Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 20/06/2018 in all areas

  1. 14 points
  2. 9 points
  3. 8 points
    Come trofeo per Monza proporrei un Garpez ... con scarpa Pirelli ovviamente
  4. 8 points
    DATI GENERALI Scuderia: Camel Benetton Ford Anno di produzione: 1993 Motore: Ford Cosworth HBA7-HBA8 V8 3498cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio composita Carburante e lubrificanti: Elf Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Witney, Oxfordshire (GBR) Progettista: Ross Brawn, Rory Byrne, Willem Toet Impiegata nel: 1993 Piloti: Michael Schumacher, Riccardo Patrese STATISTICHE GP Disputati: 14 Vittorie: 1 Podi: 9 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 4 Miglior risultato: Benetton, 3° posto nel Campionato Costruttori 1993 B193B Un ulteriore passo verso i vertici della Formula Uno. Questo doveva essere – ed in effetti sarà – la "B193". Progettata dalla premiata coppia Byrne-Brawn con il contributo dell'aerodinamico olandese Willem Toet, la vettura era una diretta evoluzione della B192 precedente con qualche miglioria tecnica ed aerodinamica ed il motore Ford potenziato versione "A8". Ma la vera novità era un'altra: l'elettronica. La "B193B" – ultima versione aggiornata dopo la "A" utilizzata nelle prime due gare della stagione – accoglieva gli ultimi dettami tecnologici introdotti a suo tempo dalla Williams: il cambio semiautomatico, le sospensioni attive ed il controllo di trazione. Il talento smisurato di Michael Schumacher che già si lasciava intravedere chiaramente, fece il resto. Michael, con una vittoria e otto podi all'attivo, chiuse il Mondiale al quarto posto e anche il suo compagno di squadra, il veterano Riccardo Patrese giunto all'ultima stagione della sua lunghissima carriera, colse buoni risultati finendo quinto nella classifica finale. La Benetton era ormai la seconda vettura più competitiva del Campionato, dietro alla inarrivabile Williams. Solo il talento di Ayrton Senna trasse dalla McLaren più del suo potenziale. E per il 1994 i tempi dell'assalto al Mondiale sembrano ormai maturi. Ultima notazione: in Portogallo Schumacher portò in prova una versione della vettura con un innovativo sistema a quattro ruote sterzanti che alcune fonti individuano come "B193C". Tuttavia l'esperimento si rivelò poco performante e fu abbandonato. ( Massimo Piciotti )
  5. 7 points
    Ma mettete l'audio ambientale o il muto... Ogni volta due coglioni così co' sto Vanzini. Anche a me non piace per niente.E' di parte e non lucido e non capisce una mazza, ma non è che viene a casa e vi punta la pistola per sentirlo. E non è che si possono sempre sentire le lamentele ogni santissima volta su ogni santissimo topic. Silenziatelo, facendovi un favore, ed evitate di parlare di lui, facendoci un ancor più grande favore...
  6. 7 points
    DATI GENERALI Scuderia: Camel Benetton Ford Anno di produzione: 1992 Motore: Ford Cosworth HBA5-HBA7 V8 3498cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio composita Carburante e lubrificanti: Mobil Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Witney, Oxfordshire (GBR) Progettista: Ross Brawn, Rory Byrne, Willem Toet Impiegata nel: 1992 Piloti: Michael Schumacher, Martin Brundle STATISTICHE GP Disputati: 13 Vittorie: 1 Podi: 10 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 2 Miglior risultato: Benetton, 3° posto nel Campionato Costruttori 1992 B192 La "B192" è la prima Benetton firmata da Ross Brawn, ingegnere inglese non ancora quarantenne che aveva iniziato giovanissimo come meccanico della March, era stato in Williams e dal 1989 al 1991 aveva fatto la fortuna della Jaguar, progettando la "XJR-14" che aveva vinto il Campionato del Mondo Sport Prototipi. La sua vettura – disegnata in collaborazione con il "rientrante" Rory Byrne – era innovativa e performante. E questo nonostante l'assenza di ausili elettronici come il controllo di trazione usato su altre vetture e nonostante il fatto che il motore Ford, sebbene ulteriormente sviluppato rispetto al 1991, fosse meno performante di quello dei Renault e degli Honda. Con la "B192" Michael Schumacher vinse così la sua prima gara in Belgio e si piazzò terzo, dietro ai due piloti Williams Mansell e Patrese, nel Campionato del Mondo, battendo il Campione del Mondo in carica Ayrton Senna. Anche Martin Brundle raccolse cinque podi e numerosi piazzamenti che gli permisero di chiudere al sesto posto in Campionato. ( Massimo Piciotti )
  7. 6 points
    DATI GENERALI Scuderia: Camel Benetton Ford Anno di produzione: 1991 Motore: Ford Cosworth HBA5 V8 3498cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio composita Carburante e lubrificanti: Mobil Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Witney, Oxfordshire (GBR) Progettista: John Barnard, Mike Coughlan, Gordon Kimball Impiegata nel: 1992 Piloti: Michael Schumacher, Martin Brundle STATISTICHE GP Disputati: 3 Vittorie: 0 Podi: 3 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Benetton, 3° posto nel Campionato Costruttori 1992 B191B Per il terzo anno consecutivo, la Benetton affronta le prime gare della nuova stagione con la vettura dell'anno precedente dotata della nuova evoluzione del motore Ford, in questo caso l'"A7". La "B191B" è la vettura con cui Michael Schumacher ottiene i suoi primi due podi nel Campionato del Mondo, in Messico e Brasile. ( Massimo Piciotti )
  8. 6 points
    Errore grossolano di Vettel, per sua stessa ammissione. Niente da aggiungere se non che è un'altra occasione persa. Hamilton ha vinto col braccio di fuori, ma con la Ferrari davanti e non costretta a rincorrere dal fondo, forse un po' di pepe al culo si poteva metterglielo... La "facilità" con cui Vettel si è sbarazzato di tutti quelli che gli sono capitati a tiro dimostra che la macchina in gara c'era ed era forte. Non si potranno più buttare punti dalla finestra. Leclerc... Se Raikkonen si ritira, la scelta più "logica" sarebbe l'ingaggio ci Ricciardo. Ma il monegasco si dimostra ancora una volta un pilota "magico", speciale. Ha quel qualcosa di "luminoso" che la Ferrari non può proprio farsi sfuggire. Si parla di come potrebbe reggere la pressione. Tutto vero, per carità, ma Charles Leclerc è uno che ha dimostrato (e dimostra sempre) una freddezza unica. Questo è uno che ha vinto GP3 e F2 al debutto, entrambe con una superiorità imbarazzante per gli altri. E' uno che è salito in macchina pochi giorni dopo la morte del padre e ha dominato la gara. E' uno che ha portato la Sauber oltre il Q1 nelle ultime 5 gare. In Francia, nei giorni in cui il suo nome è uscito alla ribalta come possibile sostituto di Kimi già dalla prossima stagione, addirittura in Q3. E' andato a punti in 4 delle ultime 5 gare e in classifica è appaiato ad Ocon che guida una vettura certamente migliore della sua. La Ferrari il "rischio" di metterlo in macchina già nel 2019 dovrebbe correrlo. Altroché...
  9. 6 points
    Dai, ma è ovvio che ai tempi di Nuvolari era tutto più semplice, si capiva chiaramente qual era la pista. Oggi i piloti devono affrontare difficoltà enormemente maggiori, a partire dal capire dov'è la pista...
  10. 6 points
    A proposito https://www.facebook.com/Formula1/videos/1072054089618239/
  11. 6 points
    Bottas aveva il fondo danneggiato dal contatto con Vettel. C'è poco da colpevolizzarlo
  12. 6 points
  13. 6 points
    L'opinione di Jacky Ickx, espressa nel 1971, sul Paul Ricard potete leggerla in basso a destra:
  14. 6 points
    Con tutte quelle strisce Ai box.....
  15. 6 points
    Qualche barriera in polistirolo, e dissuasori potevano metterli, in gara ne vedremo delle belle.
  16. 6 points
    Mi sanguinano gli occhi se lo guardo per più di 2 secondi... Cos'è questa pagliacciata?
  17. 6 points
  18. 5 points
    Prossima volta lo scrivo a carattere 72 La finestra apre alle 22:00.
  19. 5 points
  20. 5 points
    Che stavolta tutto sommato ha detto cose meno insensate del solito. Poi, siccome comunque è Race Lobotomy e non possono esimersi dal tendere allo squallido andante, è intervenuto Turrini, a parlare di "trappolone" studiato da Mercedes. Oggi male anche Gigi Mazzola che a un certo punto ha detto che Hamilton non sarebbe un campionissimo secondo lui... Poi ho mollato perchè ricominciava Colombia - Polonia con commento della Gialappa's e avevo bisogno di qualcosa di più serio del commento alla gara di quei decerebrati di Tavelli e soci ,
  21. 5 points
    Da "La Settimana Enigmistica". Queste due immagini dello stesso sport si distinguono per alcuni particolari. Sapete scoprire quali?
  22. 5 points
    Se ti concentri sulla pista (intesa come nastro d'asfalto valido per la gara) secondo me non è niente male e non ha nulla a che vedere con Abu Dhabi... Non bisogna dimenticare che il Paul Ricard è una pista da test privato o meno per molti giorni all'anno...
  23. 4 points
    Ci vuole coraggio a dare la colpa a Bottas per l'ennesima Vettellata. Honestly. Forse Vanzini e pochi altri.
  24. 4 points
    La cosa positiva è che in mezzo a questo bordello l'halo passa in secondo piano Il layout non è male, anche se all'epoca mi pare che i piloti non ne fossero troppo entusiasti perchè troppo piatta e banale.
  25. 4 points
    Sempre meglio di abbudabbi e soci ma tutto quell'asfalto in mezzo al verde è un pugno agli occhi e allo stomaco. Btw questa F1 ormai non emozionerebbe nemmeno a le mans o sulla nordschleife
This leaderboard is set to Roma/GMT+02:00


×