Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 22/12/2018 in all areas

  1. 14 points
    DATI GENERALI Scuderia: Jordan Grand Prix Anno di produzione: 2005 Motore: Toyota RVX-05 V10 2998cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Esso, Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: John McQuillam, Simon Phillips, Nicolò Petrucci Impiegata nel: 2005 Piloti: 18 Tiago Monteiro, 19 Narain Karthikeyan, 39 Robert Doornbos, 39 Franck Montagny, 39 Nicolas Kiesa STATISTICHE GP Disputati: 15 Vittorie: 0 Podi: 1 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Jordan, 9° posto nel Campionato Costruttori 2005 EJ15 Al termine della stagione 2004 la Ford annunciò il ritiro dalle competizioni con la cessione del reparto corse e della Cosworth alla Jaguar: la Jordan si trovò così senza fornitura di motori. Alle prese con l'ennesima crisi e alle strette anche in tema di sponsor, Eddie dopo quattordici stagioni in F.1 decise di arrendersi e prima dell'inizio del nuovo campionato cedette la scuderia al miliardario russo Alex Shnaider, plenipotenziario del colosso dell'acciaio Midland, per sessanta milioni di dollari. La scuderia si sarebbe chiamata ancora per un anno Jordan per diventare, dal 2006, Midland F1. Shnaider riuscì a siglare un accordo con la Toyota ed ingaggiò due piloti emergenti come il portoghese Tiago Monteiro e l'indiano Narain Karthikeyan. La "EJ15" era sostanzialmente una versione evoluta della EJ14 adatta ad ospitare il nuovo propulsore Toyota e si confermò come una vettura da fondo classifica, sebbene piuttosto affidabile. Il Gran Premio "dimezzato" di Indianapolis, con sole sei macchine al via, consegnò alla Jordan il suo ultimo podio della storia. Una versione "B" della EJ15 fu utilizzato nelle ultime cinque gare della stagione. ( Massimo Piciotti )
  2. 13 points
    DATI GENERALI Scuderia: Jordan Ford Anno di produzione: 2003 Motore: Ford Cosworth RS1 V10 2998cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Elf, Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: Gary Anderson, Henri Durand, John McQuillam, Nicolò Petrucci Impiegata nel: 2003 Piloti: 11 Giancarlo Fisichella, 12 Ralph Firman, 12-36 Zsolt Baumgartner, 36 Bjorn Wirdheim, 36 Satoshi Motoyama STATISTICHE GP Disputati: 16 Vittorie: 1 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Jordan, 9° posto nel Campionato Costruttori 2003 EJ13 Perso lo sponsor più munifico, persi i motori Honda e gran parte del budget disponibile, Eddie Jordan si trovò all'inizio del 2003 in difficoltà economiche. L'irlandese dovette ripiegare sui propulsori Ford Cosworth accettando una fornitura di una versione non di ultima generazione riservata alla Jaguar e fu costretto a sviluppare la nuova vettura senza stravolgere il progetto dell'anno precedente che già non si era rivelato strabiliante. Con queste premesse e con lo scarso tempo a disposizione per la messa a punto dovuto al ritardo con cui l'accordo per i motori fu siglato, non può sorprendere il fatto che la "EJ13" si sia rivelata come una vettura da fondo classifica, incapace di permettere a Giancarlo Fisichella, confermato, e al suo nuovo compagno di team Ralph Firman di raccogliere buoni piazzamenti. In questo grigiore generale si collocò tuttavia lo straordinario week-end del Gran Premio del Brasile, una gara che si può tranquillamente definire come il canto del cigno della Jordan. Quel giorno Giancarlo Fisichella sotto una pioggia torrenziale che aveva livellato le prestazioni, riuscì a compiere una gara eccezionale e fu fortunato protagonista quando un cruento incidente con protagonisti Fernando Alonso e Mark Webber gettò lo scompiglio nel gruppo. La gara fu interrotta dopo 54 dei 71 giri previsti e la classifica fu stilata non senza difficoltà, cercando di ricostruire la situazione in pista. Inizialmente assegnata a Kimi Raikkonen per un errore di cronometraggio, la vittoria fu poi correttamente data a Fisichella che così colse il primo successo della sua carriera ed il quarto ed ultimo nella storia della Jordan. ( Massimo Piciotti )
  3. 13 points
    DATI GENERALI Scuderia: Jordan Ford Anno di produzione: 2004 Motore: Ford Cosworth RS2 V10 2998cc Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e kevlar con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Liqui Moly Pneumatici: Bridgestone Luogo di Produzione: Silverstone (GBR) Progettista: John McQuillam, Gary Anderson, Nicolò Petrucci Impiegata nel: 2004 Piloti: 18 Nick Heidfeld, 19 Giorgio Pantano, 19-39 Timo Glock, 39 Robert Doornbos STATISTICHE GP Disputati: 18 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Jordan, 9° posto nel Campionato Costruttori 2004 EJ14 Dopo che nel corso dell'inverno 2003 sembrava ormai inevitabilmente costretto alla chiusura del suo team alle prese con una ormai irreversibile crisi economica, Eddie Jordan riuscì abilmente ad uscire dalle secche e ad iscriversi al campionato 2004, confermando anche la collaborazione con la Ford come motorista. L'ingaggio di Giorgio Pantano che portò con sé una sponsorizzazione importante, fece il resto. E così dopo essere stata sull'orlo del fallimento la Jordan tornò in pista nel pre-season a Silverstone sfoggiando sulle fiancate la scritta "Lazarus" a simboleggiare la sua resurrezione. Tuttavia la EJ14 non era altro che una evoluzione della precedente EJ13, modificata soprattutto per ospitare la versione "RS2" del Cosworth più potente e leggera. La mancanza di fondi che limitarono le possibilità di test e l'indisponibilità della galleria del vento non permisero però di sviluppare adeguatamente la vettura che andò solo raramente a punti nonostante la modifica del sistema di punteggio che premiava adesso i primi otto al traguardo. Una curiosità: nella stagione 2004 la Jordan si presentò con livree diverse – e spesso sponsor diversi – in ogni gran premio. Fra le scelte "stilistiche" più particolari – oltre alla sopra ricordata citazione biblica di Silverstone – spiccano la colomba della pace in Australia, il marziano di Indianapolis e l'immagine di Ayrton Senna ad Imola, a dieci anni dalla sua morte. ( Massimo Piciotti )
  4. 8 points
    Here is a 1996 car of Jimmy Vasser
  5. 8 points
    Here are some 1998 Cart/Indycar drawings starting with back to back champion Alex Zanardi and back-to back-to back Target Ganassi team
  6. 7 points
    and finally Bryan Herta
  7. 6 points
    With all due respect, I did couple if F1 cars in my time. not so many though. There was better drawings out there or at least I was just duplicating other drawings. here is the 1979 Williams FW07B of Clay Regazzoni
  8. 6 points
    and the 1980 Williams FW07B of Champion Alan Jones
  9. 6 points
    and you can't forget Dario Franchitti's first win
  10. 6 points
    ...and Bobby Rahal's car
  11. 6 points
    Hello Here is a picture of Alessandro Nannini's Alfa Romeo
  12. 5 points
    and one of Robbie Buhl
  13. 5 points
    Here is a 1997 Indianapolis 500 car of Tony Stewart
  14. 5 points
    Hello, here is a picture of Alex Canard's championship winning car
  15. 5 points
    Here are some of the earlier cars I did
  16. 5 points
    Here is Jimmy Vasser from 1995
  17. 5 points
    and also Scott Goodyear from Indianapolis 500
  18. 5 points
    here are 2 Robby Gordon races
  19. 5 points
  20. 5 points
    2 different versions of Jacques Villeneuve during the 1995 season
  21. 5 points
    ...and finally the late great Greg Moore
  22. 5 points
    Here is a car driven that year by Mauricio Gugelmin,
  23. 5 points
    and also Mark Blunder's 1997 car
  24. 5 points
    19. edizione del Rally Acropolis, siamo nel 1971... La coppia Andersson Ove / Hertz Arne porta alla vittoria la Alpine-Renault A110 in 5:07:27... La concomitanza col Alpine Rally in Austria ha fatto che non ci furono tantissime squadre ufficiali alla partenza... Il rally e' stato massacrante, 53 al via, solo in 15 al traguardo...
  25. 4 points
    And a 1990 Porsche 962 tic tac
This leaderboard is set to Roma/GMT+01:00


×