stagione tenutisi a Jerez nel dicembre 2005 con i nuovo colori russi della Midland: al volante sia lo stesso Monteiro che Roman Rusinov, cui fu poi però preferito l'olandese Albers. ( Massimo Piciotti )
  22. V6DINO

    Gilby 62

    DATI GENERALI Scuderia Gilby Engineering Anno di produzione 1962 Motore BRM 56 V8 1498 cc Telaio traliccio tubolare in acciaio Pneumatici Dunlop Luogo di produzione Ongar (GB) Progettista Len Terry Impiegata nel 1962 e 1963 Piloti Keith Greene e Ian Raby STATISTICHE GP Disputati 2 (+17 fuori campionato) Vittorie 0 Podi 0 (+2 fuori campionato)
  23. V6DINO

    Gilby 62

    Potrebbe essere ma la sospensione anteriore è diversa...
  24. V6DINO

    Gilby 61

    DATI GENERALI Scuderia Gilby Engineering Anno di produzione 1961 Motore Coventry Climax FPF 1.5 L6 1500 cc Telaio traliccio tubolare in acciaio Pneumatici Dunlop Luogo di produzione Ongar (GB) Progettista Len Terry Impiegata nel 1961 Piloti Keith Greene e David Piper STATISTICHE GP Disputati 1 (+7 fuori campionato) Miglior risultato
  25. V6DINO

    Fry F2

    DATI GENERALI Scuderia David Fry Anno di produzione 1959 Motore Coventry Climax FPF 1.5 L4 1500 cc Telaio traliccio tubolare in acciaio Pneumatici Dunlop Luogo di produzione (GBR) Progettista David Fry e Alec Issigonis Impiegata nel 1959 Piloti Mike Parkes STATISTICHE GP Disputati 1 (+1 fuori campionato) Miglior risultato
×