Jump to content

Davide Hill

Appassionati
  • Content Count

    3570
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    52

Davide Hill last won the day on September 6

Davide Hill had the most liked content!

Community Reputation

10347 Guru

Informazioni di Profilo

  • From
    Array
  • Following F1 since
    Array
  • Driver
    Array
  • Former Driver
    Array
  • Team
    Array
  • Track
    Array
  • Best Race
    Array

Recent Profile Visitors

4564 profile views
  1. Allora... Per quanto riguarda tecnicismi lascio stare perché di come funziona (e parlo materialmente) un forum e un sito non ne ho la più pallida idea. Quindi non ho idea di cosa si può fare per migliorare la questione a livello tecnico. A livello umano penso ci sia poco da dire. Questo forum e questo sito sono frequentati/amministrati da gente per bene che ha una grande passione. Avere un gruppo ristretto e di qualità di utenti/collaboratori per me è un vantaggio, sicuramente meglio che venir assediati da orde di gentaglia (tipo quelli che mandano in merda ogni discussione sui social), ma ovviamente per chi amministra sarebbe meglio una via di mezzo che accolga un numero maggiore di persone mantenendo alto lo standard. Come fare a farlo, come detto, non ne ho la più pallida idea. Più che pubblicare articoli precisi e competenti, fornire tutta una serie di elementi interessanti come dati, statistiche, opinioni pacate e rispettose, disegni e quant'altro non so cosa di meglio si possa fare. Quindi lascio i suggerimenti a chi ha le competenze per farlo. Da un punto di vista generale, concordo col dire che i forum e i siti specializzati subiscono complessivamente l'ondata social e l'ignoranza da essi derivata. Alla gente piace sbraitare e non legge, né i post (parlo proprio di quelli sui social, dove 9 volte su 10 chi legge capisce dal naso come i pesci e risponde a cazzo di cane - spesso insultando - spedendo all'inferno qualsiasi tentativo di discorso) né gli articoli, e quando lo fa si limita a leggere il titolo. Un aspetto da non sottovalutare è l'impunità dei social. Sui social puoi mandare a fanculo chi vuoi senza, di norma, incorrere in alcuna sanzione. Su un forum (anche quelli di manica larga come questo.... d'altro canto, se uno come me dopo tutti questi anni col suo linguaggio scurrile e molto spesso inopportuno - me ne rendo conto - ha la fedina penale pulita.... beh... ) è chiaro che questa libertà non ti è (giustamente) concessa. E quindi i leoni da tastiera, che abbondano, preferiscono tenersi alla larga da luoghi dove qualcuno può metterli al loro posto. Tra l'altro, in linea generale, nei forum puoi trovare gente competente. E quindi un cafone ignorante che apre bocca e gli da fiato (e ce ne sono assai) e che pretende di avere ragione anche quando, più e più volte, dimostra di avere scarsa conoscenza dell'argomento verrebbe subito ridicolizzato. Arriviamo a me... Ho frequentato (e di conseguenza postato) molto meno, specialmente nell'ultimo anno. La scelta di disdire Sky e quindi rinunciare a vedere i GP il Wec o l'indycar in diretta (e molto spesso rinuncio anche ai GP in chiaro in differita) ha certamente influito. Magari l'anno scorso commentavo nel corso del GP, quindi un maggior numero di post a thread, mentre quest'anno, quando capita, lascio un paio di post a gara finita giusto per dire la mia. In più, le vicende personali che mi hanno riguardato negli ultimi mesi mi hanno portato ad avere praticamente pochissimo tempo libero a disposizione. Sono stato letteralmente lontano dal forum per diverso tempo. Sono progressivamente rientrato ma, ed è capitato spesso, magari trovavo una discussione interessante. Ma il tempo per replicare scarseggiava, quindi mi limitavo a leggere senza commentare, anche discussioni che avrei voluto approfondire ma mancava materialmente il tempo di farlo in modo completo. Ultimamente mi si vede di più, ma sempre in modo saltuario. Non che la mia presenza sia fondamentale, non è questo che intendo, ma magari ci sono anche altri in situazioni analoghe alla mia che hanno dovuto, loro malgrado, diminuire la presenza... Per il resto, io spero sinceramente che, anche a ranghi ridotti, questo posto resti sempre aperto. in primis, perché l'impegno di chi lo manda avanti è notevole e lo merita. E poi perché mi è capitato, in passato, di frequentare forum che col tempo sono andati a morire. E questo mi dispiacerebbe molto...
  2. Non seguo molto le vicende del motomondiale, ed è cosa nota... Oggi ho visto il GP di Misano e, soprattutto, il dopogara in cui si parlava delle future strategie della Yamaha in fatto di piloti. Ecco, dopo una serie di ipotesi c'è voluta mezz'ora buona affinché il primo, in studio, mettesse in dubbio la posizione di Valentino Rossi nel team ufficiale. Fin lì era un parlare di chi, tra Vinales e Quartararo, meritava di prendere una delle due ufficiali dal prossimo anno o tra due anni. Nessuno si azzardava di ventilare l'ipotesi di un team Yamaha formato da entrambi... Capisco che in Italia sollevare anche il più microscopico dubbio su Rossi sia considerato lesa maestà. Ma onestamente penso che, arrivati a questo punto, il team Yahama ufficiale potrebbe anche fare a meno del 46. Vinales, come hanno più volte dichiarato in studio per rafforzare la tesi del pilota inadeguato e che quindi doveva sloggiare, non è Marquez. Ma nessuno è Marquez e Vinales, oltre ad essere comunque un ottimo centauro, ha pur sempre 24 anni. Quartararo ne ha 20 e sta dimostrando di essere un bel manico. Onestamente, privarmi di uno di questi due per tenere in sella qualcuno con 40 anni sul groppone mi sembra folle. Anche se quel qualcuno si chiama Valentino Rossi e, probabilmente, ha ancora alcune cartucce da sparare. La logica vorrebbe un team Yamaha ufficiale formato, sin dal prossimo anno, da Vinales e Quartararo. E Valentino Rossi spostato in un team satellite, o meglio una sorta di team semi ufficiale totalmente focalizzato su di lui, magari con tutti i suoi sponsor e magari anche con una moto giallo fosforescente molto identificativa, attorniato da tutti i suoi uomini e quant'altro, col quale potrebbe correre anche fino a 50 anni, se ne avrà voglia. Non mi sembrerebbe una cosa tanto scandalosa... Questo anche in virtù del fatto che la Yamaha è una casa in grado di fornire ottimo materiale a team clienti o satelliti. Ecco, questa sarebbe una buonissima soluzione. Ma gli opinionisti di Sky si sono ben guardati da formulare un'ipotesi di questo genere....
  3. Penso che alla Mercedes stiano anche un po' gestendo la situazione. I titoli sono vinti, entrambi, e magari, anche a livello di PU, stanno più che altro testando. Questo non significa che abbiano regalato nulla. A Spa e Monza la Mercedes e i suoi piloti hanno ovviamente corso per vincere. Non ci sono riusciti ma niente toglie alle due vittorie di Leclerc, sudate e meritate. Probabilmente, però, se i titoli fossero stati ancora in ballo e non si fosse corso solo per le singole "vittorie di tappa", l'approccio Mercedes (tecnico, ma anche a livello di strategia di gara) sarebbe certamente stato più aggressivo e resistere, per la Ferrari, sarebbe stato più difficile.
  4. @alessandrosecchi Quest'anno è andata com'è andata (per i motivi che ben sai), ma il prossimo anno....... Ho già messo la Nikon nel forno, per "scaldarla" a dovere...
  5. La Stampa, come è noto, è particolarmente volubile (ben più degli stessi tifosi, considerando che spesso questi ultimi vengono condizionati dalla Stampa stessa) ma è inutile nascondersi dietro un dito... Quello di ieri è stato un errore terrificante, probabilmente il peggiore da quando Vettel veste la tuta Ferrari. Se non altro perché sancisce, in modo pressoché definitivo, la fine di un "idillio" che praticamente è stato tale solo nel 2015 e si è via via andato a logorare nelle stagioni successive. A partire da Singapore 2017 - anche se lì, come dissi a suo tempo, le responsabilità di Vettel furono relative... Fu più il team, al pari di Monza 2018, a non essere brillante nella strategia da utilizzare al via - passando da Hockenheim 2018 (l'errore più grave da un punto di vista sportivo... a mio modo di vedere, lo spartiacque psicologico di Vettel) per concludersi con il testacoda di ieri alla Ascari (da solo, sull'asciutto, in un punto non facile ma che si fa senza problemi, e che ha probabilmente mandato in frantumi la tattica di gara Ferrari stabilita prima del via... Perché un conto è giocare con due punte, un conto è lasciare Leclerc da solo sotto l'attacco delle Mercedes) che ha determinato il definitivo spostamento della bilancia (per tifosi, giornalisti, addetti ai lavori e, probabilmente, per il team stesso) dalla parte di Leclerc. La situazione di Vettel penso sia molto complicata, in questo momento...
  6. Sad (per i tifosi di Vettel come me) but true...
  7. Un po' al limite (anche se ho apprezzato la scelta di Warwick e compari di ammonire semplicemente - escluse ovviamente manovre oltre i limiti come i rientri in pista "baldanzosi" di Vettel e Stroll - alcune manovre in testa alla gara senza scombussolare niente, anche in virtù del fatto che c'è da giocarsi solo le vittorie nelle singole gare) ma la maniera con cui Leclerc ha mandato a spasso Hamilton, spedendolo a raccogliere margherite alla Roggia, è significativa.
  8. Anvedi il Pierre... Buongustaio.
  9. foto poco bella...
  10. Non è che non può ma, come Schumacher ha dimostrato, tornare dopo uno stop (uno o più anni, secondo me fa poca differenza) è molto complicato. Schumacher, a dispetto dei critici, ha fatto tantissimo in quei 3 anni in Mercedes, considerando la situazione. Ma è chiaro come il sole che non era certamente più quello della Ferrari. In ogni caso, per assurdo, un ipotetico rientro di Alonso sarebbe più "semplice" al fianco di quello che, ad oggi, è considerato l'assoluto fuoriclasse della F1. Tornare in squadra con un Hamilton, uno che ha raggiunto sì, un livello assoluto, ma che comunque Alonso conosce, potrebbe essere molto più semplice che dividere il box con Verstappen o con Leclerc.
  11. Quelle Mercedes attaccate ai maroni per 53 giri erano un po' come i "rosari" che, il sabato sera, ti si appiccicano alle calcagna per appiopparti le rose. Una cede e, manco il tempo di respirare che arriva subito l'altra, tra l'altro con gomme fresche... Leclerc sontuoso. Qualche imperfezione che poteva costar cara, ma la pressione che aveva sul collo era enorme. In ogni caso, determinato e cattivo nella difesa, e soprattutto ha reagito alla grande all'attacco Mercedes e ha portato a casa una grandissima vittoria. Le Mercedes sempre temibilissime. Non hanno regalato nulla, ma hanno (ma questo lo è da un bel po') entrambi i mondiali in tasca. Quindi sulle singole gare qualche occasione in più, anche nei prossimi GP, magari arriverà. Vettel game over. L'errore di oggi sancisce la definitiva resa. Leclerc ha preso fiducia, si è preso i tifosi, si è preso - alla prima occasione - la vittoria del GP che forse Vettel voleva maggiormente ottenere, e, probabilmente, si è preso pure l'intera squadra. Sinceramente, un pensierino al ritiro inizierei a farlo. Sicuramente lasciare la Ferrari, magari per un ritorno in Red Bull nel caso, estremamente suggestivo) di un Hamilton che, dopo il sesto titolo, accetta la sfida Ferrari e Leclerc. con Verstappen che va a sostituirlo in Mercedes... Questo scenario, per quanto mi riguarda, sarebbe il mio preferito. Ma penso che per il 2020 le cose resteranno invariate. E per Vettel la vedo male...
  12. Con il secondo podio del week end, con Latifi nuovamente a secco, e stavolta a secco è andato anche Ghiotto, la fuga in classifica di De Vries è ancor più marcata.
  13. Ormai sto flauto stonato regna sovrano ovunque...
  14. Ehm... no! Direi proprio di no...
  15. Gelael a confronto è Jim Clark. Onestamente, ce ne sarebbe di gente che potrebbe spendere meglio i propri soldi (qualcuno anche in categorie più prestigiose) ma, d'altro canto, se sta bene a loro e a chi li fa correre....
×
×
  • Create New...