Jump to content

Buzzino

Appassionati
  • Content Count

    21
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Buzzino

  1. E questa sembra del 1982 Non far caso alla pedanteria, le foto sono splendide :up:
  2. E' quello che mi dice sempre mia moglie a proposito del giro-vita Grazie cmq. E' che oggi ho un po' più di tempo libero, di solito sono molto più improduttivo
  3. La stessa vettura, assemblata dalla locale società sportiva (mi pare di capire dello stato di Washington) per la modica cifra di 32.600$ dell'epoca, in partenza per Indianapolis con il pilota Bob Gregg (iscritto insieme a Joe James con stessa vettura e stesso numero di gara, appunto il 63 -qui si scorge solo il 3- ) "Bob Gregg (b. 1920) Though born in Minnesota, Gregg made his name racing in the Pacific Northwest. He was a dominant midget racer through the 1950s, and raced sprints, modifieds and even sports cars in a career that stretched well into the 1980s. Gregg first passed his rookie test at Indy in 1950, but mechanical problems kept him from qualifying. The trip wasn't a total loss though, as Gregg was hired to work on the Clark Gable film "To Please a Lady" as a result. It would be 10 years before his next Indy Car entry, a DNQ at Sacramento, and 19 years before he finally made his three Indy Car starts, all road races in 1969. An 11th on his debut at Seattle was the best finish" - http://www.trackforu...Birthday!/page4 Il film in questione, pare non memorabile, porta il titotlo italiano di "Indianapolis" per la regia di tale Clarence Brown con appunto Clark Gable e Barbara Stanwyck. E' la storia di uno spericolato corridore automobilistico (Gable) che provoca involontariamente la morte di un suo collega: una giornalista (Stanwyck) attraverso una serie di articoli gli rovinerà la carriera, ma tra i due nascerà (ovviamente) l’amore. e Brannan (Gable) provoca involontariamente la morte di un suo collega e la giornalista Regina Forbes (Stanwyck) attraverso una serie di articoli manderà in rovina la carriera di Mike, ma tra i due nascerà l’amore.
  4. Invece a me pare proprio un sorpasso: nel senso che Massa cerca proprio quella traiettoria, uscendo più stretto dalla curva che precede il ponte, sfruttando anche una trazione migliore (mi sembra avesse gomme più fresche), per arrivare ad avere l'interno nel tornantino. Di certo non voleva che la macchina gli scondizolasse come un cocker in calore ed è bravo a domarla, ma l'intenzione di sorpassare lì mi pare ci fosse tutta.
  5. Difficile sceglierne uno, sono tutti molto belli. Massa-Senna è forse il più da "pelo" e con una una manovra decisamente "originale" rispetto alle altre. Mi sono piaciuti molto anche Alonso-Webber ad Abu Dhabi (bella staccata a gomme fredde con rischio collisione con Maldonado davanti), Raikkonen-Schumacher ad Interlagos (ruota a ruota con pista umida) e Raikkonen-Di Resta a Hockenheim (anche se lì, se non ricordo male, Kimi aveva il vantaggio di gomme più fresche).
  6. Eh, si. La capigliatura mi aveva ingannato. Montecarlo 1977 Notare la "O" di Ronnie.....
  7. Q1: E qui dove siamo? Q2: E qui: 1980 o 1981? E perché Reutemann è in tuta e Jones in maglietta? Il confronto Hawthorn-Liuzzi è impietoso, ma non dico per chi.............. Laffite................ :rotfl2:
×
×
  • Create New...