Vai al contenuto

Davide Hill

Appassionati
  • Numero messaggi

    3.012
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    30

Davide Hill last won the day on April 15

Davide Hill had the most liked content!

Reputazione comunità

8.848 Professore

9 che ti seguono

Informazioni di Profilo

  • Luogo
    Civitavecchia
  • Segue la F1 dal
    1988
  • Pilota
    Vettel
  • Pilota passato
    Mansell - Hill
  • Team
    Toro Rosso - Williams
  • Circuito
    Silverstone
  • Best Race
    Monza 2008

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

3.870 ospiti/utenti
  1. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    Non sono riuscito a vederla dal vivo (so che ce n'era una nella Nuvola, ma lì non sono entrato) ma penso che non avrei cambiato la mia opinione che avevo già scritto in un altro topic. La trovo anche io piuttosto brutta. L'unico aspetto positivo è che è diversa e particolare. Non è un ibrido composto con le linee vetture di altre categorie come la monoposto attuale...
  2. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    Ma per quanto mi riguarda meriterebbero la garrota, altro che la definizione di "non amante del motorsport". Ma io sono estremista e particolarmente stronzo, e dal punto di vista "Lotterer" sono anche parecchio sensibile... Non nego che il tedesco è uno dei motivi che mi hanno spinto ad andare a vedere l'evento di Roma. E' uno dei miei piloti preferiti e la possibilità di vederlo, finalmente, in azione dal vivo era un'opportunità che non volevo perdermi...
  3. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    http://www.p300.it/la-formula-e-dal-vivo-signori-basta-con-la-borghesia-da-motorsport/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook Articolo perfetto, quello di Alessandro. Ricalca perfettamente il mio pensiero (come ho detto ai ragazzi sabato, ero partito prevenuto ma sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'evento e dalla competizione) e aggiungo una cosa. Molte delle critiche che sto leggendo in questi giorni riguardano, oltre agli aspetti citati da Alessandro nel suo articolo, il livello dei piloti partecipanti (e questa è la cosa che, personalmente, mi irrita di più), definiti pippe, mezze seghe, femminucce, sfigati, principianti e chi più ne ha più ne metta... Parco piloti assolutamente adeguato, esperto e valido. Non ci saranno gli Hamilton, o i Ricciardo, o gli Alonso, o i Vettel, ma sono tutti buoni piloti con carriere lunghe e variegate. E con qualche "perla"... Chi va a dirlo, ai criticoni piloti da divano, che uno come Lotterer, tanto per fare un esempio, da solo vale quanto metà schieramento della F1? Io c'ho provato, in un paio di casi, ma quando ti senti rispondere <e chi cazzo è Lotterer> (e da gente che si professa amante del motorsport e competente in materia, per giunta, non da 4 scappati di casa che commentano tanto per) ti cascano le palle per terra ed eviti di perdere ulteriore prezioso tempo nella discussione...
  4. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    Nessuno li faceva perché non c'era l'abitudine a compiere certe manovre. Col tempo i piloti hanno acquisito questa abitudine e sanno che possono farlo, nei limiti del singolo cambio di traiettoria. E visto che l'abitudine è stata acquisita, per togliergliela dalla testa penso servano norme adeguate. Altrimenti continueranno a farlo... Non puoi affidarti al "buonsenso" di chi è nato con questo approccio...
  5. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    In un top team c'è già... Odiosa quanto si vuole, ma consentita. E finché sarà consentita verrà sfruttata dai piloti. E un po' tutti i piloti, chi più e chi meno, l'hanno sfruttata in carriera. Quando e se verrà resa illegale (a tal proposito, come la rendi illegale? Obblighi il primo a partire esclusivamente dritto? Stabilisci un angolo di taglio corretto oltre il quale scatta la penalità? Mi sembra un po' difficile far combaciare tutta la serie di norme adeguate a impedire ad un pilota di difendere la posizione in caso di start non ottimale....) i piloti ne prenderanno atto e si regoleranno di conseguenza. Ma fino a quel momento....
  6. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    Giro di rientro monstre di Bottas più giro non brillante di Vettel. Alla fine la strategia per Vettel era giusta, si è fermato il giro successivo, forte di un distacco iniziale teoricamente fuori dai pericoli, e la differenza l'hanno fatta i rispettivi giri di rientro. In ogni caso, guardando lo svolgimento della gara, nessuno dei due aveva chance di vincere. Con la SC e la scelta RB di montare le soft ai due piloti il destino di Valtteri e Sebastian (come di quello di tutti gli altri) era segnato. Sarebbe stata doppietta netta della RB, con Verstappen primo e Ricciardo secondo, senza le due cazzate dell'olandese. Vettel, senza speronata di Verstappen, poteva giocarsi la terza posizione con Bottas esattamente come poi ha fatto Raikkonen. Riuscire a superarlo, però, non sarebbe stato per niente semplice nemmeno per Vettel.
  7. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    1) Lynn assoluto eroe di giornata. Ogni volta che passava, ultimissimo e distaccatissimo, dinnanzi al prato dove stavo io era una standing ovation... L'urlo di dolore al suo ritiro è stato anche maggiore di quello per Rosenqvist... 2) Nulla da aggiungere. Giornata godibilissima a prescindere dal gradimento o meno della manifestazione. La Formula E presenta scelte che ad un purista possono senza dubbio far storcere il naso, ma mi piace che abbia una sua identità ben precisa. La scelta della cerimonia del podio (alla quale ho volutamente evitato di partecipare non perché non avevo interesse a vederla, ma semplicemente perché la mia tolleranza verso altri componenti del genere umano, per di più a stretta vicinanza con la mia persona, era stata abbondantemente superata sul prato. E fisicamente non avrei tollerato la calca sotto al podio) è stata suggestiva e particolare, ottimo far passare i primi tre tra due ali di folla. 2) Altro tempo assieme non sarebbe stato male, ma la prossima volta si rimedierà. Magari con altri 6 o 7 giri di birra come nel post-gara, e allora si che ci sarà da ridere (PS allora lui veramente mongoloide... Chi sa, capirà... ). PS premio miglior battuta del giorno: tizio random sul prato. <Er rumore me pare quello daa metro....> Effettivamente un po' aveva ragione quando sono entrato alla fermata di Eur Palasport e ho sentito arrivare l'eco del convoglio, mi aspettavo di veder passare di nuovo Sam Bird...
  8. Vietare la f1 ai minori di 21 anni

    Un pilota che domina in quel modo, in entrambi i casi nella stagione del debutto, sia la GP3 che la F2 non è lento. Dispone di una macchina che non sembra proprio la più stabile e facile da guidare, la Sauber ha evidenti problemi di bilanciamento complessivo. Ericsson non è un fenomeno ma ha comunque svariati anni di esperienza, Leclerc è alle prime gare. Ci andrei cauto coi giudizi. Quantomeno, concediamogli qualche altra gara...
  9. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    Proviamo così...
  10. Vietare la f1 ai minori di 21 anni

    Non è questione di età, non scherziamo... Il panorama del motorsport (e a tutti i livelli) è pieno zeppo di esempi di ragazzini che corrono come veterani e veterani che corrono come ragazzini. E' una questione di attitudine, non c'entra niente il discorso anagrafico... PS mi è capitato di vedere ragazzini di 8 anni, in kart, con un approccio tale che in realtà sembravano nani di 35-40 anni, per quanto erano "maturi". E ho visto 35enni talmente testa di cazzo da far impallidire un discolo 12enne in preda a crisi ormonali compulsive... E il discorso è estendibile anche alla vita di tutti i giorni, non solo nel caso specifico dei piloti o sportivi in generale...
  11. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    Esattamente. Con buona pace di quelli che lo reputano inutile e non all'altezza... Anche l'anno scorso Bottas aveva tolto alla Ferrari delle vittorie certe (in Russia, in Austria), nelle giornate no di Lewis Hamilton, contribuendo in modo fattivo a togliere diversi punti che a Vettel avrebbero fatto molto comodo. Non è un pilota all'altezza di Lewis Hamilton, questo si, ma il suo lavoro lo fa egregiamente e per la Mercedes, in ottica team, continua ad essere una eccellente scelta.
  12. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    Non ne sono così sicuro. Lui corre così e lo fa da sempre. In passato, nel periodo dei kart, ha buttato nel cesso risultati per condotte di gara troppo "ballerine". Questo perché non è un calcolatore e, credo, non lo sarà mai. Potrà crescere e maturare ancora, ma non penso perderà mai totalmente quella che è la sua caratteristica principale, quella che lo rende Verstappen. Tra l'altro, in questi anni di F1, le volte (poche) che ha provato ad essere calcolatore mi ha dato l'impressione di un pilota "monco", non efficiente come le volte che corre a modo suo. Il problema è che quando corre a modo suo rischia di non essere efficiente per un'ipotetica sfida per il pezzo grosso. E' la situazione di un cane che si morde la coda e lui avrà molto da lavorare per limare gli spigoli del suo essere pilota. E non è detto che ci riuscirà...
  13. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    E ok, ma la Red Bull non ha un progetto a lungo termine. O meglio, lo ha per certe scelte future ma è anche un team che deve pensare al presente e al fatto che potranno trovarsi in lotta per il mondiale già in questa stagione (e tutto fa presagire che saranno un contendente molto ostico, per Ferrari e Mercedes) e Verstappen è già alla terza stronzata in 3 GP (due in questo, più il contatto con Hamilton in Barhein) mentre Ricciardo ha sempre massimizzato (quarto a Melbourne e primo in Cina, nel mezzo lo zero nel GP precedente a causa di problemi tecnici) e non ha fatto errori. Se dovessero trovarsi in lotta per il mondiale, io fossi in loro punterei sempre su un pilota con le caratteristiche di Ricciardo, piuttosto che su una "testa calda" che può farti la cazzata in qualsiasi momento, gettando le gare alle ortiche. E punterei su Daniel sempre. Sia nel presente che nel futuro... Poi sono scelte, se a loro va bene così tanto meglio per tutti... E comunque mi piacerebbe vederlo, Verstappen, in lotta per il titolo. Quando ogni punto è importante e non puoi permetterti di perderne nemmeno uno perché non hai l'intelligenza di capire quando e come attaccare o se non hai la pazienza di buttarti al momento giusto e non ad cazzum....
  14. 03. Gran Premio della Cina 2018 | Shanghai

    Verstappen è un asino. Una garetta o due a guardare gli altri non gli farebbe male, con altri ha funzionato... Se poi non dovesse funzionare nemmeno così, amen. Ma non può andare avanti così. Capisco l'aggressività, ma lui non è aggressivo. Lui è un asino. Ricciardo è aggressivo (il sorpassone durissimo ma corretto - cosa che fa sempre, del resto... in carriera ha fatto sorpassi assurdi senza mai andare oltre il consentito - su Bottas lo dimostra), Verstappen il più delle volte è semplicemente scorretto. E alla RB ovviamente puntano su di lui. Hanno un pilota fenomenale che, in caso di lotta per il titolo, sarebbe l'ideale (sa attaccare, sa difendersi, è concreto, è intelligente tatticamente e presenta tutte le caratteristiche ideali del pilota da titolo) e puntano su un pilota sicuramente valido ma che è e resta - parere mio - complessivamente inferiore rispetto all'australiano. E nemmeno di poco.... Ricciardo vale 2 o 3 Verstappen, per tutti i motivi citati in precedenza...
  15. [Formula E] 2017-18.06 - Roma

    La categoria mi lascia sempre un po' scettico, ma dopo l'esperienza di oggi (ottima, tutto organizzato in modo assolutamente degno... Perfettibile in alcuni dettagli, senz'altro, ma comunque come evento siamo decisamente sulla strada giusta) diciamo che si è meritata un po' più di "fiducia". Unica nota negativa, a livello personale, il posto prato con le ignoranti reti che hanno inevitabilmente "distrutto" la stragrande maggioranza delle foto (se ne salvano poche, magari ne posto qualcuna). Nota assolutamente positiva, invece, l'essere finalmente riuscito ad incontrare (dopo innumerevoli anni) alcuni ragazzi del forum capitanati da Alessandro.
×